Diarrea da stress: Cause, sintomi e trattamenti

Lo stress è una naturale reazione corporea alla pressione o a una minaccia percepita. Un po’ di stress può essere una buona cosa, in quanto può aiutare a motivare una persona, a focalizzare la mente e a migliorare le prestazioni. Tuttavia, lo stress eccessivo o cronico può influenzare la salute psicologica e fisica di una persona.

Lo stress può causare una vasta gamma di sintomi, compresi i problemi gastrointestinali, come diarrea.

In questo articolo, delineiamo le cause e i sintomi della diarrea indotta dallo stress. Forniamo anche consigli su come trattare la diarrea e gestire lo stress che può causarla.

Sintomi

La diarrea è il termine medico per feci allentate e acquose. È un sintomo di un problema sottostante piuttosto che una malattia in sé.

Alcuni sintomi che possono accompagnare la diarrea includono:

    La diarrea può essere acuta o cronica. La diarrea acuta dura solo 1-2 giorni, mentre la diarrea cronica continua per 4 o più settimane. Le persone che sperimentano la diarrea cronica dovrebbero consultare un medico per cercare di determinare la causa sottostante.

    Cause

    La maggior parte delle persone sperimenterà la diarrea ad un certo punto della loro vita. Alcune potenziali cause di diarrea includono:

      Cause della diarrea indotta dallo stress

      Stress e ansia può avere un effetto significativo sulla salute del tratto gastrointestinale di una persona.

      Il corpo umano ha una risposta fisica naturale alle minacce percepite nell’ambiente. Quando il cervello rileva una minaccia, rilascia un’esplosione di ormoni che aumentano la frequenza cardiaca e aumentano pressione sanguigna. Le persone si riferiscono a questo processo come la risposta “lotta o fuga”.

      Il cervello invia anche segnali di stress all’intestino attraverso il sistema nervoso simpatico, che crea la caratteristica sensazione di farfalle nello stomaco.

      L’intestino risponde a questi segnali rilasciando i propri ormoni. Questi ormoni rallentano i movimenti nello stomaco e nell’intestino tenue, mentre accelerano i movimenti nell’intestino crasso. Il corpo lo fa per espellere le tossine dannose, ma il risultato di questo processo è la diarrea.

      Se lo stress è la causa della diarrea, una persona può sperimentare uno o più dei seguenti sintomi:

        Trattamento e gestione

        Una persona che sperimenta la diarrea indotta dallo stress dovrà trattare i sintomi fisici oltre a gestire lo stress che li ha scatenati.

        Trattare la diarrea

        La maggior parte Gli episodi di diarrea durano solo pochi giorni e non richiedono un trattamento medico. Tuttavia, i passi qui sotto possono aiutare ad alleviare la diarrea e i suoi sintomi associati, aiutando il recupero di una persona.

          Sono disponibili farmaci da banco per ridurre la frequenza dei movimenti intestinali nelle prime fasi della diarrea. Questi farmaci non sono adatti a neonati e bambini piccoli.

          Gestire lo stress

          Lo stress cronico può causare gravi problemi di salute. Tuttavia, ci sono molti modi per gestire lo stress e costruire la resilienza ai fattori scatenanti che lo causano. Le persone possono spesso farlo da:

            Quando consultare un medico

            La maggior parte degli episodi di diarrea sono relativamente innocui. Tuttavia, la diarrea grave o persistente può talvolta indicare un problema medico sottostante. Le persone dovrebbero visitare un medico se sperimentano uno dei seguenti sintomi:

              Le persone dovrebbero anche visitare un medico se usano farmaci e sono preoccupate che la diarrea impedisca loro di funzionare correttamente.

              La diarrea indotta dallo stress in genere si attenua una volta che l’evento stressante è passato. Tuttavia, una persona dovrebbe vedere un medico se sperimenta attacchi prolungati o ripetuti di stress o di stress indotto diarrea. Un medico può raccomandare cambiamenti nello stile di vita, terapie parlanti o farmaci per aiutare a gestire lo stress o l’ansia.

              Riassunto

              Lo stress è una normale reazione corporea alla pressione o alle minacce percepite. Tuttavia, può influenzare vari aspetti della salute di una persona, compresa la sua digestione.

              La diarrea indotta dallo stress di solito migliora subito dopo che l’evento stressante che l’ha scatenata è passato. Tuttavia, una persona dovrebbe vedere un medico se sperimenta attacchi prolungati o ripetuti di stress o diarrea indotta da stress.

              Un medico può raccomandare cambiamenti nello stile di vita, terapie parlanti o farmaci per gestire lo stress e prevenire i sintomi fisici, compresa la diarrea.
              Ansia e nausea: Qual è il legame?

              I problemi di stomaco, come nausea e diarrea, sono tra i sintomi più comuni dello stress e dell’ansia.

              Ansia è una normale risposta corporea alla minaccia o al pericolo. Tuttavia, per alcune persone, l’ansia può essere frequente e travolgente.

              In questo articolo, spieghiamo cos’è l’ansia e come può causare la nausea. Offriamo anche alcune semplici strategie di coping che le persone con ansia possono provare, e spieghiamo quando cercare aiuto medico.

              L’ansia può causare nausea e come?

              L’ansia è una sensazione di paura, terrore o disagio che può verificarsi in risposta a stress o pericolo percepito.

              Quando una persona è ansiosa, il suo cervello rilascia sostanze chimiche chiamate neurotrasmettitori, che mettono il corpo in un elevato stato di allerta. Questo processo prepara il corpo a “combattere o fuggire” in risposta a una minaccia percepita.

              Alcuni dei neurotrasmettitori entrano nel tratto digestivo dove possono sconvolgere il microbioma intestinale – il delicato equilibrio di microrganismi che vivono all’interno dell’intestino. Gli squilibri nel microbioma intestinale possono provocare nausea.

              Altri possibili sintomi gastrointestinali dell’ansia sono:

                I sintomi dell’ansia che non riguardano l’intestino includono:

                  Disturbi d’ansia che possono causare nausea

                  Un certo livello di ansia è una risposta normale all’incertezza e al pericolo. Tuttavia, alcune persone sperimentano l’ansia così frequentemente che interferisce con la loro vita quotidiana. Le persone con questo tipo di ansia possono avere un disturbo d’ansia.

                  Ci sono molti tipi diversi di disturbo d’ansia, ognuno dei quali può causare nausea e altri sintomi gastrointestinali.

                  Alcuni esempi includono:

                  Disturbo d’ansia generalizzato: Preoccupazione intensa per gli aspetti quotidiani della vita, come la salute, la sicurezza o il denaro, che dura per 6 mesi o più.

                  Fobia: Una paura irrazionale di una specifica cosa o situazione, come i ragni o l’essere in spazi chiusi.

                  Ansia sociale: Una sensazione travolgente di autocoscienza durante le situazioni sociali. La sensazione che le persone stiano guardando o giudicando può peggiorare i sintomi.

                  Disturbo da stress post-traumatico (PTSD): Un disturbo d’ansia che può svilupparsi dopo un’esperienza traumatica. La persona può sperimentare sogni vividi, flashback o ricordi tormentati. Altri sintomi possono includere:

                    Disturbo ossessivo-compulsivo (OCD): Un disturbo che comporta pensieri ossessivi e atti compulsivi. Uno degli esempi più comuni di OCD è la paura della contaminazione, che spesso porta al lavaggio ripetitivo delle mani.

                    Disturbo da attacchi di panico: Sentimenti frequenti e non provocati di terrore o di sventura imminente. Altri sintomi tendono ad includere:

                      Trattamenti e metodi di coping

                      Nella maggior parte dei casi, l’ansia non è una causa per la preoccupazione perché è parte della risposta naturale del corpo allo sforzo, alla minaccia, o al pericolo.

                      Il Associazione Ansia e Depressione d’America (ADAA) offrono diversi consigli per gestire lo stress e l’ansia di tutti i giorni. Questi includono:

                        L’ADAA raccomanda che le persone che sperimentano un episodio di ansia provino a fare respiri lenti e profondi dentro e fuori, così come contare lentamente fino a dieci e ripetere questo come necessario.

                        Alcune persone che sperimentano l’ansia trovano utile capire i loro trigger specifici. I fattori scatenanti sono situazioni o eventi che possono provocare episodi di ansia.

                        Chiunque abbia la sensazione che l’ansia interferisca con la sua vita quotidiana dovrebbe parlare con un medico. Sono disponibili diversi trattamenti. Nella maggior parte dei casi, un medico prescriverà una combinazione di terapie parlanti e farmaci.

                        Terapie parlanti

                        Le terapie parlanti possono aiutare le persone a far fronte a un disturbo d’ansia. Gli esempi includono:

                        Terapia cognitiva comportamentale (CBT)

                        L’obiettivo di CBT è quello di cambiare i modelli di pensiero non utili. Durante la CBT, un terapeuta aiuta la persona a identificare i pensieri che la rendono ansiosa. La persona impara poi strategie per reagire ai pensieri in modo più positivo e costruttivo.

                        Psicoterapia psicodinamica

                        Questo tipo di terapia cerca di affrontare la causa dell’ansia di una persona attraverso l’auto-riflessione e l’auto-esame. Può essere utile per l’ansia derivante da un’esperienza traumatica o da un conflitto emotivo profondo.

                        Farmaci

                        In alcuni casi, un medico può raccomandare dei farmaci. I farmaci tendono ad essere particolarmente utili quando una persona li usa in combinazione con le terapie parlanti.

                        I farmaci che i medici prescrivono più comunemente per l’ansia sono:

                        Farmaci ansiolitici

                        Benzodiazepine, che includono clonazepam (Klonopin) e alprazolam (Xanax), alleviano l’ansia. Tuttavia, poiché c’è un alto rischio di dipendenza fisica, i medici generalmente li raccomandano solo per un uso a breve termine.

                        A volte possono prescrivere il farmaco buspirone (Buspar) per un sollievo dall’ansia a lungo termine.

                        Antidepressivi

                        I medici spesso prescrivono antidepressivi, come la sertralina (Zoloft), per il trattamento a lungo termine del disturbo di panico e dell’ansia generalizzata.

                        Beta-bloccanti

                        Beta-bloccanti trattano l’ansia rallentando il ritmo cardiaco e riducendo pressione sanguigna. I medici di solito li prescrivono per prevedibili, improvvisi attacchi di ansia, come la paura del palcoscenico.

                        Riassunto

                        L’ansia è una risposta naturale al pericolo o alla minaccia. Accade quando il cervello rilascia neurotrasmettitori per preparare il corpo alla lotta o alla fuga.

                        Quando alcuni di questi neurotrasmettitori entrano nel tratto digestivo, sconvolgono il microbioma intestinale e questo può causare sintomi gastrici che includono la nausea.

                        Per la maggior parte delle persone, l’ansia non è nulla di cui preoccuparsi, in quanto è una normale risposta corporea allo stress. Ci sono molte tecniche che le persone possono usare per gestire lo stress e l’ansia nella loro vita quotidiana.

                        A volte, sensazioni frequenti di ansia possono indicare un disturbo d’ansia. Una persona dovrebbe vedere un medico se l’ansia sta interferendo con la sua vita quotidiana.

                        Lascia un commento