Angiogramma: Usi, procedura, costo, effetti collaterali e sicurezza

Un angiogramma, chiamato anche arteriogramma, è una radiografia dei vasi sanguigni. Può fornire immagini dei vasi sanguigni in molti organi diversi. Di conseguenza, gli angiogrammi spesso aiutano i medici a diagnosticare le condizioni che colpiscono il cuore, il cervello, le braccia o le gambe.

Gli angiogrammi possono aiutare i medici a rilevare le anomalie dei vasi sanguigni, compresi i vasi sanguigni indeboliti, i depositi di placca e i coaguli di sangue.

Questo articolo spiega perché i medici usano gli angiogrammi, come li eseguono e i rischi e gli effetti collaterali associati alla procedura.

Fornisce anche consigli per le persone che si riprendono da un angiogramma.

Definizione: Cos’è un angiogramma?

Il termine “angiogramma” si riferisce a una serie di test diagnostici che i medici possono utilizzare per identificare vasi sanguigni bloccati o ristretti.

I medici possono fare un angiogramma su diverse parti del corpo, come:

    Gli angiogrammi aiutano anche i medici a diagnosticare una serie di malattie cardiovascolari, tra cui:

      Per eseguire un angiogramma tradizionale, un medico farà:

        Il colorante di contrasto rende i vasi sanguigni più visibili sulle immagini a raggi X.

        Non tutti gli angiogrammi coinvolgono macchine a raggi X, tuttavia. I medici possono anche eseguire angiogrammi utilizzando TAC e Scansioni MRI.

        Un medico può ordinare un angiogramma se qualcuno:

          Gli angiogrammi sono comunemente usati per rilevare malattia cardiaca. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), le malattie cardiache rappresentano circa 1 morte su 4.

          La diagnosi precoce e il trattamento tempestivo possono abbassare il rischio di una persona di morire per malattie cardiache. I medici usano vari test e procedure, come gli angiogrammi, per identificare e trattare diversi tipi di malattie cardiache.

          Per cosa usano gli angiogrammi i medici?

          Un medico può usare un angiogramma per esaminare i vasi sanguigni e i cambiamenti che coinvolgono il sistema vascolare in quasi ogni parte del corpo. Può aiutare a rilevare malattie cardiovascolari, ictus e altri problemi vascolari.

          I medici usano i risultati dell’angiogramma per diagnosticare le seguenti condizioni:

            Un medico può anche ordinare un angiogramma per:

              Procedura

              Le seguenti sezioni discutono cosa aspettarsi prima, durante e dopo un angiogramma.

              Preparazione

              Un medico spiegherà come prepararsi per un angiogramma durante l’appuntamento prima della procedura. Nella maggior parte dei casi, le persone dovranno evitare di mangiare e bere qualcosa la notte prima della procedura.

              Le persone dovrebbero anche organizzare qualcuno che le accompagni a casa dopo aver lasciato l’ospedale.

              È importante che una persona si ricordi di portare i seguenti oggetti:

                Dopo che la persona si è registrata, un’infermiera la condurrà in una stanza privata dove potrà indossare un camice da ospedale.

                L’infermiera inserirà una linea intravenosa (IV) in una piccola vena sulla mano o sul polso della persona. Verranno anche controllati i segni vitali della persona, compresi i suoi:

                  Durante la procedura

                  Prima dell’esame, il medico può somministrare un leggero sedativo, che aiuterà la persona a rilassarsi. Non indurrà lo stato di incoscienza.

                  Il medico disinfetterà e intorpidirà l’area del corpo dove verrà inserito il catetere. Faranno un piccolo taglio sulla pelle e inseriranno il catetere in un’arteria.

                  Una volta che il catetere è all’interno dell’arteria, il medico lo guiderà attentamente al vaso sanguigno che vuole esaminare. Si inietta il colorante di contrasto attraverso il catetere e si scattano immagini a raggi X del vaso sanguigno. La persona può sentire una leggera sensazione di bruciore quando il medico inietta il colorante di contrasto.

                  Dopo la procedura

                  Dopo aver preso le immagini a raggi X, il medico rimuoverà il catetere e applicherà una pressione costante sulla zona per circa 15 minuti. Questo assicura che non ci siano emorragie interne.

                  Un’infermiera riporterà la persona nella sua stanza d’ospedale o nell’unità cardiaca. Il medico può tornare più tardi per discutere i risultati della persona.

                  È doloroso?

                  Un angiogramma è non di solito doloroso. Un medico può usare l’anestesia locale per intorpidire la zona. Alcune persone potrebbero aver bisogno di un sedativo per aiutarle a rimanere calme. Se c’è qualche disagio, i farmaci antidolorifici di solito aiutano.

                  Alcune persone sentirsi una leggera pressione quando il medico inserisce il catetere. Raramente, possono sentire fastidio nel petto quando il colorante di contrasto entra nell’area. Possono anche verificarsi nausea e bisogno di urinare.

                  Costo

                  Il costo di un angiogramma varia a seconda:

                    Qui, scopra come Medicare può aiutare con i costi di gestione e trattamento delle malattie cardiovascolari.

                    Interpretare i risultati

                    I medici usano gli angiogrammi per valutare il flusso di sangue al cuore, al cervello e ad altri organi. Un risultato anormale di un angiogramma può indicare che una persona ha una o più arterie bloccate.

                    In questi casi, il medico può scegliere di trattare il blocco durante l’angiogramma.

                    Quali sono i rischi?

                    La maggior parte delle persone ha un rischio molto basso di sviluppare gravi complicazioni dopo un angiogramma. Tuttavia, questa procedura invasiva ha alcuni rischi, che sono principalmente associati al processo di inserimento di un catetere nel cuore.

                    Secondo il Istituto Nazionale del Cuore, dei Polmoni e del Sangue, gli adulti più anziani e le persone con certe condizioni mediche, come malattia renale cronica o diabete, hanno un rischio maggiore di avere complicazioni dopo un angiogramma.

                    I rischi associati al cateterismo cardiaco e agli angiogrammi includono

                      Le persone che hanno avuto una reazione allergica al colorante di contrasto in passato potrebbero aver bisogno di prendere dei farmaci per ridurre il rischio di avere un’altra reazione allergica. Le persone dovrebbero prendere questo farmaco almeno 24 ore prima della procedura di angiogramma.

                      Per eliminare completamente il rischio di una reazione allergica, un medico può scegliere di utilizzare un metodo diverso dall’angiogramma tradizionale.

                      Recupero

                      Dopo un angiogramma, una persona dovrà riposare per un po.

                      I suggerimenti che possono aiutare durante il recupero includono:

                        Le persone dovrebbero contattare il loro medico se sospettano di avere un’infezione. I sintomi di un’infezione includono

                          Angiogramma vs. angioplastica

                          Durante un angioplastica, il medico inserisce un palloncino gonfiabile o una stecca di rete in un’arteria bloccata o stretta. Quando è nel posto giusto, il medico gonfierà o espanderà il palloncino o la stecca, migliorando il flusso di sangue in quell’arteria.

                          I medici spesso eseguono angioplastiche durante gli angiogrammi.

                          Angiogramma vs. arteriogramma

                          Un angiogramma è un altro nome per un arteriogramma. È una scansione che aiuta a rivelare la salute dei vasi sanguigni in diverse parti del corpo. Può mostrare se c’è un restringimento o un blocco delle vene o delle arterie.

                          Angiogramma vs. catetere cardiaco

                          Un medico può utilizzare cateterismo cardiaco come parte della procedura per un angiogramma cardiaco. Utilizzando un catetere cardiaco e una tecnologia di scansione, il medico può raccogliere immagini note come angiogrammi coronarici o arteriogrammi. Queste immagini possono aiutare a mostrare se una persona ha un restringimento o un blocco nei vasi sanguigni del cuore.

                          Il medico inserirà il catetere, un tubo lungo, sottile e flessibile, attraverso il braccio o l’inguine della persona, finché la punta non raggiunge il cuore o i vasi sanguigni vicini. Poi, inietteranno un colorante attraverso il catetere nei vasi sanguigni. Il colorante aiuta a produrre immagini chiare del cuore e dei vasi sanguigni.

                          Riassunto

                          I medici usano gli angiogrammi per esaminare i vasi sanguigni. I risultati dell’angiogramma possono aiutare i medici a diagnosticare e trattare i problemi dei vasi sanguigni e le malattie cardiovascolari.

                          Durante la procedura, un medico guida delicatamente un catetere attraverso un’arteria fino a raggiungere l’area del corpo in esame. Una volta che il catetere raggiunge la posizione corretta nel corpo, il medico inietta un colorante di contrasto e scatta una serie di immagini dei vasi sanguigni.

                          Anche se rara, questa procedura comporta un certo rischio di effetti collaterali, tra cui:

                            Le persone dovrebbero contattare il loro medico se sperimentano uno di questi sintomi dopo aver fatto un angiogramma.

                            Lascia un commento