I 6 fattori di rischio di asma più evitabili

L’asma rende le vie respiratorie delle persone iperreattive, facendole diventare più piccole e spesso causando difficoltà di respirazione. Mentre non è sempre possibile prevenire l’asma, le persone possono cercare di evitare fattori di rischio come il fumo, il sovrappeso e l’esposizione prolungata all’inquinamento atmosferico.

Secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), asma è responsabile di circa 10 morti al giorno negli Stati Uniti.

Anche se l’asma colpisce sia i bambini che gli adulti, gli adulti hanno quattro volte più probabilità di morire per complicazioni legate all’asma rispetto ai giovani.

Quindi, prevenire i sintomi dell’asma quando possibile è vitale. I seguenti sono alcuni fattori di rischio di asma evitabili.

1. Fumo

L’esposizione al fumo di sigaretta di prima mano può irritare le vie respiratorie e rendere più probabile che una persona con asma avrà sintomi più frequenti e gravi.

Questo è vero anche per il fumo passivo. Anche quando le persone fumano fuori casa o in auto, il fumo persistente e le sostanze chimiche possono esporre gli altri al fumo passivo.

I bambini le cui madri fumano sigarette durante la gravidanza sono anche a maggior rischio di asma rispetto ai bambini le cui madri non lo fanno, secondo il Associazione polmonare americana.

2. Obesità

I medici non sono ancora sicuri della causa sottostante, ma obesità sembra essere collegato con l’asma. Gli scienziati hanno una teoria che l’obesità può causare infiammazione nel corpo, anche nelle vie respiratorie, che portano all’asma.

L’obesità aumenta la quantità di fattori infiammatori specifici che possono aumentare il numero di globuli bianchi nel corpo. Questo può causare infiammazione e irritazione delle vie aeree.

3. Inquinamento atmosferico

Le persone che vivono in aree urbane, dove c’è più fumo e smog, hanno più probabilità di avere l’asma. Lo smog è un inquinamento atmosferico più scuro che tende ad essere presente nelle città più grandi con più veicoli e fabbriche.

L’ozono, che è uno dei principali componenti dello smog, può scatenare i sintomi dell’asma come l’affanno e la mancanza di respiro.

Oltre all’ozono, lo smog contiene biossido di zolfo, che può irritare le vie respiratorie e scatenare attacchi d’asma.

4. Esposizioni professionali

Gli scienziati hanno collegato l’esposizione a sostanze irritanti come i pesticidi a un rischio maggiore di asma. Questo rischio si estende oltre a coloro che lavorano con i pesticidi, come gli agricoltori.

Infatti, altri gruppi a rischio includono:

    L’esposizione a sostanze chimiche aggressive come i prodotti per la pulizia può anche essere un fattore di rischio per l’asma. Questo è particolarmente vero per i prodotti di pulizia spray distribuiti nell’aria.

    5. Allergie

    Allergeni come la forfora degli animali e il polline possono scatenare attacchi d’asma. Le persone che hanno condizioni allergiche come eczema e rinite allergica hanno più probabilità di avere l’asma.

    Di conseguenza, evitare i trigger allergici può aiutare a prevenire le reazioni d’asma.

    Esempi di allergeni che possono scatenare l’asma sono:

      Se certi allergeni scatenano i sintomi dell’asma, evitare questi fattori scatenanti quando possibile è vitale.

      6. Infezioni respiratorie

      I bambini con l’asma che hanno infezioni delle vie respiratorie superiori hanno maggiori probabilità di sperimentare l’affanno. Durante un’infezione delle vie respiratorie superiori, come un raffreddore, le vie respiratorie possono essere più inclini al respiro sibilante che può portare ai sintomi dell’asma.

      Mentre non è sempre possibile prevenire le infezioni delle vie respiratorie superiori, è fondamentale prendere provvedimenti per prevenire la malattia nei bambini. Un caregiver può ottenere questo risultato incoraggiando frequenti lavaggi delle mani ed evitando l’esposizione a persone con raffreddori o altre infezioni respiratorie.

      Storia familiare

      Gli scienziati hanno trovato più di 100 geni potenzialmente responsabili dell’asma, secondo un documento di studio nel Giornale Italiano di Pediatria. Tuttavia, nessun singolo gene da solo causa l’asma.

      Alcune ricerche suggeriscono che il 35-95 per cento delle persone con una storia familiare di asma avranno la condizione, secondo un documento di studio nel giornale Pediatria e neonatologia.

      Anche se non è possibile cambiare la storia familiare, le persone possono essere consapevoli che altri nella loro famiglia hanno l’asma e cercare un trattamento se iniziano ad avere sintomi simili all’asma.

      Tali persone possono anche evitare i comuni fattori scatenanti dell’asma se sanno di avere una predisposizione genetica alla condizione.

      Trattamento e prevenzione

      Alcune strategie per aiutare a prevenire i sintomi dell’asma includono:

        Una persona dovrebbe considerare di parlare con il proprio medico se pensa che gli allergeni stiano scatenando la sua asma.

        Riconoscere i sintomi dell’asma, come l’affanno, la tosse che è peggiore di notte e il respiro corto, è vitale perché può aiutare le persone a cercare trattamenti adatti per la condizione.

        Si stima che il 75 per cento degli attacchi di asma gravi sia prevenibile, secondo il Accademia americana di allergia, asma e immunologia.

        I medici possono prescrivere molti tipi e combinazioni di trattamenti diversi per aiutare una persona a trattare l’asma. Questo include inalatori per aprire le vie aeree, farmaci steroidei per ridurre l’infiammazione, e altri farmaci orali che aiutano a ridurre la reattività delle vie aeree.

        Se una persona li prende costantemente, i farmaci insieme agli sforzi preventivi possono aiutare a prevenire il verificarsi di attacchi d’asma.

        Riassunto

        L’asma può influenzare la qualità della vita di una persona e causare gravi difficoltà respiratorie che a volte possono essere pericolose per la vita. Conoscere i fattori di rischio e i fattori scatenanti della condizione può aiutare una persona a impegnarsi in sforzi preventivi.

        Se una persona ha l’asma o preoccupazioni per i fattori di rischio, è importante che parli con il suo medico su come gestire in modo coerente ed efficace i suoi sintomi.

        Lascia un commento