Iperfosfatemia: Cause, sintomi e trattamento

Troppi fosfati nel sangue sono noti come iperfosfatemia. La causa più comune è la malattia renale, ma altre condizioni possono portare a livelli di fosfato fuori equilibrio.

Il fosfato è una sostanza chimica che si trova nel corpo. Contiene un minerale chiamato fosforo che si trova naturalmente in molti alimenti. Il fosforo supporta lo sviluppo di ossa e denti e aiuta a trasformare il cibo in energia per il corpo.

I reni controllano naturalmente i livelli di fosfati. Tuttavia, se i reni non stanno lavorando in modo efficiente, potrebbero non essere in grado di rimuovere abbastanza fosfato, portando ad alti livelli nel corpo.

Il trattamento per l’iperfosfatemia dipenderà dalla condizione sottostante. Per le persone con malattie renali, si usa una combinazione di dieta e farmaci per tenere sotto controllo i livelli di fosfato.

Sintomi

L’iperfosfatemia di solito non ha sintomi apparenti. È più probabile che i sintomi di una malattia di fondo che può causare alti livelli di fosfato, come un incontrollato diabete, vengono individuati per primi.

Se i livelli di fosfato nel sangue diventano troppo alti, possono causare disturbi minerali e ossei e calcificazione.

Disturbi minerali e ossei

Le ossa hanno bisogno di minerali e ormoni per ricostruirsi, crescere e rimanere forti. I reni bilanciano la quantità di fosforo e calcio nel sangue. Se questi non sono in equilibrio, possono aspirare il calcio dalle ossa e indebolirle.

Perché i reni controllano l’equilibrio dei minerali e di altre sostanze chimiche, malattia renale cronica può causare disturbi ai minerali e alle ossa. Coloro che hanno avuto un’insufficienza renale e stanno facendo la dialisi sono più a rischio.

Questo deterioramento può avvenire per molti anni, spesso senza sintomi. Ma, quando le ossa iniziano ad indebolirsi, una persona può iniziare a sentire dolore alle ossa o alle articolazioni.

Se questo accade nei bambini che hanno una malattia renale, può essere più grave perché le loro ossa si stanno ancora sviluppando. I bambini che hanno un disordine minerale e osseo possono non crescere fino alla piena altezza. Le ossa delle gambe possono piegarsi verso l’interno o verso l’esterno, il che è talvolta noto come calcificazione renale rachitismo.

Calcificazione

La calcificazione avviene quando il calcio si deposita negli organi o nei tessuti del corpo. La condizione può colpire le vene e le arterie ed è nota come calcificazione vascolare. È una condizione particolarmente grave perché il cuore dovrà lavorare di più per pompare il sangue nel corpo. La calcificazione può rendere la dialisi più difficile.

Alti livelli di fosforo e calcio nel sangue possono anche causare prurito alla pelle e occhi rossi.

Cause

La malattia renale è la causa più comune di iperfosfatemia. I reni sani regolano i livelli di minerali nel sangue, ma i reni che non funzionano correttamente non sono sempre in grado di farlo.

Ci sono altre condizioni legate ad alti livelli di fosfato nel sangue, tuttavia, tra cui le seguenti:

    L’assunzione di un integratore di fosfato può anche portare all’iperfosfatemia. La maggior parte delle persone otterrà più che abbastanza fosforo dalla loro dieta, e il corpo è solitamente bravo a regolare i livelli. Nessuno dovrebbe prendere più di 250 milligrammi (mg) di integratori di fosforo al giorno.

    Gli alimenti trasformati hanno spesso il fosforo aggiunto per conservarli, e una dieta ad alto contenuto proteico può anche contenere più fosforo di quanto qualcuno abbia bisogno.

    Diagnosi

    Se qualcuno ha sintomi di iperfosfatemia o di una malattia legata a questa condizione, dovrebbe consultare un medico. Il medico chiederà informazioni sulla loro storia medica, discuterà di eventuali sintomi, farà un esame fisico e a volte raccomanderà un test dei fosfati.

    I test includono:

      In genere, le persone con insufficienza renale hanno i loro livelli di fosfato regolarmente monitorati, il che significa che l’iperfosfatemia sarà di solito trovata durante i controlli di routine.

      Trattamento

      Il trattamento dell’iperfosfatemia dipenderà dalla causa sottostante:

        Prevenzione

        Il modo principale per prevenire l’iperfosfatemia è controllare i livelli di fosfato e di calcio nel corpo. Questo viene fatto di solito mangiando certi cibi ed evitando altri.

        Gli alimenti trasformati spesso contengono fosforo come conservante, indicato dagli ingredienti che hanno le lettere PHOS insieme. Una persona con una condizione sottostante legata all’iperfosfatemia potrebbe voler evitare questi alimenti.

        Alcuni alimenti naturali, come piselli, latte e burro di arachidi, contengono anche alti livelli di fosforo.

        Per le persone con malattie renali, mangiare una dieta con la giusta quantità di minerali è una parte essenziale della gestione della condizione. Questo può essere complicato, e un nutrizionista può aiutare a spiegare quali cibi mangiare o evitare.

        Prospettive

        Se i reni funzionano normalmente e producono i livelli corretti di ormoni, il corpo bilancerà naturalmente i livelli di fosfato nel sangue. Se questo non accade, i livelli devono essere regolati artificialmente usando la dieta e i farmaci.

        L’iperfosfatemia può indebolire le ossa e causare danni alle vene, ai tessuti e agli organi del corpo. È fondamentale che le persone con malattie renali chiedano consigli sulla dieta per mantenere il fosfato a un livello sicuro, il che può aiutare a gestire la condizione.

        Lascia un commento