Dolore nocicettivo e neuropatico: Qual è la differenza?

Il dolore nocicettivo è un termine medico usato per descrivere il dolore causato da danni fisici o potenziali al corpo. Esempi possono essere il dolore provato per un infortunio sportivo, una procedura dentale o l’artrite.

Il dolore nocicettivo è il tipo più comune di dolore che le persone provano. Si sviluppa quando le fibre nervose nocicettive sono innescate da infiammazione, prodotti chimici, o eventi fisici, come battere un dito del piede su un mobile.

Questo articolo si concentra sulla differenza tra dolore nocicettivo e dolore neuropatico, così come le loro cause e trattamenti.

Cos’è il dolore nocicettivo?

Il dolore nocicettivo è solitamente acuto e si sviluppa in risposta a una situazione specifica. Tende a scomparire con la guarigione della parte del corpo interessata. Per esempio, il dolore nocicettivo dovuto a una caviglia rotta migliora con la guarigione della caviglia.

Il corpo contiene cellule nervose specializzate chiamate nocicettori che rilevano stimoli nocivi o cose che potrebbero danneggiare il corpo, come calore o freddo estremo, pressione, pizzicotti e sostanze chimiche. Questi segnali di avvertimento vengono poi passati lungo il sistema nervoso al cervello, dando luogo al dolore nocicettivo.

Questo accade molto rapidamente in tempo reale, ed è il motivo per cui le persone sanno di togliere le mani se toccano un forno caldo o tolgono il peso da una caviglia ferita.

I nocicettori si trovano anche negli organi interni, anche se i loro segnali d’allarme sono meno facili da individuare e non sempre vengono percepiti coscientemente.

Le informazioni fornite dal dolore nocicettivo possono aiutare il corpo a proteggersi e a guarire.

Cos’è il dolore neuropatico?

Il dolore neuropatico è un termine medico usato per descrivere il dolore che si sviluppa quando il sistema nervoso è danneggiato o non funziona correttamente a causa di malattie o lesioni.

È diverso dal dolore nocicettivo perché non si sviluppa in risposta ad alcuna circostanza specifica o stimolo esterno.

Infatti, gli individui possono soffrire di dolore neuropatico anche quando la parte del corpo dolorante o ferita non è effettivamente presente. Questa condizione è chiamata dolore da arto fantasma, che può verificarsi nelle persone dopo aver subito un’amputazione.

Il dolore neuropatico viene anche chiamato dolore ai nervi e di solito è cronico.

Molte diverse condizioni e malattie causano dolore neuropatico, tra cui:

    Diagnosi

    Per accedere a un trattamento adeguato, è molto importante determinare se un individuo soffre di dolore neuropatico o nocicettivo.

    Basso cronico dolore alla schiena (CLBP) è un disturbo molto comune, ma in 90 per cento dei casi, i medici non sono in grado di identificare una causa fisica. Spesso, parte del disagio che le persone hanno da CLBP è dolore neuropatico.

    Un test diagnostico chiamato “questionario painDETECT“è stato sviluppato per aiutare i medici a identificare la presenza di dolore neuropatico e nocicettivo nelle persone con CLBP.

    Questo test è ora ampiamente utilizzato per valutare il dolore neuropatico in molte condizioni e malattie diverse, tra cui artrite reumatoide.

    Quando si fa il questionario, ad una persona verrà chiesto di rispondere a 9 domande. Sette delle domande chiedono loro di valutare diverse sensazioni del loro dolore su una scala da 0 a 5. Verrà anche chiesto loro quanto dura il dolore, valutato da -1 a +1, e se il dolore si irradia o meno, valutato da 0 a 2.

    Più alto è il punteggio, più alto è il livello di dolore neuropatico che un individuo può provare.

    Si consiglia alle persone con diabete di osservare i sintomi del dolore neuropatico, in particolare nei piedi. Neuropatia negli arti inferiori è molto comune nelle persone con diabete ed è una delle principali cause di amputazione.

    Il dolore neuropatico nelle persone con diabete spesso inizia con intorpidimento, debolezza o bruciore alle dita dei piedi. Questo dolore può anche peggiorare di notte e rendere difficile il sonno.

    Localizzazione del dolore

    Le aree più comuni in cui le persone provano dolore nocicettivo sono nel sistema muscoloscheletrico, che comprende le articolazioni, i muscoli, la pelle, i tendini e le ossa.

    Anche gli organi interni, come l’intestino, i polmoni e il cuore, possono essere soggetti a dolore nocicettivo, insieme ai muscoli lisci.

    Nel 2005, è stato stimato che c’erano 1.6 milioni di persone che hanno perso un arto negli Stati Uniti. I ricercatori ritengono che i problemi vascolari, i traumi, il cancro e i conflitti armati porteranno quel numero a salire a 3.6 milioni entro il 2050.

    Si stima che 42.2-78.8 per cento di individui che hanno avuto un arto amputato soffrono di dolore da arto fantasma. Questo tipo di dolore neuropatico può svilupparsi ovunque un arto sia stato rimosso.

    All’incirca metà delle persone con il diabete sperimentano la neuropatia periferica diabetica (DPN), che è un dolore nervoso che colpisce i piedi e le mani. Le dita dei piedi sono di solito la prima parte del corpo ad essere colpita.

    Le persone con diabete possono anche sviluppare neuropatia in altre parti del corpo, tra cui la parte anteriore delle cosce, vicino agli occhi e i polsi.

    Molte persone con il cancro provano dolore neuropatico alla schiena, alle gambe, al petto e alle spalle a causa di tumori che colpiscono il midollo spinale. Possono anche verificarsi dolori neuropatici dovuti a farmaci o interventi chirurgici.

    La parte bassa della schiena è un’area in cui gli individui possono provare sia dolore neuropatico che nocicettivo.

    Sintomi

    È importante tenere a mente che un individuo può provare dolore neuropatico e nocicettivo allo stesso tempo. Prestare attenzione alle differenze chiave può migliorare la qualità della vita delle persone che hanno a che fare con il dolore e aiutarle a ottenere il trattamento corretto.

    Poiché il dolore nocicettivo può svilupparsi in qualsiasi parte del corpo in risposta al calore o al trauma, può avere molte caratteristiche diverse. Di solito è più grave al momento della lesione, ma può anche essere peggiore al mattino presto o durante l’attività,

    Il trattamento del dolore nocicettivo varia a seconda della causa. A differenza del dolore neuropatico, il dolore nocicettivo spesso risponde bene al trattamento con oppiacei, come la codeina.

    Le persone con dolore neuropatico riferiscono una varietà di sintomi, tra cui:

      Trattamento

      Come per il dolore nocicettivo, uno dei primi e più critici passi nel trattamento del dolore neuropatico è il trattamento della condizione sottostante.

      Gli individui con DPN dovrebbero lavorare con il loro medico per trovare farmaci che aiutino a controllare il loro diabete e prevenire ulteriori DPN. Il loro medico può anche prescrivere un trattamento per ridurre il dolore e le lesioni associate a questa condizione.

      Le persone con dolore neuropatico dovuto al cancro possono trovare sollievo con anticonvulsivanti, anestetici locali, e antidepressivi. Il trattamento varia a seconda degli individui e della causa specifica del loro dolore.

      Gli studi suggeriscono che uno dei migliori trattamenti per il dolore neuropatico dovuto al dolore da arto fantasma è la prevenzione. Se una persona riceve un ampio trattamento del dolore prima dell’intervento di amputazione, sembra avere meno probabilità di sviluppare dolore da arto fantasma in seguito.

      Lascia un commento