L’assunzione di zucchero materna legata all’asma allergica nella prole

Una nuova ricerca trova collegamenti tra il consumo di zuccheri da parte della madre durante la gravidanza e il rischio che la sua prole sviluppi l’asma.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) stima che negli Stati Uniti, 18.4 milioni di adulti hanno attualmente asma. Altri 6.2 milioni di U.S. bambini vivono con la condizione.

Precedente studi hanno evidenziato un’associazione tra un elevato consumo di bibite zuccherate e l’insorgenza dell’asma nei bambini di 11 anni. È stato dimostrato che il consumo di bevande analcoliche con zuccheri aggiunti aumenta considerevolmente il rischio di asma infantile.

Tuttavia, il legame tra l’assunzione materna di zucchero e il rischio di asma della sua prole non è stato sufficientemente studiato.

Ecco perché un team di ricercatori della Queen Mary University of London (QMUL), in collaborazione con gli scienziati dell’Università di Bristol, entrambi nel Regno Unito, ha stabilito di esaminare se c’era un tale legame.

La ricerca è stata guidata dal prof. Seif Shaheen di QMUL, e il risultati sono stati pubblicati nel Giornale europeo di respirazione.

L’assunzione di zucchero legata all’asma allergica

Prof. Shaheen e colleghi hanno esaminato quasi 9.000 coppie madre-figlio, i cui dati erano stati registrati come parte dell’Avon Longitudinal Study of Parents and Children, che è un grande studio di coorte condotto negli Stati Uniti.K. Lo studio tracciato la salute di 14.500 bambini nati da quasi 9.000 madri in Gran Bretagna dal 1991 al 1992.

La ricerca del prof. Il team di Shaheen ha esaminato i legami tra il consumo di zuccheri liberi delle madri incinte (definito come monosaccaridi e disaccaridi che sono stati aggiunti a cibi e bevande e zuccheri che si verificano naturalmente nel miele, sciroppi e succhi di frutta) e le allergie.

Alle madri è stato chiesto di compilare un questionario di frequenza alimentare durante il loro ultimo trimestre, e la prole è stata testata per le allergie quando avevano 7 anni, utilizzando test cutanei positivi ad allergeni come acari della polvere, gatti ed erba.

Prof. Shaheen e colleghi hanno trovato che l’allergia e l’asma allergica erano fortemente correlate con l’assunzione di zucchero libero delle madri durante la gravidanza.

Tuttavia, lo studio non ha trovato abbastanza prove per un’associazione tra assunzione di zucchero libero in gravidanza e asma in generale.

Successivamente, i ricercatori hanno confrontato il 20 per cento superiore delle madri, che avevano consumato più zucchero, con il 20 per cento inferiore, che aveva consumato la minor quantità di zucchero.

Qui, hanno rivelato un aumento di 38 per cento nel rischio di allergie, così come un aumento di 101 per cento nel rischio di asma allergico, per i bambini di cui le madri hanno avute l’più alta assunzione dello zucchero.

Le madri dovrebbero evitare troppo zucchero

I ricercatori hanno aggiustato i risultati per i fattori che possono aver influenzato i risultati, come la dieta della madre e altre caratteristiche materne. È interessante notare che il consumo di zuccheri da parte dei bambini nella loro prima infanzia non ha influito sui risultati.

Data la natura osservazionale dello studio, i ricercatori notano che i risultati non possono spiegare la causalità. Tuttavia, essi ipotizza che l’elevato consumo di fruttosio delle madri in attesa può causare una “persistente risposta immunitaria allergica postnatale che porta all’allergia infiammazione nel polmone in via di sviluppo.”

“Non possiamo dire sulla base di queste osservazioni che un’elevata assunzione di zucchero da parte delle madri in gravidanza stia sicuramente causando allergia e asma allergica nella loro prole. Tuttavia, dato il consumo estremamente elevato di zucchero in Occidente, sicuramente indagheremo ulteriormente su questa ipotesi con una certa urgenza.”

Prof. Seif Shaheen

“Il primo passo è vedere se possiamo replicare questi risultati in una coorte diversa di madri e bambini”, Prof. Shaheen aggiunge. “Se possiamo, allora progetteremo una prova per verificare se possiamo prevenire l’allergia infantile e l’asma allergica riducendo il consumo di zucchero da parte delle madri durante la gravidanza.”

“Nel frattempo, raccomandiamo alle donne incinte di seguire le linee guida attuali e di evitare il consumo eccessivo di zucchero”, conclude.

Scopri perché la storia dell’asma è legata a un fattore di rischio per l’insufficienza cardiaca.

Lascia un commento