Carenza di vitamina K: Cause, sintomi e trattamento

La vitamina K è importante per la coagulazione del sangue, la salute delle ossa e altro ancora. Il sintomo principale di una carenza di vitamina K è un eccessivo sanguinamento causato dall’incapacità di formare coaguli di sangue.

Secondo il Ufficio degli integratori alimentari (ODS), la carenza di vitamina K è molto rara negli Stati Uniti. La maggior parte delle persone ottiene abbastanza vitamina K dalla propria dieta. Tuttavia, i neonati possono sviluppare una carenza di vitamina K.

Se una persona sta assumendo un anticoagulante, come il warfarin, è importante che assuma la stessa quantità di vitamina K ogni giorno.

In questo articolo, guardiamo la funzione di vitamina K nel corpo, così come i sintomi e i trattamenti per una carenza di vitamina K.

Cos’è la vitamina K?

La vitamina K è disponibile in due forme:

    Sia la vitamina K1 che la vitamina K2 producono proteine che aiutano il coagulo del sangue. La coagulazione del sangue o coagulazione impedisce un eccessivo sanguinamento interno ed esterno.

    Se una persona ha una carenza di vitamina K, ciò significa che il corpo della persona non può produrre abbastanza di queste proteine, aumentando il rischio di sanguinamento eccessivo.

    La maggior parte degli adulti ottiene un adeguato apporto di vitamina K attraverso gli alimenti che mangiano e attraverso ciò che il loro corpo produce naturalmente.

    Alcuni farmaci e condizioni mediche possono ridurre la produzione di vitamina K e inibire l’assorbimento, il che significa che gli adulti possono diventare carenti.

    La carenza di vitamina K è molto più probabile che si verifichi nei neonati. Quando ciò accade, è noto come emorragia da carenza di vitamina K o VKDB.

    Cause e fattori di rischio

    Gli adulti sono a maggior rischio di carenza di vitamina K e dei sintomi associati se:

      Alcune condizioni mediche possono rendere più probabile lo sviluppo di una carenza di vitamina K, come le condizioni in cui il corpo è meno capace di assorbire i grassi. Questo è noto come malassorbimento dei grassi.

      Le condizioni associate al malassorbimento dei grassi includono:

        Ci sono diverse ragioni per cui i neonati sono più inclini alla carenza di vitamina K:

          Per risorse più approfondite su vitamine, minerali e integratori, visitate il nostro sito mozzo dedicato.

          Requisiti giornalieri e fonti di vitamina K

          Il ODS raccomandano che gli adulti ricevano le seguenti quantità di vitamina K ogni giorno:

            Gli alimenti ad alto contenuto di vitamina K includono:

              Le persone possono anche prendere integratori di vitamina K. È meglio parlare con un medico prima di prenderli perché potrebbero interferire con i farmaci esistenti.

              Leggi di più sui migliori alimenti per la vitamina K qui.

              Sintomi

              Ci sono diversi sintomi associati alla carenza di vitamina K. Il sintomo principale è il sanguinamento eccessivo.

              Un’eccessiva emorragia potrebbe non essere immediatamente evidente, in quanto potrebbe verificarsi solo se la persona si taglia.

              Ulteriori segni di sanguinamento eccessivo possono includere:

                Quando si cercano segni di carenza di vitamina K nei neonati e nei bambini, i medici cercheranno anche:

                  Diagnosi

                  Per diagnosticare una carenza di vitamina K, un medico chiederà informazioni sulla storia medica di una persona per vedere se ha dei fattori di rischio.

                  Il medico può usare un test di coagulazione chiamato tempo di protrombina o test PT. Si preleva un piccolo campione di sangue e poi si aggiungono sostanze chimiche per osservare quanto tempo impiega a coagulare.

                  Il sangue in genere prende da 11 a 13.5 secondi per coagulare. Se ci vuole più tempo di questo può indicare una carenza di vitamina K.

                  Le persone potrebbero aver bisogno di evitare cibi con alti livelli di vitamina K prima di fare questo esame del sangue.

                  Trattamento

                  Se una persona sviluppa una carenza di vitamina K, un operatore sanitario gli darà un integratore di vitamina K chiamato fitonadione.

                  La persona di solito prende il supplemento per via orale, anche se sono disponibili anche iniezioni se il corpo della persona è meno in grado di assorbire il supplemento per bocca.

                  Il dosaggio dipende dall’età e dalla salute dell’individuo. La dose abituale di fitonadione per gli adulti varia da da 1 a 10 mg, con possibile ripetizione del dosaggio dopo 12 ore.

                  Un medico considererà anche se una persona sta assumendo anticoagulanti, poiché questi possono interagire con la vitamina K.

                  Vitamina K e neonati

                  La vitamina K somministrata alla nascita, di solito sotto forma di iniezione, può prevenire una carenza nei neonati.

                  L’American Academy of Pediatrics raccomanda che i neonati ricevano una singola iniezione di 0.Da 5 a 1 mg di vitamina K1 alla nascita.

                  Un’iniezione di vitamina K è particolarmente importante per i neonati in certe condizioni. I fattori di rischio per l’emorragia da carenza di vitamina K includono:

                    Spetta ai genitori decidere se il loro bambino riceve un’iniezione di vitamina K. Gli esperti raccomandano l’iniezione in quanto può proteggere da problemi come l’emorragia intracranica, danni cerebrali e morte infantile.

                    Riassunto

                    La carenza di vitamina K negli adulti è molto rara, poiché la maggior parte delle persone ottiene sufficiente vitamina K dalla propria dieta. Se una carenza si sviluppa e rimane non trattata, può provocare un eccessivo sanguinamento.

                    Nei neonati, la somministrazione di vitamina K alla nascita può prevenire lo sviluppo di alcuni problemi, tra cui l’emorragia eccessiva.

                    Una dieta ricca di alimenti che contengono vitamina K può aiutare a prevenire la carenza di vitamina K.

                    Lascia un commento