GERD (malattia da reflusso gastroesofageo): Diagnosi e test

La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) si verifica quando l’acido dello stomaco risale nell’esofago. Per diagnosticare la GERD, un medico può ordinare uno o più test per misurare i livelli di acido e il funzionamento del sistema digestivo.

Il cibo si muove dalla bocca, lungo l’esofago e nello stomaco. Uno sfintere tra l’esofago e lo stomaco impedisce all’acido e al contenuto dello stomaco di risalire l’esofago. Lo sfintere è un anello di muscoli che si chiude strettamente dopo il passaggio del cibo, sigillando l’esofago.

Per le persone con GERD, lo sfintere esofageo inferiore non funziona correttamente e permette al cibo e all’acido di tornare nell’esofago. I medici chiamano questo reflusso.

Test diagnostici per GERD

Per diagnosticare la GERD, un medico prenderà una storia medica completa e chiederà dei sintomi.

I sintomi possono essere sufficienti per diagnosticare la GERD, ma in molti casi il medico ordinerà uno o più test per esaminare l’esofago.

Il più comune I test eseguiti sono:

    Questi test permettono al medico di osservare la struttura del tratto digestivo e il movimento del cibo e dell’acido. Un’endoscopia superiore è spesso il primo passo.

    Alcuni medici scelgono anche di iniziare immediatamente il trattamento in base ai sintomi.

    I medici eseguiranno alcuni test per la GERD nel loro ufficio o in un ambulatorio. Altri richiedono che un individuo indossi un’attrezzatura di rilevamento per 24-48 ore per misurare i livelli di acido e il movimento del tratto digestivo.

    Endoscopia superiore

    I medici eseguiranno un endoscopia sotto anestesia leggera. È il primo passo più comune nella diagnosi di GERD.

    Dopo aver sedato la persona, il medico inserirà una endoscopio – un tubo flessibile – in gola attraverso l’esofago. Il tubo ha una luce e una telecamera che permettono al medico di vedere la struttura dell’esofago, dello stomaco e dell’intestino tenue e cercare eventuali danni o problemi.

    Se il danno è visibile nell’esofago, il medico può usare piccoli strumenti che passano attraverso l’endoscopio per prendere una biopsia.

    Impedenza-pH test

    Questo esame si svolge nell’arco di 24 ore. Misura i livelli di liquido e di aria che passano attraverso l’esofago nello stomaco. Questo test può rivelare se la GERD è acida o non acida, il che può determinare il corso del trattamento.

    Nel loro ufficio, un medico spruzzerà un anestetico topico nella gola per intorpidire la zona. Verrà poi posizionato un catetere sottile e flessibile attraverso il naso e nell’esofago e nello stomaco.

    Il catetere si attacca al naso con del nastro adesivo, si avvolge dietro un orecchio e si collega ad un piccolo lettore che la persona indossa in vita quando torna a casa.

    Il lettore registrerà le misurazioni dell’acido che si sposta dallo stomaco all’esofago nelle 24 ore successive. Inoltre, la persona terrà una registrazione scritta dei sintomi durante il periodo in cui porta il catetere. Il catetere non è generalmente scomodo e non interferisce con il mangiare o il dormire.

    Quando la persona ritorna, il medico rimuoverà il catetere e raccoglierà il lettore e la registrazione scritta. Esamineranno poi i risultati per determinare quando si sono verificati episodi di reflusso e se sono stati acidi o non acidi.

    Monitoraggio del pH Bravo

    Questo sistema di monitoraggio viene indossato per 48-96 ore e permette al medico di visualizzare i livelli di pH nell’esofago.

    Il medico spruzza un anestetico anestetizzante nella parte posteriore della gola della persona. Poi mettono una piccola capsula nella gola e la attaccano all’esofago. La capsula trasmette senza fili le letture a un dispositivo indossato in vita.

    La capsula è in grado di leggere i livelli di pH nell’esofago, misurando la presenza di acido. La persona terrà una registrazione scritta dei sintomi durante il test.

    La capsula non è generalmente scomoda e la persona è in grado di procedere con la normale attività.

    Dopo 48-96 ore, il medico ritirerà il dispositivo di lettura e la registrazione scritta. La capsula si staccherà naturalmente e passerà attraverso il sistema digestivo per uscire dal corpo.

    Confrontando la registrazione scritta dei sintomi con le letture della capsula, il medico può misurare quanto acido sta rifluendo nell’esofago.

    Manometria esofagea

    Questo test misura il movimento dei muscoli che controllano il sistema digestivo e quanto bene il cibo passa attraverso di esso. Misura la pressione nell’esofago e può indicare se c’è un problema strutturale che sta causando il reflusso.

    Per questo test, un medico posizionerà un catetere attraverso il naso e nell’esofago. Il catetere contiene sensori che misurano la pressione e il movimento. Nel corso di 10-15 minuti, il medico visualizzerà le letture dal catetere su un computer e determinerà un corso di trattamento.

    Test di deglutizione con bario

    Il bario è uno speciale colorante liquido che si vede in una radiografia. Per questo test, una persona berrà bario, che rivestirà il tratto digestivo. Il bario è un liquido denso e gessoso che può avere un sapore artificiale per renderlo più facile da ingoiare.

    Il bario che ricopre l’esofago, lo stomaco e l’intestino si mostrerà su una radiografia. Questo test può rivelare la presenza di un’ernia iatale, ulcere nell’esofago o stenosi (restringimento) dell’esofago.

    I medici spesso usano i test di deglutizione con bario insieme ad altri test per diagnosticare e misurare la gravità della GERD.

    Cosa significano i risultati del test

    Questi test misureranno la presenza di GERD, la sua gravità e quanto danno esiste nell’esofago.

    Essi riveleranno anche se la GERD è il risultato di un problema strutturale nell’esofago o nello stomaco, un’ernia iatale, problemi con il movimento del tratto digestivo, sovrapproduzione di acido, o altri fattori.

    Senza trattamento, la GERD può causare danni a lungo termine all’esofago e provocare Esofago di Barrett, una condizione in cui un tessuto diverso simile a quello che riveste l’intestino sostituisce il solito rivestimento dell’esofago. Le cellule precancerose possono poi formarsi in questo nuovo rivestimento esofageo.

    Il trattamento dipende dalla causa della GERD, da quanto danno c’è nel tratto digestivo e dalle considerazioni sullo stile di vita.

    Oltre alle opzioni di trattamento farmacologico o chirurgico, il medico può consigliare l’individuo a:

      Opzioni di trattamento

      Quando esiste la GERD, il medico può stabilire un approccio multi-step al trattamento.

      I farmaci che trattano la GERD includono antiacidi, H2 bloccanti, e inibitori della pompa protonica (PPI). Gli antiacidi alleviano i sintomi e i medici li intendono per il trattamento di episodi occasionali di GERD. I bloccanti H2 e i PPI riducono la produzione di acido dallo stomaco. I PPI possono anche aiutare a guarire il rivestimento dell’esofago.

      La chirurgia è un’opzione per la GERD, ma i medici generalmente la raccomandano solo dopo che i cambiamenti delle abitudini e i farmaci si sono rivelati infruttuosi. La chirurgia può collegare meglio la parte superiore dello stomaco allo sfintere esofageo inferiore per aiutare a ridurre il reflusso.

      I medici possono anche raccomandare chirurgia bariatrica di perdere peso per gli individui che sono in sovrappeso.

      Prospettiva

      Senza trattamento, GERD può causare una condizione chiamata esofago di Barrett. Questo è quando si formano cellule precancerose nell’esofago.

      Persone generalmente tollerano bene i trattamenti GERD e la condizione risponde bene ai cambiamenti di abitudini e ai farmaci. Il trattamento può essere a lungo termine.

      Riassunto

      GERD è una condizione che si verifica quando il contenuto dello stomaco e l’acido risalgono nell’esofago. Produce una sensazione di bruciore ed è anche conosciuto come reflusso acido.

      Un medico può ordinare diversi test per diagnosticare la GERD. Possono essere eseguiti in ufficio o richiedere all’individuo di indossare un dispositivo di misurazione per 24-96 ore. Il medico può eseguire più di un test per diagnosticare la GERD o iniziare il trattamento solo sulla base dei sintomi.

      Il trattamento per la GERD include cambiamenti di abitudini, farmaci e talvolta interventi chirurgici. È generalmente una condizione che le persone sono in grado di gestire bene quando sono coerenti con il trattamento.

      Lascia un commento