Cos’è un test antidroga con tampone in bocca?

Un test antidroga con tampone orale rileva le sostanze nel sistema di una persona controllando la presenza di droghe o alcol nella saliva. Questi test sono veloci e facili da eseguire, non causano dolore all’individuo e sono molto convenienti.

Le persone possono anche riferirsi a un test antidroga con tampone orale come a un test antidroga sui fluidi orali o a un test antidroga sulla saliva.

Nelle aziende con politiche di test antidroga, i datori di lavoro spesso usano test antidroga con tamponi in bocca. Un’azienda di solito chiarisce quando i candidati e i dipendenti saranno sottoposti a test. Tuttavia, a volte possono essere effettuati anche test casuali.

In alcuni settori, le aziende sono tenute per legge a testare i dipendenti per l’uso di droghe. Sotto Ordine esecutivo 12564, Tutti i dipendenti federali che lavorano nei seguenti campi sono soggetti a test antidroga obbligatori:

    I test antidroga con tampone orale sono un’alternativa test antidroga delle urine. Sono più facili da eseguire e molto più difficili da imbrogliare perché la raccolta del campione avviene sotto supervisione e osservazione diretta.

    Tabella dei contenuti

    Come funziona il test?

    Un test antidroga con tampone orale è un metodo non invasivo di test antidroga che è molto facile da eseguire. Il test richiede anche pochissima preparazione, con un individuo che deve semplicemente evitare di mangiare o bere qualcosa per soli 10 minuti prima del test.

    Il test prevede l’uso di una spugna o di un tampone assorbente all’estremità di un bastone per tamponare l’interno della guancia di una persona.

    Un’analisi del campione, sul posto o in un laboratorio, rivelerà se sono presenti tracce di sostanze specifiche.

    Il tempo di raccolta del campione è relativamente veloce, prendendo circa 1-3 minuti. Se l’analisi avviene sul posto, i risultati sono pronti in pochi minuti. Se il campione va in un laboratorio per l’analisi, ci vogliono circa 24 ore per ottenere i risultati.

    Il test antidroga con tampone orale è efficace?

    Quando le persone lo eseguono correttamente, un test antidroga con tampone in bocca è più del 97% accurato.

    Secondo il Associazione dell’industria dei test antidroga e alcolici, le droghe non rimangono nei fluidi orali così a lungo come nelle urine, il che significa che questo metodo di test è più efficace nel determinare l’uso corrente.

    La durata del tempo in cui alcune droghe sono rilevabili nella saliva di una persona può variare. Alcuni ricerca suggerisce che se una persona ha usato una sostanza più frequentemente, la presenza di quella sostanza sarà rilevabile più a lungo.

    Diversi fattori possono influenzare l’accuratezza di un test antidroga con tampone orale. Questi includono:

      Cosa può rilevare un test antidroga con tampone in bocca?

      I test antidroga con tampone in bocca possono verificare la presenza delle seguenti sostanze nel sistema di una persona:

        Pro e contro di un test antidroga con tampone orale

        I test antidroga con tampone orale offrono diversi vantaggi rispetto ad altri tipi di test. Questi includono:

          Ci sono solo alcuni svantaggi nei test antidroga con tampone orale. Questi includono:

            Confronti con altri test antidroga

            Mentre i test antidroga con tampone orale sono accurati, gli esperti considerano i test antidroga su sangue e urina più precisi ed efficaci.

            Uno studio, che ha coinvolto 1.500 test di urina e fluido orale accoppiati, ha confrontato i due metodi di test. Ha rivelato che il test antidroga sulle urine ha maggiori probabilità di rilevare l’uso complessivo di sostanze rispetto al test orale.

            Il test antidroga ha rilevato sostanze in 3.7% dei campioni di urina ma solo lo 0.5% dei campioni orali.

            Riassunto

            Il test antidroga con tampone orale è un metodo facile ed efficace di test antidroga. È conveniente, indolore e più difficile da imbrogliare rispetto al test antidroga delle urine.

            Tuttavia, a causa del fatto che la maggior parte delle sostanze non rimangono nei fluidi orali così a lungo come nelle urine o nel sangue, questo metodo di test è utile solo quando si cerca di rilevare un abuso di droga recente.

            Il test antidroga con tampone orale è comune sul posto di lavoro. Non ci sono leggi federali che impediscono i test antidroga sul posto di lavoro.

            Tuttavia, se un dipendente non è in una posizione sensibile alla sicurezza, alcuni stati limitano o mettono in discussione la capacità del datore di lavoro di effettuare test casuali per le sostanze. Pertanto, le aziende dovrebbero essere consapevoli delle leggi specifiche del loro stato prima di implementare un programma di test antidroga.
            Mischiare funghi e alcol: Cosa c’è da sapere

            Consumare funghi magici (funghi) e alcol insieme può avere risultati imprevedibili. Per questo motivo, i medici raccomandano di non combinare alcol e droghe ricreative come i funghi.

            L’alcol e i funghi interagiscono perché possono influenzare il cervello in alcuni degli stessi modi. La combinazione di sostanze che agiscono in modo simile intensifica gli effetti dei farmaci, gli effetti collaterali e i potenziali rischi.

            Alcune persone possono notare che mescolare alcol e funghi può diminuire l’effetto di ciascuna droga. Tuttavia, può anche rendere più difficile pensare chiaramente.

            Continua a leggere per saperne di più sugli effetti del mescolare funghi e alcol.

            Effetti dei funghi e dell’alcol

            I funghi sono funghi che contengono psilocibina, un composto naturale allucinogeno e psicoattivo. possono causare allucinazioni e l’incapacità di distinguere tra fantasia e realtà.

            Anche se la gente di solito usa i funghi in modo ricreativo, possono avere effetti avversi. Persone possono sperimentare:

              Alcol colpisce il cervello in modo simile ai funghi allucinogeni. Bere troppo alcol può cambiare l’umore e il comportamento di una persona, e può causare alle persone problemi di memoria e di controllo motorio.

              Sebbene i medici generalmente sconsiglino di combinare le sostanze, ci sono ricerche limitate che mostrano gli effetti dei funghi allucinogeni e dell’alcol. Questo significa che la maggior parte degli effetti di una miscela di funghi provengono dall’uso riportato dalle persone.

              Combinare alcol e funghi allucinogeni può causare risultati imprevedibili, ma gli esperti la considerano una combinazione ad alto rischio. Possono causare mal di testa, attacchi di panico e nausea. Bere alcol durante l’assunzione di funghi può anche aumentare il rischio di un “bad trip”, che può includere allucinazioni ed emozioni spaventose.

              Alcune persone riferiscono di aver bevuto alcol per ridurre l’effetto dei funghi e sentirsi meno sballati. Mentre possono diminuire gli effetti dell’alcol, ci sono ricerche limitate a sostegno di questo, e gli effetti possono essere imprevedibili.

              Non è nemmeno chiaro quanto alcol sia sicuro in combinazione con i funghi. In generale, i medici non consigliare consumare alcol mentre si usano altre droghe.

              Esperti anche consigliare evitare l’uso di polisostanze, il che significa usare più di una droga insieme o in breve tempo.

              È interessante notare che i ricercatori suggeriscono che la psilocibina, la droga attiva nei funghi, può aiutare le persone con dipendenza da alcol. Un studio in corso sta attualmente esplorando, in un ambiente controllato, se la psilocibina può abbassare il numero di giorni di consumo pesante tra le persone che vivono con dipendenza da alcol.

              Come funzionano i funghi

              La psilocibina contenuta nei funghi può avere effetti di alterazione della mente e la realtà può apparire distorta. Altri effetti dei funghi includono:

                La psilocibina causa allucinazioni perché agisce sui recettori della serotonina nel cervello e in altre parti del corpo. La serotonina e la psilocibina possono entrambe legarsi ai recettori della serotonina, quindi quando la psilocibina è nel corpo, compete con la serotonina per legarsi ad essi.

                Questi recettori sono responsabili del controllo delle nostre emozioni e dell’umore. Controllano anche il comportamento, la memoria di apprendimento, l’appetito e altri processi.

                Altri psichedelici e alcol

                Altri psichedelici includono la dietilamide dell’acido lisergico (LSD), la mescalina e la dimetiltriptamina (DMT).

                Quando si combinano psichedelici come l’LSD con l’alcol, le persone possono anche notare che gli effetti dell’alcol sono inferiore rispetto al solito. Tuttavia, come per i funghi, questi risultati possono essere imprevedibili.

                I ricercatori stanno anche studiando i benefici dell’uso di psichedelici in persone con disturbo da uso di alcol (AUD). Un altro studio ha dimostrato che l’uso di psichedelici potrebbe ridurre l’assunzione di alcol da parte di una persona.

                Queste condizioni di studio non riflettono l’uso reale di alcol e psichedelici. In studi controllati, il rischio di comportamenti non sicuri e di effetti collaterali da droghe illecite è basso.

                Rischi e considerazioni

                Le persone dovrebbero notare che gli Stati Uniti classificano i funghi come una droga illegale.

                Con anni di prove dall’uso riportato dalle persone e dai moderni studi scientifici, gli esperti confermano che i funghi hanno bassa tossicità. Hanno anche un basso rischio di dipendenza.

                Tuttavia, le persone possono andare in overdose di funghi. Gli effetti collaterali di un’overdose possono includere:

                  Un’altra considerazione è il rischio di prendere accidentalmente un fungo velenoso quando si usano i funghi.

                  contattare un medico

                  Gli effetti del mischiare funghi e alcol sono imprevedibili e possono variare da persona a persona. Il seguente sintomi di avvelenamento da alcol richiedono attenzione medica immediata:

                    Le persone che sperimentano un brutto viaggio, o un’esperienza di droga psicologicamente impegnativa, potrebbero voler contattare un medico. Un brutto viaggio può sembrare un effetto collaterale improvviso e duraturo di un farmaco. Questo può accadere quando si assumono funghi da soli o con l’alcol.

                    Durante un brutto viaggio, le persone possono mettere se stessi o gli altri a rischio di danno. Alcuni possono avere comportamenti aggressivi o violenti. Una persona che si sente preoccupata per il proprio benessere e la sicurezza degli altri quando mischia funghi e alcol dovrebbe cercare immediatamente assistenza medica.

                    Riassunto

                    Gli effetti del mischiare funghi e alcol sono imprevedibili. Mentre alcune persone possono sperimentare un effetto inferiore dei funghi allucinogeni quando li mescolano con l’alcol, questo effetto non è provato. Qualcuno può sperimentare un brutto viaggio quando si mischiano le droghe.

                    Se una persona sperimenta effetti collaterali preoccupanti dopo aver consumato funghi allucinogeni e/o alcol, dovrebbe consultare un medico.
                    Tossicodipendenza: Sintomi e come ottenere aiuto

                    La tossicodipendenza, o dipendenza fisica, si riferisce a quando una persona ha bisogno di uno o più farmaci per funzionare. Interrompere bruscamente la sostanza può causare sintomi fisici di astinenza.

                    Anche se questo può riferirsi alla dipendenza da farmaci che controllano le condizioni di salute, può anche essere un sintomo di dipendenza, che è diverso dalla dipendenza fisica.

                    Il termine dipendenza fisica si riferisce all’essere fisicamente dipendenti da una sostanza ma non soddisfare i criteri per dipendenza. Per esempio, una persona che riceve farmaci per il dolore durante il trattamento del cancro può essere dipendente dal farmaco, ma questo non significa che abbia una dipendenza da esso.

                    L’Associazione Psichiatrica Americana (APA) ha usato per distinguere tra dipendenza fisica e abuso di sostanze. Tuttavia, con il rilascio della Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, 5a edizione (DSM-5), l’APA consolidare entrambi i termini con disturbo da uso di sostanze (SUD).

                    Tuttavia, la comunità SUD sta cercando di fare una chiara distinzione tra SUD e dipendenza fisica per evitare confusione, etichettatura errata e stigma.

                    Questo articolo discuterà cos’è la dipendenza fisica, così come le sue cause, i sintomi e i trattamenti. Si parlerà anche di quando una persona dovrebbe cercare aiuto.

                    Cos’è la dipendenza fisica?

                    La dipendenza fisica si riferisce alla dipendenza da una sostanza per aiutare una persona ad arrivare a fine giornata. Le persone possono anche riferirsi ad essa come sindrome da astinenza, sindrome da dipendenza, o sindrome da astinenza, e si verifica quando i sintomi di astinenza appaiono dopo che una persona smette di prendere una sostanza bruscamente.

                    Tuttavia, la dipendenza fisica non equivale alla dipendenza. Le persone possono sperimentare la dipendenza fisica da oppioidi su prescrizione, antidepressivi, antiepilettici o benzodiazepine senza avere una dipendenza da essi.

                    SUD

                    Tuttavia, la dipendenza fisica – insieme ad altri sintomi – può soddisfare i criteri per SUD, secondo DSM-5. Usando questa definizione, l’APA spera di prevenire la stigmatizzazione associata a termini come dipendenza, abuso e dipendenza.

                    SUD è una condizione complessa in cui una persona usa in modo incontrollato una sostanza nonostante questo abbia conseguenze dannose.

                    L’uso ripetuto di queste sostanze può provocare cambiamenti nel funzionamento del cervello. Questo può portare a sintomi di astinenza. Inoltre, le persone possono costruire una tolleranza alla sostanza, il che significa che hanno bisogno di più della droga per sentire i suoi effetti.

                    SUD può sfociare in cambiamenti comportamentali, fisici e sociali, come cambiamenti di umore, deterioramento dell’aspetto e rapporti tesi con amici e familiari.

                    Dipendenza fisica vs. tossicodipendenza

                    La dipendenza è intercambiabile con il termine SUD, e la dipendenza fisica rientra nell’ambito dei SUD. Anche se alcune persone possono usare i termini in modo intercambiabile, la dipendenza fisica differisce dalla dipendenza.

                    La dipendenza si riferisce ai sintomi fisici di astinenza e tolleranza, mentre la SUD si riferisce ai cambiamenti comportamentali, sociali e fisici a lungo termine.

                    È possibile per una persona sperimentare la dipendenza senza SUD. Questo può spesso verificarsi quando la persona richiede farmaci a lungo termine per il dolore cronico. Questi individui possono diventare dipendenti dagli antidolorifici per funzionare, ma non possono avere una dipendenza dagli antidolorifici.

                    Provoca

                    Dipendenza fisica di solito si sviluppa come risultato del consumo ripetuto di una data sostanza per un periodo di tempo. Anche se i ricercatori non comprendono appieno i meccanismi precisi, è possibile che le sostanze causino dei cambiamenti nel cervello e nel sistema nervoso centrale.

                    L’esposizione ripetuta a una sostanza altera la struttura del cervello di una persona e le sostanze chimiche del cervello per accogliere la droga. Questo si traduce in alterazioni dell’omeostasi. Questo è lo stato che il corpo mantiene per un funzionamento ottimale.

                    L’arresto improvviso di questa sostanza interrompe l’omeostasi, e il corpo deve adattarsi a non avere la droga nel corpo. Questo può portare a sintomi di astinenza.

                    Sintomi

                    Secondo il DSM-5, il sintomo caratteristico della dipendenza fisica è l’astinenza.

                    Anche se non tutte le persone sperimenteranno gli stessi sintomi di astinenza, alcuni dei sintomi più comuni possono includere

                      Le persone possono essere in grado di dividere i sintomi della dipendenza fisica in sindrome da astinenza acuta o sindrome da astinenza post-acuta (PAWS).

                      La sindrome da astinenza acuta di solito dura per un periodo di tempo relativamente breve, mentre la PAWS è una continuazione a basso livello di alcuni sintomi che può durare per anni o addirittura indefinitamente.

                      Sostanze ad alto rischio

                      Droghe tipicamente associate allo sviluppo di una forte dipendenza fisica possono includere le seguenti.

                      Opioidi

                      Gli oppioidi, come la codeina, sono farmaci che un medico può prescrivere per trattare il dolore. Anche se questi sono efficaci per il sollievo dal dolore, hanno un alto rischio di causare dipendenza fisica se una persona li usa più a lungo di quanto prescritto.

                      Antidepressivi

                      Gli antidepressivi sono una classe di farmaci che possono aiutare a ridurre l’ansia, il basso umore e il dolore pensieri suicidi.

                      Anche se i medici non considerano generalmente gli antidepressivi come una dipendenza, essi notano che alcuni individui possono sviluppare una dipendenza fisica da essi. Se la persona interrompe bruscamente l’antidepressivo che sta prendendo, potrebbe causare sintomi di astinenza.

                      Per saperne di più sull’interruzione sicura degli antidepressivi, clicca qui.

                      Benzodiazepine

                      Le benzodiazepine sono un gruppo di farmaci chiamati depressori del sistema nervoso. Le persone possono prenderli per trattare l’ansia o i problemi di sonno.

                      Come gli oppioidi, gli esperti tendono a considerarli relativamente sicuri quando una persona li prende al bisogno, con parsimonia e per brevi periodi di tempo.

                      Quando si assumono cronicamente o per lunghi periodi di tempo, tuttavia, si può sviluppare una dipendenza fisica. Questa dipendenza può portare a un astinenza difficile se la persona sceglie di smettere di prendere i farmaci.

                      Per saperne di più sull’astinenza da benzodiazepine clicca qui.

                      Barbiturici

                      Barbiturici sono un gruppo di farmaci che hanno effetti calmanti sul corpo.

                      Dato che i barbiturici lavorano nel corpo in modo molto simile alle benzodiazepine, il rischio di dipendenza fisica è ancora presente. Alcune ricerche suggeriscono che l’uso di barbiturici alto potenziale per la dipendenza fisica.

                      Droghe illecite

                      Anche se è molto più raro, alcune persone possono sperimentare dipendenza fisica, senza soddisfare i criteri di dipendenza, da alcune droghe illecite. Questi includono cocaina, metanfetamina e ketamina.

                      Trattamento

                      La dipendenza fisica non richiede necessariamente un trattamento. Per esempio, se una persona ha bisogno di prendere oppioidi a lungo termine, i medici non raccomandano un trattamento per la dipendenza da oppioidi.

                      Infatti, la maggior parte delle persone può gestire la propria dipendenza fisica in un ambiente ambulatoriale con una semplice e lenta riduzione di quella sostanza piuttosto che interromperla bruscamente.

                      Quando qualcuno ha un SUD, tuttavia, può ricevere un trattamento. A seconda della sostanza, l’individuo può richiedere la disintossicazione come primo passo nel suo piano di trattamento.

                      Ricevere un trattamento per i SUD può includere l’assunzione di farmaci per frenare il desiderio di sostanze e diminuire i sintomi di astinenza. Tuttavia, può includere anche altri aspetti, come la sottoposizione a terapia psicosociale.

                      In casi estremi di astinenza, intossicazione o overdose, una persona può anche richiedere cure di emergenza prima di ricevere un trattamento per SUD.

                      Quando chiedere aiuto

                      Una persona dovrebbe contattare un medico se crede di avere una dipendenza fisica dal farmaco o pensa che potrebbe svilupparne una. Le persone con SUD dovrebbero anche contattare un medico. Hanno lo stesso diritto al trattamento e alle cure di una persona con qualsiasi altra condizione di salute.

                      I medici lavoreranno con le persone per trovare un trattamento che funzioni per loro e che riduca le possibilità di ricaduta, nel caso dei SUD.

                      I medici possono anche indirizzare le persone a centri di riabilitazione. Questi centri, spesso in regime di ricovero, sono specializzati nel trattamento dei SUD. Tuttavia, non possono aiutare con la dipendenza fisica.

                      Sommario

                      La dipendenza fisica è una condizione medica separata dalla dipendenza. Quando si interrompe bruscamente una sostanza, una persona può sperimentare sintomi avversi di astinenza, come confusione, allucinazioni e convulsioni.

                      Le persone non devono necessariamente cercare un trattamento per la dipendenza fisica. Nella maggior parte dei casi, le persone possono gestire la loro dipendenza fisica con una lenta diminuzione della droga invece di interromperla bruscamente.
                      Mischiare cocaina e alcol: effetti collaterali e precauzioni

                      La cocaina e l’alcol possono produrre effetti collaterali pericolosi quando le persone li combinano. In alcuni casi, gli effetti della cocaina e dell’alcol possono causare complicazioni pericolose per la vita.

                      In questo articolo, esaminiamo gli effetti della combinazione cocaina e alcol. Spieghiamo anche quali precauzioni prendere e le opzioni di trattamento.

                      Cos’è la cocaina?

                      Cocaina è un potente stimolante che influisce sulla sistema nervoso centrale. La polvere di cocaina deriva dalle foglie della pianta di coca del Sud America. È una droga che crea forte dipendenza, e il suo uso ricreativo è illegale negli Stati Uniti.

                      Le persone possono assumere cocaina in diverse forme:

                        I trafficanti possono anche mescolare la cocaina con altri additivi, come farina, talco o altre droghe. Le persone possono sniffare, fumare o iniettare cocaina.

                        Effetti della cocaina

                        Gli effetti collaterali della cocaina possono includono:

                          Effetti dell’alcol

                          Gli effetti collaterali dell’alcol possono includono:

                            Perché le persone prendono sia

                            Secondo l’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (OEDT), 23% delle persone che hanno ricevuto un trattamento per la dipendenza da cocaina in polvere nel 2017 stavano ricevendo anche un trattamento per un disturbo da uso di alcol.

                            Questo co-uso può essere dovuto alla credenza che la cocaina e l’alcol possono contrastare l’uno con l’altro gli effetti negativi. L’alcol è un depressore, il che significa che di solito ha gli effetti opposti a quelli di uno stimolante come la cocaina.

                            La gente associa inoltre entrambe le droghe alla festa e alla vita notturna. Se qualcuno assume cocaina in una situazione sociale in cui è presente l’alcol, o viceversa, può consumare entrambi.

                            La cocaina e l’alcool possono portare a una maggiore impulsività e a un abbassamento delle inibizioni, il che può aumentare l’assunzione di rischi. La combinazione di cocaina e alcol può anche indurre le persone ad assumere più di una o entrambe le droghe, il che può portare a un’overdose.

                            Cosa succede quando si combinano

                            L’alcol e la cocaina possono causare da soli pericolosi rischi per la salute. Tuttavia, combinare la cocaina con l’alcol può aumentare i rischi per la salute, in quanto hanno una tossicità maggiore quando le persone li prendono insieme.

                            Il fegato elabora, o metabolizza, tutte le sostanze tossiche che si accumulano nel sangue. Il corpo può poi eliminare questi prodotti di scarto, di solito attraverso l’urina.

                            Ricerca suggerisce che l’alcol interrompe il metabolismo della cocaina, portando alla produzione di cocaetilene, una sostanza che può essere 30% più tossico della cocaina.

                            Anche l’alcol rallenta il processo di eliminazione, il che significa che il fegato non è in grado di espellere tutto il cocaetilene, lasciando circa 20% rimanendo nel fegato. Un ulteriore consumo di alcol può causare il passaggio di cocaetilene nel flusso sanguigno, danneggiando i tessuti e gli organi.

                            Gravi effetti collaterali e rischi di entrambi

                            La combinazione di cocaina e alcol aumenta il rischio di effetti gravi rispetto all’uso dell’uno o dell’altro. Mescolare la cocaina con l’alcol può produrre effetti collaterali gravi e talvolta fatali, come:

                              Quanto tempo rimane nel sistema

                              Il tempo che la cocaina rimane nel sistema può dipendere dalla quantità di droga che le persone prendono. La cocaina può apparire nei test delle urine fino a 3 giorni dopo averla assunta, ma per un consumatore pesante, il test può essere positivo anche per 2 settimane.

                              La cocaina può comparire in un esame del sangue o della saliva fino a 2 giorni e mostrare in un test dei capelli per mesi o addirittura anni dopo l’uso iniziale.

                              Alcool rallenta il processo di eliminazione, per cui può essere necessario più tempo perché la cocaina lasci il corpo quando una persona la prende insieme all’alcol.

                              Dopo il consumo, l’alcol può mostrare fino a 6 ore in un esame del sangue, 24 ore in un esame delle urine o della saliva e 90 giorni in un esame dei capelli.

                              Precauzioni

                              Tutto l’uso di droghe comporta dei rischi. Prendere alcune precauzioni può aiutare a ridurre il rischio degli effetti della cocaina e dell’alcol. I seguenti passi di riduzione del danno possono aiutare:

                                Se le persone vogliono smettere di assumere cocaina e alcol, è meglio sottoporsi a una disintossicazione con supervisione medica. Fare questo può aiutare a prevenire sintomi di astinenza potenzialmente pericolosi.

                                Legalità

                                In U.S., l’alcol è legale per le persone di età superiore ai 21 anni. La cocaina è legale per alcuni trattamenti medici specifici ma illegale per uso ricreativo.

                                In U.S., 45 stati ora hanno leggi del Buon Samaritano, che proteggono i consumatori di droga e i testimoni dalla persecuzione in caso di overdose. Questa legge può permettere ai soccorritori di raggiungere le persone più velocemente e salvare vite.

                                Trattamento

                                Se le persone hanno un’overdose di cocaina e alcol, avranno bisogno di cure mediche immediate. Il trattamento per un’overdose può includere:

                                  Il trattamento per la dipendenza da cocaina e alcol può comportare una disintossicazione medica. Questo processo, che avviene sotto controllo medico, elimina la cocaina e l’alcol dal corpo.

                                  Gli operatori sanitari monitoreranno la persona 24-7 per ridurre il rischio di gravi sintomi di astinenza e aiutarla a rimanere il più confortevole possibile. Il personale medico può anche occuparsi di qualsiasi problema fisico o salute mentale condizioni che si presentano.

                                  Le persone possono seguire una disintossicazione medica con un trattamento per dipendenza. Trattamento terapeutico, come terapia cognitivo-comportamentale, può aiutare le persone a imparare nuovi comportamenti e strategie di coping per aiutarle nell’astinenza a lungo termine.

                                  Quando chiedere aiuto

                                  Se una persona sospetta che qualcuno abbia preso un’overdose di cocaina e alcol, dovrà contattare immediatamente un medico. Dovrebbero rimanere con la persona fino all’arrivo dell’aiuto medico.

                                  Chiunque abbia o conosca qualcuno che ha una dipendenza da droghe può considerare di contattare una rete di supporto.

                                  Prospettiva

                                  La combinazione di cocaina e alcol può causare gravi complicazioni di salute mentale e fisica a lungo termine. In alcuni casi, un’overdose di uno o entrambi può essere fatale.

                                  Il recupero dipenderà dalla frequenza e dalla gravità dell’uso di cocaina e alcol e dalla salute generale della persona.

                                  Le persone possono guarire dai disturbi da uso di cocaina e alcol, e il trattamento può aiutarle ad astenersi dall’uso futuro di queste droghe.

                                  Riassunto

                                  Prendere cocaina e alcol insieme produce effetti collaterali molto più pericolosi che prendere solo uno o l’altro.

                                  La combinazione di cocaina e alcol crea cocaetilene, che è una sostanza altamente tossica che può causare complicazioni pericolose per la vita. In alcuni casi, può causare la morte improvvisa.

                                  Se le persone hanno gravi effetti collaterali da cocaina, alcol o entrambi, o hanno preso un’overdose, avranno bisogno di un trattamento medico immediato.

                                  Le persone possono ricevere aiuto e trattamento per il disturbo da uso di alcol e droghe contattando una linea di assistenza per droghe e alcol o una rete di supporto.
                                  La birra è salutare? Quanto si dovrebbe bere? Cosa sapere

                                  La birra può avere alcuni benefici per la salute, come diminuire il rischio di malattie cardiache e osteoporosi. Tuttavia, il consumo pesante o eccessivo di birra può portare a condizioni come il cancro, malattie del fegato e malattie cardiovascolari.

                                  I produttori fanno la birra facendo fermentare amidi, di solito orzo maltato, con il lievito. Il processo di produzione della birra moderna prevede l’utilizzo di luppolo e altri agenti aromatizzanti e contiene tipicamente circa 3.5-10% alcool.

                                  Mentre la birra può avere alcuni benefici per la salute, può anche influenzare negativamente la salute mentale e fisica di una persona. Inoltre, mentre questa bevanda contiene un certo valore nutrizionale, non è adatta come alternativa a una dieta nutriente ed equilibrata.

                                  Leggi questo articolo per saperne di più sulle informazioni nutrizionali della birra, i benefici e gli effetti collaterali del bere birra, e la quantità raccomandata che una persona dovrebbe bere.

                                  Informazioni nutrizionali

                                  Anche se la gente vede la birra come una bevanda con poco valore nutrizionale, essa contiene vari nutrienti.

                                  I minerali contenuti nella birra includono tipicamente:

                                    Le vitamine contenute nella birra di solito includono:

                                      La birra contiene anche i seguenti aminoacidi:

                                        Benefici del bere birra

                                        Nonostante la sua reputazione, il consumo di birra da leggero a moderato può avere effetti positivi sulla salute. Può anche ridurre il rischio di alcune malattie.

                                        Malattie cardiache

                                        Alcune ricerche suggeriscono che bere birra può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache.

                                        Un recente articolo di revisione dal 2020 conclude che le persone che consumano birra in quantità moderate hanno un più alto colesterolo lipoproteico ad alta densità – o colesterolo “buono”, una migliore elasticità vascolare e più alti livelli di apolipoproteina A1.

                                        Un altro articolo di revisione del 2016 ha scoperto che un consumo di birra da basso a moderato, definito come fino a 1 drink al giorno per le donne e fino a 2 drink al giorno per gli uomini, diminuisce il rischio di malattie cardiovascolari.

                                        I ricercatori di entrambi gli studi hanno definito come quantità da bassa a moderata fino a una lattina di 330 millilitri di birra contenente circa il 5% di alcol al giorno per le donne e fino a due lattine per gli uomini.

                                        malattia neurodegenerativa

                                        Lo stesso articolo di revisione ha trovato che il consumo di birra da basso a moderato ha diminuito il rischio di malattie neurodegenerative.

                                        Un altro revisione dal 2019 sostiene che il consumo moderato di birra può contribuire a diminuire il rischio di sviluppare malattie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer.

                                        Controllo dello zucchero nel sangue

                                        Alcuni studi mostrano come un consumo di alcol da basso a moderato possa aiutare a controllare livelli di zucchero nel sangue, un problema per molti adulti.

                                        Per esempio, un Studio del 2018 conclude che il consumo di alcol da basso a moderato ha associazioni con migliori livelli di zucchero nel sangue e un rischio ridotto di sviluppare il diabete di tipo 2.

                                        Un altro studio del 2019 conclude che il consumo moderato di alcol può diminuire il rischio di sviluppare la demenza.

                                        Osteoporosi

                                        L’osteoporosi fa sì che le ossa diventino fragili e più suscettibili alle rotture. Il rischio di questa malattia aumenta con l’età.

                                        Alcune ricerche suggeriscono che un consumo moderato di alcol può aiutare a diminuire il rischio di osteoporosi.

                                        Per esempio, un Studio del 2019 ha scoperto che le donne in postmenopausa della Corea del Sud che bevevano 2-3 volte a settimana avevano una densità ossea maggiore rispetto alle donne sudcoreane in postmenopausa che non bevevano.

                                        Tuttavia, è importante notare che per ottenere uno qualsiasi dei potenziali effetti collaterali positivi del bere birra o alcol, le persone devono farlo in modo responsabile. Questo significa bere quantità da basse a moderate e non impegnarsi in un consumo eccessivo.

                                        Effetti collaterali e complicazioni

                                        Anche se bere birra può avere alcuni risultati positivi per la salute, questo sembra rilevante solo quando le persone bevono la bevanda in quantità leggere o moderate.

                                        Bere pesantemente o eccessivamente può portare a conseguenze negative per la salute, tra cui:

                                          Le persone che bevono quantità eccessive di alcol possono anche essere più probabile impegnarsi in un comportamento rischioso, che potenzialmente può portare a gravi danni fisici o alla morte.

                                          Quantità raccomandata

                                          Il 2020-2025 Linee guida dietetiche per gli americanisuggeriscono di consumare una quantità moderata di alcol. Gli autori definiscono questo come 1 drink per le donne e 1 drink per gli uomini. Nella birra, un drink consiste in 12 once di questa bevanda.

                                          Bere più delle linee guida raccomandate può portare a risultati negativi per la salute.

                                          Le persone dovrebbero bere birra?

                                          Le raccomandazioni sul bere birra sembrano essere inconcludenti. Tuttavia, sembra che le persone possano consumare birra in modo sicuro, purché non lo facciano eccessivamente. Gli individui dovrebbero cercare di non bere più della quantità raccomandata.

                                          Anche se la birra contiene una varietà di nutrienti, le persone non dovrebbero rivolgersi alla birra per il suo valore nutrizionale. Mangiare una dieta piena di frutta, verdura, cereali integrali e proteine magre dovrebbe essere una priorità.

                                          Riassunto

                                          La birra è una bevanda fermentata che le persone hanno consumato per anni.

                                          Una quantità da leggera a moderata di birra può aiutare a diminuire il rischio di malattie come le malattie cardiache, le malattie neurodegenerative e il diabete di tipo 2.

                                          Mentre sembra esserci qualche beneficio nel bere birra, non è una bevanda che gli individui dovrebbero consumare eccessivamente. Il bere pesante o eccessivo può portare a numerosi effetti negativi sulla salute.

                                          La birra contiene molti nutrienti, ma le persone non dovrebbero consumarla come un modo per aumentare l’assunzione di nutrienti. Invece, dovrebbero concentrarsi sul seguire uno stile di vita sano che include un regolare esercizio fisico e una dieta ricca di frutta, verdura, cereali integrali e proteine magre.
                                          Dipendenza da Adderall: Segni, cause, trattamento e altro

                                          Adderall è un tipo di farmaco da prescrizione usato per trattare il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) e la narcolessia. Se abusato, tuttavia, il rischio di dipendenza da Adderall aumenta.

                                          Adderall è un stimolante da prescrizione che contiene anfetamina e destroanfetamina. Entrambi i composti agiscono per stimolare il sistema nervoso centrale (CNS).

                                          Insieme, aumentano l’attività del SNC nelle persone senza ADHD aumentando la dopamina. Nelle persone con ADHD, la dopamina nel loro cervello viene rimossa troppo rapidamente, il che causa i loro sintomi. Pertanto, Adderall ha un effetto stabilizzante in persone con ADHD piuttosto che uno stimolante.

                                          Come con alcuni altri farmaci, Adderall può cambiare la chimica del cervello nel tempo come il cervello si abitua ad esso. Anche se può aiutare con ADHD, è incline all’abuso. Questo può portare alla dipendenza.

                                          L’articolo qui sotto esamina la dipendenza da Adderall, compresi i segni di dipendenza, che sono più a rischio, e il trattamento.

                                          Cosa causa la dipendenza da Adderall?

                                          La dipendenza da Adderall può verificarsi a causa delle qualità stimolanti del farmaco. Adderall si lega a recettori della dopamina e della noradrenalina nel cervello. Aumenta le sostanze chimiche nel cervello che promuovono la concentrazione e una sensazione di benessere.

                                          Alcune persone abusano Adderall per elevare il loro umore e aiutare con le prestazioni di studio. Gli individui che assumono frequentemente Adderall possono abituarsi allo sballo dopamina livelli.

                                          Quando questo accade, il cervello percepisce un brusco cambiamento nell’uso di Adderall, il che significa che se una persona smette di prendere o riduce la sua dose, può sperimentare sintomi di astinenza. Questo è noto come dipendenza, che è diverso dalla dipendenza.

                                          Una volta che qualcuno costruisce una tolleranza all’Adderall, potrebbe aver bisogno di una dose più alta per sentire gli effetti desiderati. A causa della natura stimolante “feel good” del farmaco e la possibilità di astinenza quando smesso, dipendenza Adderall può sviluppare.

                                          Secondo il Fondazione Hazelden Betty Ford, Adderall è uno dei farmaci più comunemente prescritti negli Stati Uniti. È anche uno dei farmaci da prescrizione più frequentemente abusati.

                                          Segni e sintomi della dipendenza da Adderall

                                          Sintomi dell’uso di Adderall

                                          I segni e i sintomi dell’uso di Adderall può variare a seconda della persona. I seguenti segni sono tipicamente visti in qualcuno senza ADHD, anche se non sono necessariamente in una persona con una dipendenza:

                                            Sintomi della dipendenza da Adderall

                                            I segni della dipendenza da Adderall possono anche variare a seconda dell’individuo.

                                            Secondo il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5), i criteri diagnostici per una dipendenza da stimolanti includono:

                                            Una persona che abusa di Adderall dovrebbe in genere sperimentare due o più sintomi per essere diagnosticato con una dipendenza.

                                            Sintomi da astinenza

                                            Se una persona cerca di smettere di abusare di Adderall, può sviluppare sintomi di astinenza, come:

                                              Dipendenza da Adderall vs. dipendenza

                                              L’assuefazione e la dipendenza sono condizioni separate per ogni sostanza, e l’Adderall non fa eccezione.

                                              La dipendenza comporta che il corpo di una persona si abitui al farmaco. Quando una persona diventa dipendente da una droga o un farmaco, il suo corpo funziona in modo sub-ottimale senza di esso.

                                              Tuttavia, la dipendenza comporta l’uso compulsivo di droga. Un individuo può capire che l’uso della droga ha dei rischi, eppure continua a cercare la droga per “sballarsi” o per evitare i sintomi dell’astinenza.

                                              Per saperne di più sui comportamenti di dipendenza, clicca qui.

                                              Quanto è probabile diventare dipendenti da Adderall?

                                              Adderall comporta un rischio maggiore di abuso a causa dell’effetto che ha sulle sostanze chimiche del cervello. La probabilità di dipendenza aumenta quando Adderall è usato senza prescrizione o oltre la raccomandazione di un prescrittore.

                                              Il FDA classifica l’Adderall come una sostanza controllata della Tabella II. I farmaci della Tabella II hanno un alto potenziale di portare alla dipendenza fisiologica e fisica.

                                              Secondo il Centro nazionale per le statistiche sull’abuso di droga (NCDAS), Adderall è lo stimolante più popolare per l’automedicazione.

                                              Il Istituto Nazionale sull’Abuso di Droga (NIDA) afferma che circa il 5.1 milione di persone sopra i 12 anni ha riferito di aver abusato di stimolanti su prescrizione, come l’Adderall, nel 2020.

                                              Fattori di rischio per la dipendenza da Adderall

                                              Chiunque può sviluppare una dipendenza da Adderall. Il rischio di dipendenza può aumentare se una persona prende più della loro dose prescritta del farmaco. In genere, la dosaggio di Adderall per ADHD varia da 5 a 40 milligrammi al giorno.

                                              Secondo i NIDA, ulteriori rischi per sviluppare una dipendenza da Adderall includono:

                                                Di solito, le persone che sviluppano una dipendenza da Adderall lo prendono inizialmente per aiutare la concentrazione, la concentrazione o la perdita di peso. Le persone con un rischio maggiore di abusare di Adderall per i suddetti scopi includono:

                                                  Secondo il NCDAS, circa 19% delle persone che usano gli stimolanti riferiscono di usarli per aiutare negli studi scolastici.

                                                  Effetti collaterali di Adderall

                                                  Gli effetti collaterali a breve termine dell’uso di uno stimolante come l’Adderall possono includono:

                                                    Il rischio di effetti collaterali aumenta quando una persona usa Adderall oltre la dose prescritta o lo prende senza prescrizione.

                                                    A dosi elevate, gli stimolanti da prescrizione possono causare:

                                                      Gli effetti collaterali psicologici dell’abuso ripetuto di stimolanti su prescrizione possono includere psicosi, rabbia, e paranoia.

                                                      Diagnosi della dipendenza da Adderall

                                                      Per diagnosticare la dipendenza da Adderall, un operatore sanitario valuta la storia medica di una persona e le chiederà del suo uso di Adderall. Questo include informazioni sul dosaggio ed eventuali sintomi di astinenza sperimentati.

                                                      Un medico può anche eseguire un esame fisico per verificare la presenza di segni di uso di Adderall, come l’aumento della frequenza cardiaca o della pressione sanguigna.

                                                      Molti professionisti della salute mentale usano i criteri del DSM-5 per diagnosticare la dipendenza.

                                                      Trattamento per la dipendenza da Adderall

                                                      Il trattamento per la dipendenza da Adderall può comportare alcune fasi.

                                                      Per esempio, alcune persone hanno bisogno di disintossicarsi dall’Adderall presso una struttura o un ospedale. Il processo di disintossicazione aiuta l’individuo a smettere di assumere il farmaco e a gestire gli effetti dell’astinenza. Aiuta anche a rompere la dipendenza fisica.

                                                      Dopo la disintossicazione, un programma per rimanere fuori Adderall è utile. I programmi di trattamento disponibili includono strutture di ricovero e programmi ambulatoriali.

                                                      Ad una persona possono essere prescritti farmaci per trattare i sintomi a breve termine dell’astinenza e le voglie a lungo termine. Tuttavia, attualmente non ci sono farmaci approvati dalla FDA per questi scopi.

                                                      Diversi tipi di terapia e la consulenza può aiutare durante un programma di trattamento, tra cui:

                                                        La prognosi per qualcuno con una dipendenza da Adderall che cerca il trattamento è buona. Tuttavia, ottenere il supporto necessario è essenziale.

                                                        Una persona può trovare una struttura di trattamento per l’abuso di sostanze vicino a lei attraverso FindTreatment.gov. Il sito web offre anche informazioni sulle opzioni di trattamento e sui costi.

                                                        Le prospettive per una persona con dipendenza da Adderall dipendono da vari fattori, come il tempo in cui si abusa del farmaco, la disponibilità del trattamento e gli obiettivi del trattamento.

                                                        Prospettiva

                                                        Più a lungo una persona abusa del farmaco, più grave e resistente al trattamento diventa la dipendenza. Tuttavia, ottenere supporto aumenta le possibilità di successo.

                                                        Le opzioni di trattamento sono disponibili. Per esempio, con l’aiuto di uno specialista di dipendenza, i sintomi di astinenza sono gestibili.

                                                        Dopo un programma di disintossicazione, i programmi di abuso di sostanze e la terapia possono anche aiutare. Molte persone hanno un esito positivo e un recupero a lungo termine dalla dipendenza da Adderall.

                                                        Lascia un commento