Dolore al collo nei bambini: Trattamento e quando consultare un medico

Mentre piccoli urti e contusioni sono comuni durante l’infanzia, provare dolore al collo da bambino può essere sorprendente. Una serie di cose possono causare dolore al collo nei bambini, ed è fondamentale identificare la causa per determinare il miglior corso di trattamento.

Il dolore al collo è spesso temporaneo e scompare entro 1 o 2 giorni senza trattamento. Tuttavia, a volte il dolore al collo è cronico e può influenzare la qualità della vita, le attività sociali e l’istruzione di un bambino.

Stiramenti muscolari nel collo possono essere dovuti a gioco violento o guardare in basso per periodi prolungati, ad esempio mentre si è al telefono o al computer.

È fondamentale ascoltare il bambino quando descrive i suoi sintomi per aiutarlo a identificare e trattare la causa sottostante al dolore al collo.

Trattamento

Il trattamento del dolore al collo nei bambini dipenderà dalla causa sottostante. A breve termine, i rimedi casalinghi possono aiutare il bambino ad avere sollievo.

Rimedi casalinghi

Alcuni semplici rimedi casalinghi possono aiutare a trattare il dolore al collo da lieve a moderato nei bambini.

Nei primi 1-2 giorni, il ghiaccio può aiutare a ridurre il gonfiore e infiammazione. Avvolgere un impacco di ghiaccio o un sacchetto di cubetti di ghiaccio in un asciugamano e applicarlo al collo del bambino per 20 minuti alla volta.

Se il dolore al collo persiste dopo qualche giorno, il calore può aiutare. Per usare il calore, metti un impacco caldo o un cuscinetto riscaldante elettrico sul collo del bambino per 10 minuti.

Un bagno caldo può anche aiutare a rilassare i muscoli tesi e ad alleviare il dolore.

Un bambino può ottenere un po’ di sollievo allungando il collo durante il giorno o facendo un leggero massaggio.

Alcuni farmaci da banco (OTC) hanno formule che sono sicure per i bambini. Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), come l’acetaminofene (Tylenol) o l’ibuprofene (Advil), possono anche aiutare ad alleviare il dolore.

Assicurati di seguire le istruzioni sull’etichetta ed evita di dare ai bambini piccoli versioni adulte di questi farmaci, a meno che un medico non lo raccomandi.

Cambiamenti nello stile di vita

Alcuni cambiamenti nello stile di vita possono aiutare a prevenire il dolore al collo.

Per i bambini che usano smartphone o altri dispositivi tecnologici per lunghi periodi, le seguenti regolazioni possono aiutare ad allineare il collo e ridurre il dolore:

    Anche lo stretching può aiutare. Il Accademia americana di pediatria suggeriscono di provare i seguenti esercizi per 3 minuti ogni giorno:

      Un bambino dovrebbe eseguire questi stiramenti lentamente e senza applicare alcuna resistenza. Se gli esercizi causano dolore, non dovrebbero continuare.

      Alcuni bambini possono anche aver bisogno di cambiare la loro posizione per dormire. Alcuni cambiamenti possono includere:

        Cause comuni del dolore al collo nei bambini

        Le possibili cause del dolore al collo nei bambini includono:

        Postura e “collo da sms

        Una cattiva postura può portare a dolori al collo, specialmente nei bambini che rimangono in una posizione per periodi prolungati, come quando sono seduti al computer, usano uno smartphone o guardano la televisione.

        Anche lunghi periodi passati a guardare uno smartphone, a studiare o a leggere un libro possono contribuire al dolore al collo.

        Qualsiasi movimento che comporti l’inclinazione della testa in avanti e verso il basso mette sotto pressione il collo.

        Come ricercatori sottolineare che avere dolori muscoloscheletrici da bambino può segnalare che il bambino può avere problemi simili da adulto.

        Senza trattamento, il bambino può avere problemi di dolore cronico, a volte in età adulta.

        Attività fisiche

        Le attività fisiche, come il gioco duro o lo sport, sono fonti comuni di lesioni minori nei bambini.

        Cadere, sbattere la testa o fare movimenti strani durante l’attività fisica può essere sufficiente a causare una piccola distorsione al collo. Un medico dovrebbe valutare qualsiasi dolore al collo che si presenta dopo una lesione significativa.

        Dormire in modo scorretto

        Un bambino può dormire in una posizione che causa dolore al collo, alle spalle o alla schiena a causa di uno stiramento muscolare.

        Il dolore è spesso temporaneo ma può causare problemi significativi con le attività quotidiane. Il bambino può avere difficoltà a girare la testa da un lato all’altro e può non essere in grado di fare cose semplici come indossare uno zaino o guardare in basso per leggere.

        Linfonodi gonfi

        I linfonodi si gonfiano in risposta a semplici infezioni, come il raffreddore, influenza, o streptococco. I linfonodi ingrossati possono causare dolore su uno o entrambi i lati del collo, di solito proprio sotto le orecchie e la mascella.

        Gli antidolorifici OTC possono aiutare ad alleviare i sintomi di un comune raffreddore o dell’influenza. Per le infezioni che non migliorano nel tempo, è meglio vedere un medico, che può prescrivere antibiotici o un altro trattamento.

        Meningite

        Un collo rigido può anche essere un segno di un’infezione più grave. Se il bambino ha febbre e non può muovere il collo senza dolore, può essere un segno di meningite.

        La meningite può essere pericolosa per la vita se una persona non riceve assistenza medica. Altri segni di meningite includono:

          Un bambino che avverte un improvviso dolore al collo con febbre alta dovrebbe consultare immediatamente un medico.

          Malattia di Lyme

          La malattia di Lyme può causare dolore al collo. Chi si prende cura dei bambini che vivono in aree dove la malattia di Lyme è prevalente dovrebbe controllare regolarmente per zecche o segni di un morso di zecca, come un rash, rossore, o infiammazione.

          I bambini con la malattia di Lyme possono anche avere linfonodi gonfi, muscoli doloranti e articolazioni, e sentirsi molto debole.

          Chiunque sospetti che il proprio figlio abbia la malattia di Lyme dovrebbe contattare il proprio medico.

          Altre cause

          Rare cause di dolore al collo nei bambini includono:

            Quando vedere un medico

            La maggior parte dei casi di dolore al collo nei bambini sono temporanei. Se il dolore al collo persiste per più di qualche giorno, è meglio parlare con un medico per una corretta diagnosi.

            Qualsiasi bambino che sta sperimentando sintomi gravi insieme al loro dolore al collo dovrebbe vedere un medico il più presto possibile. Questi sintomi includono::

              Le persone dovrebbero cercare cure di emergenza se il dolore è dovuto a una lesione grave, come un incidente d’auto, o se il bambino non è in grado di muoversi o di stare in piedi.

              Diagnosi

              I medici effettueranno un esame fisico per aiutare a diagnosticare la causa del dolore al collo di un bambino.

              Il medico chiederà se il dolore è iniziato dopo l’attività fisica o se il bambino ricorda qualche fattore scatenante del dolore.

              Possono chiedere informazioni sulle abitudini del bambino, come ad esempio quanto spesso usa dispositivi elettronici durante il giorno. I medici possono anche usare test di imaging, come i raggi X, per verificare la presenza di lesioni.

              Se sospettano un’infezione, i medici possono esaminare il collo alla ricerca di linfonodi gonfi. Possono prescrivere antibiotici se credono che la causa sia un’infezione batterica.

              Takeaway

              Il più delle volte, il dolore al collo nei bambini va via col tempo. Alcune cause di dolore al collo possono essere gravi, tuttavia, quindi chi si prende cura del bambino dovrebbe ascoltare le sue lamentele e cercare altri sintomi.

              I cambiamenti nello stile di vita possono aiutare a correggere i muscoli deboli e le abitudini che potrebbero portare al dolore al collo. Semplici rimedi casalinghi, come l’uso di impacchi caldi o freddi, possono alleviare il lieve dolore al collo.

              Chiunque sia incerto sui sintomi del proprio figlio dovrebbe parlare con un medico.

              Lascia un commento