Effetti collaterali delle radiazioni per il cancro al seno: Cosa sapere

Un trattamento comune ed efficace per il cancro al seno è la radioterapia. Tuttavia, ha alcuni effetti collaterali.

Un medico può raccomandare radioterapia in combinazione con altri trattamenti, come la chirurgia e chemioterapia.

Ci sono due tipi principali di trattamento con radiazioni:

    Il giusto trattamento per cancro al seno dipende da molti fattori, tra cui l’età e la salute generale di una persona. Un medico aiuterà una persona a decidere l’opzione migliore per loro.

    Continua a leggere per ulteriori informazioni sugli effetti collaterali a breve termine, a lungo termine e rari delle radiazioni per il cancro al seno.

    Effetti collaterali a breve termine

    Gli effetti collaterali a breve termine si verificano durante il trattamento o subito dopo, di solito entro 6 mesi.

    Gli effetti collaterali comuni a breve termine includono:

      Effetti collaterali a lungo termine

      Gli effetti collaterali a lungo termine si verificano mesi o anni dopo la fine del trattamento.

      Gli effetti collaterali a lungo termine possono includere:

        Rari effetti collaterali

        I rari effetti collaterali delle radiazioni possono includere:

          Affrontare gli effetti collaterali

          I benefici della radioterapia per il cancro al seno superano i rischi. Tuttavia, gli effetti collaterali possono essere scomodi.

          Chiedere ad amici e familiari di aiutare con le attività quotidiane durante il trattamento può aiutare una persona a gestire alcuni effetti collaterali comuni, come la stanchezza.

          L’uso di cuscinetti riscaldanti e impacchi di ghiaccio può aiutare una persona a far fronte al dolore e all’indolenzimento dopo la radioterapia.

          Indossare abiti larghi e applicare una crema idratante non profumata può aiutare a ridurre il disagio causato dai cambiamenti della pelle.

          Per ridurre stress e combattere la fatica, una persona può anche provare:

            È fondamentale segnalare qualsiasi effetto collaterale a un medico o a un’infermiera, soprattutto se una persona lo sperimenta per la prima volta.

            Prospettive

            La radioterapia può essere un trattamento molto efficace per il cancro al seno. Una persona dovrebbe aspettarsi alcuni effetti collaterali, ma la maggior parte sarà lieve e si risolverà nel tempo.

            È essenziale comunicare qualsiasi effetto collaterale al team medico, per assicurarsi che una persona non stia sperimentando un sintomo di qualcosa di più serio.

            Se gli effetti collaterali hanno un impatto sulla qualità della vita di una persona, questa dovrebbe parlare con un medico, che potrebbe essere in grado di consigliare modi per ridurre il disagio.

            Leggi questo articolo in spagnolo.
            Mammografia vs. termografia: Prendere una decisione informata

            Lo screening del cancro al seno può identificare il cancro al seno prima che una persona noti qualsiasi sintomo fisico. La diagnosi precoce può consentire a una persona di sottoporsi a trattamenti meno invasivi con risultati migliori.

            Le autorità sanitarie e i medici raccomandano alle donne di sottoporsi regolarmente a una mammografia di screening del seno. Quando lo avrebbero dipende dalla loro età e dai fattori di rischio individuali.

            Tuttavia, alcune strutture offrono la termografia come alternativa alla mammografia.

            Mentre entrambi i test individuano le anomalie del seno, la termografia lo fa rilevando le variazioni di temperatura nel tessuto mammario, mentre la mammografia esegue una radiografia del seno.

            L’immagine risultante da un termogramma è come una mappa di calore con diverse temperature rappresentate da diversi colori. Una mammografia a raggi X è un’immagine dell’interno del seno che può mostrare anomalie come cisti, fibroadenomi e calcificazioni.

            Il Food and Drug Administration (FDA) raccomanda che i medici usino la termografia solo come complemento alla mammografia, essendo la mammografia il metodo di screening principale.

            Il sesso e il genere esistono su uno spettro. Per gli scopi di questo articolo, usiamo “maschio” e “femmina” per riferirci al sesso di una persona assegnato alla nascita. Per saperne di più.

            Cos’è la termografia?

            La termografia utilizza un tipo di tecnologia a infrarossi che rileva e registra i cambiamenti di temperatura sulla superficie della pelle. Può aiutare lo screening del cancro al seno.

            Una termocamera a infrarossi scatta un’immagine che mostra diverse temperature nei seni. La telecamera visualizza questi modelli come una sorta di mappa di calore.

            Quando si sviluppa una crescita cancerosa, le cellule cancerose si riproducono e richiedono più sangue. Aree di eccessivo flusso sanguigno nel tessuto mammario mostra sull’immagine a infrarossi come aree con una temperatura della pelle più alta.

            Il Collegio Americano di Termologia Clinica raccomanda questo metodo per i seguenti motivi:

              Svantaggi della termografia

              L’ACCT osserva che la termografia del seno non rilevare il cancro. Può solo avvisare una persona di cambiamenti che potrebbero richiedere ulteriori indagini.

              Anche la termografia è limitata perché:

                Scopri di più sulla termografia del seno qui.

                Cos’è la mammografia?

                Una mammografia è un Raggi X del seno. Si tratta di comprimere il seno tra due piastre metalliche e scattare un’immagine a raggi X del tessuto mammario.

                L’immagine può mostrare se ci sono cambiamenti insoliti o masse nel tessuto del seno che possono richiedere ulteriori indagini.

                La mammografia è il modo più comune di screening per il cancro al seno. Può aiutare a rilevare il cancro allo stadio iniziale, il che può ridurre il rischio di morire per la malattia 25-30% o più.

                I fattori che influenzano chi beneficerà di mammografie regolari includono:

                  Scopri di più su come l’età influisce sul rischio di cancro al seno qui.

                  Svantaggi della mammografia

                  La mammografia ha alcuni svantaggi, che includono:

                    Scopri di più su cosa aspettarsi da una mammografia qui.

                    Raccomandazioni per lo screening

                    La U.S. La Preventive Service Task Force (USPSTF) dà quanto segue raccomandazioni per lo screening del seno:

                      Altre istituzioni danno raccomandazioni diverse. Per esempio, La Società Americana del Cancro raccomanda che le donne di 45-54 anni facciano una mammografia ogni anno.

                      A Rapporto 2021 nel Giornale del Collegio Americano di Radiologia afferma che tutte le donne dovrebbero avere una valutazione del rischio entro i 30 anni e iniziare lo screening all’età di 40 anni.

                      Secondo lo stesso rapporto, un terzo di tutti i tumori al seno nelle donne nere, asiatiche e ispaniche viene diagnosticato sotto i 50 anni. Rispetto alle donne bianche non ispaniche, le donne appartenenti ad altri gruppi etnici sono:

                        Il rapporto continua dicendo che le persone che si identificano come lesbiche, gay, bisessuali, transgender o queer hanno meno probabilità di partecipare a uno screening mammografico regolare. Questo può ridurre le possibilità che i medici rilevino il cancro al seno nelle fasi iniziali in questi individui.

                        Gli individui transgender che hanno subito una transizione da maschio a femmina e hanno usato ormoni per più di 5 anni dovrebbero fare uno screening annuale dall’età di 40 anni. La stessa raccomandazione si applica alle persone che hanno subito una transizione da femmina a maschio e che non hanno subito una mastectomia.

                        Prendere una decisione informata

                        Nel 2019, il FDA ha avvertito che le cliniche omeopatiche, i centri benessere e altre strutture offrono la termografia come alternativa alla mammografia.

                        Hanno avvertito che non ci sono prove scientifiche a sostegno di questo uso della termografia, e hanno esortato le persone a frequentare regolarmente la mammografia come raccomanda il loro medico.

                        La FDA ha emesso il seguente avvertimento:

                        “Non ci sono dati scientifici validi per dimostrare che i dispositivi di termografia, se usati da soli o con un altro test diagnostico, siano uno strumento di screening efficace per qualsiasi condizione medica, compresa la diagnosi precoce del cancro al seno o di altre malattie e condizioni di salute.”

                        I medici possono usare la termografia per raccogliere più informazioni sui cambiamenti nel seno. Tuttavia, la mammografia è il test di screening più affidabile disponibile per ora.

                        Riassunto

                        La mammografia e la termografia sono due diversi tipi di test di screening che i medici usano per rilevare i segni del cancro al seno.

                        Gli esperti raccomandano lo screening mammografico una volta all’anno o ogni 2 anni intorno ai 40 anni, anche se le raccomandazioni variano. Un medico valuterà i fattori di rischio individuali di una persona, come l’età e la storia familiare, prima di raccomandare lo screening del seno.

                        I medici possono suggerire la termografia per raccogliere più informazioni sui cambiamenti nel seno. Tuttavia, la mammografia è vista come il metodo più affidabile di screening del seno.

                        Q:

                        Sono confusa perché il mio medico mi dice che dovrei fare una mammografia ogni 2 anni, ma i miei amici dicono che dovrei preoccuparmi delle radiazioni. Dicono che la termografia è migliore perché non ci sono radiazioni. È vero?

                        Anonimo

                        A:

                        Per l’individuazione del cancro, i medici raccomandano di fare una mammografia ogni 2 anni a seconda della fascia d’età e del livello di rischio di una persona. Seguirei il consiglio del medico.

                        Le mammografie comportano una piccola quantità di radiazioni, ma non abbastanza perché un’istanza del test possa causare danni alle cellule.

                        I benefici superano di gran lunga i rischi. Come sottolinea questo articolo, la termografia può avere i suoi vantaggi, ma non ci sono abbastanza ricerche o prove per sostenere il suo uso come standard di cura per la diagnosi del cancro.

                        Christina Chun, MPH
                        Le risposte rappresentano le opinioni dei nostri esperti medici. Tutti i contenuti sono strettamente informativi e non devono essere considerati consigli medici.

                        Leggi questo articolo in spagnolo.

                        Lascia un commento