Complicazioni dell’HIV: Tipi, sintomi e come rimanere in salute

L’HIV è un virus che colpisce il sistema immunitario del corpo, riducendo la sua capacità di combattere le infezioni e le malattie. Lasciato non trattato, l’HIV può portare a molte complicazioni in tutto il corpo

Intorno a 1.2 milioni di persone negli Stati Uniti convivono con l’HIV, e si stima che 1 persona su 7 con l’HIV non sappia di averla.

Con il trattamento, molte persone con HIV possono ridurre considerevolmente il loro rischio di complicazioni e avere un’aspettativa di vita paragonabile a persone senza HIV.

Senza trattamento, tuttavia, l’infezione da HIV alla fine progredisce verso l’HIV avanzato, noto anche come AIDS. Avere l’HIV non trattato può mettere una persona a rischio di diverse complicazioni, tra cui lo sviluppo di alcune infezioni rare e cancri.

In questo articolo, elenchiamo le complicazioni più comuni dell’HIV e spieghiamo come il trattamento può prevenire la loro comparsa.

Quali sono le complicazioni dell’HIV?

Quando una persona contrae l’HIV per la prima volta, spesso sperimenta un periodo iniziale di sintomi simili all’influenza entro 2-4 settimane dall’infezione, noto come HIV acuta.

Dopo questo, possono non avere sintomi per molti anni, noto come HIV cronico. Questo stadio può durare per 10 anni o più senza trattamento, o essere per tutta la vita con il trattamento, anche se questo è raro.

Senza trattamento, l’HIV può progredire verso l’HIV avanzato o l’AIDS. Le persone con l’AIDS sono più suscettibili a diversi tipi di infezioni, note come infezioni opportunistiche, così come alcuni tumori.

L’HIV prende gradualmente di mira specifiche cellule del sistema immunitario chiamate cellule CD4. Con il tempo, il virus danneggia sempre più di queste cellule finché il sistema immunitario non è abbastanza forte per combattere le infezioni.

Se la conta dei CD4 di una persona che vive con l’HIV scende al di sotto di 200 cellule per millilitro cubo (cellule/mm3), o se sviluppano un’infezione opportunistica, si dice che la persona ha l’AIDS.

Le complicazioni sorgono quando il numero di cellule CD4 di una persona diventa molto basso. La persona ha maggiori probabilità di sviluppare infezioni, alcuni tipi di cancro e altre complicazioni mediche.

Infezioni opportunistiche

Infezioni opportunistiche sono malattie che sono tipicamente lievi nelle persone senza HIV, ma si presentano più spesso e sono più gravi nelle persone con HIV se hanno un sistema immunitario danneggiato.

Poiché le persone che vivono con l’HIV negli Stati Uniti.S. l’uso diffuso di farmaci per l’HIV, meno persone ora si ammalano di infezioni opportunistiche.

Le infezioni opportunistiche comuni per le persone che vivono con l’HIV includono le seguenti:

Virus dell’herpes simplex

Virus dell’herpes simplex è un virus comune che colpisce molte persone, causando occasionalmente piaghe intorno alla bocca o ai genitali.

Per le persone con HIV, può essere particolarmente problematica e portare a piaghe ricorrenti.

Può causare infezioni nel bronco (tubo di respirazione) o nell’esofago (il tubo che collega la bocca e lo stomaco). Può anche portare alla polmonite.

Candidosi

Questa infezione fungina causa la formazione di uno spesso rivestimento bianco sulla pelle, sulle unghie e sulle mucose.

La candidosi colpisce comunemente la bocca, la vagina e l’esofago. Quando colpisce la vagina, è chiamata vulvovaginale infezione da lievito. Quando colpisce la bocca, è nota come mughetto orale.

I professionisti medici la considerano un’infezione opportunistica quando causa un’infezione grave o persistente nella bocca o nella vagina, o quando si verifica nell’esofago.

Salmonella setticemia

L’infezione da Salmonella batterio causa circa 1.35 milioni di malattie nella U.S. ogni anno. Il cibo contaminato è la causa principale.

Per le persone con HIV, una Salmonella L’infezione può progredire verso una forma grave chiamata Salmonella setticemia che si diffonde al flusso sanguigno.

Toxoplasmosi

Gatti, roditori e altri animali spesso portano il Toxoplasma gondii parassiti. Quando viene trasmessa all’uomo, può colpire molte parti del corpo, compresi gli occhi, i polmoni, il cuore e il fegato.

Se raggiunge il cervello, la toxoplasmosi può causare convulsioni.

Una persona con un sistema immunitario indebolito può sviluppare toxoplasmosi se entrano in contatto con la lettiera del gatto o altre fonti di feci animali. Può anche svilupparsi dopo che una persona mangia carne rossa o di maiale poco cotta.

Polmonite

Polmonite è una condizione polmonare che deriva da un’infezione di uno dei tanti batteri, virus o funghi. Può essere grave o pericoloso per le persone con HIV.

I sintomi della polmonite includono:

    Una vaccinazione per una forma particolarmente grave di polmonite batterica (polmonite da pneumococco) è disponibile per prevenire l’infezione. Chiunque sia affetto da HIV dovrebbe discutere i benefici di questo vaccino con il proprio medico.

    Tubercolosi

    Tubercolosi è un’infezione batterica dei polmoni ma può diffondersi ad altre parti del corpo, compresi i reni, la spina dorsale e il cervello. Può portare a sintomi come

      In tutto il mondo, la tubercolosi è una delle cause principali di morte nelle persone con HIV. È meno comune nell’U.S. rispetto al passato grazie alla disponibilità di farmaci per l’HIV, ma colpisce ancora molte persone con HIV.

      Coccidioidomicosi

      Un’infezione fungina che di solito colpisce i polmoni, la coccidioidomicosi deriva dall’inalazione di spore fungine che sono comuni nelle regioni calde e secche, come il sud-ovest dell’U.S.

      Causa una forma di polmonite chiamata febbre del deserto.

      Criptococcosi

      Questa infezione fungina entra nel corpo attraverso i polmoni, portando alla polmonite. Può poi diffondersi al cervello, dove causa meningite e gonfiore.

      Può anche colpire le ossa, la pelle e il tratto urinario.

      Criptosporidiosi

      Le persone possono contrarre criptosporidiosi mangiando o bevendo cibo o acqua contaminati dal parassita intestinale Cryptosporidium. Causa gravi e persistenti diarrea.

      Citomegalovirus

      Citomegalovirus (CMV) è un’infezione virale che può causare:

        Istoplasmosi

        Il fungo Histoplasma capsulatum infetta tipicamente i polmoni, causando istoplasmosi, un tipo di polmonite.

        Le persone con HIV avanzato possono avere maggiori probabilità di sviluppare una forma grave di istoplasmosi che colpisce anche altri organi.

        Isosporiasi

        Mangiare cibo o acqua contaminati può causare un’infezione da isosporiasi. In quelli con l’HIV, i sintomi dell’isosporiasi possono essere gravi e comprendono:

          Mycobacterium avium complex

          Diversi tipi di micobatteri causano complesso del micobatterio avium (MAC) infezione, che raramente colpisce le persone senza HIV.

          In quelli con l’HIV, specialmente l’HIV avanzato, questa infezione batterica può essere pericolosa per la vita. Può causare polmonite o diffondersi in tutto il corpo.

          polmonite da Pneumocystis jiroveci

          Pneumocystis jirovecii La polmonite, o PJP, è un’infezione polmonare fungina che causa:

            Leucoencefalopatia multifocale progressiva

            Questa è una rara condizione virale che colpisce il cervello e il midollo spinale. Colpisce prevalentemente le persone con HIV.

            I sintomi includono:

              Per informazioni più approfondite e risorse su HIV e AIDS, visita il nostro sito centro dedicato.

              Alcuni tipi di cancro

              Le persone con HIV avanzato o incontrollato hanno più probabilità delle persone senza HIV di sviluppare diversi tipi di cancro, compresi i seguenti:

              Sarcoma di Kaposi

              Sarcoma di Kaposi è raro nelle persone che non hanno l’HIV. Causa tumori nelle pareti dei vasi sanguigni che appaiono come lesioni rosa, viola o nere sulla pelle.

              Se il sarcoma di Kaposi si diffonde ai polmoni, ai linfonodi, al tratto gastrointestinale o ad altri organi, può essere pericoloso per la vita.

              Cancro cervicale invasivo

              Il cancro cervicale inizia nella cervice, che è la sezione inferiore dell’utero. Senza trattamento, può diffondersi agli organi vicini e ad altre aree del corpo.

              Controlli regolari della cervice e pap test possono aiutare a prevenire lo sviluppo e la progressione del cancro cervicale.

              Linfomi

              Ci sono molte forme di linfoma, che sono tumori che colpiscono i globuli bianchi e i linfonodi.

              Un sintomo precoce è il gonfiore dei linfonodi. I tipi che spesso colpiscono le persone con HIV sono il linfoma Hodgkin e il linfoma non-Hodgkin.

              Coinfezioni

              Le persone possono anche sviluppare coinfezioni. Questo è il caso in cui più di un’infezione è attiva allo stesso tempo.

              Le coinfezioni comuni con l’HIV includono:

                Le persone possono contrarre l’epatite B e C in modi simili all’HIV, come attraverso il sesso o l’attrezzatura per l’iniezione di droga condivisa.

                Circa 10% di persone negli Stati Uniti.S. con l’HIV hanno anche l’epatite B, e circa 25% delle persone con HIV hanno anche l’epatite C.

                Salute mentale

                Una diagnosi di HIV può avere un impatto significativo sulla salute mentale di una persona.

                Vivere con l’HIV introduce varie forme di stress, come il dover coordinare il supporto medico, gestire i farmaci e affrontare l’ingiusto stigma associato all’HIV.

                Le persone che vivono con l’HIV sono due volte più probabile avere la depressione. C’è anche un aumento del rischio di altri disturbi dell’umore, dell’ansia e cognitivi.

                Terapie parlanti, supporto sociale, farmaci e altri trattamenti possono aiutare molte persone a gestire l’impatto dell’HIV sulla salute mentale.

                Il CDC fornire un elenco di servizi che possono aiutare le persone a gestire lo stigma e la discriminazione e a ricevere ulteriore supporto.

                Altre complicazioni

                Anche se la ragione non è chiara, l’HIV è associati a alcuni disturbi neurocognitivi più tardi nella vita, anche quando si assume un trattamento efficace.

                Questi sono conosciuti come disturbi neurocognitivi associati all’HIV (HAND), e possono variare da una perdita di memoria occasionale a demenza.

                Alcune persone con l’HIV in stadio avanzato sviluppano una sindrome da deperimento. Si tratta di una perdita di almeno il 10% della loro peso corporeo insieme a diarrea, febbre o debolezza per almeno 1 mese.

                L’HIV e alcuni farmaci che trattano l’HIV possono aumentare il rischio di malattie cardiache o renali.

                Come rimanere in salute

                Il modo migliore per prevenire le complicazioni dell’HIV è quello di prendere i farmaci con costanza, come prescritto, e di iniziare il trattamento il prima possibile.

                Terapia antiretrovirale mantiene il sistema immunitario sano e, se assunto in modo costante in modo che il livello di virus HIV nel sangue non sia rilevabile, riduce a zero il rischio di trasmettere il virus ad altri.

                Le seguenti abitudini di vita possono anche aiutare le persone con l’HIV a rimanere in salute:

                  Trattamento

                  Sono disponibili molti farmaci efficaci per trattare i sintomi dell’HIV e prevenire la progressione del virus verso l’AIDS.

                  Quando una persona riceve un trattamento antiretrovirale, riduce la sua carica virale. La carica virale è la quantità di virus nel sangue o nei fluidi di una persona. Quando la carica virale di una persona diventa non rilevabile, significa che può non trasmette più il virus ad altre persone.

                  Gli operatori sanitari raccomandano a tutti i malati di HIV di iniziare i farmaci antiretrovirali il prima possibile, indipendentemente dall’età, dai sintomi o dalla conta delle cellule CD4.

                  I trattamenti sono più efficaci quando la persona li prende costantemente come prescritto dal medico, e va a regolari controlli sanitari.

                  I trattamenti per le infezioni opportunistiche includono farmaci antivirali, antibiotici o antimicotici.

                  Prospettive

                  Anche se le persone con l’HIV sono a rischio di una serie di complicazioni, le prospettive per coloro che sono affetti dalla condizione sono migliorate drasticamente negli ultimi decenni. I trattamenti moderni possono prevenire sia i sintomi che le complicazioni.

                  Insieme ai cambiamenti nello stile di vita, i farmaci antiretrovirali significano che la maggior parte delle persone con HIV può avere una durata della vita simile a quella della popolazione generale.

                  Lascia un commento