Gomito del tennista: Sintomi, cause e trattamento

Il gomito del tennista è un’infiammazione dei tendini che uniscono i muscoli dell’avambraccio alla parte esterna del gomito. Si verifica spesso a causa di un uso eccessivo dei muscoli e dei tendini dell’avambraccio e di quelli intorno all’articolazione del gomito.

Il gomito del tennista è anche conosciuto come dolore al gomito laterale o epicondilite laterale e non è necessariamente legato al tennis. Tuttavia, i giocatori di tennis spesso sviluppano la condizione perché deriva dall’uso ripetitivo dei muscoli. Metà dei giocatori di tennis avranno il gomito del tennista nella loro carriera.

Si pensa che il gomito del tennista colpisca tra l’1 e il 3 per cento della popolazione negli Stati Uniti (U.S.). Di solito si verifica tra l’età di 30 e 50 anni.

Fatti veloci sul gomito del tennista

    Sintomi

    Il sintomo più comune del gomito del tennista è il dolore ricorrente sulla parte esterna dell’avambraccio superiore, appena sotto la piega del gomito. Il dolore può essere sentito anche più in basso nel braccio, verso il polso.

    Il dolore può verificarsi quando l’individuo solleva o piega il braccio. Si sente anche durante l’esecuzione di azioni di base, come scrivere o quando si afferrano piccoli oggetti.

    Il gomito del tennista può causare dolore quando si ruota l’avambraccio. Questo può essere evidente quando si gira la maniglia di una porta o si estende completamente l’avambraccio.

    Cause

    La causa del gomito del tennista deriva dalla ripetizione di movimenti scorretti del braccio. Questo può portare a piccoli strappi nell’attacco del tendine al gomito. Nel tennis, questo si traduce nel movimento ripetuto e nella forza di colpire una palla con una racchetta.

    Una tecnica scorretta può far sì che la potenza nello swing di una racchetta ruoti attraverso e intorno al polso. Questo crea un movimento sul polso invece che sull’articolazione del gomito o sulla spalla. Questo può aumentare la pressione sul tendine e causare irritazione e infiammazione.

    Il più delle volte, i muscoli estensori diventano dolorosi a causa della rottura del tendine. I muscoli estensori sono quelli che raddrizzano il polso.

    Il gomito del tennista è associato all’estensione delle dita e del polso. Questo è il tipo di movimento che permette alla persona di “scattare” o colpire il polso, come durante uno swing della racchetta.

    Altre cause

    Nonostante il nome, il gomito del tennista si riferisce a qualsiasi lesione a questo particolare tendine causata da un uso eccessivo. Il gomito del tennista può derivare da attività quotidiane come:

      A volte, non c’è una causa apparente.

      Diagnosi

      C’è un facile test che una persona può fare a casa per decidere se ha il gomito del tennista.

      Mettiti dietro una sedia e metti le mani in cima allo schienale della sedia, con i palmi rivolti verso il basso e i gomiti dritti. Prova a sollevare la sedia.

      Se questa azione causa dolore sulla parte esterna del gomito, è un probabile indicatore del gomito del tennista.

      Una radiografia o una risonanza magnetica è talvolta necessaria per escludere altre condizioni più gravi, come artrite o una lesione dell’articolazione del gomito. Tuttavia, la diagnostica per immagini è raramente necessaria. Il medico testerà una serie di movimenti con il braccio prima di chiedere la posizione e la natura del dolore.

      Questo è normalmente sufficiente per la diagnosi del gomito del tennista.

      Una risonanza magnetica fornisce un’immagine più dettagliata di una radiografia, poiché include i tessuti molli, i muscoli e i tendini all’interno del braccio. Questo può essere richiesto se il dolore al gomito esterno non risponde al trattamento conservativo dopo un anno.

      L’elettromiografia (EMG) può essere utilizzata per scoprire se i nervi sono compressi.

      Opzioni di trattamento

      Diversi metodi di trattamento possono essere utilizzati a casa o dopo aver consultato un medico.

      Riposo: Il riposo del braccio è importante. Una pausa nell’attività permette agli strappi nell’attacco del tendine di guarire. I tennisti trattano i casi più gravi con ghiaccio, farmaci antinfiammatori, massaggi dei tessuti molli, esercizi di stretching e ultrasuoni terapia.

      Terapia fisica: I fisioterapisti consigliano comunemente ai giocatori di sport con racchetta di rafforzare i muscoli della spalla, della parte superiore del braccio e dell’addome. Questo può aiutare a ridurre gli estensori del polso durante i movimenti della spalla e del braccio.

      Massaggi con ghiaccio e tecniche di stimolazione muscolare: Questi possono anche aiutare i muscoli a guarire.

      Reggiatura o nastratura dell’avambraccio: Sostenere la zona può aiutare a riallineare le fibre muscolari e ad alleviare la pressione sulla zona. Un medico può raccomandare di usare una stecca per 2 o 3 settimane per mettere il gomito fuori uso.

      Iniezione di steroidi: Se i sintomi sono molto dolorosi e la condizione sta rendendo difficile il movimento, un medico può raccomandare un’iniezione di steroidi.

      Dopo un’iniezione di steroidi, la persona dovrebbe riposare il braccio ed evitare di metterlo troppo sotto sforzo.

      Altri trattamenti conservativi: Ulteriori opzioni includono iniezioni di tossina botulinica, nota anche come Botox, e terapia extra-corporea ad onde d’urto (ESWT).

      ESWT è una tecnica che si pensa inneschi il processo di guarigione inviando onde sonore al gomito. La terapia del calore, la terapia laser a basso livello, la terapia occupazionale e la terapia dei punti trigger sono altre opzioni.

      Una nuova terapia disponibile è un’iniezione di plasma ricco di piastrine (PRP), preparato dal sangue del paziente. Il PRP contiene proteine che favoriscono la guarigione. L’American Academy of Orthopaedic Surgeons (AAOS) descrive questo trattamento come promettente, ma ancora in fase di studio.

      Chirurgia: Questo può essere necessario per rimuovere la parte danneggiata del tendine e alleviare il dolore nei rari casi in cui il trattamento non chirurgico non risolve i sintomi in 6-12 mesi. Tra 80 e 95 per cento di pazienti guarisce senza intervento chirurgico.

      Per prevenire ulteriori danni ai tendini, può essere utile indossare un tutore per il braccio o una stecca per il polso quando si usa il braccio. Può essere tolto mentre si riposa o si dorme. Un medico o un fisioterapista può consigliare il miglior tipo di tutore o stecca.

      Esercizi

      Lo stretching e gli esercizi di rafforzamento progressivo con l’uso di pesi o bande elastiche possono essere utili. Possono aumentare la forza della presa e dell’avambraccio senza dolore.

      Un articolo pubblicato dal Medico di famiglia canadese raccomanda una serie di esercizi utilizzando manubri che hanno aiutato il condizionamento muscolare in pazienti con gomito del tennista.

      Fare esercizio durante un caso di gomito del tennista è vitale per recuperare la forza muscolare e ridurre il dolore.

      Nonostante le sensazioni dolorose, è possibile iniziare una routine di esercizi con lo stretching iniziale. La parte più importante della gestione del gomito del tennista è persistere con un regime quotidiano di allungamenti e sollevamenti. Iniziare con pesi più bassi e aumentare la difficoltà dei movimenti fino a completare solo dieci sollevamenti.

      Ecco un esempio di un semplice esercizio per migliorare i sintomi del gomito del tennista.

      La torsione di Tyler

      Trova un oggetto lungo e sottile che puoi afferrare comodamente con entrambe le mani. È preferibile usare un oggetto flessibile che fornisca ancora resistenza mentre viene ruotato. Un asciugamano arrotolato può funzionare. Le persone che praticano il Tyler Twist spesso usano uno strumento di esercizio chiamato FlexBar.

      Questo video dimostra il movimento richiesto. Tuttavia, completare questi passi lentamente è la chiave.

      Ci sono altri esercizi disponibili. Parla con un fisioterapista della migliore routine per il tuo corpo.

      Prevenzione

      Per ridurre il rischio di gomito del tennista, è importante prestare attenzione alle tecniche di movimento durante l’esercizio o lo sforzo.

      È meglio distribuire il carico ai muscoli più grandi della spalla e della parte superiore del braccio, piuttosto che concentrare l’attività sui muscoli più piccoli del polso e del gomito.

      Riscaldamento: Il riscaldamento prima di praticare uno sport che comporta movimenti ripetitivi del braccio, come il tennis o lo squash, è essenziale. Allungare delicatamente i muscoli del braccio aiuta ad evitare lesioni.

      Usare strumenti leggeri: Attrezzature sportive più leggere o racchette con un’impugnatura di dimensioni maggiori contribuiranno a ridurre lo sforzo sui tendini. Le palle da tennis umide e le palle più vecchie caricano il braccio con una forza non necessaria.

      Aumentare la forza dei muscoli dell’avambraccio: Questo può aiutare a sostenere il movimento del braccio e prevenire il gomito del tennista.

      Un fisioterapista può anche raccomandare esercizi adatti per aiutare a rafforzare i muscoli appropriati.

      Lascia un commento