Carenza di vitamina B12: Sintomi, complicazioni e altro

La vitamina B12 è vitale per la creazione e il mantenimento dei nervi e dei globuli rossi, sostiene il sistema nervoso e aiuta a creare il DNA, la base di tutte le cellule.

Senza trattamento, vitamina B12 carenza può portare a anemia. Può anche provocare danni ai nervi e al cervello. Secondo il Ufficio degli integratori alimentari (ODS), il danno può essere irreversibile a lungo termine.

Questo articolo esamina come riconoscere la carenza di B12, chi è a rischio e come trattarla o prevenirla.

Per saperne di più sulle vitamine del gruppo B, clicca qui.

Sintomi della carenza di vitamina B12

Secondo il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) nel Regno Unito, una persona con carenza di vitamina B12 può sviluppare anemia e altri sintomi.

Bassi livelli di B12 può portare a:

    Nei neonati, i segni di una carenza includono:

      L’anemia e i problemi neurologici possono portare a ulteriori sintomi e complicazioni.

      Anemia

      Le cellule del corpo hanno bisogno di vitamina B12 per riprodursi. Se una persona non ha abbastanza vitamina B12, il suo corpo non può produrre abbastanza globuli rossi. Questo può risultare in anemia.

      Il sintomo caratteristico della carenza di B12 è l’anemia megaloblastica, in cui i globuli rossi sono immaturi e più grandi del solito. Questo influisce sulla loro capacità di consegnare efficacemente l’ossigeno al corpo.

      I sintomi comuni dell’anemia sono:

        Sintomi neurologici

        Una carenza di vitamina B12 può anche portare a sintomi neurologici, come:

          Complicazioni

          La carenza di B12 a lungo termine può aumentare il rischio di vari problemi di salute. Una ragione può essere che il corpo ha bisogno di vitamina B12 per elaborare l’omocisteina.

          Gli esperti hanno trovato collegamenti tra alti livelli di omocisteina e alcune condizioni di salute, come la demenza e malattia cardiovascolare.

          Demenza e pensiero

          Bassi livelli di vitamina B12 possono influenzare la salute del cervello a lungo termine e aumentare il rischio di declino cognitivo.

          A seconda dell’età della persona, può portare a:

            Alcune ricerche hanno trovato livelli più alti di omocisteina nelle persone con Alzheimer e demenza.

            Nel 2012, ricercatori ha pubblicato i risultati di uno studio che ha coinvolto 121 persone di 65 anni e più.

            In primo luogo, hanno testato il sangue dei partecipanti per identificare i livelli di vitamina B12 e altri marcatori di carenza di B12. Hanno anche valutato i loro ricordi e altre capacità di pensiero.

            Dopo 52 mesi, hanno effettuato MRI scansioni del cervello dei partecipanti. Hanno controllato le dimensioni del cervello e qualsiasi segno di danno cerebrale.

            I risultati hanno mostrato che quelli con i segni più forti di carenza di vitamina B12 nei test iniziali avevano molte più probabilità di avere punteggi più bassi nei test cognitivi e volumi cerebrali totali più piccoli dopo 52 mesi.

            Danno neurologico

            Gli studi hanno dimostrato che 20-30% di persone con carenza di B12 hanno danni neurologici, come:

              Malattia cardiovascolare

              Gli esperti hanno anche trovato alti livelli di omocisteina nelle persone con malattia coronarica e ictus.

              Tuttavia, non ci sono abbastanza prove per raccomandare l’integrazione di B12 per prevenire le malattie cardiache.

              Livelli di energia

              Alcune persone usano integratori di B12 per aumentare i livelli di energia e le prestazioni atletiche. Tuttavia, gli integratori solo sembrano aiutare se una persona ha già una carenza.

              Di quanta vitamina B12 hai bisogno?

              La quantità di vitamina B12 di cui un individuo ha bisogno al giorno dipende dalla sua età. Le persone hanno anche bisogno di più B12 durante la gravidanza e l’allattamento.

              Secondo l ODS, le quantità medie giornaliere raccomandate per diverse età in microgrammi (mcg) sono:

              0-6 mesi 0.4 mcg
              7-12 mesi 0.5 mcg
              1-3 anni 0.9 mcg
              4-8 anni 1.2 mcg
              9-13 anni 1.8 mcg
              14 anni e oltre 2.4 mcg
              Durante la gravidanza 2.6 mcg
              Durante l’allattamento 2.8 mcg

              Cosa causa la carenza di B12?

              Una carenza di B12 può verificarsi se una persona non consuma abbastanza vitamina nella sua dieta o se il suo corpo non può assorbirla efficacemente durante la digestione.

              Quando una persona consuma cibo che contiene vitamina B12, il corpo prende due passi per assorbirlo.

              In primo luogo, l’acido cloridrico nello stomaco la separa dalle proteine a cui si lega negli alimenti.

              Poi, la vitamina B12 si combina con un’altra proteina che lo stomaco produce, chiamata fattore intrinseco. Poi, l’intestino può assorbirlo.

              Qui ci sono alcuni possibili causa di carenza di vitamina B12.

              1) Anemia perniciosa

              Anemia perniciosa è un malattia autoimmune che colpisce la capacità dell’intestino di digerire la vitamina B12.

              Quando una persona ha l’anemia perniciosa, il suo sistema immunitario crea anticorpi che attaccano il rivestimento dello stomaco. Lì, danneggiano le cellule che producono il fattore intrinseco.

              Se lo stomaco non può produrre il fattore intrinseco, l’intestino non sarà in grado di assorbire la vitamina B12.

              2) Problemi intestinali

              Alcune persone possono avere problemi ad assorbire la vitamina B12 nel sangue a causa di una condizione che colpisce lo stomaco o l’intestino tenue.

              Le possibili cause includono:

                Queste persone possono sperimentare la malnutrizione perché non possono assorbire abbastanza vitamine, acqua e altri nutrienti.

                3) Dieta

                Le persone che seguono una dieta vegana o vegetariana possono avere un rischio maggiore di carenza di B12. Durante la gravidanza, questo può aumentare il rischio di danni neurologici in un feto.

                Mentre alcuni alimenti vegetali contengono vitamina B12, è spesso in una forma che il corpo non può assorbire in modo efficiente, secondo ricerca pubblicato nel 2013.

                Le persone che seguono una dieta a base vegetale possono integrare l’assunzione di B12 mangiando cibi fortificati, come lievito nutrizionale prodotti.

                4) Farmaci

                Alcuni farmaci possono influenzare la capacità del corpo di digerire la vitamina B12, portando a una carenza.

                Gli esempi includono inibitori della pompa protonica (PPI) e agonisti del recettore H2 dell’istamina (bloccanti H2), che i medici prescrivono per trattare indigestione, bruciore di stomaco e malattia da reflusso gastroesofageo (GERD).

                I PPI impediscono allo stomaco di produrre acido, ma il corpo ha bisogno di acido per assorbire la vitamina B12.

                5) Carenza funzionale di vitamina B12

                Alcune persone sembrano avere abbastanza vitamina B12 nel sangue, ma non hanno le proteine di cui hanno bisogno per trasportarla tra le cellule. Questo significa che il corpo non può utilizzarla efficacemente.

                Possono sviluppare sintomi neurologici legati alla carenza di B12.

                Diagnosi

                Per valutare una carenza di vitamina B12, un medico sarà probabilmente:

                  Alcune persone avranno una carenza di B12 ma senza sintomi. Un medico può raccomandare test regolari per le persone con problemi gastrointestinali a lungo termine per garantire che non si sviluppi una carenza.

                  Ottenere una diagnosi precoce può aiutare a prevenire complicazioni a lungo termine.

                  Trattamento

                  Il trattamento dipenderà in gran parte dalla causa di una carenza.

                  Opzioni includono l’aumento dell’assunzione di vitamina B12 attraverso:

                    Alcune persone possono aver bisogno di iniezioni regolari per il resto della loro vita.

                    Prevenire la carenza di B12

                    La maggior parte delle persone può prevenire la carenza di B12 attraverso scelte alimentari, ma questo non è sempre il caso.

                    Persone che seguono una dieta a base vegetale

                    Le persone la cui dieta è in gran parte o interamente a base vegetale dovrebbero assicurarsi che la loro assunzione di B12 sia adeguata.

                    Le opzioni dietetiche includono:

                      Per saperne di più sugli integratori adatti alle persone che seguono una dieta vegana.

                      Persone che mangiano carne o pesce

                      Per coloro che mangiano carne o pesce, una dieta equilibrata contenente pesce, carne e latticini dovrebbe avere abbastanza B12 per il fabbisogno umano.

                      Altre condizioni e trattamenti medici

                      Chiunque abbia una condizione gastrointestinale cronica o creda di avere sintomi di carenza di B12 dovrebbe consultare un medico.

                      Il medico cercherà di identificare la causa e di trattarla di conseguenza.

                      Fonti alimentari

                      Buone fonti di vitamina B12 sono le seguenti:

                        Trova altri consigli qui sulle fonti di vitamina B12.

                        Takeaway

                        La vitamina B12 è essenziale per prevenire l’anemia e mantenere la salute neurologica. Può aiutare a prevenire la demenza e le malattie cardiache.

                        Una dieta equilibrata può spesso aiutare a prevenire una carenza. Le persone che mangiano solo cibi vegetali possono prendere in considerazione l’inclusione di cibi fortificati o chiedere al medico degli integratori.

                        Un medico può anche raccomandare integratori se una persona ha l’anemia perniciosa, la malattia di Crohn, o un’altra condizione che colpisce la loro capacità di assorbire la vitamina B12.

                        Lascia un commento