Bruciore di gola: Cause e come ottenere sollievo

Il bruciore alla gola è un sintomo comune di infezioni e altre condizioni mediche sottostanti. Può verificarsi da solo o insieme ad altri sintomi.

In molti casi, una persona può trattare un bruciore alla gola a casa. Riposare molto e bere molti liquidi è la chiave per il recupero.

In questo articolo, scoprire le possibili cause di un bruciore alla gola e imparare quando cercare un trattamento. Descriviamo anche come lenire il sintomo con alcuni semplici rimedi casalinghi.

Cause e trattamento

Ci sono molte possibili cause di un bruciore alla gola, tra cui

1. Raffreddore e influenza

Un raffreddore o un’influenza possono essere la causa del bruciore alla gola.

Una causa comune del bruciore di gola è un raffreddore o un’infezione influenza. I virus causano queste malattie, che colpiscono il sistema respiratorio.

I sintomi comuni di un raffreddore o di un’influenza includono:

    L’influenza può causare complicazioni, quindi chiunque abbia sintomi gravi dovrebbe consultare un medico. Questi sintomi includono difficoltà di respirazione, dolore al petto, convulsioni e vertigini.

    Scopri le differenze tra il raffreddore e l’influenza in questo articolo.

    2. Tonsillite

    Le tonsille sono grumi di tessuto nella parte posteriore della gola che aiutano a combattere virus e batteri. Tonsillite è un’infezione che fa gonfiare le tonsille.

    L’infezione di solito causa:

      La tonsillite di solito guarisce entro 1-2 settimane. Le persone possono trattarla a casa con molto riposo, liquidi, antidolorifici da banco e pastiglie per la gola.

      3. GERD

      La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) si verifica quando il muscolo che collega l’esofago, o condotto alimentare, allo stomaco diventa troppo debole o rilassato.

      Quando il muscolo non è abbastanza teso, il cibo o gli acidi dello stomaco possono salire in gola e a volte nella parte posteriore della bocca.

      Il sintomo principale di GERD è bruciore di stomaco. Altri sintomi includono:

        Il trattamento spesso comporta cambiamenti nello stile di vita, come eliminare dalla dieta cibi ricchi o acidi. Alcune persone richiedono farmaci o interventi chirurgici.

        4. Gola streptococcica

        Una persona con la gola streptococcica può avvertire un bruciore alla gola, dolore alla deglutizione e febbre.
        Immagine: CDC, Dr Heinz F Eichenwald, 1958

        Gola streptococcica è un’infezione batterica che causa diversi sintomi dolorosi.

        I sintomi dello streptococco possono comparire improvvisamente e comprendono:

          Un medico può diagnosticare lo streptococco prendendo un tampone della gola e può prescrivere antibiotici. Una persona dovrebbe anche riposare molto e bere molti liquidi durante il recupero.

          5. Mono

          Mononucleosi infettiva, più comunemente conosciuto come mono, è un’infezione virale molto contagiosa. Adolescenti e giovani adulti hanno maggiori probabilità di averla.

          I sintomi della malattia si sviluppano solitamente 4-6 settimane dopo il contatto con il virus. Una gola dolorosa o che brucia è un sintomo precoce della mononucleosi.

          Altri sintomi includono:

            Spesso ci vuole 2-4 settimane per guarire dalla mononucleosi, ma alcune persone hanno sintomi per mesi. Il trattamento consiste nel riposare, prendere antidolorifici da banco e bere molti liquidi.

            La mononucleosi si diffonde molto facilmente. I medici consigliano alle persone che ne sono affette di non condividere cibi, bevande o spazzolini da denti e di evitare i baci.

            6. Sindrome della bocca che brucia

            La sindrome della bocca che brucia è un disturbo del dolore. Provoca dolore e una sensazione di bruciore o formicolio dentro e intorno alla bocca.

            Altri sintomi includono bocca secca e uno strano sapore in bocca. Può colpire le labbra, la lingua o il tetto della bocca.

            Un medico può testare le cause sottostanti alla sindrome della bocca che brucia prima di fare una diagnosi.

            Succhiare cubetti di ghiaccio, bere una bevanda fresca o masticare una gomma può aiutare a gestire il disagio. Le persone potrebbero anche voler evitare cose che possono irritare la bocca, come alcol, tabacco e cibi piccanti o acidi.

            7. Esofagite

            Esofagite è infiammazione dell’esofago. GERD, farmaci, infezioni o allergie possono causare questa infiammazione.

            I sintomi comuni includono bruciore alla gola, difficoltà di deglutizione e bruciore di stomaco.

            L’esofagite non trattata può causare problemi di salute continui, ma il trattamento può portare a un recupero completo.

            Una forma di infiammazione è esofagite eosinofila. Questo è un bruciore cronico allergia alimentare che causa l’infiammazione del tubo alimentare. Può essere complesso da diagnosticare e gli specialisti possono avere bisogno di lavorare insieme per sviluppare un piano di trattamento.

            I medici possono verificare la presenza di esofagite eosinofila prelevando un campione di tessuto dalla gola o con un prick test cutaneo o esami del sangue.

            Se un alimento specifico sta causando la reazione, eliminarlo dalla dieta spesso risolve l’infiammazione.

            Rimedi casalinghi

            A seconda della condizione medica responsabile di una sensazione di bruciore in gola, una persona può richiedere il trattamento di un medico.

            Tuttavia, quando il sintomo è il risultato di un raffreddore, un’influenza o una tonsillite, i rimedi domestici possono essere efficaci nel trattare i sintomi e lenire il dolore.

            Rimanere idratati è fondamentale quando ci si riprende da un raffreddore o un’influenza, poiché il corpo ha bisogno di sostituire i liquidi persi con la sudorazione e il naso che cola. L’acqua aiuta anche il corpo a funzionare e a combattere batteri e virus.

            Bere molti liquidi può aiutare a impedire che la gola diventi secca, il che può causare irritazione. Per calmare la gola, prova a bere una miscela di acqua calda, miele e limone.

            Per saperne di più sulla ricerca su quali rimedi casalinghi – miele, succo di limone o anche alcol – sono migliori per il mal di gola.

            Tenere la gola al caldo può anche ridurre il dolore, perché il calore rilassa i muscoli e può lenire il dolore. Avvolgere delicatamente una sciarpa intorno al collo per tenerlo caldo.

            Il corpo ha bisogno di tempo per recuperare, e il riposo è la chiave. Assentarsi dal lavoro o dalla scuola e ridurre l’attività possono aiutare il recupero e prevenire la diffusione di malattie.

            Quando consultare un medico

            Se il dolore al petto accompagna il bruciore alla gola, una persona dovrebbe parlare con il proprio medico.

            Il trattamento a casa è di solito migliore per la tonsillite o il raffreddore. Altre condizioni possono richiedere farmaci.

            Se il bruciore alla gola dura per più di 2 settimane, consulta un medico.

            Sintomi più gravi possono accompagnare il bruciore alla gola. Se un adulto ha l’influenza e uno dei seguenti sintomi, potrebbe aver bisogno di cure mediche urgenti:

              Gli adulti sopra i 65 anni, i bambini, le donne incinte e le persone con un sistema immunitario indebolito dovrebbero consultare un medico se sono preoccupati per i sintomi.

              Riassunto

              Molte infezioni e altre condizioni possono causare una sensazione di bruciore in gola, compresi raffreddori, tonsilliti e GERD.

              Lenire il dolore mantenendo la gola umida e con altri rimedi casalinghi.

              Se i sintomi sono gravi, o se i rimedi casalinghi non sono sufficienti a risolverli in poche settimane, consulta un medico per una diagnosi e un trattamento completi.

              .

              Lascia un commento