Alcol ed emicrania: Bevande da evitare, rimedi e altro

Molte persone con emicrania scoprono che alcuni fattori scatenano i loro sintomi. Bere alcol è un fattore scatenante per alcune persone con emicrania. Anche se qualsiasi tipo di alcol può scatenare un’emicrania, le persone che hanno attacchi regolari di emicrania citano il vino rosso come il colpevole più frequente.

Ricerca mostra che le persone con emicrania possono anche sperimentare sintomi correlati durante una sbornia. Ridurre o eliminare l’alcol può ridurre la frequenza degli attacchi di emicrania. Può anche aiutare a eliminare i fattori scatenanti che tendono a co-occorrere con il bere, come la disidratazione e la privazione del sonno.

Continua a leggere per saperne di più sulla connessione tra emicrania e mal di testa.

L’alcol può causare l’emicrania? 

Emicrania è un tipo di malattia neurologica. Sebbene i fattori genetici influenzino il rischio di avere l’emicrania, i fattori ambientali possono causare episodi o aumentarne la frequenza.

Diversi studi suggeriscono che l’alcol, soprattutto il vino rosso, può scatenare attacchi di emicrania.

In un Studio del 2018 coinvolgendo 2.197 persone con emicrania, il 25% dei partecipanti che avevano smesso o sempre evitato di bere lo ha fatto perché l’alcol ha scatenato attacchi di emicrania. Più di un terzo dei partecipanti ha detto che l’alcol ha questo effetto, e circa il 78% ha indicato il vino rosso come il più comune fattore scatenante l’alcol.

A Studio del 2019 intervistate persone con emicrania che hanno bevuto alcolici. Dei 1.547 partecipanti, 783 hanno detto che l’alcol era un fattore scatenante, e 195 non erano sicuri. Le persone che hanno sperimentato l’emicrania con l’alcol erano più probabilità di avere emicrania con aura e di sperimentare più giorni di emicrania e attacchi più frequenti. Erano anche più propensi a bere vodka.

Una tendenza all’emicrania può anche giocare un ruolo nelle sbornie, specialmente nelle sbornie che causano mal di testa simili all’emicrania. A sondaggio del 2014 di 692 studenti, 95 dei quali avevano l’emicrania, ha trovato che quelli con emicrania erano più probabilità di sperimentare sintomi simili all’emicrania durante una sbornia. Tuttavia, questi individui non erano più vulnerabili ad altri sintomi della sbornia.

Alcol può anche innescare altri tipi di mal di testa. Le persone che sperimentano un mal di testa dopo aver bevuto non dovrebbero presumere che sia un’emicrania, soprattutto se hanno sintomi coerenti con altri tipi di mal di testa. Per esempio, una cefalea tensiva può causare dolore al collo o alle spalle.

Altri mal di testa legati all’alcol

L’emicrania provoca un tipo specifico di mal di testa che comporta sintomi neurologici come la sensibilità alla luce e aura. Altri tipi di mal di testa, compresi i mal di testa gravi, possono verificarsi come risultato del consumo di alcol.

Mal di testa da sbornia

Il mal di testa è un sintomo comune della sbornia. L’alcol può innescare i sintomi in coloro che hanno un disturbo di mal di testa, ma può anche causare direttamente il mal di testa.

A Studio del 2015 suggerisce che l’inattività dell’alcol deidrogenasi 2, un enzima che aiuta a scomporre l’alcol, potrebbe contribuire al mal di testa da sbornia. Tuttavia, l’autore dello studio avverte anche che nessun singolo fattore causa tutti i mal di testa da sbornia.

Per saperne di più sul mal di testa da sbornia.

Mal di testa da tensione

A revisione del 2016 nota che l’alcol può innescare un mal di testa da tensione, soprattutto se una persona ha anche l’emicrania. La ricerca ha scoperto che il 21% delle persone con emicrania dice che l’alcol è un fattore scatenante del mal di testa da tensione, rispetto al solo 2% delle persone senza emicrania.

Per saperne di più sulla cefalea tensiva.

Cefalea a grappolo

L’alcol può scatenare la cefalea a grappolo. Questi mal di testa causano un dolore molto intenso che spesso colpisce principalmente la zona dietro un occhio. Più della metà di coloro che sperimentano la cefalea a grappolo dicono che l’alcol è un fattore scatenante.

Per saperne di più sulla cefalea a grappolo.

Mal di testa da disidratazione

Alcol aumenta la minzione, il che può portare alla disidratazione. Inoltre, le persone che bevono alcol possono non bere tanta acqua, intensificando la perdita di acqua. La disidratazione può causare mal di testa. Può anche scatenare mal di testa legati a disturbi di cefalea, come l’emicrania.

Per saperne di più sul mal di testa da disidratazione.

Quale alcool bere per evitare attacchi di emicrania

La maggior parte degli studi indicano il vino rosso come un comune colpevole di mal di testa, in particolare nelle persone con emicrania. Questi individui comunemente citare il vino, soprattutto quello rosso, come fattore scatenante dell’emicrania.

Tuttavia, un Studio del 2012 contraddice questa associazione. Questo studio prospettico ha esaminato i diari dell’emicrania fino a 90 giorni. Vino, birra e alcolici non hanno aumentato il rischio di emicrania con aura, ma il vino frizzante sì.

Le persone che hanno postumi che scatenano l’emicrania possono desiderare di evitare l’alcol con alti livelli di congeneri. Queste sono sostanze che il processo di fabbricazione dell’alcol produce. Alcune ricerche suggerisce che i congeneri giocano un ruolo nelle sbornie, anche se fattori come l’infiammazione anche contribuire.

Brandy, vino rosso e rum hanno i livelli più alti di congeneri, mentre gin e vodka contengono meno di queste sostanze chimiche. Tuttavia, un Studio del 2019 trovato tassi più elevati di consumo di vodka tra i bevitori con frequenti attacchi di emicrania. La risposta all’alcol varia da persona a persona, e non esiste un alcol che non provochi assolutamente un’emicrania o un altro mal di testa.

Altri rimedi per evitare l’emicrania

Prevenire l’emicrania inizia con l’identificazione e la riduzione o l’eliminazione dei comuni fattori scatenanti l’emicrania come l’alcol, la disidratazione e alcuni alimenti. Una persona dovrebbe provare a tenere un diario dell’emicrania per alcune settimane per osservare le tendenze nei loro modelli di mal di testa.

Le tecniche di rilassamento possono aiutare ad alleviare le emicranie legate allo stress e possono rendere gli episodi di emicrania meno gravi quando accadono.

Le persone che hanno frequenti attacchi di emicrania possono prendere in considerazione farmaci di prevenzione dell’emicrania come il topiramato (Topamax), divalproex (Depakote), o propranololo (Inderal). Possono discutere queste opzioni di trattamento con un medico.

Le persone che hanno attacchi di emicrania durante o dopo aver bevuto dovrebbero considerare di ridurre o eliminare l’alcol. Se trovano questo troppo impegnativo, possono avere disturbo da uso di alcol, il che giustifica il trattamento.

Per saperne di più sui rimedi per l’emicrania.

Sommario

Gli episodi di emicrania possono essere un inconveniente periodico o possono essere debilitanti. Gli attacchi di emicrania più gravi possono durare fino a 3 giorni e rendere impossibile fare qualsiasi cosa. Raramente, un episodio di emicrania può durare anche più a lungo.

L’emicrania è complessa, e altre condizioni neurologiche possono causare sintomi simili all’emicrania. Per questo motivo, è importante vedere un medico per i sintomi di emicrania o mal di testa cronici, con o senza bere. I mal di testa, compresa l’emicrania, sono curabili con la giusta combinazione di farmaci e di modifiche allo stile di vita.

Le persone che non riescono a smettere di bere dovrebbero parlare con un medico del trattamento per il disturbo da uso di alcol, che è una condizione seria ma curabile.
Bere acqua, mangiare dopo aver bevuto molto 'non previene le sbornie'

Molte persone giurano di bere acqua o mangiare cibo direttamente dopo una sessione di bevute pesanti per evitare una sbornia. Tuttavia, una nuova ricerca suggerisce che questa strategia non offre alcuna garanzia che la tua testa sarà libera dal dolore la mattina seguente.

I risultati dello studio che ha esaminato le abitudini nel bere degli studenti canadesi e olandesi indicano anche che nessuno è immune da postumi di una sbornia, nonostante molte persone suggeriscano di non averne mai avuto esperienza.

La ricerca è stata presentata alla conferenza dell’European College of Neuropharmacology (ECNP) ad Amsterdam nei Paesi Bassi.

“In tutto il mondo, i costi economici e sociali dell’abuso di alcool ammontano a centinaia di miliardi di euro all’anno”, dice il dott. Michael Bloomfield, dell’University College di Londra nel Regno Unito, commentando per l’ECNP. È quindi molto importante rispondere a domande semplici come “come si evitano i postumi di una sbornia?'”

Una sbornia è la reazione del corpo a un consumo eccessivo di alcol, caratterizzata da un mal di testa, nausea, vertigini, stanchezza, confusione e sete. Anche se sgradevoli, servono a scoraggiare la maggior parte delle persone dal continuare a bere.

La ricerca suggerisce che se una persona non sperimenta una sbornia, può essere più propensa a continuare a bere. Secondo i ricercatori, il 25-30% dei bevitori sostiene regolarmente di non avere postumi.

Per lo studio, 789 studenti canadesi hanno riferito le loro abitudini di bere per il mese precedente, compreso il numero di bevande alcoliche consumate, quanto tempo li ha portati a bere e quanto grave erano eventuali postumi della sbornia. I ricercatori hanno anche calcolato i punteggi di concentrazione di alcol nel sangue dei partecipanti.

Hanno scoperto che il 79% dei partecipanti che sostenevano di non aver mai sperimentato i postumi di una sbornia avevano punteggi stimati di concentrazione di alcol nel sangue inferiori a 0.10%. Come punto di paragone, molti stati degli USA hanno un limite di guida sicura dello 0.08%.

“La maggior parte di coloro che hanno riferito di non aver mai avuto una sbornia tendeva a bere meno, forse meno di quanto loro stessi pensassero che avrebbe portato a una sbornia”, riferisce l’autore principale, il dott. Joris Verster, dell’Università di Utrecht nei Paesi Bassi.

Dr. Verster afferma che, nel complesso, hanno scoperto che più alcol i partecipanti hanno consumato, più probabilità hanno avuto di sviluppare una sbornia dopo.

L’unico modo per prevenire i postumi della sbornia è bere meno

L’altro lato dello studio ha indagato se il consumo di cibo o acqua direttamente dopo aver bevuto aiutava a proteggere dai postumi di una sbornia. I ricercatori hanno chiesto a 826 studenti dei Paesi Bassi circa la loro più recente sessione di bere pesante, quanto grave fosse la sbornia e se avessero o meno mangiato cibo o acqua dopo l’alcol.

Un totale di 449 degli studenti (54.4%) ha riferito di aver mangiato o bevuto acqua dopo aver consumato alcol.

Dr. Verster rivela che gli studenti che hanno riferito di aver consumato cibo o acqua hanno anche riportato un leggero miglioramento statistico in come si sentivano rispetto a quelli che non l’hanno fatto, ma che questo miglioramento non si è tradotto in una differenza significativa.

Egli descrive quanto sia utile la ricerca e quali siano i piani futuri del team:

“Questi sono i primi studi basati su questionari, e sono tra i primi del loro genere. Questo significa che hanno dei limiti, ma ci danno un’indicazione di quello che succede. Il nostro prossimo passo è quello di andare avanti con studi più controllati.”

Dr. Bloomfield ha detto Notizie mediche oggi che la gente può credere che bere acqua dopo un forte consumo di alcol può prevenire i postumi di una sbornia perché l’alcol provoca disidratazione e parte della sensazione di postumi di una sbornia riguarda probabilmente la disidratazione.

“Allo stesso modo, bere alcol a stomaco vuoto provoca un rapido aumento dei livelli di alcol nel sangue”, ha detto. Tuttavia, come molti possono testimoniare, anche un pasto abbondante e bere molta acqua non eviterà i postumi di una sbornia quando la gente beve “uno di troppo”, dato che l’alcol ha anche altri effetti sul corpo.”

“Finora l’unica cosa efficace per prevenire i postumi di una sbornia è consumare alcol con moderazione”, ha detto il Dr. Verster ha detto MNT. “L’acqua può aiutare contro la sete e bocca secca ma altri sintomi della sbornia (e.g. nausea) persistono. La disidratazione è un effetto dell’alcol, ma non la causa della sbornia. È più probabile che sia coinvolto il sistema immunitario.”

Recentemente, MNT ha pubblicato un articolo del Knowledge Center che descrive in dettaglio 10 rischi per la salute più comuni del bere pesante cronico.

Lascia un commento