6 tipi di sessismo, esempi e il loro impatto

Il sessismo è un pregiudizio o una discriminazione basata sul sesso o sul genere di una persona. Può portare a una vasta gamma di comportamenti dannosi, da atti di violenza a commenti sottili che rafforzano gli stereotipi.

Tutte le manifestazioni di sessismo sono dannose e hanno un impatto negativo sulla società. Le donne sono colpite più gravemente, ma il sessismo colpisce anche persone di altri generi emarginati. Meno direttamente, danneggia anche gli uomini.

In questo articolo, descriviamo i diversi tipi di sessismo e diamo alcuni esempi che le persone possono comunemente incontrare.

Il sesso e il genere esistono su uno spettro. Questo articolo userà i termini “maschio”, “femmina” o entrambi per riferirsi al sesso assegnato alla nascita. .

Cos’è il sessismo?

Il sessismo è il pregiudizio o la discriminazione contro una persona o un gruppo in base al loro sesso o genere. Colpisce principalmente le donne e le ragazze, ed è il causa principale della disuguaglianza di genere in tutto il mondo.

Gli atti sessisti includono quelli che inquadrano un sesso o un genere come inferiore. Il sessismo può essere trasmesso in:

    Imparare la differenza tra sesso e genere.

    Quali sono i tipi di sessismo?

    Le persone classificano il sessismo in diversi modi. Il sessismo può essere:

      Questi termini provengono dall’Inventario del sessismo ambivalente, un quadro che i ricercatori usano per capire e misurare gli effetti di questo pregiudizio.

      Il sessismo può operare a diversi livelli nella società. Può essere:

        Le seguenti sezioni descrivono questi tipi di sessismo in modo più dettagliato.

        1. Sessismo ostile

        Questo si riferisce a credenze e comportamenti che sono apertamente ostili verso un gruppo di persone in base al loro sesso o genere. La misoginia, o l’odio per le donne, è un esempio di sessismo ostile.

        Le persone che hanno opinioni ostili e sessiste possono vedere le donne come:

          Queste opinioni possono anche applicarsi a chiunque abbia tratti femminili e a chiunque esprima il proprio genere in un modo che è associato alla femminilità.

          Le persone che perpetuano il sessismo ostile vogliono preservare il dominio degli uomini sulle donne e sulle persone di altri generi emarginati. In genere si oppongono alla parità di genere e possono anche opporsi ai diritti LGBTQIA+, vedendo queste cose come una minaccia agli uomini e ai sistemi che li avvantaggiano.

          Impatto

          Il sessismo ostile è pericoloso. Secondo 2019 ricerca, è un fattore di rischio per le molestie sessuali e la violenza di genere.

          A Studio del 2015 ha scoperto che gli uomini che hanno sostenuto il sessismo ostile erano più propensi ad essere fisicamente violenti verso i loro partner, con l’uso di alcol – un altro fattore di rischio comune – avendo meno di un effetto sui tassi di violenza del partner intimo tra questo gruppo. Questo suggerisce che il sessismo ostile è un potente motore di abuso nelle relazioni.

          A studio 2019 in Indonesia ha anche trovato un legame positivo tra il sessismo ostile e la violenza sessuale. Le persone che hanno sostenuto il sessismo ostile erano più propense a credere nei “miti dello stupro” che danno la colpa dell’aggressione sessuale alla vittima, non al colpevole.

          Esempi

          Alcuni esempi di sessismo ostile includono:

            2. Sessismo benevolo

            Il sessismo benevolo include opinioni e comportamenti che inquadrano le donne come:

              A Studio del 2020 che ha coinvolto partecipanti negli Stati Uniti e nel Regno Unito ha scoperto che le persone che credevano nel dominio dell’umanità sulla natura e che vedevano le donne come più strettamente connesse con la natura rispetto agli uomini erano più propense ad esibire un sessismo benevolo.

              Impatto

              Rispetto al sessismo ostile, il sessismo benevolo può essere meno evidente. È un più socialmente accettato ed è molto più probabile che sia approvato da uomini e donne. Tuttavia, nonostante il suo nome, questo tipo di sessismo non è veramente benevolo.

              Mentre il sessismo benevolo applica alcuni tratti positivi alle donne e alla femminilità, inquadra ancora un sesso o un genere come più debole di un altro. Queste idee possono portare a politiche e comportamenti che limitano l’autonomia di una persona, o la capacità di qualcuno di fare le proprie scelte.

              Per esempio, il studio 2020 ha scoperto che gli uomini che approvavano il sessismo benevolo erano più propensi a sostenere le politiche che limitano le libertà delle donne incinte. Sessismo benevolo anche mina la fiducia delle ragazze in se stessi e nelle proprie capacità.

              Esempi

              Alcuni esempi di sessismo benevolo includono:

                3. Sessismo ambivalente

                È una combinazione di sessismo benevolo e ostile. Le persone che si impegnano in un sessismo ambivalente possono variare tra il vedere le donne come buone, pure e innocenti e il vederle come manipolatrici o ingannevoli, a seconda della situazione.

                Alcuni ricercatori sostengono che il sessismo ostile e quello benevolo si sostengono a vicenda come parte di un sistema.

                Il sessismo benevolo offre alle donne protezione in cambio dell’adozione di un ruolo più subordinato, mentre il sessismo ostile prende di mira coloro che si discostano da questo. Per questo motivo, alcuni si riferiscono al primo come “Piano A” e al secondo come “Piano B.”

                Alcuni esempi di sessismo ambivalente includono:

                  4. Sessismo istituzionale

                  Si riferisce al sessismo che è radicato nelle organizzazioni e nelle istituzioni, come:

                    Quando politiche, procedure, atteggiamenti o leggi creano o rafforzano il sessismo, si tratta di sessismo istituzionale.

                    sessismo istituzionale è diffuso. Può essere ostile, benevolo o ambivalente. Uno degli indicatori più chiari è la mancanza di diversità di genere tra i leader politici e i dirigenti d’azienda.

                    Un altro indicatore è il divario retributivo di genere. Si riferisce a una differenza nei guadagni mediani tra donne e uomini. Nella U.S., secondo il Bureau of Labor Statistics, una donna guadagna 82 centesimi per ogni dollaro che un uomo guadagna. In generale, le donne guadagnano meno degli uomini in quasi tutte le occupazioni.

                    Questo divario è più ampio per le donne con figli e per le donne nere, latine, indigene, asiatiche e delle isole del Pacifico.

                    5. Sessismo interpersonale

                    Questo si manifesta durante le interazioni con gli altri. Può verificarsi sul posto di lavoro, all’interno delle relazioni, tra i membri della famiglia e nelle interazioni con gli estranei.

                    Esempi di sessismo interpersonale includono:

                      6. Sessismo interiorizzato

                      Il sessismo interiorizzato si riferisce alle credenze sessiste che una persona ha su se stessa. Di solito, una persona adotta queste convinzioni involontariamente come risultato dell’esposizione al comportamento sessista o alle opinioni degli altri.

                      Il sessismo interiorizzato può causare sentimenti di:

                        Fa anche sì che le persone colludano involontariamente con il sessismo.

                        La ricerca suggerisce che il tasso più basso delle donne che lavorano nel campo della scienza, della tecnologia, dell’ingegneria e della matematica può essere dovuto al sessismo interiorizzato. Studi hanno dimostrato che gli stereotipi sessisti influenzano le prestazioni accademiche. Poiché molti credono che i ragazzi siano migliori delle ragazze in matematica e scienze, questo potrebbe causare una mancanza di fiducia.

                        Alcuni altri esempi di sessismo interiorizzato includono:

                          Riassunto

                          Ci sono molti tipi di sessismo. Questo pregiudizio e questa discriminazione possono essere ostili e palesi o apparentemente benevoli e più sottilmente dannosi.

                          Molti paesi che si considerano tolleranti invece perpetuano una miscela di tipi, formando un sistema di sessismo ambivalente.

                          Tutti i tipi di sessismo sono dannosi per la salute della società. Per fermare il sessismo, è fondamentale capire come si manifesta e poi sfidare gli atteggiamenti e le pratiche sessiste a tutti i livelli – da quello interno a quello istituzionale.
                          Come i marcatori del sangue e la ricchezza predicono i futuri problemi di salute

                          I ricercatori della University of East Anglia (UEA) hanno scoperto che la ricchezza gioca un ruolo cruciale nella ricerca di cure preventive. Tuttavia, questa era una scoperta secondaria, poiché il loro obiettivo primario era il concetto di biomarcatori che predicono lo sviluppo di problemi di salute e la necessità di trattamenti futuri.

                          È abbastanza comune per gli studi trovare che, se non affrontato, stress cronico e negatività può portare a sviluppare gravi problemi di salute. Una spiacevole realtà moderna è che gran parte dello stress cronico ha legami diretti con le disuguaglianze socioeconomiche.

                          Un nuovo studio – che appare nel numero di dicembre 2020 di Economia e biologia umana – si aggiunge a questo corpo di prove.

                          L’autore principale dello studio, il dott. Apostolos Davillas della Norwich Medical School dell’UEA spiega: “Abbiamo [scoperto] che la salute biologica delle persone è collegata alla futura domanda di servizi sanitari, come il medico di famiglia e le consultazioni ambulatoriali, così come il tempo trascorso in ospedale.”

                          Dr. Davillas ha guidato un team che ha studiato i biomarcatori del sangue. Il loro obiettivo era determinare se la salute biologica potesse predire la malattia e la necessità di futuri trattamenti medici.

                          Dr. Davillas e il suo team si sono concentrati sui marcatori del sangue per prevedere futuri problemi di salute. Tuttavia, il sottoprodotto della loro ricerca riguardante la ricchezza è venuto anche con implicazioni cruciali.

                          Le disuguaglianze sanitarie ci colpiscono tutti in modo diverso. Visita il nostro hub dedicato per uno sguardo approfondito alle disparità sociali nella salute e cosa possiamo fare per correggerle.

                          Come si è svolto lo studio

                          Prima di trarre le loro conclusioni, il team dell’UEA ha esaminato i biomarcatori di 5.286 persone, che erano i partecipanti alla ricerca accademica per “Understanding Society”, lo studio longitudinale delle famiglie del Regno Unito.

                          I ricercatori hanno esaminato molteplici aspetti dei dati sulla salute, tra cui la funzione epatica e renale, la frequenza cardiaca a riposo, i livelli di colesterolo, la pressione sanguigna e la forza dei polmoni. Il team ha anche considerato l’infiammazione e come i loro corpi hanno reagito alle infezioni o allo stress cronico.

                          In definitiva, i risultati dello studio hanno rivelato indizi biologici che agiscono come indicatori di futuri problemi di salute.

                          Secondo il dott. Davillas: “Quello che abbiamo trovato è che le differenze dei biomarcatori sottostanti hanno legami con la disabilità futura, e che potremmo effettivamente prevedere il livello di disabilità delle persone tra 5 anni, sulla base dei biomarcatori nel loro sangue.

                          “Abbiamo cercato di indagare il meccanismo per cui questo accade e abbiamo scoperto che le persone con salute biologica compromessa possono sviluppare [una] disabilità in 5 anni, con conseguente aumento delle esigenze sanitarie e sociali.”

                          Quando si guarda attraverso i dati, il dott. Davillas e il suo team sono stati in grado di osservare la ricchezza come un fattore nel comportamento dei partecipanti e nei futuri bisogni medici. Inoltre, il duro impatto della disparità di ricchezza sulla qualità dell’accesso ai piani di assistenza sanitaria e al trattamento ha anche giocato un ruolo.

                          L’impatto della ricchezza su stress, salute e accesso all’assistenza sanitaria

                          In uno studio precedente, il dott. Davillas biomarcatori collegati per lo stress allo stato socioeconomico di una persona. Anche se questa ricerca inizialmente ha messo a fuoco sui marcatori del sangue come predittori per salute futura, la sua squadra potrebbe trarre dagli studi precedenti che collegano la ricchezza e la salute.

                          Questa ricerca sembra convalidare la percezione che la ricchezza sia correlata alla volontà di una persona di impegnarsi con i medici di base per le cure preventive. Indica anche che gli operatori sanitari sono molto più disposti a consentire ai più ricchi di ricevere più cure possibili.

                          La situazione è problematica, in quanto i pazienti a basso reddito richiedono inevitabilmente frequenti trattamenti medici in futuro, a causa di un maggiore stress cronico e meno misure preventive disponibili.

                          Dr. Davillas commenta: “In un sistema sanitario finanziato pubblicamente, la disuguaglianza pro-ricchezza nell’uso dell’assistenza sanitaria può essere dovuta al fatto che le persone a basso reddito sono fortemente vincolate dal punto di vista del tempo a causa di un’occupazione e di condizioni di vita più dure, e possono essere più limitate nel cercare l’assistenza sanitaria di cui hanno bisogno.”

                          I medici generici devono farsi avanti per i pazienti a basso reddito

                          Una corretta cura di sé attraverso esercizi di respirazione o meditazione può aiutare a ridurre lo stress e aiutare a migliorare la salute generale di una persona. Tuttavia, non è giusto che le persone vulnerabili si assumano il peso della responsabilità di formulare strategie di cura preventive.

                          È fondamentale riconoscere apertamente la dura realtà del ruolo che la disuguaglianza di ricchezza gioca nella mancanza di accesso sostanziale all’assistenza sanitaria.

                          Se i membri della comunità medica lavorano per dare la priorità a tutte le persone in nome della prevenzione, questo permette una migliore qualità di vita per tutti. Questo potrebbe anche aiutare a mantenere il sistema sanitario da diventare sopraffatto da un afflusso di individui malsani a basso reddito.

                          Una combinazione di sensibilizzazione della comunità, educazione e considerazione potrebbe fare una differenza molto necessaria per la salute futura dei membri della società, indipendentemente dal loro reddito.
                          La ricerca medica delle donne è citata meno spesso di quella degli uomini

                          Lascia un commento