Acufene pulsatile: Cause, sintomi e trattamento

L’acufene è la sensazione di sentire suoni dall’interno, piuttosto che dall’esterno, del corpo. Un suono caratteristico è un “ronzio nelle orecchie”, che può descrivere ronzii, ronzii, fruscii, sibili o fischi.

Alcune persone sentono suoni simili alla musica o al canto.

Pulsatile tinnito è caratterizzato dall’udire rumori che battono a tempo con il tuo polso.

Cos’è l’acufene pulsatile?

L’acufene pulsatile è un rumore ritmico che batte allo stesso ritmo del cuore ed è il suono del sangue che circola nel corpo. Una persona può confermarlo sentendo il proprio polso mentre ascolta il rumore dell’acufene.

A differenza di altre forme di acufene, che si pensa siano causate da una disconnessione tra i suoni che le orecchie sentono e il modo in cui il cervello li interpreta, l’acufene pulsatile ha una fonte fisica.

Cause

L’acufene pulsatile si verifica quando l’orecchio diventa consapevole di un cambiamento nel flusso di sangue nei vasi sanguigni vicini. Queste includono le arterie e le vene del collo, la base del cranio e l’orecchio stesso.

Le cause principali sono:

Aumento generalizzato del flusso sanguigno

Quando il sangue scorre velocemente, come durante l’esercizio fisico intenso o la gravidanza, fa più rumore.

Grave anemia o una ghiandola tiroidea iperattiva può anche causare un aumento generale del flusso sanguigno nel corpo.

Aumento localizzato del flusso

A volte, il flusso sanguigno aumenta solo in uno o un gruppo di vasi. I tumori nella testa e nel collo possono portare allo sviluppo di vasi sanguigni anormali, che possono provocare un acufene pulsante.

La maggior parte dei tumori associati all’acufene pulsatile sono benigni, cioè non sono cancerosi.

Flusso sanguigno turbolento

Aterosclerosi, o indurimento delle arterie, rende l’interno dei vasi sanguigni grumoso. Questo porta ad un flusso sanguigno turbolento e più forte.

Consapevolezza accentuata

Se qualcuno soffre di una condizione che causa l’acufene conduttivo perdita dell’udito, come un timpano perforato o un’otite media secretoria otite media (orecchio di colla), tendono ad essere più consapevoli dei suoni dall’interno del loro corpo.

Le persone possono anche sperimentare un’accresciuta sensibilità nelle loro vie uditive, il che significa che il cervello è allertato per i normali rumori nei vasi sanguigni che normalmente ignorerebbe.

Ipertensione intracranica

Una condizione chiamata intracranica benigna o idiopatica ipertensione può causare tinnito pulsante, così come mal di testa e problemi di vista.

Non è chiaro cosa causi la condizione, ma le donne giovani e di mezza età che sono in sovrappeso sono più a rischio.

Diagnosi

Per diagnosticare l’acufene, un medico farà domande come se il suono è continuo, se colpisce una o entrambe le orecchie e che tipo di impatto sta avendo sulla vita quotidiana di una persona.

Chiederanno anche se una persona ha sperimentato altri sintomi di perdita dell’udito o ha assunto farmaci che elencano l’acufene come effetto collaterale.

Esamineranno l’interno e l’esterno dell’orecchio per controllare se ci sono problemi che potrebbero essere facili da trattare, come un’infezione o un eccesso cerume.

Uno specialista esaminerà gli occhi, la testa e il collo e farà un test dell’udito.

Nelle persone con acufene pulsatile, i medici possono suggerire loro di sottoporsi a ulteriori test, come ad esempio un RISONANZA MAGNETICA o ecografia, per studiare i vasi sanguigni e controllare la pressione all’interno della testa.

Trattamento

Se si trova una causa specifica per l’acufene pulsatile, i medici possono trattare la condizione sottostante.

L’anemia può essere trattata con farmaci o trasfusioni di sangue. L’otite media secretoria può essere trattata con un tubo di timpanostomia, o grommet. I timpani perforati possono essere chiusi con innesti e i segmenti ristretti di un’arteria possono essere riparati.

Se causato da un vaso sanguigno specifico, i medici potrebbero essere in grado di ripararlo o meno, a seconda di dove si trova il vaso.

Se non ci sono interventi medici, una persona può provare diverse tecniche di autogestione, tra cui:

Terapia del suono

La terapia del suono, chiamata anche arricchimento sonoro, è stata originariamente sviluppata come forma di distrazione. Molte persone con acufeni notano maggiormente i loro sintomi quando si trovano in un ambiente tranquillo, quindi ascoltare altri suoni può renderli meno invadenti.

La terapia del suono è l’uso deliberato di qualsiasi suono per ridurre la consapevolezza del tinnito di una persona. Una persona potrebbe provare ad ascoltare:

    Rilassamento

    Alcuni cambiamenti avvengono nel corpo quando una persona si rilassa, compreso un calo della frequenza cardiaca, pressione sanguigna, e un po’ di attività cerebrale.

    Tecniche di rilassamento, come esercizi di respirazione, mindfulness e meditazione, può anche ridurre l’impatto che l’acufene pulsatile può avere sulla vita quotidiana.

    Terapia cognitivo-comportamentale

    Terapia cognitivo comportamentale (CBT) mira a cambiare il modo in cui le persone reagiscono al loro acufene piuttosto che rimuovere i suoni effettivi. L’idea è quella di imparare tecniche per migliorare il modo in cui una persona pensa e agisce nei confronti dell’acufene.

    Terapia di riqualificazione del tinnito

    La terapia di riqualificazione dell’acufene (TRT) è una forma di terapia che mira ad aiutare le persone a gestire l’impatto che l’acufene ha sulla loro vita quotidiana. La TRT utilizza la consulenza direttiva e la terapia del suono.

    Prospettiva

    Molte delle cause sottostanti l’acufene pulsatile sono trattabili, ma è importante vedere un medico per una diagnosi corretta.

    L’acufene pulsatile non trattato può avere un impatto negativo sulla qualità della vita di una persona, ma ci sono molti approcci diversi di autogestione che possono aiutare a ridurre i sintomi.

    Lascia un commento