Congestione dell’orecchio: Rimedi e quando consultare un medico

Febbre da fieno (rinite allergica): Sintomi, cause e trattamento

Il raffreddore da fieno, o rinite allergica, è una condizione comune con sintomi simili a quelli di un raffreddore. Ci possono essere starnuti, congestione, naso che cola e pressione dei seni.

È causata da una risposta allergica a sostanze trasportate dall’aria, come il polline. Il periodo dell’anno in cui accade dipende da quale sostanza, o allergene, la persona reagisce.

Nonostante il suo nome, la febbre da fieno non significa che la persona è allergica al fieno e ha un febbre. Il fieno non è quasi mai un allergene e la febbre non è un sintomo.

La rinite allergica è il quinto malattia più comune negli Stati Uniti (U.S.).

Questo articolo riguarda il raffreddore da fieno, o rinite allergica. Puoi leggere su rinite non allergica qui.

Fatti veloci sul raffreddore da fieno

    Sintomi

    I sintomi possono iniziare in diversi periodi dell’anno, a seconda della sostanza a cui il paziente è allergico.

    Una persona che è allergica a un polline comune avrà sintomi più gravi quando il numero di pollini è elevato.

    I sintomi comuni includono:

      I sintomi gravi possono includere:

        Alcune persone possono sperimentare stanchezza o stanchezza, irritabilità e insonnia.

        Persone con asma può sperimentare più affanno e dispnea nei momenti in cui i sintomi del raffreddore da fieno sono comuni.

        Trattamento

        Una serie di trattamenti da banco (OTC) può aiutare a gestire il raffreddore da fieno. A volte, una combinazione di due o tre è meglio. Un medico può consigliare le opzioni.

        Farmaci

        Questi includono:

        Antistaminici spray o compresse: Comunemente disponibili OTC, questi fermano il rilascio dell’istamina chimica. Di solito alleviano efficacemente i sintomi del naso che cola, del prurito e degli starnuti, ma non sbloccano i seni congestionati. I vecchi antistaminici possono causare sonnolenza.

        Collirio: Questi riducono il prurito e il gonfiore negli occhi. Di solito sono usati insieme ad altri farmaci. Le gocce per gli occhi spesso contengono cromoglicato.

        Corticosteroidi nasali: Questi spray trattano il infiammazione causate dalla febbre da fieno. Offrono un sicuro ed efficace trattamento a lungo termine. Può essere necessaria una settimana per i benefici da mostrare.

        Esempi includono fluticasone (Flonase), fluticasone (Veramyst), mometasone (Nasonex) e beclometasone (Beconase).

        Ci può essere un odore o un sapore sgradevole, o un’irritazione del naso.

        Corticosteroidi orali: I sintomi gravi del raffreddore da fieno possono rispondere bene alle compresse di prednisone, prescritte da un medico. Sono solo per uso a breve termine. L’uso a lungo termine è legato a cataratta, debolezza muscolare e osteoporosi.

        Immunoterapia: L’immunoterapia può fornire l sollievo a lungo termine desensibilizzando gradualmente il sistema immunitario agli allergeni che scatenano i sintomi. Di solito si riceve sotto forma di iniezioni allergiche o gocce sublinguali per le persone i cui sintomi sono gravi e non si sono chiariti dopo altri trattamenti.

        L’immunoterapia può portare ad una remissione duratura dei sintomi dell’allergia e può aiutare a prevenire lo sviluppo di asma e di nuove allergie.

        Le iniezioni sono somministrate da un medico, ma l’immunoterapia sublinguale, o i farmaci che vengono sciolti sotto la lingua, possono essere presi a casa.

        Terapie alternative

        Le terapie alternative che pretendono di trattare il raffreddore da fieno includono agopuntura, ma i risultati degli studi hanno non confermato miglioramenti significativi.

        Nessun rimedio a base di erbe è raccomandato.

        Durante la gravidanza, è importante parlare con un medico prima di prendere qualsiasi farmaco, per prevenire potenziali effetti negativi sullo sviluppo del feto.

        Diagnosi

        Per specificare il trattamento corretto, un medico esaminerà i sintomi e chiederà la storia medica personale e familiare.

        Un esame del sangue o della pelle può identificare a quale sostanza il paziente è allergico.

        In un test cutaneo, la pelle viene punta con una piccola quantità di un allergene noto.

        Un esame del sangue mostrerà il livello di anticorpi IgE. Questo sarà alto se è presente un’allergia. Il test dura circa 20 minuti.

        Zero anticorpi IgE indicano nessuna sensibilità, mentre 6 indica una sensibilità molto alta.

        Un altro test cutaneo prevede l’iniezione di un allergene sotto la pelle e il controllo di una reazione circa 20 minuti dopo.

        Cos’è il raffreddore da fieno?

        Il raffreddore da fieno è una reazione allergica a sostanze trasportate dall’aria, come il polline.

        Un’allergia si verifica quando il sistema immunitario scambia una sostanza innocua per una nociva e il corpo rilascia sostanze chimiche per combatterla.

        Questa reazione è la causa dei sintomi.

        Gli allergeni sono spesso sostanze comuni a cui il sistema immunitario della maggior parte delle persone non reagisce o reagisce solo in modo lieve.

        Tuttavia, alcune persone richiedono un trattamento, perché i loro sintomi rendono difficile completare le loro attività quotidiane.

        Il trattamento non può eliminare i sintomi, ma può ridurne l’impatto.

        Trattamento domiciliare

        Un individuo non può prevenire lo sviluppo di un’allergia, ma le persone che sperimentano il raffreddore da fieno possono trovare alcune strategie utili per minimizzare l’impatto.

        Ecco alcuni consigli:

          Cause

          Il raffreddore da fieno si verifica quando il sistema immunitario scambia una sostanza normalmente innocua trasportata dall’aria per una minaccia.

          Il corpo produce un anticorpo chiamato immunoglobulina E (IgE) per attaccare la minaccia, e rilascia l’istamina chimica. L’istamina causa i sintomi.

          I fattori scatenanti del raffreddore da fieno stagionale includono pollini e spore che causano i sintomi solo in certi periodi dell’anno.

          Esempi di fattori scatenanti il raffreddore da fieno includono:

            Altri fattori scatenanti sono i peli o la forfora degli animali domestici, gli acari della polvere, la muffa e la polvere di scarafaggio. Gli irritanti che possono portare ai sintomi del raffreddore da fieno sono il fumo di sigaretta, i profumi e i fumi di scarico del diesel.

            Fattori di rischio

            Alcuni fattori aumentano il rischio di febbre da fieno.

            Fattori genetici: Se un familiare stretto ha il raffreddore da fieno o un’altra allergia, il rischio è maggiore.

            Altre allergie o asma: Le persone con altre allergie o asma hanno maggiori probabilità di avere anche il raffreddore da fieno.

            Sesso ed età: Prima dell’adolescenza, il raffreddore da fieno è più comune tra i ragazzi, ma dopo l’adolescenza, le donne sono più colpite.

            Data di nascita: Le persone nate durante l’alta stagione dei pollini hanno un rischio leggermente più elevato di sviluppare il raffreddore da fieno.

            fumo passivo: L’esposizione al fumo di sigaretta durante i primi anni di vita aumenta il rischio di febbre da fieno.

            Altri fattori includono l’essere il primogenito, provenire da una famiglia più piccola o da una famiglia a reddito più elevato. Questi ultimi tre fattori di rischio possono essere legati alle infezioni infantili.

            Un bambino che ha avuto meno infezioni infantili può avere un rischio maggiore di problemi autoimmuni più tardi nella vita.

            Prospettive

            Attualmente non esiste una cura per il raffreddore da fieno. Tuttavia, i sintomi possono essere gestiti durante i periodi dell’anno che hanno un alto numero di pollini.

            Affinché il trattamento funzioni nel primo anno, il trattamento dovrebbe essere iniziato 3 mesi prima della stagione in cui il polline si diffonde.

            Il trattamento continuo può avere l’effetto di ridurre i sintomi, migliorare l’immunità all’allergene e migliorare la qualità della vita. Tre anni di trattamento hanno dimostrato portare alla desensibilizzazione a lungo termine contro il polline.

            Tuttavia, se i sintomi non migliorano significativamente dopo un anno, il trattamento dovrebbe essere interrotto perché è improbabile che funzioni.

            Il raffreddore da fieno può diventare più grave, spostarsi nei polmoni e svilupparsi in asma allergica. Le persone con un’allergia al polline possono anche diventare più propensi a sviluppare altre allergie, come le intolleranze alimentari.

            Una grave febbre da fieno può anche rendere le membrane mucose del naso più sensibili ad altre sostanze irritanti, come il fumo di sigaretta o l’aria secca. Questo può portare a sinusite.
            Allergia agli acari della polvere: Sintomi, trattamento e prevenzione

            Gli insetti microscopici che vivono nelle nostre case possono significare problemi enormi per le persone con allergie e asma. Gli acari della polvere che si nutrono di cellule morte della pelle sono uno degli allergeni ambientali più comuni.

            Sono un fattore scatenante delle allergie che durano tutto l’anno nelle popolazioni di tutto il mondo. Mentre la prevenzione è la migliore

            Tuttavia, con alcune modifiche allo stile di vita, alcuni farmaci e una casa ben pulita, le allergie agli acari della polvere possono essere controllate.

            Fatti veloci sull’allergia agli acari della polvere

              Cosa sono gli acari della polvere?

              Tutti i continenti del mondo hanno acari della polvere tranne l’Antartide. Prosperano in ambienti caldi e umidi, come la casa di qualcuno.

              Gli acari della polvere si nutrono principalmente di cellule della pelle. Una persona perde abbastanza pelle da nutrire milioni di acari della polvere al giorno, il che significa che la casa di qualcuno può contenere milioni di acari della polvere.

              Le cellule epiteliali rilasciate da persone e animali domestici possono essere trovate in profondità all’interno delle superfici tessili di una casa, come nei tappeti e nei divani.

              Gli acari della polvere sono quasi impossibili da eliminare completamente. Tuttavia, ci sono passi che una persona può prendere per aiutare a liberare le loro case della maggior parte di questi artropodi che causano allergia.

              Come fanno gli acari della polvere a causare un’allergia?

              Gli acari della polvere causano allergie in due modi. Il primo è attraverso i loro rifiuti. Producono rifiuti, mentre si nutrono, come fanno tutti gli organismi. I rifiuti sono un allergene per alcune persone.

              La seconda causa delle allergie agli acari della polvere sono i corpi o le parti del corpo di queste creature. Quando gli acari della polvere muoiono, i loro resti rimangono sul posto. Questi resti sono il secondo allergene prodotto durante il loro ciclo di vita.

              Sintomi e diagnosi

              Spesso, una persona sperimenterà i sintomi dell’allergia agli acari della polvere che includono:

                Persone che hanno asma possono scoprire che i loro sintomi asmatici sono innescati. A causa delle somiglianze con altre allergie, può essere difficile distinguere un’allergia causata dagli acari della polvere.

                Se i sintomi dell’allergia persistono tutto l’anno, può essere un segno che gli acari della polvere sono la causa. Un medico farà riferimento a qualcuno con sintomi di allergia a un allergologo per ulteriori test, tra cui:

                  Un medico userà spesso entrambi i risultati dei test, insieme a un’intervista e un esame della persona, per diagnosticare un’allergia agli acari della polvere.

                  Trattamenti per un’allergia agli acari della polvere

                  Ci sono diverse opzioni di trattamento per le allergie causate dagli acari della polvere. Questi includono:

                    Tuttavia, Singulair può scatenare gravi cambiamenti comportamentali o di umore, compresi pensieri o azioni suicide, in alcune persone. Prima di prendere questo farmaco, una persona dovrebbe discutere i pro e i contro con un medico.

                    Gli altri farmaci possono essere utili per le persone con asma che è innescato da allergie.

                    Se questi farmaci non alleviano i sintomi, un medico può raccomandare l’immunoterapia, che funziona in un modo che è simile ai vaccini. Con l’immunologia, il corpo viene introdotto ad una piccola quantità di un allergene per un periodo di tempo, rendendolo meno allergico a certe sostanze.

                    Questi metodi richiedono un impegno a lungo termine per un piano di trattamento. Le opzioni includono:

                      Oltre ai farmaci da banco e da prescrizione, una persona può considerare altri rimedi domestici per le allergie. Alcuni trattamenti a casa includono:

                        Questi trattamenti si concentrano sull’alleviare e prevenire i sintomi. Non esiste una cura per la reazione allergica.

                        Prevenzione: Sbarazzarsi degli acari della polvere

                        Come per qualsiasi allergene, limitare l’esposizione è il modo migliore per prevenire un’allergia agli acari della polvere. Purtroppo con acari della polvere microscopici che vivono potenzialmente su qualsiasi numero di superfici in casa, limitare l’esposizione può essere difficile.

                        Seguire questi consigli può aiutare a limitare l’esposizione e a prevenire l’infiammarsi dei sintomi:

                          Il metodo migliore per liberare una casa dalla maggior parte degli acari della polvere è pulirla regolarmente. Nessun metodo rimuoverà completamente tutti gli acari della polvere, ma molti si sbarazzeranno di un gran numero di loro.
                          L’agopuntura allevia i sintomi del raffreddore da fieno

                          Lascia un commento