Marijuana e allattamento al seno: È sicuro?

Alcune donne usano la marijuana per gestire gli effetti collaterali della gravidanza, per affrontare l’ansia o per dormire meglio. Molti sperano anche di poterlo fare in modo sicuro durante l’allattamento.

Secondo Ricerca del 2017 condotto su un gruppo di donne incinte in California, circa il 7% delle donne intervistate ha usato marijuana. Ricerca suggerisce che la marijuana può entrare nel latte materno, il che significa che potrebbe non essere sicuro da usare durante l’allattamento.

Tuttavia, sono disponibili poche ricerche, e molte di quelle che esistono sono incomplete, mal progettate o molto datate. In questo articolo, scoprite se è sicuro usare la marijuana durante l’allattamento, così come i possibili rischi per il bambino.

È sicuro usare marijuana durante l’allattamento?

Il corpo metabolizza la marijuana molto lentamente, a differenza di altre droghe e dell’alcol.

Immagazzina la marijuana nelle cellule di grasso, il che significa che può rimanere nel corpo per settimane o più.

Poiché il corpo usa il grasso per fare il latte materno, la marijuana può passare nel latte e nel bambino. Questo significa che la marijuana che è entrata in circolo settimane prima può ancora entrare nel latte materno.

La ricerca si concentra tipicamente su quanta marijuana passa al bambino, e se è dannosa. Molti studi più vecchi hanno dimostrato che la marijuana passa al bambino e può avere effetti negativi.

Tuttavia, molti studi sull’uso della marijuana durante l’allattamento non hanno considerato altri fattori. Questi fattori possono includere l’esposizione al fumo passivo, la salute delle donne che usano marijuana e la quantità di marijuana che usano.

Questa mancanza di ricerca rende difficile per i medici offrire raccomandazioni sulla marijuana e l’allattamento al seno, o valutare se qualsiasi quantità di marijuana possa essere sicura per i bambini allattati al seno. Tuttavia, è meglio sbagliare sul lato della cautela.

Alcuni potenziali rischi dell’uso di marijuana durante l’allattamento includono:

    A Studio del 2018 suggerisce che i bambini riceveranno circa il 2.il 5% delle sostanze chimiche attive della marijuana attraverso il latte materno. Tuttavia, lo studio non ha esaminato gli effetti sui bambini. Inoltre, ha esaminato solo otto donne che allattavano al seno, il che significa che lo studio era troppo piccolo per trarre conclusioni sui livelli di uso sicuro.

    Le sostanze chimiche attive della marijuana si accumulano nel corpo con un uso maggiore, quindi è più probabile che l’uso frequente di marijuana sia dannoso.

    Le donne che allattano al seno che prendono decisioni sulla marijuana dovrebbero sapere che non tutti gli studi hanno trovato un legame tra la marijuana e gli esiti avversi.

    A revisione del 2014 ha trovato solo uno studio umano che collega l’esposizione alla marijuana nel latte materno a problemi di sviluppo.

    A revisione del 2017 ha esaminato sei studi precedenti, compresi quelli sugli animali. Quattro degli studi hanno associato l’uso di marijuana durante l’allattamento ad effetti avversi.

    Tuttavia, nessuno studio ha seguito i bambini per diversi anni per determinare gli effetti a lungo termine sullo sviluppo, quindi è impossibile dire se l’uso di marijuana durante l’allattamento è sicuro o no. Poiché non possiamo garantire la sicurezza, è meglio evitare la marijuana.

    Il dottor. Heather Bradshaw è una specialista in farmacologia dei cannabinoidi all’Università dell’Indiana Dipartimento di scienze psicologiche e cerebrali. Ritiene che non esista un livello sicuro di consumo durante l’allattamento al seno, poiché questo può portare a problemi di sviluppo:

    La ricerca ha suggerito che l’esposizione precoce del THC al cervello può influenzare lo sviluppo cerebellare. Poiché lo sviluppo cerebellare anormale è associato a una maggiore possibilità di schizofrenia più tardi nella vita, questo potrebbe essere un fattore di rischio.

    Dr. Heather Bradshaw

    Il CBD è sicuro durante l’allattamento?

    Il cannabidiolo (CBD) deriva dalla marijuana. Di solito non contiene Tetraidrocannabinolo (THC), che è la sostanza chimica che provoca la sensazione di “high”.”

    Il CBD è sempre più popolare come rimedio erboristico e come forma di cannabis medica. Il CBD è anche un farmaco e potrebbe non essere sicuro per un bambino.

    Tuttavia, ricerca dal 2017 suggerisce che alcuni ceppi di CBD possono contenere THC, che potrebbe essere pericoloso per i bambini.

    Dr. Bradshaw raccomanda inoltre di evitare i prodotti CBD durante l’allattamento:

    Mentre ci sono pochi dati di sviluppo su questo argomento, sappiamo che il CBD è incredibilmente efficace nel trattamento delle crisi e funziona rigorosamente nel cervello. Vorrei quindi suggerire che non è una buona idea esporre un bambino in via di sviluppo a una droga molto attiva nel cervello.”

    Il dottor. Heather Bradshaw

    Poiché ci sono poche ricerche disponibili sul fatto che alcuni prodotti a base di CBD possano contenere THC e altre sostanze, le donne dovrebbero essere prudenti nell’usarlo durante l’allattamento.

    “Pompare e scaricare”

    Alcune donne possono chiedersi se possono pompare il latte materno e buttarlo via dopo aver usato marijuana. Tuttavia, anche dopo un singolo uso di marijuana, un test di droga per il THC può essere positivo per settimane o addirittura mesi.

    Il corpo immagazzina la marijuana nelle cellule di grasso e usa anche il grasso per fare il latte materno, quindi le sostanze chimiche della marijuana potrebbero passare al bambino anche settimane dopo un singolo uso.

    Pompare e scaricare per qualche ora, o anche qualche giorno, dopo aver usato marijuana non impedirà che arrivi al bambino. Non c’è alcun beneficio in questa strategia, e può creare un falso senso di sicurezza.

    Riassunto

    C’è troppo poca ricerca per determinare se l’uso di marijuana durante l’allattamento non è sicuro o se è sicuro in certe quantità. A revisione 2017 ha tentato di valutare se i rischi della cannabis superano i benefici dell’allattamento, ma ha sostenuto che sono necessarie ulteriori ricerche per fare chiare raccomandazioni.

    Le donne che allattano non dovrebbero usare marijuana. Quelli che lo fanno dovrebbero essere estremamente cauti e lavorare attivamente per ridurre il loro uso. Parlare con un medico può aiutarli a prendere provvedimenti per ridurre il loro consumo.

    Lascia un commento