Neuropatia da chemio: Rimedi e trattamenti

La neuropatia è un danno ai nervi che può causare formicolio, intorpidimento e altre sensazioni, spesso nei piedi e nelle mani. La neuropatia è un effetto collaterale comune della chemioterapia. I medici credono che accada perché la chemioterapia danneggia le cellule sane, compresi i nervi.

Chemioterapia può danneggiare i nervi che influenzano la sensazione e il movimento nelle mani e nei piedi. I medici chiamano questa condizione periferica indotta dalla chemioterapia neuropatia (CIPN). I sintomi possono essere gravi e possono influenzare la qualità della vita di una persona.

Uno studio del 2014 su 90 persone sottoposte a chemioterapia ha scoperto che circa la metà aveva una neuropatia, e 6.Il 7% ha detto che era un sintomo importante che i medici hanno trascurato.

I medici non sono sicuri del perché alcune persone hanno la neuropatia e altre no. Il rischio dipende dal farmaco chemioterapico che una persona prende, che potrebbe causare danni ai nervi.

In questo articolo, esaminiamo i modi per prevenire e trattare la CIPN, compresi i rimedi naturali e alternativi. Elenchiamo anche alcuni dei farmaci chemioterapici che causano la CIPN e discutiamo i sintomi e la diagnosi.

La CIPN è prevenibile?

L’opzione migliore per prevenire la neuropatia è usare un farmaco chemioterapico che non è probabile che causi la CIPN.

Tuttavia, questo non è sempre possibile come cancro il trattamento è specifico per la diagnosi, il che significa che il farmaco più efficace può anche essere quello che causa spiacevoli effetti collaterali.

Le persone dovrebbero discutere le loro prospettive e i rischi e i benefici di ogni opzione di trattamento con il loro medico.

Alcune ricerche suggeriscono i seguenti trattamenti potrebbero aiutare a prevenire la neuropatia:

    Parla sempre con un medico prima di provare qualsiasi rimedio per prevenire la CIPN.

    Rimedi naturali per la neuropatia

    Anche se non esiste un metodo sicuro per prevenire la CIPN, i rimedi naturali possono alleviare i sintomi.

    È essenziale parlare con un medico prima di provare qualsiasi rimedio naturale, anche integratori da banco che affermano di essere sicuri e naturali, per essere sicuri che non interferiscano con il trattamento.

    Lozioni

    Alcune lozioni possono alleviare i sintomi. Le persone possono provare a sperimentare creme leggere che difficilmente irritano la pelle. Massaggiare le aree doloranti con una lozione può anche aiutare.

    Alcune lozioni da provare includono quelle che contengono burro di cacao e mentolo.

    Esercizio

    L’esercizio fisico può aumentare il flusso di sangue alle mani e ai piedi e può offrire un sollievo temporaneo dal dolore. Uno studio ha dimostrato che l’esercizio fisico ha migliorato i sintomi, come il formicolio e l’intorpidimento delle mani e dei piedi, in alcune persone con cancro al seno.

    Le persone dovrebbero discutere gli esercizi migliori per loro con il loro medico. Attività a basso impatto, come il nuoto, aerobica a basso impatto, o yoga, sono le opzioni più sicure.

    Vitamine

    Alcune ricerche suggeriscono che le carenze vitaminiche possono peggiorare la CIPN.

    I ricercatori stanno studiando la possibilità che alcune vitamine o combinazioni di vitamine possano aiutare. Tuttavia, uno studio del 2013 sulla rivista Nutrizione clinica conclude che sono necessarie ulteriori ricerche prima che i medici possano raccomandare integratori specifici.

    Un medico può testare i livelli di vitamine di una persona e assicurarsi che non siano carenti. Chiunque sia carente di vitamine nella propria dieta può prendere degli integratori seguendo una raccomandazione del proprio medico.

    Modifiche alla dieta

    Una dieta sana può aiutare il corpo a combattere il cancro in modo più efficace e può anche alleviare alcuni effetti collaterali del trattamento.

    La ricerca non supporta una dieta specifica, ma una dieta sana dovrebbe concentrarsi su frutta e verdura, proteine magre e cereali integrali, così come molta acqua.

    Se la nausea causata dalla chemioterapia rende difficile mangiare, le persone possono parlare con un medico sulle opzioni di trattamento della nausea.

    Massaggio

    Il massaggio migliora il flusso sanguigno e può offrire un sollievo temporaneo dai sintomi.

    Alcune persone possono tendere i loro muscoli in risposta al dolore neuropatico e il massaggio può aiutare a rilasciare questa tensione, che può evitare che il dolore si irradi.

    Uno studio delineato al 2016 Palliative Care in Oncology Symposium e riportato in Notizie di infermieristica oncologica ha notato che le persone che hanno avuto CIPN come risultato del trattamento per mieloma multiplo ha visto un miglioramento dei loro sintomi dopo le sessioni di massoterapia.

    Altri rimedi alternativi

    Alcune persone trovano sollievo con agopuntura, riflessologia, chiropratica, e altre forme di medicina alternativa. Tuttavia, molti di questi trattamenti hanno bisogno di ulteriori ricerche per confermare la loro efficacia.

    Questi rimedi possono anche aiutare alcune persone ad affrontare la stress di affrontare una diagnosi di cancro e di avere a che fare con la chemioterapia.

    La ricerca non ha definitivamente dimostrato che questi rimedi funzionano, ma molte persone che hanno il cancro sono disposte a provare strategie non tradizionali per il comfort e il benessere psicologico.

    Le persone dovrebbero parlare con il loro medico prima di provare rimedi alternativi.

    Trattamenti medici per la neuropatia

    Nessun singolo trattamento medico per la neuropatia funziona per tutte o per la maggior parte delle persone sottoposte a chemioterapia. Molti trattamenti sono ancora in fase sperimentale.

    Il trattamento più efficace dipende in gran parte dal farmaco chemioterapico che una persona sta assumendo. Questo perché diversi farmaci danneggiano diversi nervi.

    Farmaci

    I ricercatori stanno testando farmaci per contrastare il danno nervoso che causa la CIPN. Le prime ricerche suggeriscono che alcuni farmaci possono aiutare, a seconda del farmaco chemioterapico che una persona usa.

    Tuttavia, una revisione 2014 dalla rivista Gestione e ricerca sul cancro dice che le informazioni attuali sull’efficacia di questi farmaci sono controverse e richiedono ulteriori studi.

    Neuromodulazione

    La neuromodulazione funziona allenare il cervello elaborare le sensazioni nervose in modo diverso. Anche se ancora sperimentali, i seguenti trattamenti possono aiutare:

      Regolazione della dose di chemioterapia

      I trattamenti medici possono non essere efficaci per la neuropatia trattamento di scelta è quello di ridurre la dose di chemioterapia.

      Un medico può raccomandare più trattamenti settimanali a metà della dose o, in alcuni casi, interrompere la chemioterapia.

      Quali farmaci chemioterapici causano neuropatia?

      I farmaci molto probabilmente per causare la CIPN includono:

        Sintomi

        Intorpidimento e formicolio alle mani e ai piedi sono i sintomi principali della neuropatia.

        Alcune persone hanno debolezza e trovano difficile tenere piccoli oggetti. I sintomi possono essere gravi e avere un impatto significativo sulla qualità della vita di una persona.

        I sintomi comuni includono:

          La CIPN è particolarmente problematica da trattare perché non è possibile prevedere quando i sintomi possono presentarsi – a volte, si sviluppano dopo la fine del trattamento – o quanto dureranno.

          Come viene diagnosticata?

          Un medico di solito può diagnosticare la neuropatia osservando i sintomi di una persona, specialmente quando sta assumendo uno dei farmaci chemioterapici che sono noti per causare la neuropatia.

          Tuttavia, il dolore ai nervi può essere dovuto a qualcosa di diverso dalla chemioterapia.

          Altre condizioni mediche che possono causare neuropatia includono:

            Un medico può condurre test per escludere queste altre cause.

            Prospettive e consigli

            La neuropatia può essere estremamente dolorosa, ma di solito non è permanente. Per la maggior parte delle persone, i sintomi scompaiono dopo aver interrotto la chemioterapia.

            A volte ci vogliono alcuni mesi perché i sintomi svaniscano. A Studio del 2014 ha scoperto che il 30% delle persone aveva ancora sintomi di CIPN 6 mesi o più dopo l’interruzione della chemioterapia.

            In rari casi, la neuropatia può essere permanente, ma non c’è modo di prevedere se questo sarà il caso. Anche se la CIPN può essere debilitante, è importante tenere a mente che i sintomi quasi sempre migliorano.
            Cymbalta riduce la neuropatia indotta dalla chemioterapia

            Lascia un commento