Come l’emosiderosi e l’emocromatosi influenzano il fegato

L’emocromatosi e l’emosiderosi sono due condizioni associate ad avere troppo ferro nel corpo. In alcuni casi, questo può colpire il fegato.

L’emocromatosi è una condizione in cui una persona ha troppo ferro nel suo corpo. Nell’emosiderosi, il ferro si deposita in organi come il fegato, il pancreas e la pelle.

Queste condizioni hanno cause multiple. L’emocromatosi ereditaria significa che il corpo assorbe troppo ferro, mentre nell’emocromatosi secondaria, una persona riceve troppo ferro da trasfusioni di sangue o infusioni.

Avere troppo ferro nel corpo può danneggiare il fegato.

In questo articolo, discutiamo l’emosiderosi rispetto all’emocromatosi e come influenzano il fegato.

Cosa sono l’emosiderosi e l’emocromatosi?

L’emocromatosi si verifica quando ferro si accumula nel corpo. Il corpo regola l’assorbimento del ferro perché non può eliminare il ferro in eccesso.

Il ferro può accumularsi in certi organi e causare danni agli organi.

L’emocromatosi può influire su quanto segue:

    Sovraccarico di ferro possono verificarsi in tre modi:

      Il più comune la causa dell’emocromatosi è una condizione genetica ereditata chiamata emocromatosi ereditaria.

      Questa condizione fa sì che il corpo assorba più ferro del solito.

      L’emosiderosi di solito si verifica quando le persone ricevono ripetute trasfusioni di sangue. Il corpo viene sovraccaricato di ferro dai globuli rossi trasfusi. Si verifica frequentemente in persone con condizioni di salute sottostanti che richiedono molte trasfusioni di sangue, come malattia falciforme, anemia aplastica, e talassemia.

      Con così tanto ferro nel corpo, questo si accumula e il corpo non può eliminarlo.

      Come possono colpire il fegato

      Avere troppo ferro nel corpo danneggia il fegato nel tempo.

      Purtroppo, emocromatosi spesso va non rilevato nelle sue prime fasi.

      Quando il ferro si accumula nel fegato, può causare danni.

      Anche se una persona può non avere sintomi di emocromatosi, il fegato può non funzionare correttamente. Per esempio, le persone con emocromatosi che non hanno sintomi possono avere anomalie test di funzionalità epatica.

      Nell’emocromatosi completamente accertata, le persone possono già avere cirrosi o cicatrici del fegato. Alcune persone possono avere epatomegalia, che è un ingrossamento del fegato.

      Altro segni I sintomi dell’emocromatosi possono includere:

        Se non trattato, avere troppo ferro nel fegato può portare all’insufficienza epatica. Può anche aumentare le possibilità di una persona di sviluppare cancro al fegato.

        Sintomi

        Sintomi dell’emocromatosi dipendono sull’organo colpito dall’accumulo di ferro.

        I medici possono diagnosticare l’emocromatosi solo quando la condizione inizia a colpire più organi.

        All’inizio, le persone possono avere un forte affaticamento, letargia e dolori articolari.

        In seguito, se si formano depositi nel fegato, le persone possono avere ittero e anomalie della funzione epatica. Quando si verifica una disfunzione epatica, possono avere

          Diagnosi

          I medici diagnosticano l’emocromatosi attraverso i risultati degli esami del sangue. L’anamnesi medica e familiare e gli esami fisici possono anche aiutare nella diagnosi di emocromatosi.

          Alcuni sintomi possono segnalare l’emocromatosi, ma le persone possono non avere sempre sintomi.

          Durante un esame fisico, i medici controlleranno quanto segue:

            I medici controlleranno i risultati degli esami del sangue di una persona per aiutare a diagnosticare l’emocromatosi. Analizzeranno:

              Le persone con emocromatosi ripeteranno questi esami del sangue durante il trattamento. I medici analizzano i risultati di ripetuti esami del sangue per controllare se il trattamento sta funzionando.

              I medici possono anche controllare il sangue per le mutazioni genetiche che causano l’emocromatosi.

              A volte le persone possono avere bisogno di una biopsia epatica per confermare la diagnosi di emocromatosi.

              Una biopsia consiste nel prelevare un piccolo pezzo di fegato per esaminarlo al microscopio. Un patologo può verificare la presenza di depositi di ferro nel fegato e l’estensione di qualsiasi tessuto cicatriziale.

              Inoltre, i medici possono usare un RISONANZA MAGNETICA per rilevare il sovraccarico di ferro. Alcune scansioni di imaging possono determinare quanto ferro c’è nel fegato.

              Trattamento

              Senza trattamento, l’emocromatosi e l’emosiderosi possono causare che molti organi smettano di funzionare correttamente, come il fegato, il cuore e il pancreas.

              Un trattamento per le persone con emocromatosi è la flebotomia. Questa è una procedura semplice, poco costosa e sicura.

              Durante la flebotomia, un medico o un operatore sanitario rimuoverà circa mezzo litro di sangue alla volta secondo un programma regolare.

              La quantità di sangue rimossa durante la flebotomia dipende dal livello di ferro della persona. Le flebotomie possono aiutare ad alleviare i sintomi dell’emocromatosi e prevenire eventuali complicazioni.

              Le persone con emosiderosi da trasfusioni di sangue ripetute non possono avere flebotomie, in quanto ciò comporterebbe la rimozione del sangue trasfuso essenziale.

              Hanno bisogno di farmaci per intrappolare il ferro in eccesso ed eliminarlo attraverso le urine. Questi farmaci sono chiamati agenti chelanti del ferro. Sono disponibili in forma orale o come iniezione.

              Diversi chelanti del ferro medici può prescrivere per trattare il sovraccarico di ferro includono:

                Prospettive

                Senza trattamento, l’emocromatosi e l’emosiderosi possono portare a complicazioni.

                Il sovraccarico di ferro non trattato può causare la cirrosi o la cicatrizzazione del fegato. Quando il tessuto cicatriziale sostituisce il tessuto sano nel fegato, questo smette di funzionare correttamente.

                Il tessuto cicatriziale può anche bloccare il flusso di sangue nel fegato. Alla fine, la cirrosi può causare insufficienza epatica. Alcune persone con insufficienza epatica hanno bisogno di un trapianto.

                La cirrosi epatica può aumentare le possibilità di sviluppare un cancro al fegato.

                Altri organi colpiti dal sovraccarico di ferro sono i seguenti:

                  L’emocromatosi o l’emosiderosi non trattata può causare insufficienza cardiaca, artrite, diabete, e una diminuzione del desiderio sessuale.

                  Riassunto

                  L’emocromatosi e l’emosiderosi si verificano quando il corpo ha troppo ferro.

                  In rari casi, questo può accadere perché una persona riceve troppo ferro attraverso la sua dieta. Può verificarsi anche a causa di ripetute trasfusioni di sangue.

                  Senza trattamento, il ferro in eccesso nel corpo può danneggiare gli organi, incluso il fegato.

                  Per trattare l’emocromatosi, i medici possono prescrivere flebotomie regolari.

                  L’emosiderosi è un tipo di emocromatosi che si verifica nelle persone che ricevono ripetute trasfusioni. Le persone con emosiderosi possono aver bisogno di farmaci ferrochelanti che rimuovono il ferro dal corpo.

                  Lascia un commento