Guanfacine vs. Adderall: Differenze, effetti collaterali e dose

Guanfacine, sotto il nome commerciale Intuniv, e Adderall sono farmaci da prescrizione che trattano il disturbo da deficit di attenzione e iperattività.

Entrambi i farmaci aiutano a trattare il disturbo, a cui la gente si riferisce comunemente come ADHD, ma funzionano in modi diversi.

Nel caso di Adderall, è uno stimolante. Al contrario, la guanfacina è un non stimolante. A questo proposito, sono presi in modi diversi e possono avere diversi effetti collaterali.

L’opzione migliore per ogni persona dipende dai sintomi specifici, dai bisogni e dalle preferenze personali. La gente di solito usa la guanfacina solo se i farmaci stimolanti non sono appropriati.

Questo articolo discute le differenze, gli effetti collaterali e i dosaggi di guanfacina e Adderall.

Cosa sono?

Guanfacine e Adderall sono due farmaci che trattano l’ADHD e diverse altre condizioni.

Adderall è il nome commerciale di una combinazione di sali di anfetamina e destroanfetamina.

Intuniv è il nome commerciale di guanfacina. Entrambi i farmaci sono disponibili anche in forme generiche.

Adderall è un sistema nervoso centrale stimolante. I medici di solito usano gli stimolanti per trattare l’ADHD nei bambini e negli adulti.

Gli stimolanti funzionano rendendo più facile per i recettori nervosi nel cervello di comunicare, che può aiutare a controllare l’impulsività così come regolare l’attenzione e il comportamento.

Adderall fa effetto relativamente in fretta. Adderall XR, una forma a lunga durata d’azione di Adderall, è più lento e dura più a lungo.

I medici possono prescrivere Adderall per condizioni diverse dall’ADHD, come il disturbo del sonno narcolessia.

Altri farmaci stimolanti ADHD includono:

    Guanfacine

    A differenza di Adderall, guanfacine è un nonstimolante. È un agonista alfa centrale. Guanfacine aumenta e regola il numero di neurotrasmettitori nel cervello, che può aiutare ad aumentare la capacità di attenzione e ridurre l’impulsività.

    La guanfacina colpisce i recettori nervosi nel cervello in modo meno diretto rispetto all’Adderall, il che significa che impiega più tempo a fare effetto.

    Le persone che prendono la guanfacina devono tenere traccia dei loro risultati mentre stanno prendendo il farmaco per assicurarsi che stanno raggiungendo i loro obiettivi di trattamento.

    Secondo la Accademia americana dei medici di famiglia (AAFP), bambini di età compresa tra i 6 e i 17 anni possono usare la guanfacina, e può essere più efficace nei bambini di 12 anni e meno.

    Tenex, un’altra forma di guanfacina, può aiutare a trattare pressione sanguigna in persone di tutte le età.

    Altri farmaci non stimolanti per l’ADHD sono:

      Che è meglio?

      I medici di solito prescrivono gli stimolanti come trattamento di prima linea per l’ADHD. Possono prescrivere un non stimolante, come la guanfacina, se la persona non può prendere stimolanti, non li tollera bene o trova che non siano efficaci.

      Ogni persona risponde in modo diverso ai farmaci per l’ADHD, e non è sempre possibile sapere quale tipo è più appropriato prima di provarli.

      Efficacia

      Sia la guanfacina che Adderall sono efficaci nel trattamento dell’ADHD.

      I Centers for Disease Control and Protection (CDC) stimano che 70-80% dei bambini hanno meno sintomi di ADHD quando prendono stimolanti ad azione rapida, come Adderall.

      Secondo la Food and Drug Administration (FDA), Intuniv ha ridotto i sintomi dell’ADHD nei bambini dai 6 ai 17 anni in tre studi clinici ben controllati che sono durati fino a 8 settimane.

      Azione

      Mentre Intuniv è in genere più lento ad agire di Adderall, i suoi effetti possono durare molto più a lungo, fino a 24 ore. Adderall XR dura più a lungo di Adderall.

      Potenziale di abuso

      A differenza di Adderall, l’uso di guanfacina non comporta un alto rischio di abuso o dipendenza.

      Effetti avversi e avvertenze

      Le persone che sono preoccupate per gli effetti collaterali specifici o le interazioni con i farmaci preesistenti possono usare questi per aiutare a decidere quale farmaco è meglio per loro. Le seguenti sezioni discutono gli effetti collaterali e le interazioni.

      Gli effetti collaterali

      Guanfacine può causare un ampio gamma di effetti collaterali, compreso:

        In rari casi, la guanfacina può causare:

          Alcuni effetti collaterali diminuiscono con il tempo, ma parlate con un medico dei sintomi persistenti, problematici o scomodi.

          Se qualcuno che prende la guanfacina ha sintomi gravi, deve parlare con un medico o cercare assistenza medica di emergenza.

          I sintomi gravi includono:

            Adderall può causare una vasta gamma di effetti collaterali, la maggior parte dei quali tende a diminuire nel tempo, man mano che il corpo della persona si abitua al farmaco.

            Il effetti collaterali di Adderall e altri farmaci stimolanti possono includere:

              Parlare con un medico o cercare assistenza di emergenza se qualcuno sviluppa gravi effetti collaterali che i medici associano all’uso di stimolanti, come:

                Chiunque si faccia intenzionalmente o involontariamente un’overdose di Adderall o di guanfacina ha bisogno di cure mediche di emergenza.

                Chiamare il centro antiveleni su 1-800-222-1222 per consigli immediati su come prendersi cura di qualcuno che ha avuto un’overdose di farmaci ADHD, anche se hanno preso solo un po’ più della loro dose abituale o sembrano bene.

                Interazioni tra farmaci

                Adderall può interagire con i seguenti farmaci:

                  Intuniv può interagire con i seguenti farmaci:

                    Si possono prendere entrambi?

                    Medici può prescrivere Intuniv come terapia aggiuntiva insieme ai farmaci stimolanti.

                    Dosaggio

                    Un medico spesso regolerà gradualmente il dosaggio di qualcuno fino a trovare uno che non causa molti effetti collaterali.

                    Adderall è disponibile in entrambe le forme a rilascio immediato (Adderall) e a rilascio prolungato (Adderall XR):

                      Intuniv è disponibile in compresse a rilascio prolungato da 1, 2, 3 e 4 mg.

                      Come prenderli

                      Guanfacine e Adderall devono essere presi in modi abbastanza specifici, come segue:

                      Adderall

                      Le persone di solito prendono Adderall e Adderall XR una o due volte al giorno con o senza cibo, di solito al mattino presto e nel primo pomeriggio.

                        Se qualcuno salta una dose di Adderall, deve prendere il farmaco il più presto possibile, a meno che non sia dopo le 5 p.m. in quanto gli stimolanti possono rendere difficile il sonno.

                        Se qualcuno salta una dose di Adderall XR, non dovrebbe prendere la dose dimenticata dopo 2 p.m. in quanto può interferire con il sonno.

                        Guanfacine

                        Le persone di solito prendono guanfacina una o due volte al giorno, con o senza cibo, idealmente alla stessa ora ogni giorno.

                        L’assunzione di guanfacina con un pasto ad alto contenuto di grassi può aumentare quanto il corpo assorbe il farmaco, che può aumentare i suoi effetti.

                        Se qualcuno salta una dose di guanfacina, dovrebbe prendere la dose dimenticata, il più presto possibile, a meno che non sia vicino alla loro prossima dose.

                        Una persona non deve mai prendere più farmaci ADHD di quelli prescritti o condividere i farmaci con qualcun altro.

                        Complicazioni

                        L’abuso di stimolanti può portare a gravi eventi cardiaci avversi e alla morte improvvisa.

                        Gli stimolanti comportano anche il rischio di dipendenza e dipendenza emotiva o fisica, soprattutto se qualcuno li ha presi per molto tempo.

                        Le persone che prendono Adderall o guanfacine dovrebbero evitare di usare droghe illegali o bere alcolici perché così facendo possono ridurre i benefici del loro farmaco e aumentare gli effetti collaterali negativi.

                        Alcuni effetti collaterali associati alla guanfacina possono rendere le persone meno vigili.

                        Gravidanza

                        I ricercatori sanno poco sui rischi dell’uso di stimolanti durante la gravidanza. Tuttavia, l’abuso di stimolanti durante la gravidanza è associato con basso peso alla nascita, sintomi di astinenza neonatale e nascita prematura.

                        Nessuno studio ben controllato ha esaminato l’impatto della guanfacina sulla gravidanza, anche se sembra in grado di passare nel latte materno. Stimolanti come l’Adderall hanno dimostrato di concentrarsi nel latte materno e possono danneggiare un bambino.

                        Prospettive

                        Guanfacine (Intuniv) e Adderall sono farmaci da prescrizione per trattare l’ADHD. Ognuno ha benefici e rischi.

                        Quando si discute di farmaci, un medico prenderà in considerazione molti fattori per trovare il farmaco più appropriato per un individuo. Questo include i loro sintomi, bisogni, condizioni mediche preesistenti o farmaci, e le loro preferenze. Guarderanno anche come una persona ha reagito ad altri farmaci ADHD in passato.

                        Spesso ci vogliono diverse settimane per le persone a trovare il giusto dosaggio di ogni farmaco. Possono poi iniziare a sperimentare i benefici completi settimane o mesi dopo aver iniziato il trattamento.

                        I farmaci, come l’Adderall e la guanfacina, aiutano a gestire i sintomi dell’ADHD, di solito come parte di un piano di trattamento che prevede anche terapie non farmacologiche, tra cui approcci comportamentali e di salute complementare.

                        Lascia un commento