Gli aborti fanno male e quanto dura il dolore?

L’aborto è un modo medico per terminare una gravidanza. Mentre gli aborti possono causare un po’ di dolore o crampi, molte donne possono gestire il disagio.

In questo articolo, discutiamo se gli aborti fanno male, altri effetti collaterali e potenziali rischi e complicazioni. Esploriamo anche il potenziale impatto emotivo di avere un aborto, ridurre al minimo il dolore e gli effetti collaterali e ottenere consigli su un aborto.

Gli aborti fanno male?

L’esperienza di un aborto varia da individuo a individuo. Gli aborti possono causare un po’ di dolore o crampi, ma molte donne possono gestire questo disagio.

Il livello di dolore e altri effetti collaterali che una donna può sperimentare dipendono in gran parte dal tipo di aborto che ha. I tre tipi più comuni di aborto sono:

    Di seguito discutiamo cosa può aspettarsi una donna durante ciascuna di queste procedure:

    Aborto medico

    Un aborto medico è quando una donna prende due pillole abortive prescritte per terminare la sua gravidanza. Secondo Planned Pregnancy, un medico raccomanderà tipicamente questo tipo di aborto fino a 10 settimane dopo l’ultima mestruazione della donna.

    La prima pillola, il mifepristone, blocca lo sviluppo della gravidanza. La seconda pillola, il misoprostolo, fa sì che l’utero si contragga e faccia uscire il tessuto della gravidanza. Alcune donne possono provare un dolore moderato come risultato di queste contrazioni uterine.

    Ogni donna che ha un aborto medico risponderà in modo diverso. Alcune donne descrivono l’esperienza come simile ad avere un periodo pesante e crampi. Altri possono sperimentare crampi più intensi.

    Quando qualcuno ha un aborto medico, di solito espelle il tessuto della gravidanza all’interno 4-5 ore. Gli individui possono sperimentare alcune perdite di sangue o spotting per diverse settimane dopo l’assunzione delle pillole.

    Aspirazione sottovuoto

    L’aspirazione a vuoto è un tipo di aborto chirurgico che comporta l’uso di una delicata aspirazione per rimuovere il tessuto della gravidanza.

    Il medico darà alla donna un’iniezione o un farmaco per intorpidire la cervice prima di eseguire l’aspirazione. A volte prescrivono un anestetico generale, ma questo è raro.

    Poiché la procedura implica l’uso di farmaci antidolorifici, l’aspirazione a vuoto di solito non fa male. Tuttavia, una donna può sperimentare una sensazione di trascinamento o trazione durante il processo.

    Alcune donne possono sperimentare crampi moderati per 1 o 2 giorni dopo l’aspirazione a vuoto, mentre altre donne possono avere sanguinamenti o spotting fino a 2 settimane in seguito.

    Dilatazione ed evacuazione

    La dilatazione ed evacuazione è un altro tipo di aborto chirurgico che i medici raccomandano tipicamente se la donna è incinta da più di 13 settimane, secondo l’American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG).

    La dilatazione ed evacuazione comporta l’uso di un anestetico generale, che fa addormentare la donna. Questo significa che la donna non sarà cosciente durante la procedura e non sarà in grado di sentire il dolore.

    Il medico inizia usando i dilatatori, che sono aste sottili, per aprire la cervice della donna. Poi usano il forcipe e l’aspirazione per rimuovere il tessuto della gravidanza.

    Dopo aver avuto una procedura di dilatazione ed evacuazione, Stato ACOG che una donna può sperimentare alcuni crampi per 1 o 2 giorni. Può anche avere spotting o sanguinamento fino a 2 settimane.

    Altri effetti collaterali dell’aborto

    Alcune donne possono sperimentare effetti collaterali dopo aver avuto un aborto. Discutiamo i possibili effetti collaterali per ogni tipo di aborto qui sotto:

    Aborto medico

    I potenziali effetti collaterali di un aborto medico includono:

      Aborto chirurgico

      Gli aborti chirurgici includono sia l’aspirazione a vuoto che la dilatazione ed evacuazione. I potenziali effetti collaterali di queste procedure possono includere:

        Rischi e complicazioni degli aborti

        Avere un aborto è tipicamente un processo medico a basso rischio. Tuttavia, in rare circostanze, possono verificarsi complicazioni.

        Di seguito discutiamo le potenziali complicazioni per i diversi tipi di aborto:

        Aborti medici

        Anche se le pillole per l’aborto sono in genere molto sicure ed efficaci, a volte possono non funzionare correttamente, il che può portare a un aborto incompleto.

        Secondo il Servizio britannico di consulenza sulla gravidanza, circa 3 aborti medici su 100 sono incompleti, il che significa che la persona potrebbe aver bisogno di ripetere la procedura. A volte, un medico dovrà eseguire un aborto chirurgico per rimuovere il tessuto rimanente della gravidanza.

        Aborti chirurgici

        Sia l’aspirazione a vuoto che la dilatazione ed evacuazione sono procedure chirurgiche sicure ed efficaci che comportano un basso rischio di complicazioni.

        Tuttavia, le potenziali complicazioni possono includere:

          Secondo il ACOG, gli aborti chirurgici comportano meno complicazioni degli aborti medici. Meno di 1 donna su 1.000 sperimenta complicazioni durante un aborto di secondo trimestre.

          Modi per minimizzare il dolore e gli effetti collaterali

          Per minimizzare il dolore e gli effetti collaterali di un aborto, una donna può provare:

            Un medico può anche prescrivere farmaci più forti se gli antidolorifici OTC non funzionano.

            Impatto emotivo di un aborto

            Una donna può scegliere di abortire se non vuole continuare una gravidanza o se farlo comporta un rischio per la salute. Gli aborti medici e chirurgici sono modi sicuri, semplici e a basso rischio per terminare una gravidanza.

            Ogni persona si sente in modo diverso dopo aver avuto un aborto. Alcune donne possono sentirsi sollevate dal stress di una gravidanza non voluta. Altre possono sentirsi in colpa dopo aver abortito, anche se sanno che è la decisione giusta per loro.

            Se una donna si sente colpevole, triste o ansiosa dopo aver abortito, dovrebbe parlare con il suo medico. Il medico può aiutarla ad accedere alla terapia della parola o a gruppi di sostegno per elaborare questi sentimenti.

            Ottenere consigli sugli aborti

            Avere un aborto è una decisione personale. Ciò che è giusto per una donna può non esserlo per un’altra.

            Per ottenere consigli sull’aborto, una donna può parlare con il suo medico o fare ricerche online. ACOG hanno un FAQ sugli aborti indotti che risponde ad alcune delle domande comuni che le donne possono avere.

            Fonti scientifiche non di parte forniscono le informazioni più concrete sull’aborto. Comprendere la scienza dietro l’aborto aiuterà una donna a fare una scelta informata con cui si sente più a suo agio.

            Riassunto

            Gli aborti medici e chirurgici sono tipicamente modi a basso rischio per terminare una gravidanza, e l’esperienza di ogni donna è diversa.

            Gli aborti medici possono causare un po’ di dolore e crampi perché fanno contrarre l’utero per espellere il tessuto della gravidanza. Una donna di solito può gestire il dolore usando farmaci OTC.

            Una donna che si sottopone a un aborto chirurgico proverà poco dolore durante la procedura perché i medici danno alla donna un anestetico locale o generale. Tuttavia, la persona può sperimentare alcuni crampi per alcuni giorni dopo.

            Lascia un commento