Calcificazione (depositi di calcio): Tipi e cosa significa?

Il calcio è uno dei minerali più abbondanti nel corpo. È presente nelle ossa, nei denti e nel sangue. Se si formano depositi di calcio, il nome medico per questo è “calcificazione.”

La calcificazione può avvenire con l’età, ma può anche essere legata a infezioni, lesioni e cancro. Inoltre, può essere pericoloso che troppo calcio si accumuli nelle arterie, nei reni o nel pericardio, la membrana che racchiude il cuore.

Se la calcificazione si verifica in uno o entrambi i seni, questo è di solito benigno, anche se può essere un segno di cancro.

Continua a leggere per conoscere i diversi tipi di calcificazione, compresi i loro sintomi, le cause e i trattamenti.

Cos’è la calcificazione?

Le ossa e i denti immagazzinano le maggiori quantità di calcio nel corpo. Le persone hanno anche il calcio nel loro flusso sanguigno, ma questo rappresenta solo 1% del contenuto totale di calcio del corpo.

Nel corso del tempo, i depositi di calcio possono formarsi nel:

    Piccoli depositi di calcio non sono in grado di alterare le funzioni corporee. Tuttavia, se i depositi diventano molto grandi, possono interferire con la funzione degli organi o causare altri problemi di salute.

    A seconda della posizione, la calcificazione può indicare:

      Ogni tipo di calcificazione ha le sue caratteristiche, la sua gestione e il suo trattamento, a seconda di dove si verifica nel corpo e qual è la causa.

      Le sezioni seguenti descrivono i tipi in modo più dettagliato.

      Calcificazione dell’arteria

      La calcificazione dell’arteria può iniziare in giovane età, ma un medico può notarla solo quando il deposito è abbastanza grande da apparire sulle scansioni per immagini. La calcificazione rilevabile delle arterie si verifica tipicamente negli adulti oltre i 40 anni.

      La calcificazione delle arterie può peggiorare con l’età. I ricercatori suggeriscono che 90% il 67% degli uomini e il 67% delle donne con più di 70 anni hanno una calcificazione delle arterie coronarie.

      Persone con malattia coronarica può avere calcificazione dei vasi sanguigni. Questa malattia si sviluppa quando i vasi sanguigni che forniscono ossigeno e sangue al cuore si bloccano o si restringono.

      Sintomi

      La calcificazione delle arterie non ha sintomi tipici. Tuttavia, individuarla può aiutare il medico a prevedere il rischio di complicazioni della persona.

      Causa

      I seguenti fattori possono aumentare il rischio di una persona di sviluppare una calcificazione coronarica:

        Trattamento

        Il trattamento tende a coinvolgere il rischio di complicazioni.

        Quando una persona ha depositi di calcio nelle arterie che forniscono sangue al cuore, questo aumenta il rischio di malattie cardiovascolari, per esempio. Questa calcificazione può colpire:

          Calcificazione del pericardio

          Un rivestimento spesso e calcificato può sostituire il normale rivestimento del cuore, chiamato pericardio. Il nuovo rivestimento rende difficile per le camere inferiori del cuore riempirsi di sangue.

          Sintomi

          I sintomi della calcificazione del pericardio possono essere simili a quelli dell’insufficienza cardiaca. Essi includono:

            Detto questo, in alcune persone, la calcificazione pericardica può non causare alcun sintomo.

            Cause

            Una delle cause principali della calcificazione pericardica è la pericardite, che è un’infiammazione all’interno del pericardio. La causa è spesso sconosciute, ma può derivare da un grande intervento chirurgico al cuore o da un’infezione virale nel pericardio.

            Alcune altre cause di calcificazione pericardica sono

              Trattamento

              Se non ci sono sintomi di calcificazione pericardica, è improbabile che una persona abbia bisogno di un trattamento.

              Se c’è anche un’infiammazione nella zona, il medico può raccomandare degli antinfiammatori, come la colchicina, i corticosteroidi, o farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS).

              Una procedura chirurgica chiamata pericardiectomia può curare la calcificazione pericardica. Comporta la rimozione di una parte del pericardio.

              Calcificazione dei reni

              I depositi di calcio possono formarsi anche nei reni. Questo è chiamato nefrocalcinosi. Le persone che ne sono affette possono anche avere alti livelli di calcio o fosfato nel sangue o nelle urine.

              I medici classificano la nefrocalcinosi come molecolare, microscopica o macroscopica. La classificazione dipende dalle dimensioni del deposito di calcio e dal fatto che sia visibile ai raggi X o al microscopio.

              Un medico tipicamente trova depositi di calcio nel midollo renale del rene, che è la parte interna.

              Sintomi

              Molte persone con calcificazione renale non hanno sintomi.

              Una volta che un medico nota un accumulo di calcio su una radiografia, controlla il sangue e le urine della persona:

                Cause

                Alti livelli di potrebbe causare nefrocalcinosi:

                  Questi problemi possono svilupparsi a causa di:

                    Trattamento

                    Quando un medico diagnostica una calcificazione renale, deve determinare la causa.

                    La calcificazione del rene può derivazione da terapia con vitamina D, iperparatiroidismo primario, o sarcoidosi, tra le altre condizioni. Il trattamento dipende dalla causa.

                    Senza trattamento, alcune cause di nefrocalcinosi possono portare alla malattia renale cronica. Come la calcificazione delle arterie coronarie, il trattamento della calcificazione dei reni implica il trattamento della causa sottostante e l’affrontare i fattori di rischio.

                    Calcificazione delle articolazioni e dei tendini

                    I radiologi trovano spesso calcificazioni nelle articolazioni e nei tendini di una persona. Tuttavia, potrebbe essere difficile distinguere la calcificazione da ossificazione o dalla presenza di un corpo estraneo.

                    La calcificazione delle articolazioni e dei tendini sono entrambi relativamente comuni. Per esempio, circa 3-15% di persone hanno la calcificazione di un tendine, che si chiama tendinite calcifica. E la ricerca suggerisce che circa 45% Una percentuale di persone di 85 anni o più ha depositi di calcio nella cartilagine delle loro articolazioni.

                    Sintomi

                    Le persone con tendinite calcifica possono talvolta sentire un “pizzicore” nel tendine calcificato. La condizione può anche causare un dolore significativo o nessun sintomo.

                    La calcificazione colpisce più spesso i tendini della spalla, ma anche i tendini del polso, dell’anca e del gomito sono suscettibili.

                    Cause

                    Malattia dei cristalli di pirofosfato di calcio (CPPD), precedentemente nota come pseudogotta, è spesso la causa della calcificazione delle articolazioni.

                    La CPPD non è la gotta, ma il dolore è simile, motivo per cui la gente la chiamava pseudogotta.

                    Trattamento

                    Persone con calcificazione indolore delle articolazioni o dei tendini tipicamente non hanno bisogno di trattamento.

                    Nessun trattamento può rimuovere i depositi di calcio dalla cartilagine delle articolazioni, quindi i medici tendono a fare affidamento su iniezioni di glucocorticoidi, colchicina orale e FANS per alleviare qualsiasi dolore e infiammazione sottostante.

                    La chirurgia può essere necessaria per alcune persone con questa condizione.

                    Calcificazione del cervello

                    Depositi anomali di calcio possono formarsi nei vasi sanguigni del cervello. Questi depositi si formano tipicamente nei gangli della base, strutture che avviano e controllano il movimento corporeo.

                    Questi depositi di calcio sono visibili tramite scansioni di immagini.

                    Sintomi

                    I sintomi di solito iniziano a comparire nella mezza età adulta e peggiorano nel tempo. Una persona può sperimentare:

                      La calcificazione cerebrale familiare primaria è una calcificazione che non deriva da un altro problema di salute e si trasmette attraverso le famiglie. Intorno a 20-30% di persone con questa esperienza anche:

                        Cause

                        La causa della calcificazione cerebrale primaria familiare è una mutazione genetica. Una persona la eredita, ma in circa 50% in alcuni casi, la causa genetica esatta è sconosciuta.

                        A causa di mutazioni di alcuni geni, si formano depositi di calcio nei vasi sanguigni colpiti del cervello e nelle cellule cerebrali. Questi depositi di calcio interrompono le connessioni del segnale nervoso tra le diverse aree del cervello.

                        Trattamento

                        I trattamenti si concentrano sull’affrontare e alleviare i sintomi perché la calcificazione stessa è irreversibile.

                        Uno sintomo comune di calcificazione del cervello è la distonia. Alcune opzioni di trattamento per questo includono:

                          Calcificazione del seno

                          Solo una mammografia può rilevare la calcificazione del seno.

                          I medici le classificano in base alla dimensione del deposito o dei depositi di calcio. Le macrocalcificazioni sono depositi grandi e ben definiti, e sono non di solito un segno di cancro. Le microcalcificazioni appaiono come piccole macchie sulle scansioni. Anche queste non sono di solito un motivo di preoccupazione.

                          Tuttavia, avere depositi di varie forme e dimensioni raggruppati insieme in un’area di cellule che si moltiplicano rapidamente può essere un segno di cancro.

                          Sintomi

                          La maggior parte delle calcificazioni al seno non causa sintomi.

                          Cause

                          La calcificazione del seno non ha nessun legame al calcio alimentare. È un marcatore di un processo sottostante nel tessuto.

                          L’avanzare dell’età porta a una maggiore probabilità di cambiamenti non cancerosi delle cellule del seno. Questi possono lasciare depositi di calcio.

                          Alcuni processi benigni che possono portare alla calcificazione del seno sono

                            Trattamento

                            Anche se la maggior parte le calcificazioni del seno non sono cancerose, i medici devono indagare il tessuto per confermarlo.

                            Depositi di calcio può risultare dal carcinoma duttale in situ, uno stadio iniziale e un tipo di cancro che si sviluppa all’interno dei dotti del latte.

                            Le persone con carcinoma duttale invasivo possono anche avere una calcificazione del seno. Questo tipo di cancro si diffonde dal condotto del latte al tessuto mammario circostante.

                            Se un radiologo trova calcificazioni al seno su una persona mammografia, confrontano questa imaging con qualsiasi mammografia precedente. Possono quindi fare altri test per determinare l’origine e la causa della calcificazione. Questo potrebbe comportare una mammografia ad ingrandimento, un’ecografia, un’analisi del sangue e un’analisi del sangue risonanza magnetica, o una biopsia.

                            Il trattamento della calcificazione del seno dipende dal tipo. Se la calcificazione deriva dal cancro, il trattamento può coinvolgere la chirurgia, la radioterapia o la chemioterapia.

                            Trova informazioni più dettagliate sulla calcificazione del seno qui.

                            Calcificazione della spalla

                            A volte, la calcificazione può causare dolore nella zona della spalla. I medici possono chiamare questa tendinite calcifica della cuffia dei rotatori o tendinopatia calcifica della cuffia dei rotatori (RCCT).

                            La cuffia dei rotatori è un gruppo di muscoli e tendini che circondano la palla dell’articolazione della spalla e la mantengono nella cavità della spalla.

                            A volte, le calcificazioni possono accumularsi nella cuffia dei rotatori, portando a dolore e disagio.

                            Sintomi

                            Se una persona ha la RCTT, ci possono essere:

                              Alcune persone con depositi di calcio non hanno sintomi, tuttavia.

                              Cause

                              I medici non sanno esattamente perché la RCTT si verifichi. Alcuni esperti hanno suggerito che può essere una condizione degenerativa che colpisce i tendini, ma molte persone trovano che i loro sintomi migliorano con il riposo, suggerendo che non è degenerativo.

                              Trattamento

                              Per molte persone, i sintomi si risolvono con:

                                Se queste non aiutano, un medico può raccomandare iniezioni di steroidi o irrigazione con un anestetico o una soluzione salina. In alcuni casi, una persona può avere bisogno di un intervento chirurgico per rimuovere i depositi di calcio, ma questo è di solito un’ultima risorsa.

                                Calcificazione dei denti

                                Il calcio è un componente importante dei denti. Insieme al magnesio, gioca un ruolo ruolo essenziale nella creazione di uno smalto sano. Una sana produzione di calcio è essenziale per la salute dei denti.

                                Tuttavia, ulteriori calcificazioni possono talvolta accumularsi nella polpa dentale, che si trova al centro del dente, e intorno alle radici dei denti.

                                Questo può essere un segno di un problema sottostante, come i calcoli renali, secondo un Studio del 2013. I calcoli della polpa possono anche essere una complicazione di carie, otturazioni profonde o infiammazione cronica.

                                Inoltre, le calcificazioni dentali possono essere un segno di calcinosi tumorale iperfosfatemica familiare. Questo è un raro disordine ereditario in cui una carenza di fattore di crescita dei fibroblasti porta ad alti livelli di fosfato e calcificazioni in tutto il corpo.

                                Calcificazione del pancreas

                                Le calcificazioni del pancreas possono verificarsi se una persona ha una pancreatite cronica, e in particolare se questa è dovuta ad un elevato consumo di alcol, secondo un Studio del 2017.

                                Sintomi

                                Segni e sintomi della pancreatite cronica includere:

                                  Cause

                                  La ragione principale per cui si sviluppano le calcificazioni pancreatiche è la pancreatite cronica, o infiammazione del pancreas.

                                  Fattori di rischio include:

                                    Trattamento

                                    Se le calcificazioni si verificano come parte di una pancreatite cronica, ci può essere già un danno permanente al pancreas.

                                    I modi per alleviare i sintomi includono:

                                      Se una persona ha un forte dolore, la chirurgia può essere un’opzione.

                                      Riassunto

                                      La calcificazione si riferisce alla formazione di depositi di calcio. Questo può accadere in varie aree del corpo, come le arterie, i reni e i seni. Non sempre provoca sintomi.

                                      Alcuni tipi di calcificazione possono essere pericolosi e altri possono essere semplicemente un segno di riparazione dei tessuti.

                                      La calcificazione può essere irreversibile, a seconda del tipo. Anche se è, ci possono essere modi per ridurre il dolore e il rischio di complicazioni.

                                      Lascia un commento