Asma in gravidanza: Effetti, complicazioni e trattamenti sicuri

L’asma può influenzare la gravidanza quando una donna non riceve il giusto trattamento. La maggior parte dei trattamenti per l’asma sono sicuri da usare durante la gravidanza.

Asma è una condizione polmonare a lungo termine che può essere ben gestita con il giusto trattamento.

Il rischio di complicazioni in gravidanza è basso quando l’asma è ben controllata, ma altrimenti l’asma può aumentare il rischio di alcuni problemi.

Questo articolo esplora gli effetti, le complicazioni e i trattamenti sicuri dell’asma durante la gravidanza.

Come influisce l’asma sulla gravidanza?

L’asma è il più comune malattia cronica che colpisce le donne in gravidanza. Tuttavia, l’asma ben gestita non è una preoccupazione durante la gravidanza.

Se una donna controlla i sintomi dell’asma con un trattamento efficace, è improbabile che causino complicazioni in gravidanza.

È importante notare che i sintomi dell’asma si infiammano in 45 per cento di donne incinte con la condizione. Se l’asma è grave o non trattata efficacemente, i sintomi durante la gravidanza possono aumentare il rischio di complicazioni.

Secondo un revisione medica del 2013, è improbabile che le donne con asma lieve abbiano sintomi più gravi durante la gravidanza. Le donne con asma da moderata a grave possono scoprire che la gravidanza peggiora i loro sintomi.

Se i sintomi peggiorano, è più probabile che questo accada verso la fine del secondo trimestre. Le esacerbazioni dei sintomi si verificano raramente durante la tarda gravidanza e il travaglio.

Interrompere o ridurre l’assunzione di farmaci durante la gravidanza può peggiorare i sintomi per le donne con qualsiasi tipo di asma.

Possibili complicazioni

Se l’asma di una persona non è ben controllata durante la gravidanza, hanno un aumentato rischio di preeclampsia.

La preeclampsia può danneggiare la donna e il feto. Si stima che si verifichi in almeno 5-8 per cento di tutte le gravidanze, la condizione può progredire rapidamente senza trattamento.

I sintomi della preeclampsia includono:

    La diagnosi e il trattamento precoce sono importanti. Senza trattamento, la preeclampsia può essere pericolosa per la vita della donna e del nascituro. Tuttavia, con il trattamento corretto, la maggior parte delle donne fanno un recupero completo.

    La preeclampsia può aumentare il rischio che un bambino sviluppi l’asma, insieme a eczema e allergie.

    Altre potenziali complicazioni dell’asma mal controllato durante la gravidanza includono

      Una donna può anche avere bisogno di un parto cesareo.

      Le complicazioni derivano dal fatto che il bambino non riceve abbastanza ossigeno nell’utero. Questo può accadere quando i sintomi dell’asma impediscono regolarmente la respirazione di una donna.

      Le donne che sperimentano riacutizzazioni dell’asma durante la gravidanza sono più probabile avere bambini con un basso peso alla nascita rispetto alle donne i cui sintomi dell’asma rimangono stabili. La nascita prematura e il basso peso alla nascita possono portare ad altri problemi di salute dell’infanzia.

      Trattamenti sicuri per l’asma durante la gravidanza

      È importante continuare il trattamento dell’asma durante la gravidanza.

      Autori di un revisione 2013 notare che le terapie standard per l’asma sono generalmente considerate a basso rischio in gravidanza.

      Detto questo, i medici considerano alcuni farmaci per l’asma più sicuri di altri. I trattamenti preferiti durante la gravidanza includono:

        I medici possono evitare di prescrivere alcuni farmaci per l’asma alle donne in gravidanza a meno che non siano necessari per controllare i sintomi. Questi includono:

          Molti medici concordano sul fatto che l’opzione più sicura per le donne incinte con l’asma è quella di prendere i farmaci ed evitare i flare-up, che possono portare a complicazioni.

          Alcuni medici usano iniezioni di allergia per ridurre i riacutizzi dell’asma indotti dagli allergeni. Se una donna li prende già regolarmente, è sicuro continuare a farlo durante la gravidanza. Tuttavia, non è una buona idea iniziarli durante la gravidanza, perché c’è il rischio shock anafilattico.

          Chiunque sia preoccupato per la sicurezza del trattamento dell’asma durante la gravidanza dovrebbe parlare con un medico.

          Prevenire le complicazioni

          L’obiettivo del trattamento dell’asma durante la gravidanza è quello di evitare le ricadute. Questo aiuta a garantire che il feto riceva una fornitura costante di ossigeno, riducendo la probabilità di complicazioni.

          Un medico aumenterà il trattamento in base alla gravità dei sintomi della donna, poi ridurrà i farmaci una volta che i sintomi sono sotto controllo.

          Il medico monitorerà i polmoni della donna e regolerà il piano di trattamento di conseguenza. Possono anche eseguire un ecografia controllare lo sviluppo del bambino.

          Le strategie per prevenire le complicazioni dell’asma durante la gravidanza includono:

            Prospettive

            Durante la gravidanza, l’asma che non è ben gestita può causare complicazioni di salute per la donna e il bambino. Preeclampsia, crescita limitata, basso peso alla nascita, nascita prematura e necessità di un parto cesareo diventano più probabili.

            Seguire un piano di trattamento è il modo migliore per gestire i sintomi dell’asma.

            L’asma ben controllata non aumenta il rischio di complicazioni, e molte donne con asma hanno gravidanze sane.

            Lascia un commento