Esame del sangue RDW: Cos’è, preparazione e risultati

I test sulla larghezza della distribuzione dei globuli rossi (RDW) indicano variazioni nella forma e nelle dimensioni dei globuli rossi di una persona. Possono confermare la presenza di anemia e possono anche aiutare a determinare il tipo o la causa della condizione.

I medici spesso includono RDW come parte di un conteggio completo del sangue (CBC), che misura la quantità di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine nel sangue.

Questo articolo esplora il test RDW e come prepararsi per esso. Esaminiamo anche le prospettive per le persone con risultati RDW in vari intervalli.

Tabella dei contenuti

Cos’è l’esame del sangue RDW?

Il test RDW indica differenza di dimensioni e forma tra i globuli rossi più piccoli e più grandi in un campione.

I globuli rossi trasportano l’ossigeno dai polmoni. Una proteina all’interno delle cellule, chiamata emoglobina, si lega all’ossigeno e lo trasporta nei tessuti del corpo.

Problemi con l’emoglobina possono influenzare il flusso di ossigeno in tutto il corpo così come la dimensione, la forma e la salute dei globuli rossi. Questo può comportare una serie di problemi di salute.

Mentre le variazioni sono comuni, i globuli rossi, o eritrociti, hanno tipicamente una forma a disco, con un diametro di 6.da 2 a 8.2 micrometri.

I risultati del test RDW possono essere più alti se più cellule sono più grandi o più piccole della media. Un RDW elevato può suggerire che un individuo ha una condizione di salute sottostante.

Usi dei test RDW

Test RDW dicono ai medici se qualcuno potrebbe avere l’anemia e, in tal caso, possono aiutare a indicare il tipo. Spesso, il test RDW fa parte di un CBC, un test che misura tutti i componenti del sangue, compresi i globuli bianchi, le piastrine e l’emoglobina.

Un CBC può dare ai medici un’idea di ciò che potrebbe causare l’anemia. Può anche aiutare a diagnosticare altre condizioni, tra cui:

    Un medico può ordinare un CBC se una persona sperimenta:

      Se i risultati di un CBC mostrano bassi livelli di globuli rossi o di emoglobina, questo può suggerire un’anemia. I medici poi cercano di determinare la causa usando l’RDW e altri test.

      Preparazione per un test RDW

      Avere un test RDW richiede nessuna preparazione speciale. Se un medico ha ordinato altri esami del sangue oltre a RDW, l’individuo potrebbe aver bisogno di digiunare per diverse ore prima del test. Tuttavia, il medico li informerà di questo e di qualsiasi altro requisito in anticipo.

      Prendere il sangue per il test è semplice e veloce. Un operatore sanitario usa un piccolo ago per prelevare il sangue dal braccio dell’individuo. Questo può causare una piccola sensazione di graffio o di bruciore quando l’ago entra nella pelle.

      Una piccola quantità di sangue scorre poi dall’ago in una provetta. Una volta che il tubo è pieno, l’operatore sanitario rimuove l’ago e può chiedere alla persona di tenere un pezzo di garza contro il sito di prelievo per fermare qualsiasi sanguinamento.

      Inviano poi il campione di sangue a un laboratorio, dove un tecnico controlla la dimensione e la distribuzione dei globuli rossi.

      Qual è la gamma normale di RDW?

      Il range tipico per RDW è 12-15%. Questa percentuale rappresenta quanto i globuli rossi in un dato campione si discostano dalla dimensione media delle cellule del sangue.

      I medici misurano la dimensione media dei globuli rossi attraverso un test del volume corpuscolare medio (MCV), che fa parte di un CBC. Il calcolo che i medici usano per questo è (RDW-SD)/(MCV)×100.

      Una bassa percentuale di RDW significa che i globuli rossi non sono molto diversi per dimensioni dalle misure tipiche. Un’alta percentuale significa che le dimensioni differiscono in modo più significativo, il che può indicare che il corpo ha difficoltà a produrre globuli rossi.

      Tuttavia, una persona con un risultato tipico può ancora avere una condizione sottostante. Per avere un quadro completo della salute di un individuo, i medici possono anche considerare i risultati di altri esami del sangue.

      Cause di un esame del sangue RDW alto

      Un risultato alto di RDW è noto come un alto conteggio RDW. Può aiutare i medici a diagnosticare e differenziare i diversi tipi di anemia. Il i seguenti tipi di anemia può causare un alto numero di RDW:

        Al contrario, altri tipi di anemia, tra cui La talassemia non causa necessariamente un alto RDW.

        I medici possono anche ottenere maggiori informazioni guardando come l’RDW si confronta con altri test in un CBC. Per esempio:

          Molte condizioni hanno legami con un alto RDW, tra cui:

            Tuttavia, alcuni fattori possono influenzare il risultato di un test RDW, rendendolo meno accurato. Un esempio sono le trasfusioni di sangue – ricevere temporaneamente il sangue di un donatore cambia la composizione del sangue di qualcuno, confondendo i risultati del test.

            Come abbassare RDW

            Poiché diversi fattori possono causare un risultato RDW alto, l’abbassamento della variazione delle dimensioni dei globuli rossi varia a seconda dei casi. Un medico può consigliare il modo migliore per farlo, a seconda della causa di fondo.

            Per coloro che sono suscettibili ad un alto RDW, può aiutare da:

              Prospettiva

              La prospettiva per qualcuno con un alto numero di RDW varia considerevolmente a seconda della causa di questo risultato del test. In molti casi, indica condizioni reversibili e trattabili, come una carenza di ferro, folati o vitamina B12. In questo caso, cambiare la dieta o prendere integratori può essere sufficiente per trattare l’anemia.

              In altri casi, un alto RDW ha legami con esiti di salute peggiori, in particolare in quelli con malattie più gravi. Per esempio, un Studio del 2018 ha scoperto che i pazienti affetti da cancro con un RDW più alto avevano un rischio maggiore di morire.

              Inoltre, in 2019, i ricercatori hanno concluso che un alto numero di RDW è correlato a un più alto rischio di mortalità per qualsiasi causa. Quindi, è importante parlare con un medico dei passi successivi dopo aver ottenuto un risultato RDW atipico.

              Riassunto

              I test RDW misurano la variazione di dimensioni tra le cellule del sangue in un dato campione. I risultati di un test RDW possono indicare la presenza di anemia e alcune altre condizioni di salute. Può aiutare a individuare la causa sottostante.

              I medici di solito eseguono un test RDW come parte di un CBC per fornire un quadro più completo della salute di una persona.

              Seguire una dieta equilibrata, dormire regolarmente, essere fisicamente attivi e smettere di fumare può aiutare ad abbassare i livelli elevati di RDW, ma questo dipende dalla causa sottostante. Le persone che sono preoccupate per i risultati del loro test RDW dovrebbero parlare con un operatore sanitario.
              Esame del sangue della conta delle piastrine: Cosa sono i valori alti, bassi e normali

              La conta delle piastrine misura il livello medio di piastrine nel sangue di una persona. Livelli di piastrine troppo alti o bassi possono portare a gravi complicazioni di salute.

              Piastrine, chiamato anche trombociti, sono frammenti di cellule più grandi prodotte nel midollo osseo chiamati megacariociti. Questi frammenti sono cruciali per la guarigione delle ferite.

              L’esame del sangue della conta piastrinica media è tipicamente parte di un emocromo completo (CBC) test. Un emocromo rivela informazioni importanti sul numero di diverse cellule del sangue nel corpo.

              Livelli di piastrine normali

              I livelli di piastrine di una persona possono cambiare con l’età, e anche alcune condizioni mediche possono influenzarli.

              Una conta piastrinica troppo bassa o troppo alta può portare a complicazioni per la salute. Un basso numero di piastrine è noto come trombocitopenia, mentre un alto numero di piastrine è noto come trombocitosi.

              I test misurano i livelli medi di piastrine per microlitro (mcL) di sangue. Qui di seguito sono livelli orientativi delle piastrine.

              Risultato Conteggio delle piastrine
              alto livello di piastrine (trombocitosi) più di 450.000
              livello piastrinico normale 150,000-450,000
              basso livello di piastrine (trombocitopenia) meno di 150.000

              Tuttavia, alcuni studi suggeriscono che i livelli normali di piastrine dovrebbero prendere in considerazione altre variabili, come l’età e il sesso di una persona.

              Cosa significa quando la conta delle piastrine è alta?

              Un conteggio elevato delle piastrine può verificarsi quando qualcosa fa sì che il midollo osseo produca troppe piastrine. Quando la ragione è sconosciuta, si chiama trombocitosi primaria o essenziale.

              Quando le piastrine in eccesso sono dovute a un’infezione o ad altre condizioni, si parla di trombocitosi secondaria.

              Rischio più elevato di coaguli di sangue

              Il sangue di una persona si coagula più rapidamente quando ha troppe piastrine.

              La coagulazione è una protezione naturale contro il sanguinamento. Il corpo produce più piastrine durante e dopo un infortunio.

              Tuttavia, poiché le piastrine causano la coagulazione del sangue, possono anche essere pericolose coaguli di sangue nelle braccia o nelle gambe. Il coagulo di sangue può rompere o viaggiare in un’altra zona del corpo.

              Il rischio di un coagulo di sangue è più alto nelle persone costrette a letto dalla malattia o che non possono muovere gli arti.

              Qualcuno che ha un alto numero di piastrine a causa di una recente lesione ma che deve rimanere a letto può avere bisogno di monitoraggio per ridurre il rischio di coaguli di sangue come risultato.

              Cosa significa quando la conta delle piastrine è bassa?

              Una bassa conta delle piastrine può rendere difficile la coagulazione del sangue, mettendo una persona a rischio di sanguinamento eccessivo. La causa può essere una tendenza ereditaria a non produrre abbastanza piastrine, ma la causa può anche essere sconosciuta. Oppure può essere dovuto a una condizione medica sottostante.

              Rischio più elevato di sanguinamento spontaneo

              Se la conta delle piastrine nel sangue scende al di sotto di 20.000 per mcL, una persona può iniziare a sanguinare spontaneamente. Questa è un’emergenza medica, e le persone che sperimentano un’emorragia spontanea possono richiedere una trasfusione di sangue o piastrine.

              Una bassa conta delle piastrine aumenta il rischio di morte nelle persone che subiscono una lesione traumatica.

              Le cause

              Diversi fattori possono far cambiare i livelli di piastrine di una persona. Questi includono condizioni mediche acute e croniche e l’età.

              Cause del conteggio elevato delle piastrine

              Alcuni condizioni temporanee può causare una conta delle piastrine superiore al normale. Un medico può ordinare un nuovo test pochi giorni o settimane dopo se questo accade. Alcune ragioni comuni per i livelli elevati di piastrine includono:

                Se la conta delle piastrine di una persona rimane alta, condizioni mediche croniche può essere responsabile. Questi possono includere:

                  Cause della bassa conta delle piastrine

                  Le cause comuni di un basso volume di piastrine includono

                    La conta delle piastrine tende a diminuisce con l’età. Una conta delle piastrine che è più bassa di una volta o all’estremità inferiore del normale può non essere motivo di preoccupazione in un adulto anziano – specialmente se non ci sono altri sintomi.

                    Cos’è il test della conta delle piastrine?

                    Un test della conta delle piastrine rivela il numero medio di piastrine che una persona ha per microlitro di sangue.

                    I medici possono eseguire il test da solo o come parte di un test CBC. Spesso si esegue un test della conta delle piastrine se si sospetta un disturbo che influisce sulla conta delle piastrine.

                    Cosa aspettarsi

                    Il test comporta il prelievo di sangue da una vena del braccio o della mano.

                    Ottenere un campione di sangue da una vena richiede pochi minuti e generalmente causa solo un minimo disagio. Occasionalmente, alcune persone possono sentirsi nauseate o stordite mentre il sangue viene prelevato o poco dopo. Fare respiri lenti e profondi di solito è sufficiente per calmare queste sensazioni. Alcune persone possono sviluppare un piccolo segno o un livido.

                    Un tecnico metterà il campione di sangue in una macchina che conta il numero di piastrine e produce un rapporto dei risultati.

                    È sicuro?

                    Il test è sicuro e le complicazioni sono rare. Persone con disturbi emorragici dovrebbero informare il loro medico di qualsiasi storia di problemi di sanguinamento. La maggior parte delle persone trova che il test sia solo un breve inconveniente e una fonte di lieve disagio.

                    Quando si ottengono i risultati?

                    Il tempo necessario per ottenere i risultati varia.

                    Gli ospedali che somministrano il test per le emergenze o le persone che stanno per subire un intervento chirurgico spesso ottengono i risultati quasi immediatamente. Possono essere necessari alcuni giorni per ottenere i risultati quando l’ufficio di un medico ordina il test da un laboratorio esterno.

                    Takeaway

                    I cambiamenti nella conta delle piastrine possono significare che una persona ha una malattia cronica o un problema con il midollo osseo.

                    Non è generalmente possibile, tuttavia, diagnosticare una condizione medica basata solo sulla conta delle piastrine. Le persone dovrebbero parlare con un medico di ulteriori test se un esame del sangue rivela piastrine basse.

                    È consigliabile informare il medico di qualsiasi altro sintomo, che può aiutare a restringere le opzioni di test.

                    Leggi questo articolo in spagnolo.
                    Quanto tempo ci vuole per ricevere i risultati delle analisi del sangue? Una guida

                    Un prelievo di sangue richiede solo pochi minuti, ma una persona potrebbe dover aspettare alcuni giorni o settimane per i risultati del test. Il tempo di attesa dipende da ciò che l’esame del sangue sta cercando.

                    Questo articolo esamina il tempo necessario per ottenere i risultati di diversi tipi di esami del sangue e i fattori che influenzano queste tempistiche.

                    Quali fattori influenzano i tempi dei risultati delle analisi del sangue?

                    I medici usano gli esami del sangue per controllare la conta delle piastrine, colesterolo livelli, e aiutano a diagnosticare carenze di nutrienti o condizioni mediche. I tempi dei risultati dipendono dal tipo di test.

                    Secondo il Istituto nazionale del cuore, dei polmoni e del sangue (NHLBI), il prelievo di sangue effettivo richiede di solito meno di 3 minuti, e i risultati possono richiedere da pochi minuti a qualche settimana per arrivare.

                    Il laboratorio che analizza il campione di sangue di solito rimanda i risultati all’ufficio del medico. Un medico può poi esaminare i risultati al telefono o, in alcuni casi, durante un appuntamento faccia a faccia. È essenziale seguire il medico per discutere i risultati del test.

                    In altri casi, un laboratorio può rilasciare i risultati direttamente alla persona, spesso attraverso un portale online. Il laboratorio dovrebbe dire alla persona quanto tempo potrebbe essere necessario per ricevere i risultati.

                    A volte, fattori imprevisti possono ritardare i risultati di una persona. Per esempio, una persona potrebbe non ricevere i risultati se il medico non ha raccolto abbastanza sangue o se il campione di sangue è stato contaminato. Un medico può riordinare il test se il campione è inadeguato per qualsiasi motivo.

                    I seguenti sono alcuni potenziali motivi per cui un medico può ordinare un esame del sangue e quanto tempo una persona può aspettarsi di aspettare prima di ricevere i risultati.

                    Pannello metabolico di base

                    A pannello metabolico di base è uno degli esami del sangue più comuni. Fornisce informazioni sul metabolismo attuale di una persona, sui livelli di glucosio nel sangue, sulla salute dei reni e sui livelli di elementi nel sangue, compresi acidi, basi ed elettroliti.

                    In preparazione al test, un medico può istruire una persona a digiunare fino a 12 ore prima del test.

                    L’ufficio del medico di solito riceve i risultati entro un giorno.

                    Emocromo completo

                    Il emocromo completo (CBC) indica la conta dei globuli bianchi, la conta dei globuli rossi e i livelli di emoglobina. Simile al pannello metabolico di base, il laboratorio in genere restituisce i risultati all’ufficio del medico entro un giorno. Non c’è bisogno di digiunare prima di un CBC.

                    Pannello lipidico

                    A pannello lipidico misura la quantità di colesterolo nel sangue. Il test misura sia le lipoproteine ad alta densità (HDL), o “colesterolo cattivo”, sia le lipoproteine a bassa densità (LDL), o “colesterolo buono.” Il medico di una persona dovrebbe ricevere i risultati entro un giorno. La maggior parte degli adulti dovrà digiunare (solo acqua) da 9 a 12 ore prima dell’esame del sangue. Tuttavia, i bambini e i giovani adulti possono mangiare normalmente.

                    Pannello metabolico completo

                    A pannello metabolico completo include test che misurano i livelli di albumina, proteine totali, glucosio, calcio, ed elettroliti comuni inclusi nel pannello metabolico di base. Questo test può dire al medico come funzionano il fegato o i reni di una persona.

                    I risultati di un pannello metabolico completo possono richiedere alcuni giorni per essere restituiti. Una persona dovrà digiunare per 12 ore prima di sottoporsi a questo esame del sangue.

                    Test di gravidanza

                    I test delle urine sono i metodi più comuni per rilevare la gravidanza e danno risultati in pochi minuti. Alcune persone scelgono di fare un esame del sangue, che tende ad essere più accurato di un esame delle urine. Tuttavia, le persone devono aspettare più a lungo per i risultati degli esami del sangue.

                    Ci sono due tipi di analisi del sangue per la gravidanza: qualitativa e quantitativa. Un test qualitativo dà una semplice risposta affermativa o negativa al fatto che una persona sia incinta. Un test quantitativo restituisce la quantità totale di gonadotropina corionica umana (hCG) nel sangue. Il corpo produce questo ormone quando una persona rimane incinta.

                    Alcuni esami del sangue possono rilevare se una persona è incinta già 1 settimana dopo il concepimento. Una persona deve essere incinta da più tempo prima che un test delle urine possa identificare accuratamente una gravidanza.

                    Il tempo necessario per ottenere il risultato di un test di gravidanza dipende dalla sede del laboratorio. Se il laboratorio è nell’ufficio del medico, potrebbero essere necessarie alcune ore; altrimenti, i risultati potrebbero richiedere qualche giorno in più.

                    Esame del sangue per il cancro

                    Un medico può usare un esame del sangue per confermare il sospetto tumori. Il tipo di esame del sangue dipenderà dal tipo di cancro che il medico sta cercando. I risultati possono richiedere da qualche giorno a qualche settimana, a seconda del laboratorio e del luogo.

                    Test della tiroide

                    Diversi test guardano le funzioni della tiroide. I medici possono controllare ipertiroidismo (tiroide iperattiva) o ipotiroidismo (tiroide sottoattiva). I risultati dei vari esami della tiroide sono spesso disponibili entro un giorno o due, ma questo può variare da un laboratorio all’altro.

                    Test per l’anemia

                    C’è una varietà di test che un medico può eseguire per cercare anemia. Alcuni esempi sono l’emocromo o il test dell’emoglobina e dell’ematocrito (H e H). In genere, i risultati richiedono solo poche ore per arrivare.

                    Tuttavia, ci sono alcuni test rapidi disponibili. Se un medico usa un test rapido, potrebbero essere necessari solo pochi minuti per ottenere i risultati.

                    Test per le infezioni sessualmente trasmissibili

                    Infezioni sessualmente trasmesse Le malattie sessualmente trasmissibili (MST) possono impiegare un po’ di tempo per manifestarsi. Una persona può inizialmente risultare negativa per una MST poco dopo averla contratta, ma i sintomi possono comparire più tardi. Il tempo necessario per ottenere i risultati dipende dall’infezione specifica.

                    Quando test per l’HIV, un operatore sanitario può eseguire un esame del sangue con una puntura del dito in ufficio e ricevere i risultati in pochi minuti. Test di laboratorio per HIV sono più accurati ma richiedono più tempo per essere eseguiti. Possono durare da 30 minuti a 3 ore.

                    I medici spesso prendono dei tamponi dalla bocca o dai genitali per verificare la presenza di molte IST. I risultati possono richiedere alcuni giorni. I test richiederanno più tempo se il tecnico ha bisogno di coltivare colture cellulari per verificare la presenza di microbi specifici.

                    Infine, un medico può usare un esame del sangue per cercare sifilide e herpes. In questi casi, i risultati possono impiegare diverse settimane per arrivare.

                    Riassunto

                    I risultati degli esami del sangue possono richiedere da alcuni minuti a diverse settimane, a seconda del test. È comune aspettare un giorno o due per la maggior parte dei risultati.

                    Una persona dovrebbe parlare con il proprio medico o laboratorio di cosa aspettarsi riguardo ai risultati del test. Dovrebbero essere in grado di dire alla persona quanto tempo ci vorrà per avere i risultati e chi li riceverà. Possono anche aiutare una persona a capire i risultati.
                    Digiunare prima di un esame del sangue: Esempi, ragioni e consigli

                    Digiunare prima di un esame del sangue significa che un individuo non dovrebbe mangiare o bere altro che acqua prima di sottoporsi a certi esami del sangue. Ma quali esami del sangue richiedono il digiuno, e come si può digiunare in modo sicuro?

                    Una persona non ha sempre bisogno di digiunare prima di un esame del sangue. Quando un esame del sangue richiede il digiuno, è in genere necessario solo per un breve periodo.

                    Anche così, l’idea di non mangiare o bere, anche per una piccola quantità di tempo, può sembrare scoraggiante. Capire quando e come digiunare prima di un esame del sangue può aiutare a ridurre inutili preoccupazioni.

                    Questo articolo esplora i tipi di esami del sangue che richiedono il digiuno, perché il digiuno è necessario, e come un individuo può farlo in modo sicuro.

                    Quanto tempo digiunare prima del test del sangue?

                    Se qualcuno ha bisogno di digiunare o meno prima di un esame del sangue dipende dal tipo di esame del sangue a cui deve sottoporsi. Alcuni esami del sangue richiedono il digiuno per fornire risultati accurati, mentre altri no.

                    I tipi di esami del sangue che richiedono il digiuno sono:

                    Test della glicemia a digiuno

                    A glicemia a digiuno test può aiutare a diagnosticare diabete.

                    Il diabete è una condizione che può portare a un’eccessiva quantità di zucchero nel sangue. Un esame della glicemia a digiuno misura i livelli di zucchero nel sangue per vedere se sono sani.

                    È importante che un individuo non abbia mangiato o bevuto nulla oltre all’acqua per 8-10 ore prima di un test della glicemia a digiuno. Una persona tipicamente digiunare durante la notte e fare il test al mattino presto.

                    Il digiuno aiuta a garantire che l’esame del sangue registri una misura accurata dei livelli di zucchero nel sangue a digiuno. I risultati aiutano il medico a diagnosticare o escludere il diabete.

                    Esami del colesterolo nel sangue

                    Colesterolo è una sostanza grassa nel sangue. Il colesterolo alto può portare ad un aumento del rischio di alcune condizioni di salute.

                    Gli esami del colesterolo nel sangue, noti anche come profili lipidici, valutano le quantità di grassi nel sangue. I diversi grassi testati includono

                      Le quantità di questi grassi aumenteranno se una persona ha recentemente mangiato del cibo. Questo è il motivo per cui si chiede alle persone di non mangiare per 9-12 ore prima del test, che aiuta a dare un profilo accurato delle quantità di questi grassi nel sangue.

                      Ricerca ha suggerito che il digiuno potrebbe non essere necessario prima di tutti i test del colesterolo e dei trigliceridi. Tuttavia, le persone che si sottopongono a questi test dovrebbero astenersi dal bere alcolici per 24 ore prima del test. È sempre meglio per gli individui controllare con un medico per vedere se queste nuove linee guida si applicano a loro.

                      Test della gamma-glutamil transferasi

                      Un test della gamma-glutamil transferasi (GGT) aiuta a diagnosticare le malattie del fegato. La GGT è un enzima del fegato che lo aiuta a lavorare efficacemente.

                      Una persona potrebbe aver bisogno di evitare di mangiare e bere per 8 ore prima del test, così come evitare di bere alcolici e di prendere alcuni farmaci da prescrizione.

                      Esame del sangue del ferro

                      Un esame del sangue del ferro misura i livelli del minerale ferro nel sangue. Questo test aiuta a identificare le condizioni che sono causate da una mancanza di ferro nel sangue, come anemia.

                      Il ferro è contenuto in alcuni tipi di cibo e viene assorbito molto rapidamente dal cibo nel sangue. Pertanto, se una persona mangia del cibo prima del test del ferro, i risultati possono mostrare livelli gonfiati di ferro.

                      Per garantire risultati accurati, una persona dovrebbe digiunare dalla mezzanotte della sera prima del test fino a dopo che il test è stato fatto.

                      Altri esami del sangue che richiedono il digiuno

                      Alle persone può essere chiesto di digiunare per:

                        Perché il digiuno è necessario

                        Quando le persone mangiano cibo e bevono alcol, il cibo e il liquido vengono scomposti nello stomaco e assorbiti nel sangue. Questo può influenzare i livelli di alcune sostanze nel sangue, come la glicemia o il colesterolo.

                        Misurare i livelli di queste sostanze è fondamentale per diagnosticare alcune condizioni, come:

                          Per una corretta diagnosi di queste condizioni, è importante che una persona sia a digiuno. Mangiare o bere prima del test può aumentare i livelli di una particolare sostanza nel sangue, portando a risultati imprecisi. Risultati errati potrebbero a loro volta portare a una diagnosi errata.

                          Cose che puoi fare

                          C’è una serie di cose che le persone possono fare quando sono a digiuno per un esame del sangue, come:

                            Cose da evitare

                            Oltre al cibo e alle bevande, ci sono altre cose da evitare quando si digiuna per un esame del sangue. Questi includono:

                              Conclusione

                              Prima che una persona decida di digiunare, dovrebbe parlare con un medico per sapere se deve digiunare e, in tal caso, per quanto tempo.

                              Se il test richiede il digiuno, seguire i passaggi di cui sopra può aiutare un individuo a cui è stato chiesto di digiunare per un esame del sangue a farlo in modo sicuro.

                              Se il digiuno diventa troppo difficile e una persona interrompe il digiuno a causa di fame o sete estrema, dovrebbe contattare il medico per riprogrammare l’appuntamento per l’esame del sangue.

                              Le persone possono ricevere una diagnosi sbagliata se i risultati dei loro esami del sangue sono imprecisi, portando a ulteriori complicazioni per la salute. Ecco perché seguire le migliori pratiche di digiuno prima degli esami del sangue è così importante.
                              Trasfusione di sangue: Tipi, scopo, procedura e recupero

                              Le trasfusioni di sangue funzionano per sostituire il sangue che viene perso a causa di lesioni o interventi chirurgici. Le persone possono anche ricevere trasfusioni di sangue per trattare alcune condizioni mediche.

                              Questo articolo spiegherà cos’è una trasfusione di sangue, quando è necessaria e cosa aspettarsi durante la procedura.

                              Cos’è una trasfusione di sangue?

                              Una trasfusione di sangue è una procedura che ripristina sangue al corpo.

                              Un operatore sanitario farà passare il sangue attraverso un tubo di gomma in una vena usando un ago o un tubo sottile.

                              Le sezioni seguenti copriranno i diversi tipi di procedure di trasfusione di sangue disponibili, così come i diversi tipi di sangue.

                              Tipi di trasfusioni di sangue

                              Secondo la Croce Rossa Americana, ci sono quattro tipi comuni di trasfusioni di sangue:

                                Prima di una trasfusione di sangue, un operatore sanitario rimuoverà i globuli bianchi dal sangue. Questo perché possono essere portatori di virus.

                                Detto questo, possono trasfondere globuli bianchi chiamati granulociti per aiutare una persona a riprendersi da un’infezione che non ha risposto a antibiotici. Gli operatori sanitari possono raccogliere i granulociti utilizzando un processo chiamato aferesi.

                                Tipi di sangue

                                È importante che un operatore sanitario usi il tipo di sangue corretto durante una trasfusione di sangue. Altrimenti, il corpo potrebbe rigettare il nuovo sangue, il che può avere gravi conseguenze.

                                Ci sono quattro tipi di sangue:

                                  Ogni gruppo sanguigno possono essere positive o negative.

                                  Il gruppo sanguigno O è compatibile con tutti gli altri gruppi sanguigni. Le persone con gruppo sanguigno O sono donatori universali.

                                  Se qualcuno è in condizioni critiche e sta sanguinando molto, un medico può usare sangue universale da donatore.

                                  Perché sono necessarie le trasfusioni di sangue?

                                  Le trasfusioni di sangue sono necessarie quando il corpo non ha abbastanza sangue per funzionare correttamente. Per esempio, una persona può aver bisogno di una trasfusione di sangue se ha subito una grave lesione o se ha perso sangue durante un intervento chirurgico.

                                  Alcune persone hanno bisogno di trasfusioni di sangue per alcune condizioni e disturbi, tra cui:

                                    Cosa aspettarsi

                                    La maggior parte delle trasfusioni di sangue avviene in un ospedale o in una clinica. Tuttavia, gli infermieri in visita possono essere in grado di eseguire trasfusioni di sangue a casa. Prima di questo, un medico dovrà eseguire un esame del sangue per determinare il gruppo sanguigno di una persona.

                                    Durante una trasfusione di sangue, un operatore sanitario metterà un piccolo ago nella vena, di solito nel braccio o nella mano. Il sangue passa poi da una sacca, attraverso un tubo di gomma, e nella vena della persona attraverso l’ago.

                                    Monitoreranno attentamente i segni vitali durante la procedura. Può richiedere fino a 4 ore per completare una trasfusione di sangue.

                                    Aftercare

                                    Il tempo di recupero può dipendere dal motivo della trasfusione di sangue. Tuttavia, una persona può essere dimessa meno di 24 ore dopo la procedura.

                                    Una persona può sentire un dolore alla mano o al braccio dopo una trasfusione. Ci possono essere anche dei lividi nel sito.

                                    Ci può essere un rischio molto piccolo di una reazione ritardata alla trasfusione. Anche se questo non causa tipicamente problemi, una persona dovrebbe consultare un medico se non si sente bene e ha sintomi inaspettati, come nausea, gonfiore, ittero, o un’eruzione cutanea pruriginosa.

                                    È importante far conoscere al medico qualsiasi sintomo che potrebbe segnalare una reazione, come nausea o difficoltà di respirazione.

                                    Per scoprire altre informazioni e risorse basate sull’evidenza per la donazione di sangue, visita il nostro hub dedicato.

                                    Rischi e complicazioni

                                    Le trasfusioni di sangue sono molto sicuro. Esistono procedure rigorose per garantire che l’analisi, la manipolazione e la conservazione del sangue donato siano il più sicure possibile.

                                    Tuttavia, è possibile che il corpo di una persona reagisca al nuovo sangue. Tali reazioni possono essere lievi o gravi.

                                    Alcune reazioni si verificano immediatamente, mentre altre possono richiedere diversi giorni apparire. Gli esempi includono:

                                    Allergie

                                    Le reazioni allergiche sono comuni. Infatti, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), le reazioni allergiche costituiscono più di 50% di reazioni riportate alle trasfusioni di sangue.

                                    I farmaci antistaminici possono aiutare a trattare le reazioni allergiche.

                                    Febbre

                                    Una persona può sperimentare una febbre dopo una trasfusione di sangue.

                                    Sebbene questo non sia grave, se avvertono anche dolore al petto o nausea, dovrebbero informare un medico il prima possibile.

                                    Reazione emolitica

                                    Questo può accadere quando i tipi di sangue non sono compatibili, causando il sistema immunitario ad attaccare le nuove cellule del sangue.

                                    Questa è una reazione seria, ma è molto raro.

                                    I sintomi possono includere:

                                      Trasmissione di infezioni

                                      In casi molto rari, il sangue donato può contenere batteri, virus o parassiti che possono causare infezioni come HIV o epatite B o C.

                                      Tuttavia, secondo il CDC, gli esperti testano ogni donazione di sangue per questi contaminanti. È quindi molto raro che una persona contragga un’infezione da una trasfusione di sangue.

                                      Infatti, secondo la Croce Rossa Americana, la possibilità che una persona contragga l’epatite B è di 1 su 300.000, e la probabilità di contrarre epatite C è 1 su 1.5 milioni.

                                      Le probabilità di contrarre l’HIV da una trasfusione di sangue negli Stati Uniti sono inferiori a 1 su 1 milione.

                                      Riassunto

                                      Una trasfusione di sangue è una procedura sicura che sostituisce il sangue perso a causa di ferite o interventi chirurgici. Può anche aiutare a trattare alcune condizioni mediche.

                                      Le trasfusioni di sangue possono salvare la vita, ma possono causare alcuni lievi effetti collaterali.

                                      Anche se le infezioni sono molto rare, è possibile che il corpo reagisca al nuovo sangue. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, queste reazioni sono lievi.
                                      Test Hgb: Cos’è, risultati e altro

                                      Un esame del sangue Hgb misura quanta emoglobina una persona ha nel sangue. L’emoglobina è una proteina che aiuta i globuli rossi a trasportare l’ossigeno nel corpo per mantenere le cellule e gli organi funzionanti.

                                      L’emoglobina è anche ciò che dà ai globuli rossi il loro colore.

                                      Se un esame del sangue Hgb rivela che l’emoglobina di un individuo non rientra nell’intervallo normale, un medico può utilizzare ulteriori test per verificare la presenza di possibili disturbi del sangue.

                                      Secondo il National Heart, Lung, and Blood Institute, l’anemia – un altro termine per emoglobina bassa – è il disturbo del sangue più comune negli Stati Uniti, che colpisce più di 3 milioni persone.

                                      Che cosa è?

                                      Un esame del sangue Hgb comporta l’analisi del sangue di un individuo per vedere quanta emoglobina contiene.

                                      Il primo passo del processo è il prelievo di sangue. Un operatore sanitario, in genere un infermiere, userà un ago per raccogliere il sangue della persona.

                                      Poi etichetterà il campione di sangue e lo invierà per l’analisi.

                                      Se l’esame del sangue Hgb rivela livelli anormali di emoglobina, i medici possono ordinare ulteriori test. Queste possono includere un conteggio completo del sangue per fornire maggiori informazioni sul numero e il tipo di tutte le cellule del sangue.

                                      Un medico può anche ordinare un test dell’ematocrito, in quanto questo test si concentra esclusivamente sui globuli rossi, che è dove l’emoglobina si verifica. Il test dell’ematocrito misura quale proporzione del sangue rappresentano i globuli rossi.

                                      Quando è necessario?

                                      Un test Hgb può essere una parte di un controllo di routine, o un medico può ordinarlo se un individuo mostra segni e sintomi che potrebbero essere dovuti a livelli anormali di emoglobina.

                                      Possono ordinare un test Hgb se una persona sta sperimentando sintomi di anemia, per esempio. L’anemia si verifica quando i livelli di emoglobina sono basso.

                                      Un medico può anche chiedere un test Hgb per assicurarsi che il trattamento per i livelli anormali di emoglobina sia efficace.

                                      Cosa significano i risultati?

                                      Se i livelli di emoglobina di una persona sono più alti o più bassi delle cifre qui sotto, potrebbe avere una condizione medica.

                                      La comunità medica definisce tipicamente il intervalli normali di emoglobina come segue:

                                        La percentuale tipica di globuli rossi nel sangue varia da dal 37% al 49%.

                                        Alcuni fattori possono influenzare i risultati di un test dell’Hgb. Questi includono:

                                          Per saperne di più sui livelli di emoglobina, clicca qui.

                                          Sintomi e cause dell’emoglobina alta

                                          Quando una persona ha alti livelli di emoglobina, i medici si riferiscono a questo come policitemia.

                                          Sintomi

                                          I sintomi della policitemia includono:

                                            Una persona può anche sperimentare la prurite, o prurito, sulla schiena dopo una doccia calda.

                                            Cause

                                            I fattori che possono causare alti livelli di emoglobina includono:

                                              Sintomi e cause dell’emoglobina bassa

                                              L’anemia è un altro termine per l’emoglobina bassa.

                                              Sintomi

                                              I sintomi dell’anemia includono:

                                                Cause

                                                Le possibili cause di una bassa lettura di emoglobina in un esame del sangue Hgb includono:

                                                  Prospettive

                                                  Un esame del sangue Hgb può fornire importanti informazioni sulla salute di un individuo.

                                                  La prospettiva della persona dipende dal fatto che la sua emoglobina sia alta, bassa o normale e da cosa sta causando le irregolarità che il test ha rivelato.

                                                  Gli esami del sangue di routine possono talvolta rivelare gravi problemi di salute prima che i sintomi si sviluppino e rendere possibile un intervento precoce e salvavita.

                                                  Riassunto

                                                  Un esame del sangue Hgb è una procedura medica di routine che i medici a volte includono come parte di un regolare esame fisico.

                                                  Il test misura quanta emoglobina c’è nel sangue di un individuo, ed è un indicatore di salute molto importante.

                                                  Molti fattori diversi possono portare a letture Hgb anormali, e il trattamento dipenderà dalla causa.
                                                  Esame del sangue del cloruro: Procedura, scopo e risultati dei livelli

                                                  L’esame del sangue del cloruro misura i livelli di cloruro nel sangue. Il cloruro è un elettrolita che aiuta a bilanciare la quantità di liquido all’interno e all’esterno delle cellule. Aiuta anche a mantenere il volume del sangue, la pressione sanguigna e il pH dei fluidi corporei.

                                                  La maggior parte delle persone non sarà consapevole di avere l’ipercloremia perché i sintomi sono quasi impossibili da identificare. I medici spesso scoprono la condizione da un esame del sangue del cloruro, che fa parte di uno screening del sangue di routine per monitorare o diagnosticare i livelli di elettroliti.

                                                  Un medico potrebbe fare questi test se sospetta che una persona abbia una delle seguenti caratteristiche:

                                                    Il medico di solito farà dei test per altri elettroliti, come il sodio, potassio, e bicarbonato, allo stesso tempo.

                                                    Se un medico è preoccupato che una persona possa avere diabete, potrebbero raccomandare anche un esame delle urine.

                                                    Questo articolo spiega l’esame del sangue del cloruro e come interpretare i risultati. Livelli alti o bassi possono avere sintomi diversi e sono indicativi di una serie di condizioni diverse

                                                    Come prepararsi al test

                                                    Il test non richiede alcuna preparazione speciale. Tuttavia, discuti sempre qualsiasi preoccupazione o domanda con un medico.

                                                    Procedura

                                                    L’esame del sangue comporta il prelievo di un campione di sangue da una vena, di solito nel braccio o nella mano.

                                                    Il test dura meno di 10 minuti e non dovrebbe causare alcun danno. Alcune persone potrebbero avvertire un leggero dolore o lividi nel punto in cui il medico inserisce l’ago.

                                                    Una volta raccolto, il sangue andrà in un laboratorio per l’analisi. Il medico di solito riceve i risultati dal laboratorio entro pochi giorni.

                                                    Cosa significano i risultati alti o bassi?

                                                    La gamma normale per il cloruro è tra 98 e 106 milliequivalenti per litro (mEq/L).

                                                    Livelli elevati

                                                    I livelli di cloruro al di sopra dell’intervallo normale causano una condizione nota come ipercloremia. Ipercloremia si verifica quando il volume degli ioni cloruro aumenta, il che potrebbe essere dovuto a diversi fattori.

                                                    Le possibili cause includono:

                                                      I neonati hanno spesso ipercloremia perché i loro livelli di cloruro aumentano nella settimana dopo la nascita. Tuttavia, questo non è niente di cui preoccuparsi, poiché i livelli aumentano naturalmente e non indicano un problema di salute.

                                                      L’ipercloremia è comune in persone gravemente malate.

                                                      Bassi livelli

                                                      Bassi livelli di cloruro causano una condizione nota come ipocloremia. L’ipocloremia si verifica quando il volume degli ioni cloruro diminuisce.

                                                      Le possibili cause includono:

                                                        Trattamento

                                                        I trattamenti variano a seconda del tipo di equilibrio elettrolitico di una persona.

                                                        La maggior parte delle persone può gestire l’ipocloremia con alcuni cambiamenti nello stile di vita. Per esempio, se la causa dell’ipercloremia è la disidratazione, il trattamento includerà probabilmente l’idratazione, che può comportare bere molta acqua ogni giorno.

                                                        Le persone dovrebbero seguire una dieta sana ed equilibrata ed evitare la caffeina e l’alcool perché sono diuretici.

                                                        Tuttavia, chiunque avverta qualsiasi sintomo che possa suggerire problemi ai reni dovrebbe consultare un medico il prima possibile.

                                                        Se qualcuno sviluppa ipocloremia a causa di un farmaco che sta prendendo, il medico può aggiustare il dosaggio o prescrivere un farmaco diverso. Se l’ipocloremia è lieve e dovuta a irregolarità della dieta, il medico può raccomandare che la persona aumenti l’assunzione di sale.

                                                        Prospettive e conseguenze

                                                        La quantità di liquido che una persona consuma bevendo o perde attraverso eccessiva sudorazione, diarrea, o il vomito può influenzare i livelli di cloruro. Mantenere una corretta idratazione può rendere i livelli di cloruro più stabili.

                                                        I risultati dell’esame del sangue del cloruro che non sono nell’intervallo normale non sono di solito motivo di preoccupazione. Tuttavia, possono indicare una condizione di fondo che potrebbe richiedere un trattamento.

                                                        Discutere sempre i risultati dei test con un medico. Se i livelli di cloruro cadono al di fuori dell’intervallo normale, il medico raccomanderà il trattamento più appropriato.

                                                        Lascia un commento