Disturbo bipolare: Cause, sintomi, tipi e trattamento

Una persona con disturbo bipolare sperimenterà cambiamenti di umore, energia e livelli di attività che possono rendere difficile la vita quotidiana.

Il disturbo bipolare può causare gravi disturbi alla vita di una persona, ma l’impatto varia da individuo a individuo. Con un trattamento e un sostegno adeguati, molte persone con questa condizione vivono una vita piena e produttiva.

Secondo la Alleanza Nazionale per le Malattie Mentali (NAMI), Il disturbo bipolare colpisce oltre 10 milioni di persone negli Stati Uniti o circa il 2.8% della popolazione.

In media, una persona riceverà una diagnosi intorno ai 25 anni, ma i sintomi possono comparire durante l’adolescenza o più tardi nella vita. Colpisce ugualmente maschi e femmine.

Tabella dei contenuti

Cos’è il disturbo bipolare?

Il Istituto Nazionale di Salute Mentale descrivere i sintomi principali del disturbo bipolare come un’alternanza di episodi di alto e basso umore. I cambiamenti nei livelli di energia, nei modelli di sonno, nella capacità di concentrazione e in altre caratteristiche possono avere un impatto drammatico sul comportamento di una persona, sul lavoro, sulle relazioni e su altri aspetti della vita.

la maggior parte delle persone sperimenta cambiamenti d’umore in qualche momento, ma quelli legati al disturbo bipolare sono più intensi dei normali cambiamenti d’umore, e possono verificarsi altri sintomi. Alcune persone sperimentano la psicosi, che può includere deliri, allucinazioni e paranoia.

Tra un episodio e l’altro, l’umore della persona può essere stabile per mesi o anni, soprattutto se sta seguendo un piano di trattamento.

Il trattamento permette a molte persone con disturbo bipolare di lavorare, studiare e vivere una vita piena e produttiva. Tuttavia, quando il trattamento aiuta una persona a sentirsi meglio, può smettere di prendere i farmaci. Poi, i sintomi possono tornare.

Alcuni aspetti del disturbo bipolare possono far sentire bene una persona. Durante un umore elevato, possono scoprire di essere più socievoli, loquaci, e creativo.

Tuttavia, è improbabile che un umore elevato persista. Anche se lo fa, può essere difficile mantenere l’attenzione o seguire i piani. Questo può rendere difficile seguire un progetto fino alla fine.

Sintomi

Secondo l’Associazione internazionale bipolare, i sintomi variano tra gli individui. Per alcune persone, un episodio può durare per diversi mesi o anni. Altri possono sperimentare “alti” e “bassi” allo stesso tempo o in rapida successione.

Nel disturbo bipolare “a cicli rapidi”, la persona avrà quattro o più episodi in un anno.

Mania o ipomania

Ipomania e mania sono umori elevati. La mania è più intensa dell’ipomania.

I sintomi possono includono:

    Alcune persone con disturbo bipolare possono spendere molto denaro, usare droghe ricreative, consumare alcol e partecipare ad attività pericolose e inappropriate.

    Per saperne di più sulle differenze tra mania e ipomania, clicca qui.

    Quali sono i primi segni del disturbo bipolare nei bambini e negli adolescenti?

    Sintomi depressivi

    Durante un episodio di depressione bipolare, una persona può sperimentare:

      Nei casi più gravi, l’individuo può pensare di porre fine alla propria vita e può agire in base a questi pensieri.

      Prevenzione del suicidio

      Se conosci qualcuno a rischio immediato di autolesionismo, suicidio o di ferire un’altra persona:

        Se voi o qualcuno che conoscete sta avendo pensieri di suicidio, una hotline di prevenzione può aiutarvi. La National Suicide Prevention Lifeline è disponibile 24 ore al giorno al numero 800-273-8255. Durante una crisi, le persone con problemi di udito possono usare il loro servizio di relè preferito o comporre il 711 allora 800-273-8255.

        Clicca qui per ulteriori link e risorse locali.

        È un disturbo bipolare o una depressione? Per saperne di più.

        Psicosi

        Se un episodio “alto” o “basso” è molto intenso, la persona può sperimentare psicosi. Possono avere problemi a distinguere tra fantasia e realtà.

        Secondo il Fondazione Internazionale Bipolare, I sintomi della psicosi durante uno sballo includono allucinazioni, che comportano il sentire o vedere cose che non ci sono e deliri, che sono credenze false ma fortemente sentite. Una persona che sperimenta deliri può credere di essere famosa, avere connessioni sociali di alto livello o avere poteri speciali.

        Durante un episodio depressivo o “basso”, possono credere di aver commesso un crimine o di essere rovinati e senza soldi.

        È possibile gestire tutti questi sintomi con un trattamento appropriato.

        Il disturbo bipolare può anche influenzare la memoria. Per saperne di più qui.

        Tipi di disturbo bipolare

        Una persona può ricevere una diagnosi di uno dei tre grandi tipi di disturbo bipolare. Secondo NAMI, i sintomi si presentano su uno spettro, e la distinzione tra i tipi non è sempre chiara.

        Disturbo bipolare I

        Per una diagnosi di disturbo bipolare I:

          Disturbo bipolare II

          Disturbo bipolare II comporta periodi di ipomania, ma la depressione è spesso lo stato dominante.

          Per una diagnosi di disturbo bipolare II, una persona deve aver avuto:

            Una persona con ipomania può sentirsi bene e funzionare bene, ma il loro umore non sarà stabile, e c’è il rischio che segua la depressione.

            La gente a volte pensa al disturbo bipolare II come a una versione più lieve. Per molti, tuttavia, è semplicemente diverso. Come NAMI indicano che le persone con il disturbo bipolare II possono avere episodi di depressione più frequenti rispetto alle persone con il disturbo bipolare I.

            Ciclotimia

            Il Servizio Sanitario Nazionale (NHS) nel Regno Unito notano che la ciclotimia ha caratteristiche simili al disturbo bipolare, ma la Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, quinta edizione (DSM-5) lo classifica separatamente. Comporta ipomania e depressione, ma i cambiamenti sono meno intensi.

            Tuttavia, la ciclotimia può avere un impatto sulla vita quotidiana di una persona e un medico può fornire un trattamento.

            Per saperne di più sullo spettro bipolare.

            Diagnosi

            Un professionista medico diagnosticherà il disturbo bipolare utilizzando i criteri stabiliti nella DSM-5.

            Il National Institue of Mental Health (NIMH) spiega che per ricevere una diagnosi di disturbo bipolare I, una persona deve aver avuto sintomi per almeno 7 giorni, o meno se i sintomi sono abbastanza gravi da richiedere un ricovero. Possono anche aver avuto un episodio depressivo della durata di almeno 2 settimane.

            Per ricevere una diagnosi di bipolare II, una persona deve aver sperimentato almeno un ciclo di ipomania e depressione.

            Un medico può effettuare un esame fisico e alcuni test diagnostici, compresi gli esami del sangue e delle urine, per aiutare a escludere altre cause.

            Può essere impegnativo per un medico diagnosticare il disturbo bipolare, come le persone sono più propensi a cercare aiuto con un umore basso che un umore alto. Di conseguenza, può essere difficile per loro distinguerlo da depressione.

            Se la persona ha una psicosi, un medico può diagnosticare erroneamente la sua condizione come schizofrenia.

            Altre complicazioni che possono verificarsi con il disturbo bipolare sono:

              NIMH sollecitare gli operatori sanitari a cercare segni di mania nella storia della persona, per evitare diagnosi errate. Alcuni antidepressivi possono innescare la mania in persone suscettibili.

              Una persona che riceve una diagnosi di disturbo bipolare ha una diagnosi che dura tutta la vita. Possono godere di lunghi periodi di stabilità, ma vivranno sempre con questa condizione.

              Per saperne di più qui sul disturbo bipolare rispetto alla schizofrenia.

              Trattamento

              Il trattamento mira a stabilizzare l’umore della persona e a ridurre la gravità dei sintomi. L’obiettivo è quello di aiutare la persona a funzionare efficacemente nella vita quotidiana.

              Il trattamento prevede una combinazione di terapie, tra cui

                Può essere necessario del tempo per ottenere una diagnosi corretta e trovare un trattamento adatto, poiché gli individui reagiscono in modo diverso e i sintomi variano ampiamente.

                Gestire il disturbo bipolare durante la pandemia di COVID-19 può essere impegnativo. Ecco alcuni consigli su come affrontare.

                Trattamento farmacologico

                I trattamenti farmacologici possono aiutare a stabilizzare l’umore e a gestire i sintomi. Un medico spesso prescrivono una combinazione di:

                  Il medico può avere bisogno di regolare il farmaco nel tempo. Alcuni farmaci hanno effetti collaterali e possono influenzare gli individui in modo diverso. Se un individuo ha preoccupazioni circa il suo trattamento farmacologico, dovrebbe parlare con il proprio medico.

                  Una persona deve:

                    Se la persona interrompe il trattamento, i sintomi possono peggiorare.

                    Psicoterapia e consulenza

                    La psicoterapia può aiutare ad alleviare i sintomi e attrezzare una persona a gestire il disturbo bipolare.

                    Attraverso terapia cognitivo-comportamentale (CBT) e altri approcci, l’individuo può imparare a:

                      Questi passi possono aiutare una persona a mantenere relazioni positive a casa e al lavoro. Per i bambini e gli adolescenti con disturbo bipolare, il medico può raccomandare una terapia familiare.

                      Scopri di più sui trattamenti per la depressione bipolare.

                      Trattamento ospedaliero

                      Alcune persone possono aver bisogno di passare del tempo in ospedale se c’è il rischio che facciano del male a se stessi o agli altri.

                      Se altri trattamenti non hanno aiutato, un medico può prescrivere la terapia elettroconvulsivante (ECT).

                      Rimedi per lo stile di vita

                      Alcune scelte di stile di vita possono aiutare a mantenere un umore stabile e a gestire i sintomi. Includono:

                        Alcune persone usano integratori, ma è essenziale discuterne prima con un medico. Alcuni rimedi alternativi possono interagire con i farmaci utilizzati per il disturbo bipolare. Possono peggiorare i sintomi.

                        Trova qui alcuni consigli su come prendersi cura di un genitore con disturbo bipolare.

                        Cause

                        Il disturbo bipolare appare per risultare da una combinazione di fattori.

                        Fattori genetici: Il disturbo bipolare è più comune in coloro che hanno un membro della famiglia con questa condizione. Una serie di caratteristiche genetiche possono essere coinvolti.

                        Tratti biologici: La ricerca suggerisce che gli squilibri nei neurotrasmettitori o negli ormoni che influenzano il cervello possono giocare un ruolo.

                        Fattori ambientali: Gli eventi della vita, come l’abuso, l’infermità mentale stress, una “perdita significativa”, o un altro evento traumatico, può scatenare un episodio iniziale in una persona suscettibile.

                        Prospettive

                        Il disturbo bipolare è una condizione di salute mentale relativamente comune ma seria che comporta cambiamenti di umore, livelli di energia e attenzione, insieme ad altri sintomi.

                        Può sconvolgere gravemente la vita di una persona, ma il trattamento può migliorare drasticamente le prospettive.

                        Il trattamento potrebbe non eliminare del tutto i cambiamenti d’umore, ma lavorare a stretto contatto con un medico può rendere i sintomi più gestibili e massimizzare la qualità della vita.

                        .
                        Cos’è il disturbo bipolare II? Sintomi e trattamenti

                        Il disturbo bipolare II comporta periodi di depressione e periodi di umore elevato, chiamati ipomania. È come la mania ma meno estrema.

                        Tutte le forme di disturbo bipolare comportano cambiamenti nell’umore e nei livelli di energia e attività.

                        Il bipolar II provoca ipomania, un periodo in cui l’umore e il comportamento sono elevati al di là di ciò che la maggior parte delle persone sperimenta. In uno stato di ipomania, una persona può sentirsi euforica, eccitata o anche irritabile.

                        Il bipolare I causa la mania, un umore più gravemente elevato dell’ipomania.

                        Esperti ha introdotto il termine “disturbo bipolare II” nel 1994 per aiutare i medici a descrivere e trattare la condizione in modo più efficace.

                        Tuttavia, man mano che gli scienziati scoprono di più sulla condizione, alcuni hanno chiesto la fine della distinzione tra i tipi I e II. Essi sostengono che è più realistico vedere il disturbo bipolare come uno spettro con una gamma di sintomi, modelli e gravità.

                        Bipolare II vs. bipolare I

                        La principale differenza tra il bipolare I e II riguarda l’intensità dei periodi maniacali. Tuttavia, la distinzione non è chiara, secondo ricercatori.

                        Di seguito sono riportati i criteri diagnostici per entrambi i tipi di disturbo:

                        Bipolare I: Una persona avrà almeno uno episodio maniacale, con o senza un episodio di depressione. Un episodio maniacale può comportare psicosi, che può includere allucinazioni o deliri. Durante la mania, una persona può aver bisogno di cure ospedaliere.

                        Bipolare II: Una persona avrà almeno uno episodio depressivo e almeno un episodio di ipomania, che non comporta psicosi. La depressione è spesso l’umore dominante.

                        Secondo alcuni ricercatori, le persone con il bipolar II hanno probabilità di avere la depressione più del 50% del tempo, mentre per quelle con il bipolar I, la depressione è presente per circa il 30% del tempo.

                        Per saperne di più sulla depressione bipolare clicca qui.

                        Sintomi

                        Il bipolare II è caratterizzato da periodi di ipomania seguiti da episodi depressivi. Tuttavia, la durata e la gravità di questi episodi e la gamma di altri sintomi possono variare ampiamente da persona a persona.

                        L’ipomania di solito dura pochi giorni e può comportare sintomi:

                          Una persona con ipomania può sentirsi bene e funzionare bene, ma altri possono notare che il loro comportamento è insolito. Dopo essersi sentiti bene, c’è il rischio che segua un episodio depressivo.

                          I sintomi di un episodio depressivo possono includere:

                            I sintomi tendono a comparire nella prima età adulta, ma il disturbo può svilupparsi nei bambini e, più spesso, negli adolescenti.

                            Scopri di più sui sintomi del disturbo bipolare.

                            Cause e fattori di rischio

                            I medici non sanno esattamente cosa cause disordine bipolare, ma i seguenti possono giocare un ruolo:

                              Il disturbo bipolare è più probabile che si sviluppi in una persona con un parente stretto che lo ha.

                              Inoltre, lo stress e gli eventi traumatici possono contribuire a scatenare la condizione in una persona con una predisposizione genetica.

                              Secondo il Istituto Nazionale di Salute Mentale, i sintomi possono comparire per la prima volta durante la gravidanza o dopo il parto.

                              Diagnosi

                              Per una diagnosi di bipolare II, una persona dovrà avere avuto almeno un episodio di depressione e almeno un episodio ipomaniacale.

                              Le persone spesso si sentono bene durante l’ipomania e cercano aiuto medico quando sperimentano la depressione. Per questo motivo, i medici spesso sbagliare la diagnosi bipolare II come depressione.

                              Quando si fa una diagnosi, un medico lo farà:

                                Poi, usano criteri dal Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali per fare una diagnosi.

                                Il medico può anche usare un controllare identificare l’ipomania.

                                Trattamento

                                Trattamento per il disturbo bipolare II di solito comporta una combinazione di farmaci e psicoterapia.

                                Di solito è a lungo termine e continua. Se una persona interrompe il trattamento, anche quando si sente bene, i sintomi possono tornare.

                                Farmaci

                                Questi possono includere:

                                  Può essere necessario del tempo per trovare la migliore combinazione e il miglior dosaggio. Una persona potrebbe aver bisogno di lavorare con il proprio medico per qualche tempo prima di arrivare ad una soluzione adeguata.

                                  Segnalare eventuali effetti collaterali al medico, per aiutarlo a fare le giuste regolazioni. Le persone care di fiducia possono anche essere in grado di offrire indicazioni utili.

                                  Psicoterapia e consulenza

                                  Parlare delle emozioni e delle sfide associate al disturbo bipolare può aiutare.

                                  Lo scopo della psicoterapia o della consulenza può essere quello di:

                                    Alcune persone hanno problemi di salute di accompagnamento, come l’alcol o la droga disturbi d’uso. Il trattamento può aiutare anche con questi.

                                    Cambiamenti nello stile di vita

                                    Varie strategie possono aiutare una persona a raggiungere un umore più stabile e un senso di benessere più profondo, tra cui:

                                      Mentre c’è prova che alcuni integratori possono aiutare con sintomi lievi o moderati, è essenziale per le persone con sintomi gravi cercare un aiuto professionale. Le persone possono scoprire che gli integratori aiutano a gestire i sintomi e a prevenire le recidive quando li usano insieme al trattamento convenzionale.

                                      Inoltre, è essenziale parlare prima con un medico, poiché alcuni integratori possono interagire con i farmaci.

                                      Per saperne di più sui trattamenti per il disturbo bipolare.

                                      Prospettive

                                      I sintomi del disturbo bipolare II appaiono spesso nella prima età adulta.

                                      La condizione è per tutta la vita, ma una serie di trattamenti può aiutare a gestirla. È essenziale seguire le istruzioni del medico – una persona non dovrebbe interrompere i farmaci prima di discuterne con un operatore sanitario.

                                      Il disturbo bipolare è una condizione complessa che può influenzare molti aspetti della vita di una persona. Trovare un medico di fiducia e rimanere in contatto regolare con lui può aiutare.

                                      Mania vs. ipomania: Differenze, somiglianze e trattamenti

                                      La mania e l’ipomania sono periodi in cui una persona si sente euforica, molto attiva e piena di energia. L’ipomania è una forma più lieve di mania.

                                      La mania e l’ipomania comportano entrambi periodi in cui l’individuo si sente eccitato o sperimenta un umore eccitato. Si differenziano per la gravità dei cambiamenti d’umore:

                                        La mania e l’ipomania sono più spesso legate a disturbo bipolare. Possono anche verificarsi come parte di altri disturbi dell’umore, come disturbo schizoaffettivo.

                                        Il disturbo bipolare è un salute mentale disturbo in cui una persona sperimenta cambiamenti nel suo umore, energia, livelli di attività e modelli di pensiero.

                                        Le persone che hanno il disturbo bipolare I sperimentano la mania, mentre le persone con il disturbo bipolare II sperimenteranno l’ipomania.

                                        In questo articolo, esaminiamo le differenze tra mania e ipomania, compresi i loro sintomi, i trattamenti e la prevenzione.

                                        I sintomi della mania

                                        La mania va oltre i normali cambiamenti di umore e di energia. I sintomi della mania sono così intensi che possono influenzare le relazioni, il lavoro o il benessere di una persona.

                                        Avere la mania non significa sempre che la persona si sente felice. Mentre la mania può causare una sensazione di euforia, può anche causare estrema irritabilità.

                                        I sintomi della mania possono includere:

                                          Le persone possono sperimentare sintomi psicotici durante un episodio di mania. Questi possono includere:

                                            I National Institutes of Mental Health (NIMH) dicono che gli episodi maniacali nel disturbo bipolare durano per almeno 7 giorni, o per qualsiasi durata se i sintomi sono così gravi che la persona ha bisogno di cure ospedaliere. Tra un episodio e l’altro, l’individuo può sentirsi normale o avere sintomi lievi e persistenti.

                                            Sintomi dell’ipomania

                                            L’ipomania è una forma più lieve di mania. Le persone che hanno il disturbo bipolare 2 hanno l’ipomania. Se si verifica un episodio maniacale completo, una diagnosi di bipolare 1 è di solito più appropriata.

                                            I sintomi dell’ipomania possono includere:

                                              Differenze

                                              Ipomania e mania condividono molti sintomi. Il fattore distintivo è la gravità di questi sintomi.

                                              Sia la mania che l’ipomania comportano cambiamenti di umore e di comportamento al di là dei normali cambiamenti quotidiani.

                                              La mania è così grave che una persona non può portare avanti le sue solite attività. Nei casi più estremi, può aver bisogno di cure ospedaliere immediate.

                                              Una persona con ipomania può essere in grado di continuare come al solito. La famiglia e gli amici possono notare che l’individuo si sta comportando in modo diverso anche se la persona non si rende conto che sta accadendo. Tuttavia, dovrebbero comunque cercare aiuto medico per la loro condizione per evitare che i sintomi peggiorino.

                                              Anche se l’ipomania non è così grave come la mania, può anche essere pericolosa e avere effetti negativi sul benessere generale di una persona.

                                              Uno studio ha scoperto che le persone erano più propense a impegnarsi in comportamenti rischiosi durante gli episodi ipomaniaci. Questo include lo spendere grandi quantità di denaro, l’uso eccessivo di alcol o droghe, la guida pericolosa o l’assunzione di comportamenti sessuali rischiosi.

                                              Le persone che sperimentano la mania ma non l’ipomania possono anche avere deliri, allucinazioni o torpore maniacale.

                                              Se una persona non riceve un trattamento efficace per l’ipomania, può essere a rischio che si sviluppi in mania, anche se questo non è sempre il caso.

                                              Somiglianze

                                              I sintomi della mania e dell’ipomania implicano il sentirsi molto felici, su un alto livello emotivo, e il sentirsi più energici e creativi.

                                              In alcuni casi, un episodio di mania o ipomania può essere mescolato con uno di depressione. Gli specialisti chiamano questo un episodio dalle caratteristiche miste.

                                              Quando si verifica questo mix, una persona può sentirsi eccitata e allo stesso tempo sentirsi depressa, senza speranza o vuota.

                                              Alcuni eventi o attività della vita possono causare un episodio di mania o ipomania. Questi episodi sono chiamati trigger.

                                              A studio su piccola scala su un gruppo di giovani affetti da disturbo bipolare ha scoperto che i fattori scatenanti della mania e dell’ipomania includono:

                                                Un altro studio ha scoperto che anche i seguenti fattori possono scatenare la mania:

                                                  Quando consultare un medico

                                                  Se una persona nota cambiamenti d’umore che sembrano essere più forti del normale, dovrebbe consultare un operatore sanitario. Il disturbo bipolare può essere difficile da diagnosticare, ma un’anamnesi completa, un esame fisico e una discussione sugli stati d’animo e i sintomi possono aiutare.

                                                  Se un amico o un membro della famiglia sembra avere i sintomi della mania o dell’ipomania, le persone più vicine a loro potrebbero voler parlare con loro di vedere un medico e farsi curare.

                                                  Trattamento e prevenzione

                                                  Non esiste una cura per la mania o l’ipomania, ma le persone possono gestire i loro sintomi con farmaci e terapie parlanti. Questi trattamenti possono aiutare a prevenire episodi di mania e ipomania, così come episodi di depressione.

                                                  Una persona deve prendere i suoi farmaci come prescritto da un medico, che è continuo, in genere, per prevenire episodi di mania o depressione.

                                                  I farmaci che possono aiutare le persone a gestire il disturbo bipolare includono:

                                                    Molte persone traggono beneficio da una combinazione di farmaci e di terapia. Conosciuta anche come psicoterapia, la talk therapy può fornire supporto, guida ed educazione alle persone con disturbo bipolare.

                                                    Le persone che sono in cura per la mania o l’ipomania non dovrebbero smettere di prendere questo farmaco senza parlarne con il loro medico. Interrompere improvvisamente i farmaci può portare a sintomi più gravi se la mania ritorna. Una persona può anche sperimentare pericolosi sintomi di astinenza.

                                                    Anche se i cambiamenti nello stile di vita da soli non possono trattare la mania e l’ipomania, le persone possono provare quanto segue per aiutare a gestire i loro sintomi e possibilmente evitare i fattori scatenanti:

                                                      Prevenzione del suicidio

                                                      Se conosci qualcuno a rischio immediato di autolesionismo, suicidio o di ferire un’altra persona:

                                                        Se voi o qualcuno che conoscete sta avendo pensieri di suicidio, una hotline di prevenzione può aiutarvi. La National Suicide Prevention Lifeline è disponibile 24 ore al giorno al numero 800-273-8255. Durante una crisi, le persone con problemi di udito possono utilizzare il loro servizio di ripetizione preferito o chiamare il 711 800-273-8255.

                                                        Clicca qui per altri link e risorse locali.

                                                        Una persona non può prevenire il disturbo bipolare, ma può prendere provvedimenti per evitare o gestire i suoi sintomi con un’adeguata assistenza medica.

                                                        Outlook

                                                        La mania e l’ipomania sono sintomi dei disturbi dell’umore, in particolare del disturbo bipolare. Le persone con disturbo bipolare 1 possono sperimentare la mania, mentre le persone con disturbo bipolare 2 hanno maggiori probabilità di sperimentare l’ipomania.

                                                        L’ipomania è una versione più lieve della mania. Le due condizioni hanno sintomi simili, anche se questi sono più gravi e dirompenti durante l’episodio di mania rispetto all’ipomania.

                                                        Le persone possono gestire gli episodi di mania o ipomania con la guida di un medico o di un altro professionista sanitario.
                                                        Disturbo bipolare e relazioni: Tutto quello che c’è da sapere

                                                        Il disturbo bipolare è una condizione gestibile a lungo termine che colpisce l’umore di una persona. Gli alti e bassi caratteristici di alcune forme di disturbo bipolare possono influenzare il modo in cui una persona pensa, sente e si comporta. Questo include il modo in cui si comportano nelle relazioni romantiche.

                                                        Le persone con disturbo bipolare sperimentare gravi stati d’animo alti e bassi. Questi sono chiamati episodi maniacali (o ipomaniaci) e depressivi. Tuttavia, con il giusto trattamento, molte persone con disturbo bipolare possono avere relazioni sane.

                                                        Questo articolo parla di come il disturbo bipolare possa influire sulle relazioni. Fornisce anche consigli di relazione per una persona con disturbo bipolare e il suo partner.

                                                        Disturbo bipolare e relazioni

                                                        Un disturbo bipolare ben gestito non deve necessariamente essere un ostacolo per una relazione sana e duratura.

                                                        È probabile che siano i sintomi del disturbo bipolare, non la condizione stessa, a causare problemi di relazione.

                                                        Ci sono molti modi per trattare il disturbo bipolare. Una combinazione di farmaci e psicoterapia spesso riduce con successo i sintomi.

                                                        Con il giusto trattamento, le persone con disturbo bipolare possono avere lunghi periodi in cui il loro umore è stabile. Oppure, possono avere solo sintomi lievi, che è improbabile che influenzino significativamente la loro relazione.

                                                        Episodi maniacali

                                                        Senza un trattamento efficace, gli episodi maniacali possono far sì che una persona con disturbo bipolare diventi irritabile. Una persona con disturbo bipolare può essere in disaccordo con il proprio partner più facilmente durante un episodio maniacale.

                                                        Comportamenti a rischio, come le spese folli o l’abbuffata, possono verificarsi durante un episodio maniacale. Questi comportamenti possono creare tensione all’interno di una relazione.

                                                        Episodi depressivi

                                                        Se la persona con disturbo bipolare sperimenta sintomi depressivi maggiori, può essere meno comunicativa durante un periodo di depressione. Possono diventare lacrimosi o sentirsi senza speranza e pessimisti.

                                                        Avere una bassa autostima può ridurre il desiderio sessuale di una persona, o possono sentirsi meno affettuosi.

                                                        Può essere difficile per il partner di una persona sapere cosa dire o fare per aiutare. Possono sentirsi rifiutati, scambiando i sintomi come una mancanza di interesse nella relazione.

                                                        Episodi misti

                                                        Durante un episodio misto, una persona con disturbo bipolare può avere sintomi di mania o ipomania e depressione allo stesso tempo. Questo può essere confuso o stressante per il loro partner, che può non sapere che tipo di reazione aspettarsi.

                                                        Suggerimenti per quando il tuo partner ha un disturbo bipolare

                                                        Tutte le relazioni richiedono lavoro, ed essere in una relazione con una persona con disturbo bipolare non è diverso. Una sana collaborazione richiede empatia, comunicazione e consapevolezza di sé.

                                                        Ci sono molti modi per costruire una relazione forte con un partner che ha un disturbo bipolare, anche da:

                                                        Imparare a conoscere la condizione

                                                        Imparare a conoscere il disturbo bipolare può aiutare una persona a capire cosa sta vivendo il proprio partner.

                                                        Leggere siti web di informazione sanitaria affidabili e ben documentati può aiutare a dare una visione equilibrata della condizione.

                                                        Chiedere dei fattori scatenanti

                                                        I fattori scatenanti sono eventi o circostanze che potrebbero turbare lo stato d’animo di una persona con disturbo bipolare. Questo potrebbe aumentare il rischio di sperimentare un episodio maniacale o depressivo.

                                                        I fattori scatenanti potrebbero includere la gestione di uno scenario di lavoro stressante, non dormire abbastanza, o mancare le dosi di farmaci.

                                                        Non tutti i soggetti con disturbo bipolare avranno dei fattori scatenanti, ma se li hanno, potrebbero averli appresi attraverso la loro esperienza con la condizione.

                                                        Chiedere informazioni sui fattori scatenanti personali può aiutare qualcuno a sostenere il proprio partner quando questi eventi o circostanze si presentano o aiutarlo ad evitare i fattori scatenanti. Tuttavia, molti cambiamenti d’umore possono verificarsi senza fattori scatenanti.

                                                        Chiedere dei comportamenti

                                                        Chiedere quali sono i comportamenti tipici di una persona con disturbo bipolare durante i periodi alti o bassi può aiutare qualcuno a riconoscere i cambiamenti di umore del proprio partner.

                                                        Alcuni comportamenti possono essere un segnale d’allarme per una persona ma non per un’altra. Per esempio, per una persona con un alto desiderio sessuale, desiderare di fare sesso spesso può essere normale. Per altri, tuttavia, potrebbe essere un segno di un episodio maniacale.

                                                        Allo stesso modo, per coloro la cui libido è solitamente bassa, mostrare poco interesse per il sesso può non coincidere con un umore basso. Tuttavia, per qualcuno il cui desiderio sessuale è solitamente alto, perdere interesse nel sesso può indicare un episodio depressivo.

                                                        Imparare quali comportamenti sono normali per una persona cara e quali possono indicare un cambiamento d’umore può essere molto utile. Questo permette al partner di una persona con disturbo bipolare di distinguere i comportamenti abituali dai sintomi del disturbo bipolare.

                                                        Sostenere il trattamento

                                                        Per sostenere il piano di trattamento di una persona, iniziare discutendo ciò che il piano comporta. Questo può aiutare a ridurre qualsiasi ansia nella relazione.

                                                        Mentre alcune persone apprezzano che gli si chieda come sta andando il loro trattamento, altre possono trovarlo invadente o paternalistico. È fondamentale parlare di come sostenere al meglio il trattamento e se ci sono aspetti del trattamento di cui la persona non vuole parlare.

                                                        Creare un piano di sostegno

                                                        Creare un piano di sostegno è un modo utile per qualcuno per imparare ad aiutare il proprio partner con disturbo bipolare. Questo potrebbe includere attività di pianificazione, fare una lista di contatti utili – come un parente fidato o un terapeuta – e fare aggiustamenti alla routine quotidiana.

                                                        Avere un piano di sostegno in atto rassicura entrambi i partner che sapranno come rispondere a un periodo molto alto o basso.

                                                        Comunicare i sentimenti

                                                        I periodi alti o bassi possono essere emotivi per entrambi i partner. Per questo motivo, la comunicazione aperta è fondamentale. Un partner dovrebbe spiegare come il comportamento di una persona con disturbo bipolare la fa sentire, senza giudicarla o stigmatizzare la condizione.

                                                        Parlare apertamente può essere un modo potente per ridurre l’impatto negativo che certi comportamenti possono avere.

                                                        Praticare la cura di sé

                                                        È vitale per il partner di una persona con disturbo bipolare sostenere il proprio salute mentale praticando la cura di sé.

                                                        Attraverso l’auto-cura, una persona può rafforzare il rapporto. Può anche migliorare la loro capacità di prendersi cura del loro partner.

                                                        Alcuni modi in cui una persona può praticare l’auto-cura quando il proprio partner ha un disturbo bipolare includono:

                                                          Consigli per le persone con disturbo bipolare

                                                          Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti aggiuntivi per le relazioni da considerare per le persone con disturbo bipolare:

                                                          Condividere la diagnosi

                                                          Una persona con disturbo bipolare può sentirsi autorizzata a condividere la propria diagnosi in una nuova relazione.

                                                          Condividere queste informazioni potrebbe non essere il territorio del primo appuntamento per tutti, ma è importante discutere nelle prime fasi di una relazione.

                                                          Non tutti capiranno come il disturbo bipolare può influenzare la vita di una persona. Raccontare al partner del disturbo bipolare e osservare come risponde è un modo per valutare se è probabile che sia solidale.

                                                          Essere coerenti con il trattamento

                                                          Essere coerenti con il trattamento è il modo migliore per ridurre i sintomi, ma quali trattamenti funzionano meglio può variare tra gli individui.

                                                          Una combinazione di terapia e farmaci funziona per molte persone. Esercizio fisico regolare, yoga, La mindfulness o il journaling possono anche aiutare a sostenere il benessere generale di una persona.

                                                          Condividere i cambiamenti d’umore

                                                          Condividere qualsiasi cambiamento di umore con il partner può aiutare entrambe le parti a riconoscere e rispondere a un periodo alto o basso prima che si intensifichi.

                                                          Dire al partner cosa aspettarsi durante gli episodi maniacali o depressivi, così come riconoscere e parlare dei segnali di avvertimento, può aiutare a garantire che non si incolpino.

                                                          Per esempio, se una persona con disturbo bipolare sta iniziando a sentire un umore basso, dire al proprio partner in anticipo non solo aiuta il partner ad essere di supporto, ma può anche evitare di pensare che il basso umore indichi una mancanza di interesse nel rapporto.

                                                          ascoltando il feedback

                                                          Se un partner dice a una persona con disturbo bipolare che ha notato segni di un cambiamento d’umore, è fondamentale ascoltarlo.

                                                          Ascoltare e discutere i feedback senza mettersi sulla difensiva può migliorare l’intimità. Naturalmente, non tutti i cambiamenti d’umore sono dovuti al disturbo bipolare. È umano sentirsi felici o tristi in risposta agli eventi della vita.

                                                          Takeaway

                                                          Avere una diagnosi di disturbo bipolare non significa che una persona avrà problemi di relazione. Tuttavia, senza un trattamento efficace, i sintomi del disturbo bipolare possono causare tensione nel rapporto.

                                                          Seguendo un buon regime di trattamento, una persona con disturbo bipolare può avere lunghi periodi con pochi o nessun sintomo.

                                                          Tutte le relazioni richiedono empatia, comunicazione e consapevolezza emotiva. Queste qualità aiutano una persona ad essere un partner solidale con una persona affetta da disturbo bipolare. Le persone con un disturbo bipolare ben gestito possono costruire relazioni sane e durature.
                                                          Tipi di disturbo bipolare spiegati

                                                          Il disturbo bipolare è un disturbo dell’umore e il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali ne elenca attualmente cinque tipi: bipolare I, bipolare II, disturbo ciclotimico, altri disturbi bipolari specifici e correlati e disturbi bipolari non specificati e correlati.

                                                          Negli Stati Uniti, circa 4.4 per cento di esperienza degli adulti disturbo bipolare ad un certo punto.

                                                          Le persone con disturbo bipolare tendono ad avere umori caratterizzati da alti e bassi, o periodi di mania e depressione.

                                                          La durata e l’intensità di questi episodi permettono agli operatori sanitari di determinare quale sottotipo di disturbo bipolare una persona ha.

                                                          Tipi di disturbo bipolare

                                                          Le categorie includono:

                                                            Il bipolare I e II sono i sottotipi più comuni, con il bipolare I più grave in termini di sintomi maniacali.

                                                            I sintomi del disturbo bipolare includono episodi di mania o ipomania e possono includere depressione.

                                                            Le persone possono anche avere periodi in cui si sentono abbastanza stabili. I sintomi variano e possono cambiare nel tempo.

                                                            Mania

                                                            Gli episodi maniacali comportano picchi estremi, durante i quali una persona può sperimentare:

                                                              I periodi maniacali possono influenzare la vita quotidiana di una persona, il lavoro e le relazioni.

                                                              Ipomania

                                                              I sintomi dell’ipomania sono simili a quelli della mania, ma sono meno gravi. Tuttavia, gli altri spesso notano questi sintomi, che possono interferire con la vita e le relazioni della persona.

                                                              Depressione

                                                              Secondo uno studio del 2012 sulla rivista Medico di famiglia americano, mentre il disturbo bipolare comporta sintomi maniacali o ipomaniacali, la maggior parte delle persone con la condizione di esperienza depressione la maggior parte del tempo.

                                                              I sintomi depressivi del disturbo bipolare sono gli stessi della depressione clinica e comprendono:

                                                                Affinché i professionisti della salute classifichino questi sintomi come depressione, essi devono durare per almeno 2 settimane.

                                                                Altri sintomi

                                                                Il bipolare I e II possono causare ulteriori sintomi, come ansia o psicosi. Durante gli episodi psicotici, le persone perdono il contatto con la realtà e possono sperimentare allucinazioni o deliri.

                                                                Le persone con il bipolar I o II possono sperimentare ciò che i medici chiamano “cicli rapidi”.” Questo significa che hanno avuto almeno 4 episodi nell’anno precedente, con occasionali periodi di remissione per almeno 2 mesi o un passaggio all’umore opposto, come dalla mania alla depressione.

                                                                Sintomi nei bambini e negli adolescenti

                                                                Può essere difficile identificare i sintomi nelle persone più giovani perché i segni possono assomigliare a regolari alti e bassi dello sviluppo.

                                                                I modelli di sintomi nei bambini e negli adolescenti possono anche differire da quelli degli adulti.

                                                                Diagnosi

                                                                La maggior parte delle persone con disturbo bipolare riceve una diagnosi nella prima età adulta, dopo che i sintomi sono persistiti per diversi anni.

                                                                Un medico o un infermiere psichiatrico diagnosticherà il disturbo bipolare sulla base della storia medica e dei sintomi di una persona. Possono:

                                                                  Per escludere altre cause di sintomi depressivi e maniacali, un medico può anche eseguire un esame fisico, esami del sangue o scansioni cerebrali.

                                                                  Trattamento

                                                                  Un operatore sanitario suggerirà un piano di trattamento basato sui sintomi e sulla situazione della persona.

                                                                  Il disturbo bipolare è una condizione che dura tutta la vita, quindi il trattamento mira a gestire i sintomi.

                                                                  Le opzioni di trattamento includono:

                                                                  Farmaci

                                                                  I prescrittori spesso raccomandano farmaci per le persone con disturbo bipolare, e molti individui assumono più farmaci.

                                                                  Lo stabilizzatore dell’umore litio è un trattamento comune, con alcuni ricerca suggerendo che può aiutare significativamente a prevenire le ricadute a lungo termine.

                                                                  Altri farmaci per il disturbo bipolare includono:

                                                                    Psicoterapia

                                                                    La psicoterapia può essere una componente importante del trattamento per le persone con disturbo bipolare. Può permettere loro di riconoscere i cambiamenti di pensiero e di umore e rispondere di conseguenza.

                                                                    La terapia può anche aiutare le persone a stabilire routine salutari e a imparare nuove abilità di coping. Può avvenire su base individuale, con la famiglia o come parte di un gruppo.

                                                                    Modifiche dello stile di vita

                                                                    La maggior parte delle persone con disturbo bipolare e altri disturbi dell’umore trovano benefici cambiamenti nello stile di vita. I cambiamenti tipici includono:

                                                                      Potenziali cause e fattori di rischio

                                                                      Gli esperti non sanno esattamente cosa causi il disturbo bipolare, anche se ritengono che diversi fattori giochino un ruolo. Questi includono:

                                                                        Molto probabilmente, una combinazione di ereditarietà e fattori ambientali gioca un ruolo nello sviluppo bipolare.

                                                                        Takeaway

                                                                        Ci sono diversi tipi di disturbo bipolare, con una significativa sovrapposizione di sintomi tra loro.

                                                                        Mentre il disturbo bipolare è una condizione che dura tutta la vita, i trattamenti come i farmaci, la terapia e le modifiche dello stile di vita possono aiutare efficacemente le persone a gestire i loro sintomi.

                                                                        Per sostenere il loro salute mentale, è vitale per le persone con disturbo bipolare cercare aiuto da altri e rimanere in contatto regolare con i loro medici.

                                                                        .
                                                                        I lavori migliori e peggiori per le persone con disturbo bipolare

                                                                        Non esiste una carriera unica per le persone con disturbo bipolare. La scelta del ruolo lavorativo di una persona dipende da diversi fattori, tra cui le sue capacità, interessi e punti di forza.

                                                                        Tuttavia, alcune qualità in un lavoro possono essere preferibili per le persone con disturbo bipolare. Per esempio, il Fondazione Internazionale Bipolare raccomanda di cercare lavoro in un ambiente calmo e tranquillo, dove il lavoro sarà probabilmente meno stressante.

                                                                        In questo articolo, esaminiamo più da vicino i tipi di lavoro che possono adattarsi alle persone con disturbo bipolare e aiutarle a bilanciare il lavoro con la loro salute. Offriamo anche esempi di alcuni dei migliori e peggiori lavori e forniamo consigli su come gestire il disturbo bipolare sul posto di lavoro.

                                                                        Che tipo di lavori si adattano alle persone con disturbo bipolare?

                                                                        Il disturbo bipolare è una condizione in cui gli individui hanno pronunciati cambiamenti di attività, umore ed energia che influenzano la loro capacità di svolgere le attività quotidiane.

                                                                        Non esiste una carriera adatta ad ogni persona con disturbo bipolare. Tuttavia, le persone possono cercare alcune caratteristiche di un lavoro che può aiutarli a gestire la condizione. Questi includono:

                                                                        Basso stress

                                                                        Il disturbo bipolare causa pronunciati cambiamenti nell’umore e nei livelli di energia. Stress può innescare questi turni. A causa di questo, i medici possono consigliare alle persone di evitare o minimizzare lo stress quando possibile.

                                                                        La scelta della carriera di una persona può giocare un ruolo importante in questo. I lavori a bassa pressione che non hanno richieste che cambiano rapidamente e scadenze strette possono aiutare le persone a mantenere al minimo lo stress che sperimentano ogni giorno.

                                                                        Un ambiente rilassato

                                                                        Allo stesso modo, un posto di lavoro calmo o tranquillo può aiutare qualcuno a sentirsi più rilassato. A seconda dell’individuo, questo può significare cercare un’azienda con una cultura più rilassata, un ruolo che comporta il lavoro in un ambiente tranquillo, o entrambi.

                                                                        Lavoro diurno con un orario flessibile

                                                                        Privazione del sonno è un altro fattore che può aumentare la possibilità di episodi bipolari. Pertanto, è meglio cercare ruoli con orari o turni diurni ed evitare quelli con un programma che interferisce con il sonno.

                                                                        Inoltre, poiché le persone con disturbo bipolare possono avere “giorni buoni” e “giorni cattivi”, alcuni individui potrebbero voler dare la priorità a ruoli con orari flessibili o optare per un lavoro part-time.

                                                                        Creatività

                                                                        Un anziano Studio del 2011 riferisce che esiste un legame tra creatività e disturbo bipolare. Alcune delle basi per l’associazione derivano da resoconti biografici di famosi musicisti, poeti e scrittori che avevano segni della condizione. Queste persone includono il compositore musicale Pyotr Ilyich Tchaikovsky e lo scrittore Charles Dickens.

                                                                        Alcune persone con disturbo bipolare possono scoprire che non prosperano veramente nella loro carriera a meno che non abbiano uno sbocco creativo. Questo sfogo potrebbe venire dal lavoro stesso o da un lavoro che permette loro di perseguire progetti creativi al di fuori del lavoro.

                                                                        Coerente con i punti di forza e gli interessi personali

                                                                        Anche quando un lavoro ha le qualità di cui sopra, una persona potrebbe non essere felice nel ruolo se non corrisponde ai suoi punti di forza e interessi. Un lavoro che una persona sente la mancanza di uno scopo o che non sfrutta al massimo le sue capacità può essere stressante a suo modo.

                                                                        I migliori lavori per le persone con disturbo bipolare

                                                                        Ogni persona è unica e ha desideri e bisogni diversi quando si tratta della sua carriera. Tuttavia, le persone che non sono sicure di cosa potrebbe essere adatto a loro possono iniziare a considerare i lavori che probabilmente soddisfano i criteri di cui sopra.

                                                                        Alcuni lavori che possono comportare ambienti calmi e tranquilli includono:

                                                                          I lavori che coinvolgono la creatività includono:

                                                                            I lavori che tipicamente hanno orari diurni o part-time includono::

                                                                              I peggiori lavori per le persone con disturbo bipolare

                                                                              Alcuni esempi di lavori che potrebbero non essere adatti a chi soffre di disturbo bipolare sono:

                                                                                Gestire il disturbo bipolare al lavoro

                                                                                Il Alleanza per il sostegno alla depressione e al bipolarismo fornisce consigli su come gestire il disturbo bipolare sul posto di lavoro. Essi includono:

                                                                                  La cura di sé di una persona al di fuori del lavoro può anche aiutarla a gestire i compiti nel suo lavoro. Il Substance Abuse and Mental Health Services Administration raccomanda:

                                                                                    Disturbo bipolare e disabilità

                                                                                    Il disturbo bipolare è una condizione di salute mentale. In alcuni casi, può influenzare la capacità di una persona di funzionare nella vita quotidiana al punto da diventare una disabilità.

                                                                                    Negli Stati Uniti, il legge sugli americani con disabilità (ADA) protegge chiunque abbia una condizione che “limita sostanzialmente una o più attività importanti della vita.” Questo significa che i dipendenti con disturbo bipolare possono avere alcuni diritti sul posto di lavoro.

                                                                                    Le protezioni dell’ADA includono:

                                                                                      Alcuni esempi di sistemazioni che possono aiutare le persone con disturbo bipolare sono:

                                                                                        Anche se qualcuno pensa di aver bisogno di un alloggio quando si candida per un lavoro, non è necessario che lo riveli al datore di lavoro.

                                                                                        Riassunto

                                                                                        Non c’è un tipo di lavoro che vada bene per tutti i soggetti affetti da disturbo bipolare. Alcune persone possono scoprire che possono eccellere in molti ruoli. Tuttavia, poiché la privazione del sonno e lo stress possono essere fattori scatenanti dei sintomi, molti individui trovano che i ruoli a basso stress e calmi con orari diurni siano più adatti.

                                                                                        Ci sono molti lavori che una persona con disturbo bipolare potrebbe trovare soddisfacente, da ruoli creativi a tecnici. I bisogni, gli interessi e le capacità individuali di una persona dovrebbero giocare un ruolo nella decisione.

                                                                                        Quando ci si candida per un lavoro, è importante ricercare la società, le sue pratiche e ciò che il ruolo comporta. È anche una buona idea che la persona consideri i suoi punti di forza e le cose che trova impegnative. Un consulente di carriera può essere in grado di aiutare a trovare e candidarsi per la giusta posizione.
                                                                                        Rimedi naturali per il disturbo bipolare: Stile di vita e altri rimedi

                                                                                        Il disturbo bipolare comporta cambiamenti estremi nell’umore, nell’energia e nei livelli di attività. I farmaci possono aiutare le persone a gestire i sintomi, ma questi possono avere effetti negativi. Anche una serie di rimedi naturali possono aiutare.

                                                                                        La National Alliance on Mental Illness (NAMI) stima che circa 2.6 per cento di persone negli Stati Uniti hanno disturbo bipolare, e quasi l’83% dei casi sono gravi. In media, inizia quando una persona ha 25 anni.

                                                                                        Una persona con disturbo bipolare sperimenta momenti di grave depressione e periodi di mania, o “alto” umore. I rischi durante un umore basso includono l’incapacità di funzionare al lavoro e in altre aree della vita.

                                                                                        Durante la mania, la persona può essere a rischio di prendere decisioni avventate. Se l’umore diventa troppo alto o basso, psicosi può svilupparsi.

                                                                                        Non esiste una cura per il disturbo bipolare, ma il trattamento permette alle persone di gestirlo. Anche alcuni adattamenti dello stile di vita possono aiutare, insieme ai farmaci.

                                                                                        Cambiamenti nello stile di vita

                                                                                        Consulenza, terapia cognitiva comportamentale (CBT) e una serie di cambiamenti nello stile di vita possono aiutare le persone con disturbo bipolare a gestire i loro sintomi e migliorare la loro qualità di vita complessiva.

                                                                                        Dormire

                                                                                        Il disturbo bipolare può disturbare il sonno di una persona. Durante una fase maniacale, un individuo può dormire molto poco, ma durante una fase bassa, può dormire a lungo.

                                                                                        La mancanza di sonno può innescare un cambiamento d’umore, e dormire a sufficienza è essenziale per gestire l’umore.

                                                                                        Una buona igiene del sonno può incoraggiare le persone con la condizione di avere un sonno regolare.

                                                                                        I consigli includono:

                                                                                          Le persone con disturbo bipolare che hanno difficoltà a dormire dovrebbero parlare con il loro medico.

                                                                                          Dieta

                                                                                          Una dieta sana è un’importante abitudine di vita per una persona con disturbo bipolare.

                                                                                          Uno studio del 2011 ha scoperto che fino a 68 per cento delle persone che cercano un trattamento per il disturbo bipolare hanno un eccesso di peso o obesità. Le persone con disturbo bipolare avevano anche un rischio maggiore di varie altre condizioni, tra cui diabete, bassa densità ossea e malattie cardiovascolari.

                                                                                          Una dieta sana può aiutare a ridurre il rischio di queste condizioni.

                                                                                          Nel 2013, un altro studio ha scoperto che le persone con disturbo bipolare sono più propensi a impegnarsi in abbuffate rispetto alla popolazione generale.

                                                                                          Questo può essere un effetto collaterale dei farmaci o dovuto alla sovralimentazione durante gli episodi di depressione.

                                                                                          Essere in sovrappeso può complicare il recupero e aumentare il rischio di diabete, alta pressione sanguigna, e ansia.

                                                                                          I medici non sanno cosa causa il disturbo bipolare, ma potrebbe essere dovuto a un squilibrio di sostanze chimiche nel cervello. Queste sostanze chimiche, chiamate anche neurotrasmettitori, sono noradrenalina, dopamina e serotonina.

                                                                                          La serotonina può anche influenzare l’appetito. Può essere che quando i livelli di serotonina sono bassi, le persone sperimentino voglie di carboidrati e cibi dolci.

                                                                                          I suggerimenti per mantenere una dieta sana includono:

                                                                                            Imparare e praticare nuove ricette durante i periodi di umore positivo può aiutare una persona a stabilire queste abitudini.

                                                                                            Esercizio fisico

                                                                                            Un esercizio moderato e regolare può aiutare a bilanciare l’umore e a prevenire una serie di problemi di salute, come l’obesità e le malattie cardiovascolari.

                                                                                            Non ci sono prove che dimostrino che l’attività fisica possa aiutare in modo specifico le persone con disturbo bipolare, ma alcune ricerche suggeriscono che può aiutare a migliorare l’umore durante una fase bassa.

                                                                                            A 2015 recensione di studi ha suggerito che l’esercizio “può essere una strategia valida ed efficace per affrontare la fase depressiva del disturbo bipolare.”

                                                                                            Un altro recensione, pubblicato nel 2016, ha concluso che “in generale, l’esercizio è stato associato a misure di salute migliore, compresi i sintomi depressivi, funzionamento e qualità della vita.”

                                                                                            Sono necessari più studi per scoprire quanto esercizio fisico un individuo dovrebbe fare, quanto spesso, e quanto intensa dovrebbe essere l’attività, soprattutto perché il disturbo bipolare coinvolge una serie di fattori fisici e psicologici.

                                                                                            Praticare la moderazione

                                                                                            Le persone con disturbo bipolare hanno un rischio maggiore di assumere comportamenti di dipendenza.

                                                                                            Uno studio ha scoperto che 56 per cento di persone con la condizione ha avuto in qualche momento esperienza di di dipendenza coinvolgendo alcool o droghe.

                                                                                            Alcuni circuiti nel cervello giocano un ruolo nel perseguire esperienze gratificanti. Uno studio ha suggerito che le persone con disturbo bipolare hanno un’attivazione più forte in questi circuiti.

                                                                                            Questo può essere ciò che spinge la persona verso comportamenti rischiosi.

                                                                                            Il lato positivo di questo, dicono gli autori dello studio, è che incoraggia le persone a lavorare con energia verso i loro obiettivi e ambizioni.

                                                                                            D’altra parte, può significare che un individuo si concentra completamente sulle ricompense a breve termine di una decisione, trascurando i possibili rischi a lungo termine.

                                                                                            I consigli per evitare questi problemi includono

                                                                                              Gli amici che sono consapevoli dei rischi potrebbero, per esempio, suggerire di andare a vedere un film invece di un bar durante una serata fuori.

                                                                                              Gestire un episodio maniacale

                                                                                              Non è sempre possibile prevenire un episodio maniacale, ma con il progredire della condizione, l’individuo e i suoi amici e familiari possono iniziare a notare i segni di un cambiamento di umore.

                                                                                              Ecco alcuni consigli quando questo accade:

                                                                                                Se avete persone intorno a voi, cercate di condividere con loro quello che sta succedendo in modo che possano sostenervi.

                                                                                                Rimedi alternativi

                                                                                                Altri rimedi che non implicano l’uso di farmaci tradizionali includono integratori e consulenza.

                                                                                                Erbe e integratori

                                                                                                Alcune persone con disturbo bipolare usano erbe o integratori nel tentativo di alleviare i loro sintomi.

                                                                                                Omega-3

                                                                                                Il olio di pesce estrarre omega-3 può aiutare, secondo alcuni studi. Gli scienziati hanno scoperto che il disturbo bipolare è meno comune nei paesi dove la gente consuma molto pesce. Le persone con depressione possono anche avere livelli più bassi di omega-3 nel sangue.

                                                                                                Gli acidi grassi Omega-3 possono avere numerosi benefici per la salute, ma è meglio mangiarli nella loro forma naturale. Pesce d’acqua fredda, noci e oli vegetali sono buone fonti.

                                                                                                Magnesio

                                                                                                Alcuni scienziati pensano che il magnesio ha un ruolo nella regolazione dell’umore e negli episodi maniacali e depressivi e lavora con i farmaci per farli funzionare efficacemente.

                                                                                                Di conseguenza, alcuni medici può raccomandare integratori di magnesio. Parla degli integratori di magnesio con il tuo medico. Prendere un multivitaminico includerà la dose giornaliera raccomandata di magnesio.

                                                                                                Vitamine

                                                                                                Alcune persone suggeriscono che vitamine possono aiutare, in particolare la vitamina C e acido folico.

                                                                                                I ricercatori hanno scoperto che prove deboli che la vitamina C può aiutare, ma nessuno a sostenere l’uso di acido folico specificamente per il disturbo bipolare.

                                                                                                Ci sono prove che l’acido folico supporta la salute cognitiva, ma non è chiaro se questa o altre vitamine possono aiutare nel disturbo bipolare.

                                                                                                Nel complesso, non è chiaro che gli integratori alimentari possano aiutare le persone con disturbo bipolare. Sono necessari più studi per confermare i benefici di qualsiasi integratore.

                                                                                                Nutrienti nella dieta

                                                                                                Tuttavia, una dieta che fornisce una varietà di nutrienti attraverso cibi freschi può aiutare a proteggere una persona da una serie di problemi di salute. Le verdure a foglia verde sono ricche di acido folico, e gli agrumi sono una grande fonte di vitamina C.

                                                                                                Chiunque con il disturbo bipolare che decide di utilizzare la medicina complementare dovrebbe continuare con le sessioni di terapia farmacologica prescritte, e dovrebbe consultare il proprio medico prima di utilizzare integratori o una terapia alternativa.

                                                                                                Scegliere i prodotti “naturali” con cura

                                                                                                Le persone a volte usano St. l’erba di Giovanni per trattare i sintomi depressivi, ma possono aumentare il rischio di mania e interferire con antidepressivi.

                                                                                                Le persone con disturbo bipolare non dovrebbero usare St. Erba di Giovanni.

                                                                                                Parla sempre con un medico prima di provare qualsiasi terapia naturale o alternativa. Alcuni possono interagire con altri farmaci, e possono avere effetti avversi.

                                                                                                La FDA non regola ufficialmente gli integratori e i prodotti a base di erbe, quindi le persone potrebbero non sapere esattamente cosa stanno comprando.

                                                                                                Consulenza e CBT

                                                                                                Counseling, per esempio, la terapia cognitivo comportamentale (CBT) sembra essere utile nella gestione dei sintomi del disturbo bipolare.

                                                                                                A meta-analisi pubblicato nel 2017 ha concluso che “la CBT è efficace nel diminuire il tasso di ricadute e nel migliorare i sintomi depressivi, la gravità della mania e il funzionamento psicosociale.”

                                                                                                Gli studi esaminati hanno mostrato che gli effetti della CBT erano “da lievi a moderati”, e i miglioramenti erano più significativi se una persona frequentava sessioni di 90 minuti o più.

                                                                                                La CBT può aiutare le persone a identificare abitudini e comportamenti negativi e distruttivi, e a cambiarli con altri più positivi.

                                                                                                Sostegno clinico e trattamento

                                                                                                Uno psichiatra specializzato in disturbo bipolare guiderà normalmente il trattamento di una persona.

                                                                                                A volte ci può essere un team più ampio di professionisti, tra cui un assistente sociale e un consulente.

                                                                                                Farmaci

                                                                                                Un medico può prescrivere farmaci per stabilizzare l’umore durante un episodio maniacale.

                                                                                                Questi includono:

                                                                                                  Può essere necessario un monitoraggio regolare, in quanto la dose a volte deve essere regolata.

                                                                                                  Se una persona sperimenta una psicosi, potrebbe anche aver bisogno di un farmaco antipsicotico, come:

                                                                                                    I medici di solito non prescrivono antidepressivi solo per una persona con disturbo bipolare, anche durante un umore basso, perché possono innescare un episodio maniacale.

                                                                                                    Per questo motivo, la persona userà normalmente un antidepressivo con uno stabilizzatore dell’umore o un antipsicotico.

                                                                                                    Un medico può raccomandare l’ospedalizzazione se un paziente sta vivendo una psicosi o se i suoi sintomi possono rappresentare un pericolo per se stessi o per altre persone.

                                                                                                    Takeaway

                                                                                                    Il disturbo bipolare richiede un trattamento per tutta la vita, anche quando i pazienti con il disturbo si sentono meglio.

                                                                                                    Tuttavia, alcune considerazioni sullo stile di vita possono aiutare a rendere la condizione più gestibile.
                                                                                                    Bipolare I vs. bipolare II: Sintomi, test e trattamento

                                                                                                    Le persone con il bipolare I sperimentano episodi maniacali, mentre le persone con il bipolare II sperimentano episodi ipomaniacali meno gravi. Altri sintomi e la frequenza dei sintomi sono simili tra i due.

                                                                                                    Il bipolare I e il bipolare II sono i tipi più comuni di disturbo bipolare. Condividono molti sintomi simili. Tuttavia, sono distinti l’uno dall’altro.

                                                                                                    In questo articolo, conoscere le somiglianze e le differenze tra bipolare I e bipolare II. Consideriamo anche le loro cause, i sintomi e le opzioni di trattamento disponibili.

                                                                                                    Tipi di disturbo bipolare

                                                                                                    Le persone con disturbo bipolare sperimentano alti o bassi anomali dell’umore. Durante un “high”, noto anche come episodio maniacale, le persone provano un’intensa energia o eccitazione.

                                                                                                    Durante un episodio “basso” o depressivo, sperimentano sintomi di depressione, come sentirsi giù, eccessivo senso di colpa, frequenti lacrime, e mancanza di interesse in attività piacevoli.

                                                                                                    Ci sono quattro tipi distinti del disturbo bipolare:

                                                                                                      Un medico può diagnosticare una persona con uno dei suddetti tipi in base alla durata e all’intensità dei suoi sintomi.

                                                                                                      Il bipolare I e il bipolare II sono le forme più diffuse di disturbo bipolare. Sono anche la disturbi bipolari più gravi.

                                                                                                      Bipolare I vs. bipolare II

                                                                                                      Il bipolare I e II hanno sintomi e modelli di sintomi simili. Tuttavia, le persone che hanno il bipolar II sperimenteranno meno grave episodi maniacali rispetto alle persone con bipolare I.

                                                                                                      I medici si riferiscono a questi periodi meno gravi di mania come ipomania. Questi episodi devono durare almeno 4 giorni, ma non più di 7 giorni.

                                                                                                      Per ricevere una diagnosi di bipolare II, una persona deve sperimentare cicli di ipomaniacale e episodi depressivi senza mai avere un episodio maniacale completo.

                                                                                                      Al contrario, un medico può diagnosticare il bipolar I basandosi solo sulla presenza di un episodio maniacale. Le persone con il disturbo bipolare I hanno almeno un episodio maniacale che persiste per una settimana o più o una mania grave che richiede l’ospedalizzazione.

                                                                                                      Quelli con il disturbo bipolare II generalmente non richiedono l’ospedalizzazione durante i periodi ipomaniaci. I medici a volte diagnosticano erroneamente il bipolare II come depressione perché i sintomi ipomaniacali possono essere molto sottili. Inoltre, possono anche diagnosticare erroneamente periodi di gioia improvvisa come ipomania.

                                                                                                      Tra questi episodi di mania e depressione, le persone che hanno uno di questi tipi di bipolare possono sperimentare periodi di umore stabile. Una persona può anche alternare i sintomi di depressione e mania allo stesso tempo. Questo è noto come bipolare con “caratteristiche miste.”

                                                                                                      Per saperne di più sulla diagnosi dei disturbi bipolari clicca qui.

                                                                                                      Sintomi del bipolare I e del bipolare II

                                                                                                      I sintomi principali del bipolare I e II sono mania, ipomania e depressione.

                                                                                                      Mania

                                                                                                      Durante un episodio maniacale, le persone può sperimentare:

                                                                                                        Ipomania

                                                                                                        In uno stato di ipomania, le persone sperimentano sintomi simili a quelli della mania, ma meno gravi.

                                                                                                        L’ipomania può ancora interferire con la qualità della vita di una persona, e la famiglia e gli amici possono notare che la persona sta sperimentando cambiamenti di umore.

                                                                                                        Per saperne di più sulla differenza tra mania e ipomania clicca qui.

                                                                                                        Depressione

                                                                                                        Le persone con disturbo bipolare possono sperimentare sintomi depressivi che sono gli stessi di quelli sperimentati nei casi di depressione clinica. Questi includono:

                                                                                                          I medici considerano questi sintomi un episodio depressivo se persistono per 2 settimane o più.

                                                                                                          Scopri di più sulla depressione e i suoi sintomi qui.

                                                                                                          Prevenzione del suicidio

                                                                                                          Se conosci qualcuno a rischio immediato di autolesionismo, suicidio o di ferire un’altra persona:

                                                                                                            Se tu o qualcuno che conosci sta avendo pensieri di suicidio, una hotline di prevenzione può aiutarti. La National Suicide Prevention Lifeline è disponibile 24 ore al giorno al numero 800-273-8255. Durante una crisi, le persone con problemi di udito possono usare il loro servizio di ripetizione preferito o chiamare il 711 allora 800-273-8255.

                                                                                                            Clicca qui per altri link e risorse locali.

                                                                                                            Prevalenza del disturbo bipolare

                                                                                                            Secondo il Istituto Nazionale di Salute Mentale (NIMH), circa 2.L’8% degli adulti negli Stati Uniti sperimenta il disturbo bipolare in un dato anno. Si stima che il 4.il 4% delle persone sperimenta il bipolarismo ad un certo punto della propria vita.

                                                                                                            La condizione colpisce uomini e donne quasi allo stesso modo. L’insorgenza si verifica a una media età di 25 anni. Tuttavia, può accadere a persone di qualsiasi età.

                                                                                                            Diagnosi del disturbo bipolare

                                                                                                            Per ricevere una diagnosi di disturbo bipolare, le persone dovranno vedere uno psichiatra, uno psicologo o un consulente supervisionato. Esaminano la storia medica della persona, i sintomi e possono cercare di escludere altre cause potenziali.

                                                                                                            Questa valutazione psichiatrica si concentrerà su pensieri, sentimenti e comportamenti di una persona. Possono anche valutare come le altre persone rispondono all’individuo in situazioni sociali.

                                                                                                            Lo psichiatra o lo psicologo può anche chiedere a una persona di tenere un diario dell’umore per tracciare i suoi stati d’animo, i modelli di sonno e altri sintomi. Questo diario può aiutare con una diagnosi.

                                                                                                            Lo psichiatra o lo psicologo confrontare i sintomi della persona ai criteri per i disturbi bipolari delineati nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5).

                                                                                                            Lo psichiatra o lo psicologo può effettuare esami del sangue, un esame fisico o test di imaging del cervello per escludere altre cause dei sintomi.

                                                                                                            Trattamento del bipolare I e II

                                                                                                            Il trattamento per il disturbo bipolare I e II consiste tipicamente in farmaci, psicoterapia e cambiamenti nello stile di vita.

                                                                                                            Poiché il disturbo bipolare è una condizione a lungo termine, il trattamento sarà di lunga durata. Alcune persone possono avere un team di trattamento che include uno psicologo, uno psichiatra, un terapista e un infermiere psichiatrico.

                                                                                                            Farmaci

                                                                                                            I medici di solito prescrivono stabilizzatori dell’umore, come il litio, per il disturbo bipolare. Possono anche prescrivere farmaci antipsicotici per gli episodi maniacali e antidepressivi per la depressione.

                                                                                                            Poiché i farmaci antidepressivi possono “scatenare” episodi maniacali in alcune persone, i medici potrebbero raccomandare una combinazione di farmaci antidepressivi e antipsicotici per ridurre la depressione e stabilizzare l’umore.

                                                                                                            Per le persone con ansia o problemi di sonno, i farmaci ansiolitici, come le benzodiazepine, possono aiutare. Tuttavia, questa strategia può comportare un rischio di dipendenza dalle benzodiazepine.

                                                                                                            Le persone possono iniziare a prendere i farmaci subito, anche se non stanno attualmente vivendo un episodio maniacale o depressivo.

                                                                                                            È fondamentale continuare a prendere i farmaci anche durante i periodi di umore stabile per evitare ricadute.

                                                                                                            Per saperne di più sui farmaci per i disturbi bipolari clicca qui.

                                                                                                            Psicoterapia

                                                                                                            La psicoterapia può avere un ruolo nei piani di trattamento del bipolare I e II. La terapia può avvenire di persona o a distanza.

                                                                                                            Diversi tipi di terapia possono aiutare, tra cui:

                                                                                                              Tuttavia, la psicoterapia non è essenziale per il trattamento di questi disturbi, e ci sono molti casi in cui gli individui possono rimanere stabili senza di essa.

                                                                                                              Scopri di più sulla psicoterapia qui.

                                                                                                              cambiamenti nello stile di vita

                                                                                                              Molte persone possono apportare modifiche allo stile di vita per gestire i loro sintomi e aiutare a stabilizzare il loro umore. Esempi di cambiamenti utili includono:

                                                                                                                Alcune persone trovano anche utile tenere un diario giornaliero dell’umore. Tenere un diario può permettere alle persone di vedere i modelli nei loro pensieri, stati d’animo e comportamenti.

                                                                                                                Un diario dell’umore aiuta anche a identificare i fattori scatenanti degli episodi maniacali o depressivi. Questo può aiutare una persona a prendere provvedimenti appropriati prima che un leggero cambiamento d’umore peggiori.

                                                                                                                Prospettiva

                                                                                                                Sebbene il bipolar I e II siano condizioni a lungo termine, la maggior parte delle persone può gestire i propri sintomi con farmaci, terapia e cambiamenti nello stile di vita.

                                                                                                                Mantenere un contatto regolare con salute mentale I professionisti e la ricerca di sostegno da parte di amici e familiari possono rendere più facile affrontare i sintomi difficili.

                                                                                                                Chiunque pensi di avere i sintomi del bipolare I o II dovrebbe parlare con un medico per una diagnosi corretta.
                                                                                                                Disturbi del controllo degli impulsi: Definizione, tipi, sintomi e altro

                                                                                                                I disturbi del controllo degli impulsi sono condizioni in cui le persone hanno impulsi a cui è difficile o impossibile resistere. Queste possono variare da reazioni emotive, che possono includere il prendere cose che non appartengono a loro (cleptomania), o un impulso ad appiccare incendi (piromania).

                                                                                                                Questo articolo esplora cosa sono i disturbi del controllo degli impulsi, i diversi tipi, segni e sintomi, cause, trattamenti e come prevenirli.

                                                                                                                Cosa sono?

                                                                                                                Avere un impulso improvviso o il desiderio di fare qualcosa è un tratto che la maggior parte delle persone condivide. Tuttavia, quelli con disturbi del controllo degli impulsi trovano estremamente difficile o impossibile per regolare i propri impulsi o desideri.

                                                                                                                Questi disturbi del controllo degli impulsi possono avere un impatto negativo sulla qualità della vita di una persona, ma le persone possono gestire i sintomi con il trattamento.

                                                                                                                Tipi

                                                                                                                Il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5) riconosce cinque disturbi formali che rientrano nella definizione di un disturbo del controllo degli impulsi.

                                                                                                                Disturbo oppositivo provocatorio

                                                                                                                Il disturbo oppositivo provocatorio (ODD) è comunemente un disturbo del comportamento infantile. Le persone con questa condizione trovano difficile da controllare le loro emozioni o comportamenti. Circa il 2-11% dei bambini negli Stati Uniti ha questo disturbo, ed è più comune nei maschi preadolescenti che nelle femmine.

                                                                                                                Le persone con ODD di solito iniziano a sperimentare i sintomi tra i 5-10 anni, e i sintomi possono scomparire con l’età.

                                                                                                                disturbo esplosivo intermittente

                                                                                                                Il disturbo esplosivo intermittente (IED) si verifica più comunemente nella tarda infanzia o nell’adolescenza. Le persone con questa condizione hanno brevi momenti di rabbia e aggressività che appaiono sproporzionate rispetto alla causa scatenante. La causa potrebbe non essere visibile a nessuno oltre alla persona con IED.

                                                                                                                Disturbo della condotta

                                                                                                                Il disturbo della condotta (CD) è un disturbo del controllo degli impulsi che di solito si sviluppa durante infanzia o adolescenza. Le persone con questa condizione tendono ad essere ribelli, disobbedienti e aggressive.

                                                                                                                Circa il 2-10% dei bambini e degli adolescenti negli Stati Uniti.S. hanno questo disturbo, ed è più comune nei maschi che nelle femmine. Le persone con questa condizione hanno anche maggiori probabilità di avere disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), disturbi dell’umore e disturbi dello sviluppo.

                                                                                                                Kleptomania

                                                                                                                Le persone che hanno la cleptomania hanno un impulso a prendere beni che non gli appartengono. La condizione può presentarsi a qualsiasi età ed è più probabile che colpisca le femmine che i maschi.

                                                                                                                Piromania

                                                                                                                La piromania è un raro disturbo del controllo degli impulsi in cui le persone diventano affascinato dal fuoco e tutte le cose legate al fuoco. Spesso hanno la compulsione di dare fuoco alle cose. La piromania è più comune negli adolescenti e negli adulti, mentre i maschi hanno più probabilità di avere questa condizione rispetto alle femmine.

                                                                                                                Le persone con piromania hanno maggiori probabilità di avere disturbi dell’umore e difficoltà di apprendimento.

                                                                                                                Segni e sintomi

                                                                                                                I segni e i sintomi della cleptomania includono indicazioni e sintomi di disturbi del controllo degli impulsi per tipo:

                                                                                                                ODD

                                                                                                                Segni e sintomi di ODD includono:

                                                                                                                  IED

                                                                                                                  Segni e sintomi di IED includono

                                                                                                                    CD

                                                                                                                    I segni e i sintomi del CD includono:

                                                                                                                      Kleptomania

                                                                                                                      I segni e i sintomi della cleptomania includono:

                                                                                                                        Piromania

                                                                                                                        Segni e sintomi della piromania includono:

                                                                                                                          Provoca

                                                                                                                          I ricercatori non sono sicuri di cosa scateni lo sviluppo di un disturbo del controllo degli impulsi. Tuttavia, l’evidenza suggerisce che i fattori genetici e ambientali possono aumentare il rischio.

                                                                                                                          I bambini con ODD spesso hanno genitori che hanno disturbi dell’umore. Le persone con CD hanno maggiori probabilità di avere genitori che hanno schizofrenia, ADHD, antisociale disturbo della personalità, o genitori che abusano di sostanze.

                                                                                                                          Tuttavia, è possibile che questa composizione familiare causi un ambiente instabile, che aumenta il rischio che i bambini sviluppino un disturbo del controllo degli impulsi, piuttosto che essere un fattore genetico.

                                                                                                                          I fattori ambientali che possono aumentare la probabilità di sviluppare disturbi del controllo degli impulsi includono:

                                                                                                                            Trattamento

                                                                                                                            I genitori e i caregiver possono usare strategie per gestire i sintomi dei disturbi del controllo degli impulsi. Questi includono:

                                                                                                                              Diversi tipi di terapia possono aiutare i genitori e i bambini con queste strategie, come l’addestramento alla gestione dei genitori, la terapia multisistemica e terapia cognitiva comportamentale (CBT).

                                                                                                                              Alcuni medici possono prescrivere stabilizzatori dell’umore, antidepressivi, o altri farmaci per gestire i sintomi.

                                                                                                                              La ricerca ha scoperto che i campi di addestramento o l’imprigionamento improvviso non aiutano a gestire i disturbi del controllo degli impulsi e possono peggiorare i problemi.

                                                                                                                              Prevenzione

                                                                                                                              Poiché i disturbi del controllo degli impulsi potrebbero verificarsi a causa di fattori genetici e ambientali, la prevenzione non è certa.

                                                                                                                              Tuttavia, i genitori e le persone che si prendono cura di loro potrebbero minimizzare il peggioramento dei sintomi portando un bambino o un adolescente con un sospetto disturbo del controllo degli impulsi a un professionista sanitario. I medici saranno in grado di suggerire un piano di trattamento.

                                                                                                                              Riassunto

                                                                                                                              Ci sono cinque tipi specifici di disturbo del controllo degli impulsi riconosciuti dal DSM-5, ognuno con i propri segni e sintomi.

                                                                                                                              Le persone con queste condizioni lottano per tenere sotto controllo i loro impulsi, il che può avere un impatto negativo sulla loro qualità di vita.

                                                                                                                              Tuttavia, possono lavorare con gli operatori sanitari per gestire i loro sintomi. Le opzioni di trattamento di solito comportano una qualche forma di terapia, come la CBT, per aiutare a contrastare i comportamenti relativi al controllo degli impulsi.
                                                                                                                              Ciclismo rapido del disturbo bipolare: Cause, chi ce l’ha e cambiamenti d’umore

                                                                                                                              Il disturbo bipolare comporta estremi di umore alto e basso e una serie di altri sintomi. Nel ciclismo rapido, l’umore cambia rapidamente, con almeno 4 distinti episodi di umore all’anno.

                                                                                                                              Disturbo bipolare è una condizione che dura tutta la vita e che appare più comunemente per il prima volta nei giovani adulti.

                                                                                                                              I sintomi possono verificarsi durante l’adolescenza, ma può essere difficile da identificare, perché i cambiamenti di umore sono comuni in questa fase dello sviluppo.

                                                                                                                              Oltre all’umore, il disturbo bipolare causa anche cambiamenti nei livelli di energia e nei comportamenti noti come cicli.

                                                                                                                              Per avere una diagnosi di disturbo bipolare, una persona deve sperimentare un solo episodio maniacale. Depressione può non verificarsi mai con il disturbo bipolare, nonostante il nome.

                                                                                                                              Molte persone con disturbo bipolare sperimentano due cicli all’anno, secondo la Depression and Bipolar Support Alliance.

                                                                                                                              Quando qualcuno ha quattro o più episodi maniacali, ipomaniacali o depressivi in un periodo di 12 mesi, si parla di ciclismo rapido.

                                                                                                                              Cause del ciclismo rapido

                                                                                                                              Non c’è una chiara causa scatenante per il ciclismo rapido, ma i cambiamenti bipolari si verificano a causa di cambiamenti nelle sostanze chimiche del cervello. Medici e scienziati hanno proposto una serie di ragioni per cui questo potrebbe accadere.

                                                                                                                              Ritmi circadiani

                                                                                                                              Alcune ricerche hanno suggerito che la regolazione del ritmo circadiano può avere un impatto, poiché i disturbi del sonno si verificano insieme ai cambiamenti di umore.

                                                                                                                              Nel 2018, un ricercatore ha trovato correlazioni tra i modelli di sonno di 18 uomini con disturbo bipolare a ciclo rapido e le maree lunari, suggerendo che questo potrebbe avere un’influenza.

                                                                                                                              Il ricercatore suggerito che, nel rapid-cycling, una parte del “pacemaker circadiano” del corpo può essere diventato “disaccoppiato” dal normale ritmo di 24 ore del giorno.

                                                                                                                              Questo supporta la risultati di uno studio, pubblicato nel 2010, delle caratteristiche genetiche in persone con disturbo bipolare a ciclo rapido. Gli scienziati hanno trovato cambiamenti in CRY2, un gene che svolge un ruolo nell’orologio centrale che produce ritmi circadiani.

                                                                                                                              Uso di antidepressivi

                                                                                                                              Uno psichiatra, il dott. S. Nassir Ghaemi, ha scritto sulle sue osservazioni professionali del disturbo bipolare a cicli rapidi per Giornale Americano di Psichiatria.

                                                                                                                              In uno studio pubblicato nel 2008, egli suggerito che l’uso di antidepressivi può aumentare il rischio in alcuni casi.

                                                                                                                              Dr. Ghaemi raccomanda di evitare qualsiasi tipo di farmaco che possa destabilizzare l’umore di una persona.

                                                                                                                              Altre condizioni di salute

                                                                                                                              Altri possibili fattori scatenanti per il ciclismo rapido nelle persone che sono suscettibili di disturbo bipolare potrebbe essere:

                                                                                                                                Sensibilizzazione allo stress

                                                                                                                                Un’altra possibile causa del ciclismo rapido è nota come kindling, o sensibilizzazione.

                                                                                                                                Questa teoria dice che gli episodi iniziali accadono quando eventi di vita reali o attesi causano stress.

                                                                                                                                La persona diventa sempre più sensibile alle cose che possono innescare i cicli, e diventano più propensi a seguire questo modello nel tempo.

                                                                                                                                Senza trattamento, il disordine bipolare e gli episodi di stress possono portare a cicli rapidi.

                                                                                                                                Chi ha il ciclismo rapido?

                                                                                                                                Chiunque con il disturbo bipolare può sperimentare il ciclo rapido, ma è più probabile che colpisca le donne che gli uomini.

                                                                                                                                Secondo la Mood Disorders Association of Ontario, circa 10-20 per cento delle persone con disturbo bipolare sperimentano cicli rapidi. Tra il 70-90 per cento di questi sono donne.

                                                                                                                                Può accadere in qualunque momento durante l’esperienza del disordine bipolare di una persona e può andare e venire. Non tutti con il rapid-cycling sperimenteranno cambiamenti quattro volte all’anno.

                                                                                                                                A studio pubblicato nel 2014 nel Giornale di psichiatria clinica suggerisce anche che il ciclismo rapido potrebbe essere più probabile che colpisca coloro che:

                                                                                                                                  Questo non significa che questi fattori causino il ciclismo rapido, ma solo che è più probabile che si verifichi con questo tipo di disturbo.

                                                                                                                                  Come appaiono i cambiamenti d’umore?

                                                                                                                                  Il ciclismo rapido comporta cambiamenti estremi di umore quattro o più volte in un anno 12 mesi periodo.

                                                                                                                                  Questi cambiamenti possono essere mentalmente e fisicamente estenuanti.

                                                                                                                                  Il terapeuta autorizzato Harold Jonas spiega che il disturbo bipolare a ciclo rapido:

                                                                                                                                  “Fa sì che una persona viva letteralmente la vita alle sue gamme estreme di emozioni e spinge la sua resistenza mentale e fisica fino all’orlo. È una vera e propria montagna russa in cui gli “alti” emotivi sono molto alti e i “bassi” sono pericolosamente bassi.”

                                                                                                                                  Harold Jonas

                                                                                                                                  Il in seguito ai sintomi può verificarsi quando una persona ha un disturbo bipolare a ciclo rapido.

                                                                                                                                  Episodio maniacale a ciclo rapido

                                                                                                                                  Un episodio maniacale è un periodo di umore elevato, entusiasta o irritabile che dura almeno 1 settimana. Includerà almeno tre di questi sintomi:

                                                                                                                                    Episodio ipomaniacale

                                                                                                                                    Un episodio ipomaniacale è simile a un episodio maniacale ma meno grave e senza i deliri o le allucinazioni che possono verificarsi in un episodio maniacale).

                                                                                                                                    È diverso dall’umore non depresso di una persona. C’è un chiaro cambiamento di attività e di atteggiamento e un comportamento visibile che è fuori dal carattere.

                                                                                                                                    Episodio depressivo a ciclo rapido

                                                                                                                                    Un episodio depressivo maggiore può seguire o precedere un episodio maniacale. Per essere considerato un episodio depressivo maggiore, i sintomi devono durare circa 2 settimane o più.

                                                                                                                                    Durante questo periodo, sono presenti cinque o più dei seguenti sintomi:

                                                                                                                                      Stato misto o mania mista

                                                                                                                                      Alcune persone possono sperimentare quello che è noto come “stato misto” quando i sintomi di uno stato maniacale e depressivo sono entrambi presenti allo stesso tempo.

                                                                                                                                      Dr. Jonas ha spiegato a MNT: Le persone che sperimentano stati misti descrivono di sentirsi attivati e “eccitati”, ma anche pieni di angoscia e disperazione.”

                                                                                                                                      Ha spiegato che, durante la mania mista, una persona può sperimentare tutto ciò che segue nel corso di pochi minuti:

                                                                                                                                        Come sono i cambiamenti d’umore bipolari?

                                                                                                                                        Per coloro che stanno cercando di aiutare i loro cari ad affrontare il disturbo bipolare, è importante cercare di capire come sono i cicli.

                                                                                                                                        All’esterno, possono semplicemente sembrare alti e bassi estremi. La persona che sperimenta questi cambiamenti, tuttavia, può anche avere pensieri e sensazioni irrazionali.

                                                                                                                                        Rachel Kallem Whitman, che ha ricevuto una diagnosi di disturbo bipolare all’età di 17 anni, ha descritto per MNT la sua esperienza di mania:

                                                                                                                                        “La mia mania è accompagnata da sentimenti di grandiosità, invincibilità e deliri. Oltre alla mia mania che mi fa sentire elettrico, seducente e brillante, durante gli episodi mi sento anche come se fossi toccato da Dio e considero la principessa Diana il mio angelo custode, il che è interessante perché sono un ateo devoto.”

                                                                                                                                        Trattamento

                                                                                                                                        Come con altri tipi di disturbo bipolare, il trattamento è disponibile.

                                                                                                                                        Opzioni includono:

                                                                                                                                          Può essere necessario del tempo per trovare i farmaci giusti nelle giuste quantità per soddisfare le esigenze di un individuo. È importante non cambiare la dose o smettere di prendere un farmaco senza prima parlare con un medico.

                                                                                                                                          A volte le persone con disturbo bipolare smettono di usare i loro farmaci a causa degli effetti collaterali o perché, quando si sentono bene, credono di non averne bisogno.

                                                                                                                                          Può anche essere utile tenere una traccia degli stati d’animo. Se appare un modello, questo può permettere alla persona di essere preparata al prossimo cambiamento e forse di evitare o minimizzare certi fattori scatenanti.

                                                                                                                                          Takeaway

                                                                                                                                          Il ciclo rapido è una forma di disturbo bipolare in cui i cambiamenti di umore possono verificarsi più volte nel corso dell’anno.

                                                                                                                                          Questo può essere confuso e spaventoso sia per la persona che lo sperimenta che per i suoi cari.

                                                                                                                                          Il trattamento è disponibile, ma può richiedere tempo per raggiungere una diagnosi di qualsiasi tipo di disturbo bipolare e anche per trovare il giusto equilibrio di trattamento.

                                                                                                                                          Chiunque abbia un amico o un parente con un disturbo bipolare a ciclo rapido può aiutare la persona imparando il più possibile sulla condizione e offrendo supporto mentre la persona attraversa i suoi cambiamenti di umore o il piano di trattamento.
                                                                                                                                          Diagnosi bipolare: Criteri e test

                                                                                                                                          Il disturbo bipolare fa sì che una persona sperimenti episodi di mania o ipomania e depressione. Le persone che sospettano di avere un disturbo bipolare dovrebbero vedere un medico, che eseguirà diversi test e può riferirli a uno psichiatra o psicologo per un’ulteriore valutazione.

                                                                                                                                          Diagnosticare disturbo bipolare è difficile, poiché nessun singolo test può dire se una persona ha un disturbo bipolare.

                                                                                                                                          I medici usano una combinazione di esami fisici e test di laboratorio per assicurarsi che una condizione fisica non stia causando i sintomi. Possono quindi utilizzare test psichiatrici per diagnosticare la condizione.

                                                                                                                                          Così come non esiste un singolo test per il disturbo bipolare, non c’è un singolo modo in cui i suoi sintomi si manifestano.

                                                                                                                                          Una persona deve soddisfare determinati criteri prima che il medico emetta una diagnosi. Questo articolo discute questi criteri.

                                                                                                                                          Mania e depressione

                                                                                                                                          Le persone con disturbo bipolare tendono a sperimentare intensi stati emotivi insieme ad altri cambiamenti, che si manifestano in episodi.

                                                                                                                                          Ci sono due tipi principali di episodi: episodi maniacali ed episodi depressivi.

                                                                                                                                          Episodi maniacali

                                                                                                                                          Gli episodi maniacali possono causare sintomi che includono:

                                                                                                                                          sentirsi euforici, sballati o estremamente felici

                                                                                                                                            Episodi depressivi

                                                                                                                                            I sintomi di un episodio depressivo possono includere:

                                                                                                                                              È importante notare che è normale che una persona senta alcuni di questi sintomi occasionalmente. Questo non significa necessariamente che abbiano un disturbo bipolare.

                                                                                                                                              I sintomi del disturbo bipolare sconvolgono la vita di una persona e possono essere difficili da gestire. I sintomi possono durare per giorni o settimane.

                                                                                                                                              Tipi di bipolare

                                                                                                                                              Ci sono quattro sottotipi principali di disturbo bipolare, e i criteri per la diagnosi sono leggermente diversi per ciascuno. Il sintomo comune a tutti i tipi è un insolito cambiamento di umore.

                                                                                                                                              Disturbo bipolare I

                                                                                                                                              Per una diagnosi di bipolare I, una persona deve avere un episodio maniacale. L’episodio maniacale deve durare almeno 7 giorni, o qualsiasi durata se i sintomi sono così gravi da rendere necessaria l’ospedalizzazione.

                                                                                                                                              Alcune persone sperimentano anche episodi depressivi che includono anche sintomi di mania.

                                                                                                                                              Disturbo bipolare II

                                                                                                                                              Una persona con disturbo bipolare II ha episodi depressivi che precedono o seguono un episodio di ipomania.

                                                                                                                                              L’ipomania è una forma meno grave di mania. Può ancora causare la persona a sentirsi molto euforica o avere molta energia, ma la persona può non sentire che c’è qualcosa di squilibrato o sbagliato.

                                                                                                                                              Disturbo ciclotimico

                                                                                                                                              Una persona con ciclotimia o disturbo ciclotimico può sperimentare molti sintomi di ipomania e molti sintomi di depressione per più di 2 anni, o 1 anno nei bambini.

                                                                                                                                              Tuttavia, questi sintomi non sono abbastanza forti o non soddisfano i criteri diagnostici per l’ipomania o un disturbo depressivo maggiore.

                                                                                                                                              Disturbo bipolare non specificato

                                                                                                                                              Una persona con un disturbo bipolare non specificato può sperimentare sintomi bipolari che non rientrano in uno schema come fanno gli altri tre tipi.

                                                                                                                                              Test

                                                                                                                                              Il test per il disturbo bipolare può essere un processo lungo, in quanto richiede ai medici di monitorare attentamente una persona e annotare tutti i sintomi, così come la loro durata.

                                                                                                                                              I medici chiederanno spesso alla persona di tenere un diario dell’umore, in cui possono scrivere ogni giorno il loro umore generale e qualsiasi sintomo evidente.

                                                                                                                                              Spesso, il medico otterrà il permesso di intervistare i membri della famiglia per conoscere i sintomi dell’umore e del comportamento di cui la persona stessa potrebbe non essere consapevole.

                                                                                                                                              Combineranno questi dati con le loro osservazioni sui sintomi della persona e valuteranno l’intera gamma di sintomi usando il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali.

                                                                                                                                              Test per altri disturbi

                                                                                                                                              I medici devono prendere tempo con il processo di test, come altri salute mentale le condizioni possono causare sintomi simili. Il monitoraggio e i test aiutano a garantire che la persona riceva il trattamento corretto per la sua condizione.

                                                                                                                                              I medici spesso eseguono un esame fisico quando la persona li visita per la prima volta. Questo può non aiutare con una diagnosi bipolare, ma può aiutare ad escludere problemi fisici che possono causare sintomi simili.

                                                                                                                                              Per esempio, problemi con la tiroide possono causare sintomi simili a quelli degli episodi maniacali o depressivi.

                                                                                                                                              Alcuni sintomi che possono sembrare simili ai sintomi del disturbo bipolare possono apparire anche in alcune diverse condizioni di salute mentale.

                                                                                                                                              Per esempio, sintomi come il comportamento impulsivo e gli sbalzi d’umore possono apparire in condizioni come:

                                                                                                                                                Inoltre, le persone con disturbo bipolare possono avere maggiori probabilità di sperimentare altre condizioni, come ansia, ADHD e abuso di sostanze.

                                                                                                                                                Fattori di rischio

                                                                                                                                                Durante il processo di test, i medici possono anche chiedere o controllare altri fattori di rischio per il disturbo bipolare.

                                                                                                                                                Questi includono:

                                                                                                                                                  Geni: Alcuni geni possono giocare un ruolo nel disturbo bipolare.

                                                                                                                                                  Diagnosi

                                                                                                                                                  Diagnosticare correttamente il disturbo bipolare è fondamentale per ottenere un trattamento medico e aiutare la persona a vivere una vita equilibrata.

                                                                                                                                                  Chiunque ritenga di poter avere un disturbo bipolare dovrebbe innanzitutto parlare con un medico o un professionista della salute mentale.

                                                                                                                                                  Un medico può eseguire un esame fisico per aiutarli a escludere altre condizioni o carenze. Dopo aver verificato la presenza di altre condizioni, i medici in genere indirizzano la persona a uno specialista di salute mentale per una valutazione.

                                                                                                                                                  Specialisti come psichiatri o psicologi eseguono queste valutazioni, in quanto hanno più esperienza nella diagnosi e nel trattamento di questi tipi di condizioni.

                                                                                                                                                  Una volta che lo specialista di salute mentale ha testato la persona e trova che soddisfa i criteri per il disturbo bipolare, il trattamento può iniziare.

                                                                                                                                                  Diagnosi nei bambini

                                                                                                                                                  Come nota il NIMH, le persone con disturbo bipolare tendono a sviluppare la condizione nella loro “tarda adolescenza o nei primi anni dell’età adulta.”

                                                                                                                                                  Detto questo, il disturbo bipolare può colpire anche i bambini. Può essere difficile da diagnosticare, in quanto alcuni dei sintomi possono apparire simili a quelli di altre condizioni, come l’ADHD.

                                                                                                                                                  I sintomi nei bambini possono includere:

                                                                                                                                                    A causa delle somiglianze tra le due condizioni, i medici possono iniziare a trattare prima l’ADHD in molti casi. Se i sintomi del bambino non rispondono ai farmaci ADHD, parlare con un medico di altre possibili condizioni, come il disturbo bipolare.

                                                                                                                                                    Takeaway

                                                                                                                                                    Il disturbo bipolare può sconvolgere la vita di una persona. Una diagnosi approfondita è importante in ogni caso per garantire che la persona stia ricevendo il trattamento corretto.

                                                                                                                                                    È possibile una diagnosi errata. Chiunque non stia rispondendo al trattamento dovrebbe discuterne con il proprio medico.

                                                                                                                                                    Il disturbo bipolare è una condizione che dura tutta la vita. Tuttavia, il trattamento aiuta molte persone con disturbo bipolare, anche quelle con sintomi più gravi. Il trattamento consiste comunemente in una combinazione di farmaci e psicoterapia.

                                                                                                                                                    Chiunque pensi di avere il disturbo bipolare, o qualsiasi altra condizione di salute mentale, dovrebbe parlare con un medico per una diagnosi completa.
                                                                                                                                                    La scoperta di un modello stagionale nei sintomi del disturbo bipolare può avere implicazioni per una migliore gestione

                                                                                                                                                    Bipolare: Gli esperti sollecitano una migliore cura iniziale

                                                                                                                                                    Un nuovo articolo di esperti di disturbo bipolare rivela che le persone con questa diagnosi spesso non ricevono un’adeguata assistenza precoce. Manca anche una ricerca sufficiente sui trattamenti per il disturbo bipolare, e gli specialisti chiedono una pratica migliore e studi più approfonditi per migliorare la qualità della vita delle persone.

                                                                                                                                                    Un nuovo articolo su The Lancet Psychiatry ha valutato le prove esistenti e sostiene che molte persone con disturbo bipolare hanno una scarsa qualità di vita perché non hanno ricevuto cure adeguate al momento giusto.

                                                                                                                                                    L’argomento appartiene a un team di specialisti di diverse istituzioni accademiche:

                                                                                                                                                      Il disturbo bipolare colpisce circa 60 milioni di persone persone in tutto il mondo, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

                                                                                                                                                      Solo negli Stati Uniti, circa 2.8% di tutti gli adulti ha avuto una diagnosi di disturbo bipolare nell’ultimo anno, secondo il National Institute of Mental Health.

                                                                                                                                                      Le persone con disturbo bipolare possono sperimentare drastici cambiamenti d’umore chiamati periodi di mania (stati drammatici di “alto”) e depressione (altrettanto intensi “bassi”).

                                                                                                                                                      Perché una persona riceva una diagnosi di disturbo bipolare, deve aver sperimentato almeno un episodio maniacale. La mania può far sentire una persona come se fosse in cima al mondo e capace di tutto, il che può alimentare un comportamento rischioso.

                                                                                                                                                      Tuttavia, molti non ricevono una diagnosi quando i loro sintomi iniziano a manifestarsi per la prima volta, e non ricevono cure adeguate dopo un episodio maniacale iniziale.

                                                                                                                                                      Abbiamo bisogno di studi a lungo termine

                                                                                                                                                      Nel loro articolo “Personal View”, gli specialisti hanno esaminato i dati riguardanti la prevalenza e l’onere sanitario del disturbo bipolare, così come il modo in cui di solito progredisce, come i fornitori di assistenza sanitaria in genere lo trattano e quali linee guida internazionali raccomandano.

                                                                                                                                                      Hanno scoperto che le persone con disturbo bipolare hanno “un rischio 50 volte maggiore di autolesionismo” rispetto a quelli senza la condizione. Hanno anche “un rischio di suicidio almeno 12 volte maggiore”, secondo l’articolo.

                                                                                                                                                      Gli autori notano anche che “[d]ata dallo studio Global Burden of Disease dell’OMS ha classificato il disturbo bipolare come la quarta causa principale di anni di vita aggiustati per la disabilità nelle persone di età compresa tra 10-24 anni.”

                                                                                                                                                      Citano anche studi che hanno trovato che circa la metà delle persone con disturbo bipolare sviluppano sintomi prima dei 21 anni. Tuttavia, altre prove mostrano che ci possono volere quasi 6 anni dopo i primi sintomi perché un medico possa diagnosticare la condizione e suggerire opzioni di trattamento.

                                                                                                                                                      Nel loro articolo, gli specialisti mostrano che le persone che hanno il loro primo episodio maniacale non ricevono il trattamento di cui hanno bisogno. Notano anche che non c’è una ricerca sufficiente per quanto riguarda l’intervento appropriato per i primi episodi maniacali, che, a sua volta, porta a linee guida di cura incomplete.

                                                                                                                                                      “Il [disturbo] bipolare può avere gravi effetti sulla salute di un giovane, sulla sua famiglia e sulla società in generale”, spiega il primo autore Sameer Jauhar, Ph.D.

                                                                                                                                                      Identificando le persone che hanno avuto un primo episodio e offrendo loro un trattamento appropriato in una fase iniziale”, aggiunge, “possiamo aiutarle ad andare avanti con la loro vita e prevenire le ricadute”.”

                                                                                                                                                      “Come psichiatra consulente”, dice Jauhar, “questo è qualcosa che vedo ancora e ancora. Le persone che vengono identificate precocemente e ottengono rapidamente un trattamento efficace sono in grado di evitare ulteriori episodi e di realizzare cose straordinarie, mentre altri che il sistema non serve così bene possono rimanere bloccati per anni.”

                                                                                                                                                      “Un altro fattore molto importante è la ricerca – abbiamo bisogno di studi a lungo termine per aiutare a guidare i trattamenti futuri e assicurarci di mantenere le persone bene a lungo termine.”

                                                                                                                                                      Sameer Jauhar, Ph.D.

                                                                                                                                                      Gli specialisti allegano al loro articolo il resoconto di un uomo con disturbo bipolare che riferisce di non aver ricevuto il trattamento necessario per la prima ipomania. Nel racconto, l’uomo descrive come questo ha influenzato la sua vita. Il suo caso illustra l’importanza di ricevere una diagnosi e un trattamento precoci.

                                                                                                                                                      “Le mie lotte con salute mentale è iniziato all’età di 14 anni quando ho iniziato a sperimentare alcuni sintomi di depressione”, dice. “Tuttavia, è stato quando ho iniziato a sviluppare episodi di ipomania a 16 anni che le cose hanno cominciato a sfuggirmi di mano.”

                                                                                                                                                      “Questi episodi sono stati uno shock per tutti quelli che mi circondavano. […] Non dormivo, avevo un costante bisogno di camminare ed ero molto frustrato. Il mio comportamento ha cominciato ad alienare tutti quelli che mi circondavano. Sono seguiti altri episodi e ho iniziato ad assumere comportamenti rischiosi.”

                                                                                                                                                      “I medici non sono riusciti a diagnosticarmi correttamente a questo punto”, aggiunge, “perché non sono riusciti a prendere una storia adeguata della mia salute mentale.”

                                                                                                                                                      È stato solo quando i medici hanno finalmente identificato e fornito la cura di cui aveva bisogno che la sua produttività e la qualità della vita sono migliorate.

                                                                                                                                                      “Tutto sommato, ci sono voluti 4 anni dai miei primi sintomi al punto in cui ho iniziato a ricevere il trattamento di cui avevo veramente bisogno. Ora, 3 anni dopo, riesco a studiare e lavorare allo stesso tempo e sono in grado di godermi la vita”, conclude.

                                                                                                                                                      Lascia un commento