Il vaccino COVID-19 influisce sul controllo delle nascite?

È un mito che il vaccino COVID-19 renda la contraccezione ormonale meno efficace. Tuttavia, alcuni vaccini possono aumentare leggermente il rischio di un coagulo di sangue, un effetto collaterale grave ma raro di alcuni contraccettivi ormonali.

Tutti i dati e le statistiche si basano su dati pubblicamente disponibili al momento della pubblicazione. Alcune informazioni potrebbero essere superate. Visita il nostro coronavirus hub e seguire il nostro pagina degli aggiornamenti in diretta per le informazioni più recenti sulla pandemia di COVID-19.

Secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), gli operatori sanitari hanno somministrato 18.5 miliardi di dosi del vaccino Janssen di Johnson & Johnson (J&J) negli Stati Uniti. Di questo totale, solo 59 persone hanno riportato coaguli di sangue. Questo significa che l’effettivo aumento del rischio di coaguli di sangue è incredibilmente piccolo.

Mentre i vaccini non influenzano l’efficacia della contraccezione ormonale, alcune persone hanno riportato cambiamenti temporanei nella loro periodi mestruali dopo aver ricevuto il vaccino. Ricercatori non so perché questo è o se ha legami con il vaccino COVID-19. Inoltre, non è chiaro come altri fattori, come i cambiamenti sociali e di stile di vita o avere la COVID-19, possano cambiare i periodi di una persona.

Le persone che usano la pianificazione familiare naturale e altri metodi che si basano sul monitoraggio del ciclo possono trovare più difficile individuare l’ovulazione ed evitare la gravidanza.

Leggi di più su come i vaccini COVID-19 possono influenzare il controllo delle nascite, la fertilità, il rischio di coaguli di sangue.

Il vaccino COVID-19 influenza il controllo delle nascite? 

Secondo il no-profit Planned Parenthood, c’è nessuna prova che il Vaccino COVID-19 rende il controllo delle nascite più o meno efficace. Tuttavia, a partire da marzo 2022, nessuno studio ha testato direttamente questo.

Al momento non ci sono rapporti diffusi da parte dei destinatari del vaccino o dei partecipanti allo studio clinico che affermano che i loro controllo delle nascite ha smesso di funzionare dopo aver ricevuto il vaccino. Allo stesso modo, non ci sono state affermazioni di aumenti o diminuzioni della fertilità.

Nessuno dei vaccini COVID-19 contiene ormoni, o qualsiasi ingrediente che gli scienziati sanno essere in grado di influenzare gli ormoni di una persona. Inoltre, il suo contenuto rimane nel corpo per un breve periodo.

Alcune persone che hanno ricevuto il vaccino riferiscono che i loro periodi sono cambiati dopo aver fatto l’iniezione.

Questo include periodi che sono in anticipo o in ritardo o più leggeri o più pesanti del solito. I ricercatori non lo sanno ancora cosa potrebbe spiegare questo cambiamento, ma alcuni scienziati stanno iniziando a indagare il legame.

Uno studio retrospettivo pubblicato nel 2021 ha rilevato che circa la metà delle persone che hanno le mestruazioni hanno sperimentato un cambiamento nelle loro mestruazioni dopo aver ricevuto il vaccino. Mentre la maggior parte dei partecipanti non stavano usando la contraccezione ormonale, quelli che la prendevano erano leggermente più propensi a segnalare cambiamenti nei loro cicli.

Gli autori dello studio dicono che la loro ricerca potrebbe sovrastimare il tasso reale di cambiamenti del periodo. Questo è dovuto a bias di selezione – i ricercatori hanno inviato i sondaggi alle persone dopo le loro vaccinazioni, quindi i partecipanti i cui periodi sono cambiati avevano più probabilità di rispondere al loro sondaggio.

Mentre i rapporti sui cambiamenti del ciclo mestruale sono relativamente diffusi, non influenzano il funzionamento del controllo delle nascite di una persona.

Possono, tuttavia, rendere più difficile tracciare i cicli di una persona. Le persone che usano il controllo naturale delle nascite, come il metodo di consapevolezza della fertilità, possono trovare difficile sapere quando stanno ovulando. Questo metodo di controllo delle nascite è meno efficace nel prevenire la gravidanza.

Scopri di più sull’ovulazione e su come identificarla qui.

Il vaccino può influire sulla fertilità? 

Alcuni blog e account di social media sostengono che il vaccino COVID-19 può influenzare la fertilità. Tuttavia, non ci sono prove a sostegno di questa affermazione, e in realtà, ci sono un sacco di prove che dimostrano il contrario.

In un Studio del 2022, i ricercatori hanno valutato l’effetto del vaccino COVID-19 su 2.126 persone che si sono identificate come femmine. I partecipanti hanno compilato un questionario ogni 8 settimane che chiedeva informazioni sul loro stile di vita, la loro salute e i loro partner.

L’indagine non ha trovato alcuna differenza nella fertilità di coloro che hanno scelto la vaccinazione e quelli che non l’hanno fatto.

Tuttavia, lo studio ha scoperto che i maschi che hanno contratto il COVID-19 hanno visto una temporanea diminuzione della fertilità. Questo suggerisce che il vaccino è una buona scelta per le persone che sperano di rimanere incinta perché riduce la loro possibilità di ottenere COVID-19 e non ha alcun effetto apparente sulla loro fertilità, a differenza della malattia.

In una revisione del 2021 di revisioni scientifiche, i ricercatori non hanno trovato alcuna prova che suggerisca che il vaccino COVID-19 potrebbe avere un impatto negativo sulla fertilità maschile. Tuttavia, alcune prove hanno mostrato che avere un’infezione da COVID-19 potrebbe influenzare la fertilità maschile.

Gli autori spiegano che la proteina spike del virus utilizza i recettori dell’enzima di conversione dell’angiotensina 2 (ACE-2) per entrare nelle cellule. L’ACE-2 è presente a tassi elevati nelle cellule che producono le cellule dello sperma, il che significa che il virus può essere in grado di influenzare negativamente queste cellule. Si trova anche presente nelle ovaie, nell’utero e nella vagina. Teoricamente, questo significa che COVID-19 potrebbe influenzare la fertilità, ma la ricerca non ha ancora dimostrato che questo sia vero.

E ‘importante notare che i medici non diagnosticare l’infertilità fino a quando una persona ha cercato di rimanere incinta per almeno 12 mesi. Poiché i ricercatori stanno appena iniziando a capire come il COVID-19 influisce sulla fertilità, non possono fare una connessione tra il virus e l’infertilità.

Per saperne di più sull’infertilità nei maschi e nelle femmine clicca qui.

È pericoloso? 

Non ci sono prove che il vaccino sia pericoloso per chiunque tranne che per le persone allergiche agli ingredienti del vaccino. Il CDC raccomanda la vaccinazione per tutti oltre i 5 anni di età.

La principale preoccupazione per la sicurezza relativa alla contraccezione è un leggero aumento del rischio di coaguli.

Secondo il CDC, un piccolo numero di alcuni destinatari del vaccino hanno sperimentato un raro ma pericoloso coagulo di sangue. Il J&J Janssen vaccino, in particolare, aumenta leggermente il rischio di un coagulo di sangue chiamato trombosi con sindrome da trombocitopenia (TTS).

Mentre questi casi sono molto rari, vale la pena di notare come alcuni controlli ormonali delle nascite anche sollevare il rischio di coaguli di sangue di una persona.

Scopri di più sui sintomi di un coagulo di sangue qui.

Controllo delle nascite e coaguli di sangue

Controllo ormonale delle nascite può aumentare il rischio di avere un coagulo di sangue, di solito nella gamba. Un coagulo può staccarsi e viaggiare verso i polmoni, il che può essere potenzialmente pericoloso per la vita.

Alcuni fattori di rischio, come il fumo e l’obesità, possono aumentare ulteriormente il rischio di una persona.

I contraccettivi ormonali possono aumentare il numero di persone che muoiono ogni anno per coaguli di sangue 300-400. I ricercatori credono che questo può essere dovuto all’ormone estrogeno che si trova nelle pillole anticoncezionali, poiché gli estrogeni aumentano i fattori di coagulazione nel sangue.

Per saperne di più sul legame tra coaguli di sangue e controllo delle nascite, clicca qui.

Contattare un medico

Le persone che hanno domande sul controllo delle nascite e le vaccinazioni COVID-19 potrebbero voler parlare con un medico.

Potrebbero anche voler contattare un medico se:

    Riassunto

    È sicuro usare tutte le forme di controllo delle nascite e ottenere un vaccino COVID-19. Alcune persone che usano il controllo delle nascite e hanno un alto rischio di coaguli di sangue, come le persone che fumano, potrebbero voler discutere di cambiare metodo di controllo delle nascite con un medico.

    Le persone che stanno cercando di rimanere incinta o che usano metodi basati sul calendario e sul monitoraggio della fertilità dovrebbero sapere che i loro cicli potrebbero cambiare temporaneamente dopo la vaccinazione.

    Lascia un commento