Cancro della ghiandola salivare: Sintomi, immagini, prospettive e cause

Le ghiandole salivari producono la saliva, che mantiene la bocca umida e supporta la digestione. Il cancro alle ghiandole salivari è un raro tumore che inizia nel tessuto di una di queste ghiandole.

Il cancro alle ghiandole salivari è responsabili per meno dell’1% di tutti i tumori negli Stati Uniti, colpendo 1 ogni 100.000 persone.

Questo articolo dà uno sguardo più da vicino al cancro delle ghiandole salivari, compresi i sintomi, i trattamenti e i fattori di rischio.

Cos’è il cancro delle ghiandole salivari?

La bocca contiene ghiandole salivari maggiori e minori. Il cancro alle ghiandole salivari si verifica quando una di queste ghiandole sviluppa un tumore tumore.

Ci sono tre coppie di ghiandole salivari principali: la parotide, la sottolinguale e la sottomandibolare.

Le ghiandole parotidi sono le più grandi ghiandole salivari, posizionate proprio davanti a ciascun orecchio. Qui è più probabile che si sviluppi un tumore. Mentre la maggior parte dei tumori che crescono qui sono benigni, questo è anche il luogo di partenza per la maggior parte dei tumori maligni delle ghiandole salivari.

Le ghiandole sublinguali si trovano sotto la lingua e sono le più piccole delle ghiandole salivari principali. È raro che un tumore inizi in queste ghiandole.

Le ghiandole sottomandibolari sono appena sotto la mascella. Secondo il Società Americana del Cancro (ACS), circa il 10-20% dei tumori inizia qui, e circa il 50% è maligno.

Ci sono anche centinaia di microscopiche ghiandole salivari minori in tutta la bocca. Le sedi includono:

    I tumori sono meno probabili in queste ghiandole minori, ma è più probabile che siano maligni se si sviluppano.

    I tumori delle ghiandole salivari possono includere tumori del sangue e del sistema linfatico, come linfoma non Hodgkin.

    I tumori benigni non si diffondono localmente o in parti distanti del corpo. Tuttavia, un tumore benigno potrebbe diventare maligno se non trattato o dopo una rimozione incompleta.

    I tumori maligni sono più aggressivi e hanno un rischio maggiore di metastasi, o diffusione. La chirurgia spesso fornisce una cura completa.

    Scopri di più sui tumori benigni e maligni qui.

    Sintomi

    Una persona che ha il cancro alle ghiandole salivari può sperimentare:

      Le persone dovrebbero consultare un medico per qualsiasi grumo indolore che non derivi direttamente da un’infezione nota.

      Immagini

      Il cancro alle ghiandole salivari può verificarsi in qualsiasi ghiandola salivare.

      Prospettiva

      La prognosi per le persone con il cancro alle ghiandole salivari dipende da quanto il cancro si è diffuso dal suo sito originale.

      L’ACS utilizza un Tasso di sopravvivenza a 5 anni come guida per le prospettive di una persona dopo una diagnosi di cancro. Questo confronta la probabilità che una persona con il cancro vivrà per 5 anni dopo la diagnosi con quella di una persona che non ha il cancro.

      La prospettiva di una persona dipenderà da quale stadio SEER un medico diagnostica il cancro. SEER è il programma Surveillance, Epidemiology, and End Results del National Cancer Institute (NCI).

      Questi variano a seconda di come il cancro si è diffuso.

        Tuttavia, questi variano a seconda dell’età, dello stato di salute generale, e della successo del trattamento. Solo un medico sarà in grado di prevedere una prospettiva accurata.

        La diagnosi precoce e il trattamento sono i modi migliori per migliorare le prospettive di una persona per il cancro alle ghiandole salivari.

        Scopri i tumori più curabili qui.

        Cause e fattori di rischio

        Gli scienziati non conoscono la causa esatta del cancro alle ghiandole salivari. Si pensa che derivi da cambiamenti nel DNA di una persona, e i ricercatori devono ancora identificarne le cause.

        Tuttavia, diversi fattori possono aumentano il rischio di sviluppare un cancro alle ghiandole salivari.

          Per saperne di più sul cancro alla testa e al collo, clicca qui.

          Tipi

          Molti tipi di cancro può svilupparsi nelle ghiandole salivari. Alcuni sono adenocarcinomi, che si formano nelle cellule che secernono sostanze. I tumori delle ghiandole salivari includono:

            A volte, i medici possono identificare che una persona ha un adenocarcinoma ma non possono identificare il tipo. Questi sono conosciuti come adenocarcinoma NOS (non altrimenti specificato)), e sono più comuni nella parotide e nelle ghiandole salivari minori.

            Possono svilupparsi anche altri rari tipi di cancro. Per esempio, sarcomi, che sono tumori delle cellule del tessuto connettivo, possono svilupparsi, e le persone che vivono con Sindrome di Sjögren può sviluppare un Linfoma non Hodgkin nella ghiandola salivare.

            Per saperne di più sul cancro qui.

            Diagnosi

            Per diagnosticare il cancro alle ghiandole salivari, un medico chiederà alla persona la sua storia medica ed esaminerà i lati del viso, la bocca e la zona intorno alla mascella. Se si nota un gonfiore nella linfonodi, questo potrebbe essere un segno di cancro.

            Tuttavia, il gonfiore dei linfonodi è spesso non sono dovuti al cancro e possono derivare da un’infezione o da un’infiammazione virale.

            Debolezza muscolare o intorpidimento del viso potrebbero indicare che il cancro si è diffuso ai nervi.

            Il medico può richiedere test di imaging per determinare la posizione e la diffusione di qualsiasi malattia. Questi test possono includere Raggi X, CT, e RISONANZA MAGNETICA scansioni.

            I medici possono anche raccomandare un biopsia per raccogliere e analizzare il tessuto delle ghiandole salivari. In una biopsia incisionale, lo specialista fa un piccolo taglio e rimuove un campione del tumore, che invia a un laboratorio per l’esame.

            A seconda dei risultati iniziali, possono raccomandare un intervento chirurgico per rimuovere e analizzare l’intero tumore.

            Scopri di più sui diversi tipi di tumori qui.

            Trattamento

            Trattamento per il cancro salivare spesso comporta chirurgia, radioterapia, chemioterapia o una combinazione di queste.

            Chirurgia

            L’intervento chirurgico è tipicamente il forma primaria di trattamento per il cancro alle ghiandole salivari. Il team chirurgico potrebbe aver bisogno di rimuovere l’intera ghiandola salivare, insieme a qualsiasi nervo e condotto in cui il cancro può essersi diffuso.

            Se il tumore è piccolo e di facile accesso, il chirurgo può rimuovere solo il tumore e una piccola quantità di tessuto circostante.

            Effetti collaterali

            Le complicazioni della chirurgia sono rare. Tuttavia, essi possono includere:

              I danni ai nervi possono causare l’abbassamento di un lato del viso di una persona, e un individuo può avere difficoltà a deglutire o a parlare dopo l’intervento.

              In alcuni casi, una persona può avere una chirurgia ricostruttiva, e un logopedista può aiutare a ripristinare alcune funzioni alimentari e di parola perse.

              La sudorazione gustativa, o sindrome di Frey, si verifica quando i nervi ricrescono in modo insolito. Questa crescita può portare alla sudorazione su alcune aree del viso quando si mastica. Il medico può raccomandare un ulteriore intervento chirurgico per il trattamento.

              Per saperne di più sulla sudorazione dopo aver mangiato qui.

              Radiazioni

              In radioterapia, il team di cura del cancro dirige particelle o fasci di energia ad alta potenza su un tumore per rallentare la crescita o distruggere le cellule tumorali.

              Il più comune tipo di radioterapia per il cancro alle ghiandole salivari è la radioterapia a fascio esterno. Fornisce un intenso livello di radiazione.

              Una persona di solito avrà bisogno di un trattamento con radiazioni ogni giorno per 5 giorni a settimana. Il corso del trattamento durerà fino a 7 settimane.

              I nuovi tipi di radioterapia che possono avere più successo includono la radiazione iperfrazionata accelerata. Questo spezza i trattamenti in diverse dosi più piccole al giorno.

              Un team di cura del cancro potrebbe anche somministrare farmaci radiosensibilizzanti. Questi rendono un tumore più sensibile alla radioterapia, il che significa che uccide più cellule tumorali.

              Effetti collaterali

              Gli effetti avversi della radioterapia includono generalmente:

                Questi tipicamente si risolvono dopo il trattamento. La radioterapia può, tuttavia, avere effetti su altre parti della testa e del collo, tra cui:

                  Scopri le differenze tra radiazioni e chemioterapia qui.

                  Chemioterapia

                  Un medico può raccomandano la chemioterapia o altri trattamenti anti-cancro se il cancro si è diffuso in altre parti del corpo. Il piano terapeutico di una persona può ancora includere la radioterapia, ma non sempre lo farà.

                  Sono disponibili una varietà di farmaci che un team di cura del cancro può somministrare da solo o con altri farmaci, come il 5-fluorouracile (5-FU) o il carboplatino.

                  Gli effetti collaterali

                  Chemioterapia uccide le cellule tumorali, ma può anche colpire alcune cellule sane, come i follicoli piliferi e le cellule del rivestimento della bocca. Gli effetti collaterali comuni includono:

                    Dopo aver completato il trattamento, il medico continuerà a monitorare l’individuo da vicino. È importante partecipare a tutti gli appuntamenti di follow-up in quanto questo può aiutare a ridurre al minimo gli effetti collaterali del trattamento e rilevare eventuali segni di una recidiva del cancro in anticipo.

                    Per saperne di più sulle percentuali di successo della chemioterapia per diversi tipi di cancro, clicca qui.

                    Prevenzione

                    Prevenire il cancro alle ghiandole salivari è difficile perché i medici non sanno cosa lo causa.

                    Evitare il tabacco e l’alcol può leggermente ridurre il rischio di questo raro cancro e di molti altri tipi più comuni.

                    Le persone che lavorano in ambienti dove c’è polvere di lega di nichel, polvere di silice o sostanze radioattive dovrebbero usare una protezione appropriata.

                    Riassunto

                    Il cancro alle ghiandole salivari può verificarsi in qualsiasi ghiandola salivare intorno alla bocca di una persona.

                    I ricercatori non hanno identificato la causa esatta del cancro alle ghiandole salivari, ma l’esposizione alle radiazioni e l’età e il sesso di una persona possono aumentare il rischio di svilupparlo.

                    Le opzioni di trattamento includono la chirurgia, la radioterapia e la chemioterapia. In genere, prima un medico diagnostica il cancro alle ghiandole salivari, migliori sono le prospettive di una persona.
                    Cancro alla testa e al collo: Sintomi, cause, trattamento e altro

                    Il cancro alla testa e al collo copre una gamma di diversi tipi di cancro. Comprendono il cancro della cavità orale, della gola, della laringe, della cavità nasale e dei circostanti seni paranasali, e delle ghiandole salivari.

                    Il cancro alla testa e al collo di solito inizia nelle cellule squamose che si trovano nelle superfici morbide all’interno della testa e del collo. Queste superfici includono la bocca, il naso e la gola.

                    Questo articolo esplora i tipi di cancro alla testa e al collo. Discute anche i sintomi che possono verificarsi con i diversi tipi di cancro alla testa e al collo, i trattamenti disponibili e le prospettive.

                    Tipi

                    Ci sono numerosi tipi di testa e collo cancro. Il tipo dipenderà da dove si trova il cancro nella testa o nel collo:

                      Le seguenti aree del corpo di solito hanno una classificazione propria piuttosto che rientrare nella categoria del cancro alla testa e al collo:

                        Sintomi

                        I sintomi del cancro alla testa e al collo dipendono da dove inizia il cancro.

                        Cavità orale

                        I sintomi del cancro nella cavità orale includono:

                          Anche se le macchie nella bocca non sono cancerose, possono portare al cancro.

                          Scopri di più sui segni precoci del cancro orale qui.

                          Faringe

                          La faringe è un altro termine per indicare la gola.

                          Sintomi del cancro rinofaringeo includere:

                            A volte, tuttavia, una persona con il cancro nasofaringeo non avrà alcun sintomo.

                            Scatola vocale

                            La laringe, chiamata anche laringe, contiene le corde vocali.

                            Sintomi del cancro della laringe includono:

                              Scopri di più sul cancro della laringe qui.

                              Seni paranasali e cavità nasali

                              I sintomi del cancro nasale e paranasale includono problemi al naso, agli occhi e talvolta alla bocca o alle orecchie.

                              Tra i sintomi nasali ci sono:

                                I sintomi dell’occhio includono:

                                  Una persona può anche sperimentare altri problemi, come:

                                    Ghiandole salivari

                                    Le ghiandole salivari sono responsabili della produzione di saliva.

                                    Sintomi del cancro alle ghiandole salivari includono:

                                      Secondo Cancer Research UK, Il 75% dei tumori delle ghiandole salivari non sono cancerosi e il cancro alle ghiandole salivari è raro.

                                      Per saperne di più sul cancro alle ghiandole salivari clicca qui.

                                      Cause

                                      Secondo il Istituto Nazionale del Cancro, i due maggiori fattori di rischio per lo sviluppo del cancro alla testa e al collo sono alcool consumo e uso di tabacco, compreso il tabacco da masticare o il tabacco da fiuto.

                                      I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) affermano che il papillomavirus umano (HPV) causa circa 70% dei tumori orofaringei, che colpiscono le tonsille, il palato molle e la base della lingua.

                                      Per saperne di più su HPV qui.

                                      Fattori di rischio

                                      Il CDC afferma che gli uomini sono due volte più probabile a sviluppare il cancro alla testa e al collo rispetto alle donne. Le persone oltre i 50 anni hanno anche maggiori probabilità di avere questo tipo di cancro.

                                      Altri fattori di rischio includono:

                                        Trattamento

                                        Il tipo di trattamento di cui una persona ha bisogno dipenderà dal tipo di cancro che ha e dal suo stadio.

                                        I trattamenti possono includere la chirurgia, radioterapia, chemioterapia, terapia mirata, o una combinazione di queste.

                                        Se il cancro si è diffuso in un’altra parte del corpo, il trattamento di una persona può cambiare.

                                        Chirurgia e radioterapia

                                        Secondo un Studio del 2014, il cancro alla testa e al collo in fase iniziale richiede solitamente un intervento chirurgico o una radioterapia. Le persone con un cancro alla testa e al collo in stadio avanzato ricevono un trattamento che comprende chirurgia, radioterapia o radiochemioterapia.

                                        Una persona può anche aver bisogno di un intervento chirurgico per aiutarla a gestire i cambiamenti causati dall’intervento per curare il cancro. Questo può includere l’inserimento di tubi di alimentazione se una persona non è in grado di deglutire.

                                        Studi clinici

                                        Una persona può essere in grado di partecipare a studi clinici e ricerche sul cancro alla testa e al collo.

                                        Gli studi clinici possono dare alle persone l’accesso a trattamenti che non sono ampiamente disponibili, come nuove terapie farmacologiche, tipi più sicuri di radioterapia e nuovi approcci alla cura dopo il trattamento.

                                        Una persona potrebbe desiderare di contattare un operatore sanitario sulla possibilità di partecipare a uno studio clinico.

                                        Scopri di più su come funzionano gli studi clinici qui.

                                        Effetti collaterali

                                        Secondo il Società Americana del Cancro, gli effetti collaterali del trattamento del cancro alla testa e al collo includono:

                                            Cure di follow-up

                                            Non esiste una procedura standard di follow-up per la cura del cancro alla testa e al collo, e la cura cambierà in base alle esigenze individuali di una persona.

                                            Le cure di follow-up hanno lo scopo di monitorare una persona per controllare che il suo cancro non sia tornato, così come di individuarlo precocemente se ritorna.

                                            Diagnosi

                                            Per diagnosticare il cancro alla testa e al collo, un medico raccoglierà la storia medica di una persona, farà esami fisici, e ordinare test diagnostici.

                                            Scansioni

                                            Questi test possono includere un’ecografia del collo o una nasendoscopia, che esamina la parte posteriore della bocca, il naso, la faringe e la laringe.

                                            Altri esami possono includere

                                              Endoscopia

                                              Una persona può avere bisogno di sottoporsi ad un esame mentre è sotto anestesia generale in modo che un medico possa esaminare una zona più da vicino con un endoscopio.

                                              Se una persona non è in grado di avere un’anestesia generale, un medico può invece optare per una laringo-esofagoscopia flessibile transnasale.

                                              Questo comporta l’irrorazione del naso e della gola con un anestetico e l’inserimento di un endoscopio nel naso e nella gola. Una persona sarebbe sveglia durante il test.

                                              Scopri di più sull’endoscopia qui.

                                              Quando il cancro si diffonde

                                              Il cancro alla testa e al collo può diffondersi in altre parti del corpo. I medici chiamano questo cancro metastatico. Per esempio, le cellule cancerose possono viaggiare fino ai polmoni e iniziare a crescere lì.

                                              Il cancro alla testa e al collo può diffondersi dal sito originale alle aree vicine del corpo. Può anche diffondersi ai linfonodi e attraverso il sistema linfatico, così come attraverso i nervi e i vasi sanguigni.

                                              Secondo il Società Radiologica del Nord America (RSNA), il cancro alla testa e al collo si diffonde comunemente ai linfonodi del collo. L’RSNA afferma inoltre che il cancro alla testa e al collo ha maggiori probabilità di diffondersi in altre parti del corpo se si trova nei linfonodi nella parte inferiore del collo.

                                              Prospettiva

                                              La prospettiva di una persona dipenderà da quanto è avanzato il suo cancro.

                                              Il National Institute for Clinical Excellence afferma che 80% delle persone con tumori orali in fase iniziale ha un tasso di sopravvivenza di 5 anni.

                                              Secondo il Società Americana del Cancro, la sopravvivenza a lungo termine dopo il cancro alla testa e al collo sta diventando sempre più comune.

                                              Riassunto

                                              Il cancro alla testa e al collo colpisce principalmente il naso, la bocca e la gola. Una persona con il cancro alla testa e al collo può sperimentare escrescenze, dolore, sangue dal naso, o difficoltà a vedere o deglutire.

                                              Una persona ha maggiori probabilità di sviluppare un cancro alla testa e al collo se fuma, beve alcolici o mastica noci di betel.

                                              I trattamenti includono la chirurgia, la radioterapia e la chemioterapia. Inoltre, sono disponibili studi clinici per le persone che vogliono provare nuovi tipi di trattamento.

                                              Secondo l’American Cancer Society, la sopravvivenza a lungo termine delle persone con cancro alla testa e al collo è in crescita, e una persona dovrebbe impostare una routine di cura di follow-up che controlla regolarmente se il cancro è tornato.

                                              Lascia un commento