Anfetamina: Usi, effetti collaterali e controindicazioni

L’anfetamina è un potente stimolatore del sistema nervoso centrale. È usato per trattare alcune condizioni mediche, ma è anche altamente coinvolgente, con una storia di abuso.

Stimolanti come l’anfetamina (Adderall) e il metilfenidato (Ritalin e Concerta) sono usati per trattare disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD). Usati sotto prescrizione, gli stimolanti possono essere sicuri ed efficaci.

Il solfato di anfetamina, o speed, è anche usato per scopi ricreativi e non medici. Può portare all’euforia e sopprime l’appetito, il che può portare alla perdita di peso. Usati al di fuori del contesto medico, gli stimolanti possono avere gravi effetti avversi.

In questo articolo, vedremo gli usi medici dell’anfetamina, i suoi effetti collaterali e come viene abusata.

Fatti veloci sulle anfetamine

    Usi medici

    L’amfetamina attiva i recettori nel cervello e aumenta l’attività di un certo numero di neurotrasmettitori, specialmente la noradrenalina e la dopamina.

    La dopamina è associate a piacere, movimento e attenzione.

    L’amfetamina è stata sperimentata per un’ampia varietà di condizioni. Ora, è principalmente usato per trattare l’ADHD, e, raramente, depressione. in passato, è stato usato per trattare la narcolessia e per aiutare la perdita di peso, ma questo è meno comune ora.

    Disturbo da deficit di attenzione e iperattività

    L’ADHD è caratterizzata da iperattività, irritabilità, instabilità dell’umore, difficoltà di attenzione, mancanza di organizzazione e comportamenti impulsivi.

    Appare spesso nei bambini, ma può continuare in età adulta.

    Le anfetamine invertono alcuni di questi sintomi e hanno dimostrato di migliorare lo sviluppo del cervello e la crescita dei nervi nei bambini con ADHD.

    Il trattamento a lungo termine con farmaci a base di anfetamina nei bambini sembra prevenire cambiamenti indesiderati nella funzione e nella struttura del cervello.

    Gli scienziati hanno effettuato una revisione di 20 studi ha concluso che gli stimolanti sono probabilmente utili per le persone con ADHD.

    Hanno scoperto che le strutture cerebrali delle persone che prendevano stimolanti per l’ADHD avevano più probabilità di assomigliare alle strutture cerebrali di persone senza la condizione che a quelle con ADHD che non usavano i farmaci.

    Una revisione pubblicata su Cochrane nel 2011 ha suggerito che gli adulti con ADHD potrebbero beneficiare dell’uso a breve termine delle anfetamine, ma è improbabile che persistano con il trattamento a causa degli effetti avversi. Coloro che usano sali misti di anfetamina, tuttavia, erano più propensi a continuare il trattamento.

    Narcolessia

    Una persona con narcolessia sperimenterà un’eccessiva sonnolenza diurna ed episodi di sonno irresistibile, chiamati “attacchi di sonno.”

    In una persona con questa condizione, forti emozioni possono innescare un’improvvisa perdita di tono muscolare, o cataplessia, che provoca una persona a crollare e possibilmente cadere. Comporta anche frequenti e inaspettati attacchi di sonno.

    Le anfetamine e i derivati delle anfetamine sono stati usati in passato per trattare la narcolessia.

    A causa delle preoccupazioni per i loro effetti collaterali, tuttavia, le anfetamine sono sempre più essere sostituiti dal modafinil, un farmaco che promuove la veglia.

    Obesità

    Con il nome di Benzedrine, le anfetamine sono state inizialmente utilizzate per trattare obesità negli anni ’30, a causa delle loro capacità di soppressione dell’appetito.

    I timori degli effetti collaterali del farmaco e il suo potenziale per dipendenza e l’abuso li ha fatti cadere in disgrazia per questo scopo. Negli anni ’50, i rapporti di malnutrizione, psicosi e depressione da astinenza hanno fatto sì che i medici smettessero di prescrivere le anfetamine per la perdita di peso.

    Attualmente, i professionisti medici non raccomandano l’uso di anfetamine e dei loro derivati per aiutare a ridurre l’obesità.

    Tuttavia, nel 2015, dopo aver condotto un piccolo studio, i ricercatori ha suggerito che la dexamfetamina potrebbe essere un modo sicuro ed efficace di aumentare la motivazione delle persone per i cambiamenti dello stile di vita che possono portare alla perdita di peso.

    Hanno proposto un uso di 6 mesi del farmaco per aiutare le persone che non hanno risposto ad altri trattamenti per migliorare la loro dieta e aumentare i livelli di esercizio. Questo, dicono, potrebbe aiutare a frenare l’obesità e le complicazioni correlate, come diabete e malattie cardiovascolari.

    Depressione

    Dal 1930, l’anfetamina è stato usato per trattare disturbi affettivi, disturbo ossessivo-compulsivo (OCD), e schizofrenia.

    Tuttavia, negli anni ’50 e ’60, tra la crescente preoccupazione per i suoi effetti avversi, è stato sostituito da un nuovo farmaco disponibile antidepressivi.

    In rari casi, le anfetamine sono usate insieme agli antidepressivi standard per trattare alcuni tipi di depressione che non rispondono ad altri trattamenti, specialmente in persone che hanno anche stanchezza e l’apatia.

    In uno studio che ha seguito 65 pazienti che assumono anfetamine insieme a farmaci normali, 38 “ha mostrato un miglioramento significativo, in particolare per quanto riguarda l’energia, l’umore e l’attività psicomotoria.”

    Secondo gli autori, gli effetti collaterali erano minimi e non è stata osservata alcuna dipendenza dalla droga.

    Rischi

    L’anfetamina può produrre molti effetti collaterali, da lievi a gravi.

    Effetti collaterali fisici includono:

      Ci possono essere anche effetti psicologici.

      Queste includono:

        In rari casi, può verificarsi una psicosi

        Le persone che seguono la dose terapeutica prescritta è improbabile che sperimentino gravi effetti avversi.

        Ci sono state paure che l’uso a lungo termine di anfetamine per l’ADHD potrebbe influenzare lo sviluppo del cervello, impedire la crescita fisica, e aumentare il rischio di abuso di droga più tardi nella vita. Tuttavia, studi su animali hanno suggerito che questo è improbabile.

        Effetti sulla crescita dei bambini

        Ci sono prove che l’uso di anfetamine per trattare l’ADHD potrebbe rallentare la crescita nei bambini. Effetti minori sul sistema cardiovascolare, tra cui un aumento della frequenza cardiaca e pressione sanguigna, possono avere effetti a lungo termine.

        Tuttavia, alcuni studi mostrano che qualsiasi riduzione della velocità di crescita possono essere raggiunti da un “rimbalzo di crescita” una volta che il farmaco ha smesso di essere assunto.

        Sono necessari altri studi per confermare se le anfetamine influenzano la crescita.

        Come un narcotico

        L’anfetamina è usata come droga ricreativa. Persone prendere per aumentare libido, aumentare la veglia, migliorare il controllo cognitivo, migliorare la socievolezza e indurre euforia.

        Può anche accelerare i tempi di reazione, aumentare la forza muscolare e ridurre la fatica.

        Effetti indesiderati della “velocità

        Quando le anfetamine sono usate a dosi più elevate e attraverso vie che non sono prescritte da un medico, possono avere gravi effetti avversi. I livelli di dopamina nel cervello possono aumentare rapidamente, e in larga misura.

        L’uso eccessivo e l’abuso ripetuto possono portare a:

          I sintomi da astinenza includono depressione e disturbi del sonno.

          Le persone che schiacciano e si iniettano una compressa possono avere blocchi nei loro piccoli vasi sanguigni, poiché alcuni dei componenti non si rompono.

          Sostituti dell’amfetamina

          Altre droghe di strada che si basano sulla struttura dell’anfetamina includono metanfetamina, catinone, efedrina, MDMA (ecstasy), e 2,5-dimetossi-4-metilamfetamina (DOM).

          Queste droghe possono avere un’ampia varietà di effetti che si sovrappongono e che rientrano ampiamente in tre categorie:

            Queste droghe sono fatte illegalmente, e non c’è controllo sul loro contenuto. Per questo motivo, una persona può facilmente consumare qualcosa che non si aspetta di consumare. Questo può essere pericoloso e, in alcuni casi, fatale.

            Controindicazioni

            Alcune condizioni preesistenti possono rendere alcuni farmaci non sicuri da assumere.

            Controindicazioni per le anfetamine includono:

              I bambini e gli adolescenti che hanno un problema di cuore possono essere a rischio di morte improvvisa se usano anfetamine.

              Le persone con una storia di abuso o dipendenza da droghe non dovrebbero usare anfetamine.

              Chiunque stia assumendo integratori dovrebbe assicurarsi che il proprio medico ne sia a conoscenza, se gli vengono prescritte anfetamine. L’integratore a base di erbe, St. L’erba di Giovanni e l’integratore alimentare acido glutammico (L-glutammina) possono interagire con le anfetamine.

              Lascia un commento