Gli animali domestici dell’infanzia superano i fratelli per la soddisfazione del rapporto

I cani sono spesso indicati come “il migliore amico dell’uomo”, e secondo una nuova ricerca, questa affermazione è particolarmente vera nell’infanzia. Gli studi hanno trovato che i bambini possono avere un rapporto meno conflittuale e più soddisfacente con l’animale domestico di famiglia che con i loro fratelli.

Responsabile dello studio William T. Cassels, del dipartimento di psichiatria presso l’Università di Cambridge nel Regno Unito, e colleghi hanno recentemente riportato i loro risultati nel Giornale di Psicologia Applicata allo Sviluppo.

L’America è una nazione di amanti degli animali domestici. Secondo la Humane Society degli Stati Uniti, circa 66.5 milioni di famiglie negli Stati Uniti.S. possiedono almeno un animale domestico, con cani e gatti che sono gli animali più popolari.

Per molte persone, un animale domestico è considerato una parte significativa della famiglia, spesso fornendo fedeltà incondizionata e compagnia. Inoltre, studi hanno dimostrato che gli animali domestici possono avere un effetto positivo su salute mentale, aiutare ad alleviare stress, ansia, e depressione.

Secondo Cassels e il team, tuttavia, la maggior parte degli studi che indagano le relazioni animale domestico-umano e il loro impatto psicologico sono stati condotti negli adulti. Per il loro studio, i ricercatori hanno voluto ottenere una migliore comprensione delle relazioni dei bambini con gli animali domestici.

“Chiunque abbia amato un animale domestico nell’infanzia sa che ci rivolgiamo a loro per la compagnia e la divulgazione, proprio come le relazioni tra le persone”, dice Cassels. “Volevamo sapere quanto sono forti queste relazioni con gli animali domestici rispetto ad altri legami familiari stretti. In definitiva questo può permetterci di capire come gli animali contribuiscono allo sviluppo sano del bambino.”

Animali domestici vs. fratelli e sorelle

I ricercatori sono arrivati al loro risultati intervistando 77 bambini di 12 anni che avevano almeno un fratello e un animale domestico in famiglia.

Il team ha usato il Inventario della rete di relazioni (NRI) per misurare la qualità delle relazioni tra i bambini e i loro fratelli, così come tra i bambini e i loro animali domestici.

Il NRI è un sondaggio di 30 voci che valuta la presenza di caratteristiche positive e negative nei rapporti, tra cui il conflitto, la compagnia e il supporto emotivo.

I bambini hanno riferito di avere meno conflitti con i loro animali domestici che con i loro fratelli, i risultati hanno rivelato, e hanno anche riportato una maggiore soddisfazione dal rapporto con i loro animali domestici.

“Anche se gli animali domestici non possono capire o rispondere completamente verbalmente, il livello di rivelazione agli animali domestici non era inferiore a quello dei fratelli”, dice Cassels. “Il fatto che gli animali domestici non possano capire o rispondere può anche essere un vantaggio, perché significa che sono completamente non giudicanti.”

Le ragazze hanno relazioni più forti con gli animali domestici rispetto ai ragazzi

Contrariamente agli studi precedenti, il team ha anche scoperto che le ragazze hanno relazioni più forti con i loro animali domestici rispetto ai ragazzi.

“Mentre i ragazzi e le ragazze erano ugualmente soddisfatti dei loro animali domestici, le ragazze hanno riferito più rivelazione, compagnia e conflitto con il loro animale domestico che i ragazzi, forse indicando che le ragazze possono interagire con i loro animali domestici nei modi più sfumati,,, nota Cassels.

La compagnia e la soddisfazione erano maggiori tra i bambini e i cani, rispetto ai bambini che avevano altri animali come animali di famiglia.

Mentre sono necessari ulteriori studi per comprendere appieno le relazioni tra bambini e animali domestici, i ricercatori ritengono che il loro studio abbia fornito alcuni approfondimenti.

“L’evidenza continua a crescere dimostrando che gli animali domestici hanno benefici positivi sulla salute umana e sulla coesione della comunità.

Il supporto sociale che gli adolescenti ricevono dagli animali domestici può favorire il benessere psicologico più avanti nella vita, ma c’è ancora molto da imparare sull’impatto a lungo termine degli animali domestici sullo sviluppo dei bambini.”

Il coautore dello studio, il dott. Nancy Gee, WALTHAM Centre for Pet Nutrition, U.K.

Scopri perché i bambini con animali domestici sperimentano meno stress.

Lascia un commento