Disturbo bipolare vs. ADHD: Sintomi e differenze

Il disturbo bipolare e il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) sono due condizioni di salute distinte. Condividono alcuni sintomi simili ma hanno diverse differenze chiave.

ADHD è più comune di disturbo bipolare. Poiché le due condizioni possono coesistere, possono verificarsi diagnosi errate.

In questo articolo, confrontiamo il disturbo bipolare e l’ADHD. Continua a leggere per conoscere i sintomi di ciascuno e come possono sovrapporsi. Spieghiamo anche i trattamenti e quando vedere un medico.

Disturbo bipolare vs. ADHD

Il disturbo bipolare è un disturbo a lungo termine salute mentale condizione che può causare insoliti spostamenti tra umori alti e bassi.

I sintomi si verificano in episodi piuttosto che essere continui. Oltre a influenzare il modo in cui una persona pensa e si sente, il disturbo bipolare può influenzare il suo comportamento.

Al contrario, l’ADHD è una condizione che colpisce l’attenzione, l’attività e il controllo degli impulsi di una persona. Colpisce principalmente il comportamento, non l’umore. I sintomi sono in corso piuttosto che verificarsi in episodi.

Sintomi

Il disturbo bipolare e l’ADHD possono condividere alcuni sintomi simili, soprattutto in relazione agli episodi maniacali.

Se una persona ha il disturbo bipolare, gli episodi maniacali possono farla sentire felice e sicura di sé e avere un’energia eccessiva. Durante un episodio maniacale, una persona potrebbe essere:

    Gli episodi maniacali non sono un sintomo dell’ADHD, ma una persona con ADHD può sperimentare alcuni dei sintomi di un episodio ipomaniaco.

    Anche se ci possono essere alcune somiglianze di sintomi, le cause alla base del disturbo bipolare e dell’ADHD sono diverse.

    I sintomi dell’episodio maniacale si verificano a causa di uno stato d’animo, mentre i sintomi dell’ADHD tendono ad essere più consistenti.

    A volte, la gente pensa che ADHD sia sinonimo di comportamenti “iperattivi” o “impulsivi”, e mentre questo può essere il caso per alcune persone, questo non è universalmente vero. Alcuni bambini e adulti con ADHD hanno sintomi di disattenzione.

    Questi sintomi includono:

      I sintomi dell’ADHD disattento non sono tipici del disturbo bipolare.

      Se una persona ha il disturbo bipolare e sperimenta un episodio depressivo, questo può farla sentire triste, senza speranza e con poca energia. Possono anche ritirarsi socialmente.

      Gli episodi depressivi non sono un sintomo di ADHD, ma alcune persone con ADHD possono anche sperimentare depressione.

      Disturbo bipolare e ADHD nei bambini

      L’ADHD è più comune nei bambini che negli adulti. Circa 8.4 per cento di bambini e 2.5 per cento degli adulti hanno l’ADHD.

      Il disturbo bipolare di solito inizia quando una persona è nella tarda adolescenza o nei primi 20 anni, ma può anche colpire i bambini. Questo è chiamato disturbo bipolare ad esordio precoce.

      Un bambino con ADHD può comportarsi in modo simile a un bambino con disturbo bipolare che sta avendo un episodio ipomaniacale. Tuttavia, ci sono modi per distinguere le condizioni, come ad esempio:

        Durante un episodio maniacale, un bambino o un adolescente con disturbo bipolare può essere:

          Durante un episodio depressivo, un bambino o un adolescente con disturbo bipolare può essere:

            Se chi si prende cura di un bambino con ADHD nota segni di disturbo bipolare, dovrebbe parlare con un medico il prima possibile.

            Condizioni coesistenti

            Una persona può avere sia il disturbo bipolare che l’ADHD. Uno studio ha scoperto che 17.6 per cento dei partecipanti che avevano un disturbo bipolare o un disturbo depressivo maggiore avevano anche l’ADHD per adulti.

            Altri studi stimano che il tasso di comorbilità negli adulti sia molto più alto.

            È interessante notare che il numero di persone che hanno sia il disturbo bipolare che l’ADHD è più alto di quanto i ricercatori si aspettassero data la prevalenza di ogni singola condizione.

            È possibile che questo sia dovuto al fatto che le condizioni condividono cause simili, ma i ricercatori stanno ancora studiando le ragioni alla base del loro sviluppo.

            Trattamento

            Molti trattamenti diversi sono disponibili per l’ADHD e il disturbo bipolare.

            I trattamenti dell’ADHD per i bambini includono la terapia del comportamento e i farmaci. I caregiver possono aiutare a gestire il comportamento di un bambino:

              I trattamenti ADHD per gli adulti includono farmaci e psicoterapia (talk therapy).

              Quando i medici diagnosticano l’ADHD e il disturbo bipolare insieme, possono considerare il disturbo bipolare come la condizione primaria e trattarlo per primo.

              La ragione di questo è che il disturbo bipolare può causare complicazioni più gravi dell’ADHD. C’è anche il rischio che i farmaci per l’ADHD possano peggiorare i sintomi del disturbo bipolare.

              Questo approccio permette anche al medico di vedere quali sintomi di attenzione persistono dopo che una persona inizia il trattamento per il disturbo bipolare e di prendere decisioni migliori su come trattare quei sintomi ADHD.

              Prima di trattare l’ADHD, una persona con entrambe le condizioni può beneficiare dell’assunzione di stabilizzatori dell’umore. Possono discutere questa opzione con un medico.

              Quando consultare un medico

              Se una persona riconosce i segni dell’ADHD o del disturbo bipolare in se stessa o in un bambino, dovrebbe parlare con il medico.

              Ricevere una diagnosi corretta e ottenere il giusto trattamento è il modo migliore per gestire l’ADHD, il disturbo bipolare o entrambe le condizioni.

              Se una persona o un bambino ha già ricevuto una diagnosi di una di queste condizioni, questo non significa che non abbia anche l’altra. Una persona può avere sia il disturbo bipolare che l’ADHD.

              È sempre una buona idea discutere qualsiasi cambiamento nei sintomi con un medico per aiutare a garantire che una persona abbia la giusta diagnosi e trattamento.
              Disturbo bipolare vs. ADHD: Sintomi e differenze

              Il disturbo bipolare e il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) sono due condizioni di salute distinte. Condividono alcuni sintomi simili ma hanno diverse differenze chiave.

              ADHD è più comune di disturbo bipolare. Poiché le due condizioni possono coesistere, possono verificarsi diagnosi errate.

              In questo articolo, confrontiamo il disturbo bipolare e l’ADHD. Continua a leggere per conoscere i sintomi di ciascuno e come possono sovrapporsi. Spieghiamo anche i trattamenti e quando vedere un medico.

              Disturbo bipolare vs. ADHD

              Il disturbo bipolare è un disturbo a lungo termine salute mentale condizione che può causare insoliti spostamenti tra alti e bassi dell’umore.

              I sintomi si verificano in episodi piuttosto che essere in corso. Oltre a influenzare il modo in cui una persona pensa e si sente, il disturbo bipolare può influenzare il loro comportamento.

              Al contrario, l’ADHD è una condizione che colpisce l’attenzione, l’attività e il controllo degli impulsi di una persona. Colpisce principalmente il comportamento, non l’umore. I sintomi sono continui piuttosto che verificarsi in episodi.

              Sintomi

              Il disturbo bipolare e l’ADHD possono condividere alcuni sintomi simili, soprattutto in relazione agli episodi maniacali.

              Se una persona ha il disturbo bipolare, gli episodi maniacali possono farla sentire felice e sicura di sé e avere un’energia eccessiva. Durante un episodio maniacale, una persona potrebbe essere:

                Gli episodi maniacali non sono un sintomo dell’ADHD, ma una persona con ADHD può sperimentare alcuni dei sintomi di un episodio ipomaniaco.

                Anche se ci possono essere alcune somiglianze di sintomi, le cause alla base del disturbo bipolare e dell’ADHD sono diverse.

                I sintomi degli episodi maniacali si verificano a causa di uno stato d’animo, mentre i sintomi dell’ADHD tendono ad essere più consistenti.

                A volte, la gente pensa che ADHD sia sinonimo di comportamenti “iperattivi” o “impulsivi”, e mentre questo può essere il caso per alcune persone, questo non è universalmente vero. Alcuni bambini e adulti con ADHD hanno sintomi di disattenzione.

                Questi sintomi includono:

                  I sintomi dell’ADHD disattento non sono tipici del disturbo bipolare.

                  Se una persona ha il disturbo bipolare e sperimenta un episodio depressivo, questo può farla sentire triste, senza speranza e con poca energia. Possono anche ritirarsi socialmente.

                  Gli episodi depressivi non sono un sintomo di ADHD, ma alcune persone con ADHD possono anche sperimentare depressione.

                  Disturbo bipolare e ADHD nei bambini

                  L’ADHD è più comune nei bambini che negli adulti. Intorno a 8.4 per cento di bambini e 2.5 per cento di adulti hanno l’ADHD.

                  Il disturbo bipolare di solito inizia quando una persona è nella tarda adolescenza o nei primi 20 anni, ma può anche colpire i bambini. Questo è chiamato disturbo bipolare ad esordio precoce.

                  Un bambino con ADHD può comportarsi in modo simile a un bambino con disturbo bipolare che sta avendo un episodio ipomaniacale. Tuttavia, ci sono modi per distinguere le condizioni, come ad esempio

                    Durante un episodio maniacale, un bambino o un adolescente con disturbo bipolare può essere:

                      Durante un episodio depressivo, un bambino o un adolescente con disturbo bipolare può essere:

                        Se chi si prende cura di un bambino con ADHD nota segni di disturbo bipolare, dovrebbe parlare con un medico il prima possibile.

                        Condizioni coesistenti

                        Una persona può avere sia il disturbo bipolare che l’ADHD. Uno studio ha scoperto che 17.6 per cento dei partecipanti che avevano un disturbo bipolare o un disturbo depressivo maggiore avevano anche l’ADHD per adulti.

                        Altri studi stimano che il tasso di comorbilità negli adulti sia molto più alto.

                        È interessante notare che il numero di persone che hanno sia il disturbo bipolare che l’ADHD è superiori a quelli che i ricercatori si aspetterebbero data la prevalenza di ciascuna condizione separata.

                        È possibile che questo sia dovuto al fatto che le condizioni condividono cause simili, ma i ricercatori stanno ancora studiando le ragioni di fondo per cui si sviluppano.

                        Trattamento

                        Molti trattamenti diversi sono disponibili per l’ADHD e il disturbo bipolare.

                        I trattamenti dell’ADHD per i bambini includono la terapia del comportamento e i farmaci. I caregiver possono aiutare a gestire il comportamento del bambino:

                          I trattamenti ADHD per gli adulti includono farmaci e psicoterapia (talk therapy).

                          Quando i medici diagnosticano l’ADHD e il disturbo bipolare insieme, possono considerare il disturbo bipolare come la condizione primaria e trattarlo per primo.

                          La ragione di questo è che il disturbo bipolare può causare complicazioni più gravi rispetto all’ADHD. C’è anche il rischio che i farmaci per l’ADHD possano peggiorare i sintomi del disturbo bipolare.

                          Questo approccio permette anche al medico di vedere quali sintomi di attenzione persistono dopo che una persona inizia il trattamento per il disturbo bipolare e di prendere decisioni migliori su come trattare quei sintomi ADHD.

                          Prima di trattare l’ADHD, una persona con entrambe le condizioni può beneficiare dell’assunzione di stabilizzatori dell’umore. Possono discutere questa opzione con un medico.

                          Quando consultare un medico

                          Se una persona riconosce i segni dell’ADHD o del disturbo bipolare in se stessa o in un bambino, dovrebbe parlare con il medico.

                          Ricevere una diagnosi corretta e ottenere il giusto trattamento è il modo migliore per gestire l’ADHD, il disturbo bipolare o entrambe le condizioni.

                          Se una persona o un bambino ha già ricevuto una diagnosi di una di queste condizioni, ciò non significa che non abbia anche l’altra. Una persona può avere sia il disturbo bipolare che l’ADHD.

                          È sempre una buona idea discutere qualsiasi cambiamento nei sintomi con un medico per aiutare a garantire che una persona abbia la giusta diagnosi e trattamento.

                          Lascia un commento