Gli aromi delle sigarette elettroniche sono tossici per il cuore?

Nonostante la loro popolarità, poco si sa sugli impatti sulla salute delle sigarette elettroniche. Una nuova ricerca studia le sostanze chimiche usate per aromatizzare questi prodotti e i loro effetti sulla salute cardiovascolare.

Una nuova ricerca, pubblicata in Arteriosclerosi, trombosi e biologia vascolare, conclude che le sostanze chimiche utilizzate per creare questi sapori potrebbero danneggiare i vasi sanguigni e le cellule che rivestono l’interno del cuore.

Sigarette elettroniche (sigarette elettroniche) sono state introdotte negli Stati Uniti nel 2006 e sono state commercializzate come un’alternativa più sicura alle sigarette.

Questi dispositivi a batteria riscaldano una soluzione liquida che viene poi inalata dall’utente. Tuttavia, le sigarette elettroniche possono ancora contenere nicotina e alcune delle sostanze chimiche utilizzate nelle sigarette regolari.

Dalla loro introduzione, hanno guadagnato popolarità e sono ampiamente utilizzati come alternativa al fumo di prodotti del tabacco tradizionali. Sono spesso utilizzati per aiutare le persone smettere di fumare con la convinzione che offrono meno rischi per la salute.

Hanno guadagnato popolarità anche tra i giovani. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), c’è stato un aumentare negli studenti delle scuole medie e superiori che usano le sigarette elettroniche dal 2011 al 2016.

Tuttavia, sono non raccomandato per l’uso da parte dell’American Heart Association (AHA), che invece consiglia alle persone di evitare i dispositivi. L’AHA ritiene che le sigarette elettroniche contenenti nicotina dovrebbero essere soggette alle stesse leggi dei prodotti del tabacco tradizionali.

Effetti sul cuore

Questo nuovo studio è stato guidato dal dottor. Jessica L. Fetterman, dell’Università di Medicina di Boston nel Massachusetts. Dr. Fetterman e il suo team hanno voluto testare gli effetti di questi additivi chimici sui vasi sanguigni e sul cuore.

I ricercatori hanno esaminato nove sostanze chimiche utilizzate per creare una serie di sapori, tra cui menta, vaniglia, banana, sapore di bruciato, cannella, chiodi di garofano, burro, fragola e raffreddamento alle spezie.

Hanno usato tre gruppi di volontari: un gruppo di nove persone che non fumavano o usavano sigarette elettroniche, un altro di sei persone che fumavano sigarette al mentolo, e un altro di sei persone che non fumavano sigarette al mentolo.

Dr. Fetterman e il suo team hanno cercato gli effetti a breve termine degli aromi delle sigarette elettroniche sulle cellule che rivestono i vasi sanguigni e l’interno del cuore, note come cellule endoteliali.

Potenziali conseguenze per la salute

I ricercatori hanno raccolto le cellule endoteliali dei partecipanti e le hanno esposte a diversi aromi chimici. Hanno dimostrato che tutti e nove i sapori hanno compromesso ossido nitrico la produzione nelle cellule endoteliali.

Tuttavia, alcuni sapori hanno prodotto livelli più alti di infiammazione e hanno causato una riduzione più significativa della produzione di ossido nitrico.

Dr. Fetterman dice: “L’aumento dell’infiammazione e la perdita di ossido nitrico sono alcuni dei primi cambiamenti che portano alle malattie cardiovascolari ed eventi come attacchi di cuore e ictus, quindi sono considerati predittori precoci di malattia cardiaca.”

“I nostri risultati suggeriscono che questi additivi aromatizzanti possono avere gravi conseguenze per la salute.”

“Il nostro lavoro e le ricerche precedenti hanno fornito la prova che gli aromi inducono tossicità nel sistema polmonare e cardiovascolare. Gli aromi sono anche un driver di uso di tabacco giovanile e l’uso di tabacco sostenuto tra i fumatori.”

Dr. Jessica L. Fetterman

Dr. Fetterman e il suo team hanno testato direttamente gli effetti degli aromi ai livelli che possono essere raggiunti nel corpo. Tuttavia, fa anche le limitazioni dello studio chiaro; per esempio, hanno testato solo gli effetti a breve termine, e lo studio “non ha riscaldato tutti gli aromi o includere altri prodotti chimici utilizzati in e-sigarette.”

C’è ancora molto da esplorare; come ha detto il dott. Fetterman dice: “Non sappiamo ancora quali concentrazioni degli aromi entrano nel corpo.”

Lascia un commento