La cannabis diminuisce l’efficacia del controllo delle nascite?

Attualmente, non ci sono prove che indichino che la marijuana, o la cannabis, diminuisca l’efficacia del controllo delle nascite. Mentre sono ancora necessarie ulteriori ricerche, è improbabile che la cannabis influenzi negativamente questi metodi contraccettivi. Tuttavia, alcuni potenziali effetti collaterali del consumo di cannabis possono interagire con questi farmaci.

Cannabis è una delle droghe ricreative più popolari negli Stati Uniti, con quasi 20% di U.S. le intervistate che hanno riferito l’uso di cannabis in un sondaggio del 2020. Controllo delle nascite si riferisce ai metodi che le persone possono usare per prevenire la gravidanza. L’evidenza suggerisce che all’incirca 65% delle donne americane usano qualche forma di contraccezione.

Mentre sono necessarie ulteriori ricerche, il I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) e il Amministrazione degli alimenti e dei farmaci (FDA) non elencano attualmente l’uso di cannabis come controindicazione per il controllo delle nascite. Tuttavia, sia la cannabis che gli anticoncezionali producono possibili effetti collaterali che potrebbero essere preoccupanti se una persona dovesse mescolarli.

In questo articolo, discuteremo le potenziali interazioni tra cannabis e controllo delle nascite.

La cannabis influisce sul controllo delle nascite? 

“Cannabis” si riferisce a una pianta che le persone possono usare per scopi ricreativi e medicinali. La pianta di cannabis contiene almeno 120 principi attivi, o cannabinoidi, che possono avere un’influenza sul corpo.

I cannabinoidi più abbondanti sono cannabidiolo (CBD) e delta-9-tetraidrocannabinolo (THC). Le persone possono consumare la cannabis fumando o mangiando parti della pianta, come i fiori secchi o le foglie e l’olio di semi.

Cannabidiolo

CBD è un cannabinoide presente nella cannabis che è anche disponibile in diverse altre forme negli Stati Uniti.S. Per esempio, oli di CBD, tinture, e gummies sono disponibili per l’acquisto in molti stati.

CBD è solo uno dei tanti composti derivati dalla pianta di cannabis. Il consumo di CBD non porta alla sensazione di “high” che molte persone associano al consumo di cannabis. Le persone possono usare il CBD per i suoi effetti rilassanti e le sue proprietà antinfiammatorie.

Alcuni ricerca suggerisce che il CBD può avere un impatto sulla funzione epatica, così come alcuni controllo delle nascite ormonale opzioni. Il fegato metabolizza la maggior parte dei farmaci, e il CBD può influenzare alcuni enzimi coinvolti in questo processo.

Come risultato di questi potenziali impatti sul fegato, prove limitate indicano che il CBD può influenzare alcuni metodi di controllo delle nascite a base di estrogeni ma non quelli a base di progesterone. Mentre la ricerca è inconcludente, il progesterone può essere un’opzione valida per coloro che desiderano usare contemporaneamente CBD e farmaci anticoncezionali.

Tetraidrocannabinolo

THC è il cannabinoide responsabile dello “sballo” associato al consumo di cannabis. Quando il THC entra nel corpo, si lega al naturale recettori dei cannabinoidi, che possono influenzare il sistema nervoso e influire su umore, percezione, appetito e cognizione. Molte persone ingeriscono il THC senza effetti collaterali negativi.

Non ci sono prove che suggeriscono che il THC possa diminuire l’efficacia dei contraccettivi. Tuttavia, alcuni effetti collaterali del THC possono peggiorare gli effetti collaterali negativi dei metodi ormonali di controllo delle nascite, come pillole, IUD, cerotti, anelli e impianti.

L’evidenza suggerisce che entrambi gli estrogeni pillole anticoncezionali e THC può aumentare la pressione sanguigna, il che può aumentare il rischio di complicazioni cardiache. Gli individui con una storia di pressione alta o problemi cardiaci dovrebbero consultare un medico prima di ingerire THC o prendere pillole anticoncezionali.

Ricerca ha anche dimostrato che il sistema endocannabinoide gioca un ruolo nella riproduzione femminile. Questo sistema aiuta la produzione di ovuli e lo sviluppo degli embrioni. Sono necessarie ulteriori ricerche per capire chiaramente se il THC ha qualche effetto su queste funzioni corporee.

Metodo di consumo

In genere, le persone possono prendere parte all’uso ricreativo della cannabis fumando parti della pianta di cannabis o mangiando prodotti alimentari infusi con olio di cannabis. Attualmente, non ci sono prove che suggeriscano se il metodo di consumo della cannabis abbia un impatto su come possa interagire con il controllo delle nascite.

Tuttavia, alcuni metodi di consumo di cannabis e di contraccezione possono influenzarsi a vicenda. Per esempio, poiché le persone ingeriscono sia contraccettivi orali che commestibili, c’è più potenziale di interazione nello stomaco.

Alcune persone possono usare la cannabis medicinale in altre forme che potrebbero interagire con il controllo delle nascite. Per esempio, alcuni ricerca suggerisce una possibile interazione tra nabiximols, un trattamento per sclerosi multipla (MS) contenenti THC e CBD, e il controllo ormonale delle nascite. Tuttavia, I nabiximoli non hanno ancora ottenuto l’approvazione della FDA per il trattamento della SM negli Stati Uniti.

Attualmente, c’è prove insufficienti fornire raccomandazioni sull’uso della cannabis e degli anticoncezionali. E c’è nessuna prova definitiva suggerire che la cannabis diminuisce l’efficacia del controllo delle nascite. La ricerca futura è necessario per investigare qualsiasi potenziale interazione.

Altri possibili rischi per la salute

Molte persone riportano effetti positivi dal consumo di cannabis. Oltre alle sue proprietà ricreative, la cannabis può fornire sollievo dal dolore per le persone con condizioni di dolore cronico o cancro.

Tuttavia, ci sono alcuni rischi per la sicurezza associati all’uso regolare di cannabis, tra cui:

    Alcuni prove suggerisce anche che l’uso cronico di cannabis può influenzare la fertilità femminile. Tuttavia, gli studi in questo settore sono scarsi. Inoltre, l’ingestione di cannabis durante la gravidanza può anche danneggiare un feto in crescita. Gli effetti nocivi del consumo di cannabis durante la gravidanza può includere:

      Mentre i metodi di controllo delle nascite sono tipicamente sicuri, possono anche provocare complicazioni di salute. Per esempio, i possibili rischi dell’uso della pillola anticoncezionale può includere:

        Fumo di tabacco e controllo delle nascite 

        Mentre sono necessarie ulteriori ricerche per studiare le interazioni tra il fumo di cannabis e l’assunzione di anticoncezionali, alcuni metodi di controllo delle nascite può non essere adatto per coloro che fumano sigarette. Per esempio, il CDC raccomanda che le persone di età superiore ai 35 anni che fumano dovrebbero evitare di usare alcuni tipi di contraccezione, come la pillola combinata, il cerotto e l’anello.

        Fumare può influenzare negativamente il cuore e i vasi sanguigni, che possono portare a complicazioni di salute. Per esempio, il fumo può anche aumentare il rischio di coaguli di sangue e di infarto.

        Un medico può consigliare alle persone che fumano tabacco di considerare controllo delle nascite opzioni diverse dalla pillola, dal cerotto o dall’anello. Questi possono includere preservativi o la spirale di rame.

        Gli esperti di salute probabilmente consiglieranno anche agli individui di smettere di fumare del tutto. Oltre alle interazioni negative con il controllo delle nascite, fumare tabacco può causa:

          Il CDC nota che il fumo di tabacco porta a 1 morte su 5 nell’U.S. ogni anno.

          Riassunto

          Al momento, non ci sono ricerche definitive che suggeriscano che la cannabis diminuisca l’efficacia del controllo delle nascite. Sono necessari ulteriori studi per comprendere appieno come la cannabis possa interagire con questi metodi contraccettivi.

          Come con qualsiasi droga, ci può essere qualche rischio di potenziali effetti collaterali e interazioni. Inoltre, mentre la cannabis e gli anticoncezionali possono non interagire, ciascuno può produrre effetti collaterali che potrebbero essere preoccupanti quando la gente li mescola.

          Le persone che vogliono usare sia la cannabis che il controllo delle nascite dovrebbero consultare un medico per saperne di più su quali opzioni di controllo delle nascite sono migliori per loro.

          Lascia un commento