Cos’è la paranoia e cosa la causa?

La paranoia è un processo di pensiero che può portare le persone a provare irrazionale sfiducia e sospetto verso gli altri. Questo modello di pensiero delirante può comportare sentimenti di persecuzione, facendo sì che una persona pensi di essere in un costante stato di pericolo.

Mentre i pensieri paranoici occasionali sono comuni, se una persona li sperimenta per un periodo prolungato, può essere un sintomo di una condizione di salute mentale.

In questo articolo, definiamo la paranoia e discutiamo i suoi sintomi, le cause e le condizioni correlate.

Definizione di paranoia

Paranoia si riferisce a pensieri e sentimenti irrazionali e persistenti che inducono una persona a credere che gli altri stiano cercando di danneggiarla, ingannarla o sfruttarla. Questo può comportare la sensazione che gli altri li stiano guardando, ascoltando o seguendo, nonostante ci siano poche o nessuna prova che lo suggerisca.

Questa sfiducia infondata può rendere difficile alle persone con paranoia di funzionare socialmente o formare relazioni strette.

Alcune persone possono riferirsi ai pensieri paranoici come deliri. Questo è quando i pensieri irrazionali e le false credenze diventano così fissi che nemmeno le prove contrarie possono convincere una persona che ciò che pensa non è vero.

Mentre i pensieri paranoici lievi sono relativamente comuni, sperimentare la paranoia a lungo termine può indicare una condizione di salute mentale. Ma è importante notare che la paranoia non suggerisce necessariamente una condizione di salute mentale.

Sintomi

I sintomi della paranoia possono variare, ma può includere:

    Cause

    Gli scienziati non sono ancora sicuri dell’esatta causa della paranoia, e la ricerca è ancora in corso. L’evidenza suggerisce che una combinazione di diversi fattori gioca probabilmente un ruolo. Le potenziali cause possono includono:

      Condizioni di paranoia

      Mentre la paranoia è un sintomo che può essere parte di una serie di condizioni, molte persone tipicamente associano la paranoia con:

        Diagnosi

        Può essere difficile diagnosticare la paranoia, perché non è solo un sintomo di molte condizioni, ma le persone che sperimentano la paranoia possono cercare di evitare medici, ospedali e altri ambienti medici e possono non riconoscere di avere pensieri paranoici.

        In genere, una diagnosi coinvolge un medico o un professionista della salute mentale che fa domande sulla storia medica di una persona, esegue un esame fisico e valuta i sintomi.

        Un medico può quindi richiedere alla persona di completare test psicologici, esami del sangue e scansioni. Questo può aiutare un medico ad escludere altre possibili cause per i sintomi.

        Trattamenti

        Se i pensieri paranoici stanno causando angoscia o sono un sintomo di una condizione di salute mentale trattamenti può essere benefico:

          Complicazioni

          L’evidenza suggerisce che le potenziali complicazioni della paranoia possono coinvolgono:

            Quando e dove cercare aiuto

            Se una persona sospetta di avere pensieri paranoici, potrebbe voler cercare aiuto. Inizialmente, può essere utile tenere un diario e mettere in discussione il loro pensiero paranoico.

            Le persone possono anche volersi confidare con qualcuno di cui si fidano, provare a gestire il loro stress e provare altri comportamenti sani, come una dieta sana, un regolare esercizio fisico e dormire a sufficienza.

            Se la paranoia inizia a disturbare la vita quotidiana, una persona dovrebbe considerare di parlare con un medico o un professionista della salute mentale. Mentre questa idea può sembrare scoraggiante, una persona dovrebbe rendersi conto che i professionisti medici non intendono farle del male, e sono invece lì per fornire loro supporto, gestire i sintomi e ridurre l’angoscia.

            Riassunto

            La paranoia si riferisce a un processo di pensiero irrazionale che induce le persone a mostrare un’estrema sfiducia o sospettosità nei confronti degli altri. Mentre la ricerca non è chiara, le prove suggeriscono che la genetica, la chimica del cervello, il trauma e lo stress probabilmente giocano un ruolo.

            Può essere difficile da diagnosticare, e le persone possono esitare a cercare aiuto a causa dei loro dubbi sulle altre persone. Alcune terapie e farmaci possono aiutare a gestire e ridurre i pensieri paranoici.
            Disturbo schizotipico di personalità: Sintomi, trattamenti e cause

            Il disturbo schizotipico di personalità (STPD) è una condizione in cui le persone mostrano comportamenti che altri potrebbero considerare strani, eccentrici o particolari. I sintomi possono manifestarsi come strani modi di parlare o di vestirsi, strane credenze e difficoltà a formare relazioni.

            STPD è un disturbo di personalità, il che significa che colpisce il comportamento di una persona e il suo modo di pensare. Il nome si riferisce al fatto che la condizione è un disturbo di personalità che esiste nello spettro della schizofrenia.

            In questo articolo, discutiamo il disturbo schizotipico di personalità in modo più dettagliato, compresi i sintomi, la diagnosi e le opzioni di trattamento.

            Definizione del disturbo schizotipico di personalità

            STPD è un tipo di disturbo di personalità. Questa classificazione significa che colpisce il comportamento di una persona e la induce a pensare, sentire o relazionarsi con gli altri in un modo che si discosta da ciò che la società considera normale.

            Il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5) raggruppa i disturbi di personalità in tre grandi cluster a cui si riferisce come A, B e C. STPD è un Disturbo di personalità del gruppo A. Secondo Salute Mentale America, questi disturbi comportano comportamenti che possono sembrare strani o eccentrici agli altri.

            Una persona con STPD possono avere comportamenti particolari, credenze strane o discorsi eccentrici. Essi possono anche sperimentare eccessiva ansia sociale e difficoltà a formare legami sociali. L’evidenza suggerisce che la prevalenza di STPD può variare tra le diverse popolazioni e va da 0.6% a 4.6%.

            Come differisce dalla schizofrenia e dal disturbo schizoide di personalità

            Alcune persone possono confondere l’STPD con schizofrenia, che è una grave condizione di salute mentale, o il disturbo schizoide di personalità (SPD), che è un altro disturbo di personalità del cluster A. Tuttavia, anche se le condizioni condividono somiglianze, sono diversi.

            La differenza principale tra STPD e schizofrenia è che le persone con schizofrenia sperimentano frequentemente caratteristiche sintomi psicotici, mentre quelli con STPD non lo fanno. I sintomi di psicosi includono la perdita del senso della realtà, che può comportare allucinazioni e deliri.

            STPD e SPD si differenziano nonostante siano entrambi disturbi di personalità del cluster A.

            Le persone con STPD non sono indifferenti alle altre persone e non sono completamente distaccate emotivamente, ma presentano comportamenti insoliti. Al contrario, mentre le persone con SPD mostrano un generale disinteresse e indifferenza per gli altri e hanno un completo distacco emotivo, possono non mostrare comportamenti che la gente considera insoliti.

            Oltre a condividere i sintomi, la ricerca suggerisce anche un potenziale legame genetico tra tutte e tre le condizioni. Per esempio, prove indica che una persona ha maggiori probabilità di avere una di queste condizioni se ha un parente stretto che ne ha una.

            Sintomi

            Anche se la maggior parte delle persone ha le proprie eccentricità, tali comportamenti sono più evidenti nelle persone che mostrano segni di STPD. Questo è particolarmente vero se i loro modelli di pensiero e comportamento rendono difficile il rapporto con gli altri.

            I possibili sintomi di STPD includono:

              Cause

              Prove suggerisce che fattori genetici, sociali e ambientali giocano un ruolo nello sviluppo di STPD, anche se sono necessarie ulteriori ricerche per confermarlo.

              L’apparente legame genetico significa che una persona ha un rischio maggiore di sviluppare l’STPD se ha un parente con STPD, schizofrenia o un altro disturbo di personalità.

              Oltre a una predisposizione genetica, alcune esperienze – come l’abuso, l’abbandono, il trauma, lo stress e il distacco emotivo dei caregiver – probabilmente influenzano la possibilità di una persona di sviluppare la STPD.

              Diagnosi

              Un medico diagnosticherà l’STPD solo se una persona soddisfa cinque dei nove criteri che il DSM-5 stabilisce. Questi criteri sono:

                In alternativa, il Classificazione internazionale delle malattie (ICD-11) ha un insieme separato di criteri, che include un modello di discorso insolito e percezioni, credenze e comportamenti che non sono sufficienti a soddisfare i requisiti diagnostici della schizofrenia.

                Trattamenti

                Se una persona riceve una diagnosi di STPD, un medico suggeriscono probabilmente una combinazione di farmaci e terapia.

                Anche se non ci sono farmaci per trattare specificamente la STPD, ricerca suggerisce che gli antipsicotici di seconda generazione, che aiutano a trattare la schizofrenia, possono essere efficaci nella gestione dei sintomi della STPD.

                In particolare, i farmaci come risperidone e olanzapina hanno mostrato benefici per il trattamento di STPD. A seconda degli altri sintomi di una persona o delle condizioni comorbide, un medico può anche prescrivere antidepressivi o altri farmaci neuroattivi.

                Molti tipi di terapia possono essere utili. Per esempio, psicoterapia, o la terapia parlante, possono aiutare le persone a imparare a gestire i loro sintomi e a formare o mantenere relazioni. L’apprendimento di queste strategie in combinazione con l’addestramento delle abilità sociali può aiutare le persone a imparare come rispondere ai segnali sociali e a sentirsi più a proprio agio nelle situazioni sociali.

                Terapia cognitivo-comportamentale (CBT) possono aiutare le persone ad affrontare certi comportamenti, imparare a riconoscere i pensieri insoliti o dannosi e capire come cambiarli. Per alcune persone, terapia familiare può anche essere utile per rafforzare le relazioni con i membri della famiglia e fornire una sensazione di sostegno.

                Complicazioni

                Prove suggerisce che le persone con STPD hanno un aumentato rischio di:

                  Riassunto

                  STPD è un disturbo di personalità del cluster A, il che significa che le persone con la condizione trovano difficile relazionarsi con gli altri. In particolare, le persone con STPD mostrano comportamenti che la società può considerare strani o eccentrici. Esiste all’interno dello spettro della schizofrenia, ma differisce da altre condizioni dello spettro, come la schizofrenia e l’SPD.

                  I fattori genetici, sociali e ambientali giocano probabilmente un ruolo nel suo sviluppo. Le persone riceveranno una diagnosi solo se mostrano certi comportamenti, come il pensiero magico, la paranoia e reazioni emotive inappropriate.

                  I trattamenti attuali di solito comportano una combinazione di farmaci e terapia. Le persone con STPD hanno anche più probabilità di persone senza la condizione di avere depressione, comportamenti di dipendenza e altri disturbi della personalità.

                  Lascia un commento