Bilinguismo: Cosa succede nel cervello?

Nella nostra società sempre più globale, il bilinguismo – o la capacità di parlare due lingue – è in aumento. Come i cervelli delle persone bilingui differiscono dalle loro controparti monolingui è un’area emergente di ricerca. Gli atteggiamenti verso il bilinguismo sono cambiati significativamente negli ultimi 50 anni. Sono finiti i giorni in cui l’uso … Leggi tutto

Alzheimer's: Può una bevanda nutriente davvero rallentare?

È un’affermazione audace: il cervello ricrea connessioni neuronali vitali dopo che una persona nelle prime fasi della malattia di Alzheimer sorseggia una bevanda nutriente quotidiana. Il declino cognitivo rallenta. Ma questo non è quello che l’ultimo studio ha trovato. Più di 5 milioni di persone sono affette da Malattia di Alzheimer solo negli Stati Uniti, … Leggi tutto

La carenza di vitamina A può causare Alzheimer's per iniziare nel grembo materno

Una nuova ricerca suggerisce che la vitamina A, precedentemente associata al deterioramento cognitivo legato all’età, potrebbe svolgere un ruolo cruciale nello sviluppo del morbo di Alzheimer. Malattia di Alzheimer si stima che colpisca più di 5 milioni persone negli Stati Uniti, e si classifica come la sesta causa di morte nel paese. Mentre i ricercatori … Leggi tutto

Essere sottopeso aumenta il rischio di demenza, mentre l’obesità lo riduce, secondo uno studio

La ricerca passata ha associato l’obesità con un aumento del rischio di demenza. Ma un nuovo studio – ritenuto il più grande mai per valutare il legame tra indice di massa corporea e rischio di demenza – suggerisce l’obesità potrebbe effettivamente essere un fattore protettivo contro la condizione, mentre le persone che sono sottopeso possono … Leggi tutto

Senilità e demenza: Definizione, sintomi e altro

Una persona può usare “senilità” per descrivere una diminuzione della capacità di pensare, concentrarsi o ricordare. Senilità e “essere senile” sono termini antiquati, e alcune persone li usano per riferirsi alla demenza. Un termine contemporaneo che i medici usano è “disturbo neurocognitivo” che può essere minore o maggiore. Per esempio, possono diagnosticare un disturbo neurocognitivo … Leggi tutto

Il grasso della pancia legato al declino cognitivo

Nel più grande studio di questo tipo, i ricercatori concludono che avere livelli più alti di grasso della pancia in età avanzata è correlato con una riduzione della funzione cognitiva. Demenze, tra cui l’Alzheimer, sono una preoccupazione crescente. Con l’aumento costante dell’età media della popolazione, la loro prevalenza aumenta. Attualmente, una stima 47 milioni di … Leggi tutto

8 tecniche per migliorare la memoria

La maggior parte delle persone ha occasionali vuoti di memoria, come dimenticare il nome di un nuovo conoscente o smarrire le chiavi della macchina. Il più delle volte, questo è semplicemente un segno che una persona è un po’ troppo occupata o è preoccupata. D’altra parte, avere una memoria costantemente scarsa può essere problematico per … Leggi tutto

Gli effetti collaterali degli antidolorifici sono peggiori in Alzheimer's

Un recente studio dimostra che i farmaci antidolorifici producono effetti collaterali più pronunciati se assunti da persone con demenza. Un secondo studio scopre perché questo potrebbe essere il caso. Demenza è una grande e crescente preoccupazione. Poiché non può essere invertito, capire il modo migliore per curare le persone con demenza avanzata è sempre più … Leggi tutto