Esiste un esame del sangue per il cancro? Test, diagnosi e risultati

L’idea di un singolo esame del sangue per il cancro è rivoluzionaria, e un tale esame potrebbe potenzialmente portare a una diagnosi più precoce. Tuttavia, la realtà è che non esiste ancora un esame del sangue affidabile per il cancro.

Il cancro è una delle principali cause di morte. L’American Cancer Society stima che il cancro sarà responsabile di più di 600.000 morti negli Stati Uniti nel 2021. I migliori risultati si verificano tipicamente quando i medici trovano e trattano il cancro precocemente.

Autocontrolli e screening regolari sono una parte essenziale della diagnosi precoce del cancro. Chiunque noti qualsiasi anomalia, come grumi o fossette sulla pelle, dovrebbe consultare un medico il prima possibile. Piuttosto che eseguire un singolo test, il medico userà vari metodi diagnostici per cercare il cancro, come:

    In questo articolo, esaminiamo gli esami del sangue di routine che i medici usano per rilevare il cancro. Guardiamo anche se le persone possono testare per il cancro a casa e suggeriamo alcune domande che le persone possono fare ai medici se hanno preoccupazioni sul cancro.

    Gli esami del sangue di routine possono rilevare il cancro?

    I medici possono usare gli esami del sangue per aiutare a rilevare il cancro, ma nessun singolo test può diagnosticarlo con precisione.

    Gli esami del sangue di routine sono essenziali per determinare una linea di base per ogni persona. I medici possono confrontare i successivi esami del sangue rispetto a questa linea di base e determinare se eventuali risultati sono anormali.

    Storicamente, i medici hanno dovuto utilizzare diversi esami del sangue per diagnosticare il cancro e altre condizioni che producono sintomi simili. Tuttavia, gli scienziati stanno ricercando l’efficacia di un singolo esame del sangue.

    I test clinici sono convalida di test che potrebbero rilevare più tipi di cancro da un singolo prelievo di sangue, tra cui il test CancerSEEK, il test Galleri e il test PanSeer.

    Tipi di esami del sangue nella diagnosi del cancro

    I medici eseguono un conteggio completo del sangue (CBC) per testare il sangue. Un CBC misura il numero di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine in un campione di sangue.

    I risultati dell’emocromo che sono al di sopra o al di sotto degli intervalli normali possono indicare un problema di salute. I medici cercano anche eventuali biomarcatori che potrebbero indicare attività del cancro.

    Infine, i medici esaminano le varie sostanze chimiche nel sangue, come ad esempio:

      Il controllo di queste sostanze chimiche può aiutarli a valutare il funzionamento di organi specifici, tra cui il:

        Un livello più alto di alcune proteine del sangue può indicare la gravità della malattia, indicando il tasso di crescita più veloce e le dimensioni maggiori di un tumore.

        I risultati degli esami del sangue sono conclusivi?

        I risultati degli esami del sangue non sono conclusivi, poiché a volte possono fornire una falsa lettura. Per questo motivo, i medici ordinano ulteriori test, come imaging e biopsie, per supportare i risultati degli esami del sangue.

        Altri test che i medici possono utilizzare

        Oltre agli esami del sangue, i medici possono utilizzare altri test per diagnosticare il cancro, tra cui:

          I medici usano la diagnostica per immagini per rilevare tumori e altre anomalie, valutare l’estensione della malattia e controllare se il trattamento di qualcuno è efficace.

          Le tecnologie di imaging includono:

            Le biopsie del tumore comportano la rimozione di tessuti o cellule dal corpo per analizzarli al microscopio. I medici fanno una biopsia per determinare se un tumore è benigno o maligno.

            Le biopsie standard includono midollo osseo biopsia, biopsia endoscopica e biopsia cutanea.

            I test di laboratorio più comuni utilizzano processi chimici per determinare i livelli di componenti chimici nei tessuti e nei fluidi corporei, come i campioni di sangue e urina. I medici possono controllare:

              Le persone possono fare il test per il cancro a casa?

              Non è possibile eseguire un esame del sangue per il cancro a casa. L’estrazione e l’analisi del sangue richiedono strutture cliniche e di laboratorio. Tuttavia, il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) raccomandare alcune opzioni a casa che gli individui possono utilizzare per lo screening del cancro.

              Uno di questi test è uno screening per cancro al colon. Un professionista sanitario fornisce un kit di test da utilizzare a casa per la raccolta delle feci. La persona invia poi il campione ad un laboratorio per l’analisi. Il laboratorio contatta l’individuo se i risultati sono anormali e hanno bisogno di visitare un medico per ulteriori test.

              Non esiste un test specifico che diagnostichi il cancro a casa con assoluta certezza. Tuttavia, le persone possono usare l’autocontrollo per aiutare a individuare eventuali cambiamenti o anomalie il più presto possibile.

              Chiunque noti qualcosa di insolito durante un autocontrollo dovrebbe parlare con un medico il prima possibile.

              Autoesame del seno

              Eseguire regolarmente l’autoesame del seno può aiutare a diagnosticare cancro al seno all’inizio. Le persone dovrebbero completare i seguenti passi per un autoesame del seno:

              Autoesame testicolare

              Un autoesame dei testicoli può aiutare a rilevare cancro ai testicoli presto, quindi le persone dovrebbero completare un auto-esame mensile in modo da poter confrontare i risultati nel tempo. Ci sono quattro passi per un auto-esame testicolare:

              Autoesame della pelle

              Il cancro alla pelle è un’altra forma di cancro che gli individui possono aiutare a diagnosticare precocemente completando l’autocontrollo.

              Quando si esegue un autocontrollo della pelle, una persona deve guardare ogni parte della pelle, anche la parte inferiore dei piedi e le ascelle. Le persone possono usare uno specchio per controllare le aree difficili da vedere.

              Durante un auto-esame cutaneo, le persone dovrebbero fare attenzione a:

                Domande da porre al medico

                Se qualcuno trova delle irregolarità durante l’autoesame, dovrebbe portarle all’attenzione di un medico.

                Di seguito sono riportate alcune domande che le persone possono trovare utile porre a un medico:

                  Se un esame del sangue mostra dei marcatori per il cancro, le domande che una persona può fare includono:

                    Riassunto

                    Anche se non c’è un singolo test che può rilevare il cancro nel corpo, i medici usano diversi esami del sangue per diagnosticare il cancro. Questi li usano insieme ad altri metodi, che includono l’imaging, l’analisi chimica e le biopsie.

                    I ricercatori stanno lavorando allo sviluppo di nuovi test che potrebbero fornire nuovi modi per rilevare il cancro nei campioni di sangue.

                    Gli individui non possono auto-diagnosticare il cancro a casa, ma possono eseguire regolari auto-esami per aiutare a rilevare i problemi il più presto possibile.

                    Gli autoesami del seno, dei testicoli e della pelle sono facili da completare e permettono alle persone di riconoscere le anomalie. Le persone possono informare i medici di qualsiasi cosa insolita, come nei, protuberanze o grumi, in modo che possano fornire ulteriori test.

                    Le persone dovrebbero completare l’auto-esame regolarmente per stabilire una linea di base per il confronto.

                    Per le ultime novità sulla ricerca e la diagnosi del cancro, visitate il sito Notizie mediche oggi hub del cancro.
                    Le onde sonore separano il tumore dalle cellule del sangue

                    Uno strumento che può testare il sangue di un paziente con il cancro per le cellule tumorali rare è estremamente utile per controllare se un tumore sta per diffondersi. Ora gli scienziati hanno trovato un modo per fare questo usando le onde sonore “inclinate” in un dispositivo non più grande di una piccola moneta, offrendo un modo efficace di ordinare le cellule senza doverle trattare con prodotti chimici o deformarle meccanicamente.

                    Il team comprende membri del MIT (Cambridge, MA), Pennsylvania State University (University Park, PA) e Carnegie Mellon University (Pittsburgh, PA), e riporta i suoi risultati nei Atti dell’Accademia Nazionale delle Scienze.

                    Le onde sonore offrono un modo per separare le cellule senza doverle esporre a sostanze chimiche o forze dannose, come co-autore principale del nuovo studio, il Dr. Ming Dao, uno scienziato ricercatore principale del Dipartimento di Scienza e Ingegneria dei Materiali del MIT, spiega:

                    “La pressione acustica è molto blanda e molto più piccola in termini di forze e disturbi alla cellula. Questo è un modo molto delicato per separare le cellule, e non è necessaria alcuna etichettatura artificiale.”

                    Le onde sonore inclinate separano i tipi di cellule in modo più efficace

                    Il loro non è il primo tentativo di separare cellule e piccole particelle utilizzando le onde sonore. Se si prende una miscela di cellule o particelle e le si fa scorrere in una direzione, si può deviare molto leggermente la loro corsa esponendole alle onde sonore. La quantità di deviazione dipende dalle proprietà fisiche delle cellule come la dimensione e la comprimibilità.

                    Ma gli sforzi precedenti per fare i separatori delle cellule funzionano usando le onde sonore non hanno potuto fare la differenza nella deviazione abbastanza grande per separare le cellule efficacemente.

                    Dr. Ming e colleghi hanno risolto il problema utilizzando onde sonore inclinate. Questi attraversano la traiettoria delle cellule ad un angolo invece di andare diritto attraverso, assicurando che ogni cellula incontri parecchi nodi a bassa pressione sul relativo viaggio attraverso il microchannel invece di soltanto uno.

                    Nel loro studio, il team ha prima testato il loro dispositivo usando perline di plastica e ha mostrato che potrebbe separare perline di 9.9 micron da perline di 7.3 micron di diametro con circa il 97% di precisione. Un micron è un millesimo di millimetro.

                    Hanno ulteriormente sviluppato il dispositivo aggiungendo un modulo di simulazione al computer che può prevedere la traiettoria di una particella attraverso il microcanale basato sulla sua dimensione, compressibilità e densità e l’angolo delle onde sonore. Questa caratteristica significa che il dispositivo può essere personalizzato per ordinare diversi tipi di particelle o cellule.

                    Il 71% delle cellule tumorali recuperate in un mix di laboratorio di cancro al seno e di globuli bianchi

                    Il team ha anche testato quanto bene il dispositivo è stato in grado di separare MCF-7 cancro al seno cellule (20 micron di diametro) dai globuli bianchi (12 micron di diametro). Le cellule differiscono anche per la comprimibilità e la densità.

                    I risultati hanno mostrato che il selezionatore di cellule ha recuperato circa il 71% delle cellule tumorali.

                    Il team prevede ora di testare il dispositivo con campioni di sangue di cancro pazienti in ambienti clinici. Circolazione tumore Le cellule sono molto rare – un millilitro di sangue di un tipico paziente oncologico può contenere solo poche cellule tumorali.

                    I ricercatori hanno depositato un brevetto per il loro dispositivo. Lo vedono aiutare i medici a determinare se il tumore di un paziente sta per diffondersi in altri siti del corpo. Quando i tumori si preparano a fare questo, cominciano a inviare cellule che viaggiano attraverso il flusso sanguigno.

                    Il National Institutes of Health e la National Science Foundation hanno contribuito a finanziare lo studio.

                    Potete vedere il dispositivo in azione riproducendo il video qui sotto.

                    Nel frattempo, Notizie mediche oggi recentemente imparato come gli ingegneri dell’Università di Princeton, NJ, stanno lavorando su un modo per utilizzare la tecnologia laser per misurare il glucosio nel sangue in modo non invasivo. Sperano che un giorno il loro innovativo metodo diagnostico possa aiutare i diabetici non servono più le punture di spillo per testare il glucosio nel sangue.

                    Lascia un commento