Effetti collaterali dello IUD: Cosa sono e come gestirli

Un dispositivo intrauterino, o IUD, è un piccolo dispositivo che i medici collocano all’interno dell’utero come contraccettivo. Molte persone sperimentano effetti collaterali dello IUD, soprattutto nelle prime settimane o mesi dopo l’inserimento.

Ci sono due tipi di IUD disponibili. Un tipo secerne ormoni mentre l’altro contiene rame. Gli IUD che secernono ormoni rilasciano l’ormone sintetico progestinico, mentre l’opzione rame impedisce allo sperma di fecondare l’uovo.

Oltre a prevenire la gravidanza, gli IUD ormonali possono aiutare a ridurre l’incidenza di periodi dolorosi o pesanti.

Mentre la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha approvato gli IUD come contraccettivi sicuri, alcune persone possono sperimentare fastidiosi effetti collaterali. In questo articolo, conoscere gli effetti collaterali di ogni tipo di IUD, così come quando vedere un medico.

Effetti collaterali dello IUD

Prima di inserire uno IUD, un medico dovrebbe assicurarsi che l’individuo sia consapevole dei potenziali effetti collaterali e dei rischi, compresi gli effetti collaterali noti di particolari marche.

Gli effetti collaterali comuni dello IUD includono:

    Gli effetti collaterali più rari degli IUD includono:

      La FDA ha approvato cinque marche di IUD fino ad oggi. Uno è uno IUD di rame chiamato Paragard. Gli altri sono IUD ormonali conosciuti come Kyleena, Liletta, Mirena e Skyla. Gli effetti collaterali di ogni tipo di IUD sono elencati di seguito.

      Effetti collaterali di Kyleena

      Kyleena è uno IUD ormonale. Oltre ai comuni effetti collaterali dello IUD, Kyleena può causare:

        Secondo il produttore, si stima che il 22% delle persone che usano Kyleena sperimentano cisti ovariche. Mentre queste cisti di solito vanno via in 2-3 mesi, possono causare dolore e disagio.

        Kyleena può aumentare il rischio di una gravidanza ectopica, che è una gravidanza che si impianta fuori dall’utero, di solito nelle tube di Falloppio.

        Una gravidanza ectopica è un’emergenza medica. Il trattamento tempestivo è vitale per prevenire gravi emorragie e preservare la fertilità.

        Liletta effetti collaterali

        Uno IUD Liletta può anche aumentare il rischio di gravidanza ectopica. Le persone dovrebbero chiamare un medico se sperimentano gravi emorragie o dolori addominali con uno IUD Liletta, poiché questi segni potrebbero indicare una gravidanza ectopica.

        Altri potenziali effetti collaterali di un Liletta IUD includono:

          Mirena effetti collaterali

          Mirena è uno IUD ormonale che rilascia l’ormone sintetico progestinico per prevenire la gravidanza.

          Alcuni dei sintomi che le persone spesso sperimentano dopo il posizionamento di Mirena includono:

            Secondo il produttore, si stima che il 12% delle donne che usano Mirena sviluppano una ciste ovarica.

            Skyla effetti collaterali

            Gli effetti collaterali specifici di Skyla possono includere:

              Secondo il produttore, una persona su 16 smetterà di avere le mestruazioni dopo 1 anno di utilizzo di Skyla, mentre circa il 14% delle persone svilupperà una ciste ovarica.

              Effetti collaterali di Paragard

              Gli IUD Paragard non secernono ormoni. Invece, hanno un rivestimento di rame che agisce come deterrente per lo sperma. Tuttavia, possono ancora causare effetti collaterali, tra cui:

                Se una donna con questo IUD pensa di essere incinta, dovrebbe chiamare il suo medico. Se è incinta, il medico dovrà rimuovere lo IUD.

                Secondo il produttore, la gravidanza con un Paragard IUD in atto può provocare complicazioni pericolose per la vita.

                Quando vedere un medico

                Una persona dovrebbe vedere un medico se sperimenta uno dei seguenti effetti dopo l’inserimento di uno IUD:

                  Una persona dovrebbe anche parlare con un medico se non può più rilevare le stringhe IUD nella vagina.

                  Il medico può controllare che lo IUD sia ancora al posto giusto.

                  Come gestire gli effetti collaterali dello IUD

                  La maggior parte degli effetti collaterali dello IUD si verificano entro i primi mesi dopo l’inserimento dello IUD. Alcuni modi per gestire gli effetti collaterali includono:

                    Takeaway

                    Se una persona sperimenta effetti collaterali che sono insoliti per uno IUD o non sono nelle informazioni di sicurezza che il medico fornisce, dovrebbe segnalarli alla FDA. Possono farlo chiamando 1-800-FDA-1088 o visitando il sito web all’indirizzo www.FDA.gov/medwatch.

                    È essenziale ricordare che gli IUD non proteggono da infezioni trasmesse sessualmente (MST).

                    Gli effetti collaterali negativi dello IUD dovrebbero risolversi entro pochi mesi, man mano che il corpo si abitua al dispositivo e ai nuovi ormoni.

                    Se lo IUD causa sintomi intollerabili, è meglio parlare con un medico per rimuovere il dispositivo.

                    Lascia un commento