Piante di canapa: Identificazione, legalità e altro

Canapa è un termine che indica alcune varietà della specie Cannabis sativa. In contrasto con la “marijuana” – che è una parola comune per la cannabis che è relativamente abbondante in THC – la canapa ha relativamente poco THC.

Gli esseri umani hanno coltivato le piante di canapa per migliaia di anni per il cibo, la medicina e i tessuti. La canapa può essere una delle più antiche piante conosciute che l’uomo ha coltivato per scopi medicinali e nutrizionali.

Sembra che la gente dell’antica Cina abbia iniziato a coltivare la canapa intorno a 2.700 A.C. Secondo le testimonianze storiche, la canapa si è diffusa in Europa dopo essersi espansa in Asia circa 2.000-2.200 anni fa.

Il rapporto dell’uomo con la canapa è sfaccettato, e l’uomo usa la canapa e parti della pianta di canapa in molti modi. Alcuni documenti affermano che la spina dorsale della prima copia della Bibbia, e persino le corde e le vele di tela di Cristoforo Colombo, erano fatte di fibre di canapa.

Continua a leggere per saperne di più sulla pianta di canapa e i suoi usi, compresa la sua attuale legalità, i benefici per la salute e altri usi.

Come la canapa differisce dalle altre piante di cannabis?

La principale differenza tra le piante di canapa e le altre cannabis Le piante dipendono dalla loro coltivazione, dall’uso e, soprattutto, dai livelli del composto delta-9 tetraidrocannabinolo (THC). Il THC è ciò che causa lo “sballo” per cui la cannabis è famosa.

Per essere legalmente classificata come pianta di canapa, una pianta di cannabis deve contenere non più dello 0.3% di THC su una base di peso secco. Al contrario, la maggior parte delle altre piante di cannabis contengono tra il 5-30% THC.

Il Cannabis sativa le specie contengono circa 480 componenti naturali, di cui oltre 100 appartengono a un gruppo di composti chiamati cannabinoidi.

Alcuni cannabinoidi, soprattutto il THC, sono inebrianti, cioè possono far sentire qualcuno “su di giri”.” Mentre le piante di canapa sono a basso contenuto di THC, possono essere abbondanti in altri cannabinoidi come il cannabidiolo (CBD) che non è inebriante.

Finora, il THC e il CBD sono i due cannabinoidi più studiati, ed entrambi possono avere valore medicinale.

Scopri di più sulle differenze tra THC e CBD qui.

Fattori identificativi delle piante di canapa

Le piante di cannabis, specialmente nel loro stato selvatico naturale, possono sembrare tutte simili. Tuttavia, la canapa e altre varietà di cannabis possono avere un aspetto molto diverso quando le industrie le coltivano per scopi specifici.

L’evidenza aneddotica sostiene che le piante di cannabis per la produzione di canapa tendono a:

    Nel frattempo, le piante di cannabis coltivate principalmente per il loro contenuto di THC tendono a:

      Le piante di canapa sono legali?

      Per molto tempo, le piante di canapa sono state illegali insieme ad altre forme della pianta di cannabis come la “marijuana”, e sono state classificate come una sostanza controllata nella Tabella I negli Stati Uniti.S. Legge sulle sostanze di controllo.

      Tuttavia, l’Agriculture Improvement Act del 2018, noto anche come Farm Bill del 2018, canapa industriale legalizzata e rimosso la canapa come sostanza controllata.

      Secondo le nuove regole, gli agricoltori con licenze rilasciate dall’USDA possono produrre canapa sotto una stretta regolamentazione. In alcuni casi, le persone possono anche coltivare la canapa con l’approvazione statale o tribale, o per alcuni progetti di ricerca consentiti.

      Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) ha approvato un regola finale che delinea i regolamenti nazionali per la produzione di canapa all’inizio del 2021.

      Mentre i coltivatori autorizzati possono produrre e vendere legalmente la canapa negli USA, le piante che contengono più dello 0.3 % di THC quando sono secche sono illegali perché sono classificate come piante di “marijuana” e non di canapa.

      Usi e benefici per la salute delle piante di canapa

      Semi di canapa e olio di canapa ottenuto da semi di canapa compressi sono estremamente nutrienti. Sono ricche di proteine, fibre e magnesio. I semi di canapa contengono anche livelli abbastanza alti di acidi grassi omega-3 e omega-6, che possono aiutare:

        La canapa contiene anche una varietà di antiossidanti o composti che proteggono le cellule dai danni e possono aiutare a ridurre il rischio di cancro, tra cui:

          Gli integratori proteici possono anche contenere farina di canapa. Alcuni prodotti alimentari contengono anche semi di canapa crudi o olio di semi di canapa. Il latte di semi di canapa è anche un’alternativa al latte di mucca e ad altri prodotti meno ecologici, come il latte di mandorla.

          Scopri di più sui benefici per la salute dei semi di canapa qui.

          Oltre ai benefici per la salute dei componenti nutritivi della canapa, ci sono anche potenziali benefici per la salute dei composti non nutritivi come il CBD e il THC. Tuttavia, ulteriori ricerche devono stabilire i loro potenziali benefici per la salute e la sicurezza.

          Attualmente ci sono alcune prove preliminari che il CBD può avere il potenziale per aiutare a trattare o gestire:

            Alcune ricerche suggeriscono che il CBD può anche avere un effetto neuroprotettivo, proteggendo le cellule cerebrali. A causa del suo potenziale effetto neuroprotettivo, il CBD può aiutare a trattare le malattie neurodegenerative, come demenza e malattia di Alzheimer.

            Scopri di più sui benefici del CBD per la salute qui.

            Altri usi delle piante di canapa

            Le fibre del gambo di canapa sono forti e utilizzate in una varietà di modi diversi. Più di 25.000 i prodotti contengono canapa.

            Alcuni prodotti popolari a base di canapa o prodotti di canapa includono:

              Benefici ambientali delle piante di canapa

              La coltivazione della canapa è più rispettoso dell’ambiente, efficienti e versatili rispetto a molte altre colture. La canapa coltivata per le fibre tessili rende circa il 600% in più del lino e il 250% in più del cotone. La pianta di canapa è anche in grado di crescere in una serie di condizioni e può crescere rapidamente.

              Quando crescono, le piante di canapa creano un denso baldacchino che impedisce al sole di raggiungere le erbacce concorrenti. La canapa industriale può anche crescere senza la necessità di quantità significative di pesticidi, fungicidi ed erbicidi richiesti da altre colture.

              Data la velocità con cui cresce, la canapa è eccellente nel sequestrare o “intrappolare” il carbonio, ovvero assorbire il carbonio dall’aria e trasformarlo in materiale vegetale in tutta la pianta di canapa. Un ettaro di canapa industriale può aspirare circa 15 tonnellate di anidride carbonica (C02).

              Le coltivazioni di canapa hanno radici dense e profonde che possono aiutare a prevenire l’erosione del suolo e la perdita di terreno associata.

              Le radici della canapa sono anche in grado di estrarre le sostanze nutritive dalle profondità del terreno, compresi i metalli pesanti dannosi, e di incorporarle nella materia vegetale innocua. Queste qualità rendono la canapa eccellente per bonificare, rinforzare e decontaminare o “pulire” il suolo.

              Riassunto

              La canapa differisce da altre forme di cannabis in diversi modi, tra cui la coltivazione, l’uso e i livelli di THC. La canapa ha anche molteplici usi, e il modo in cui viene coltivata è più rispettoso dell’ambiente di molte altre colture.

              Sono necessarie ulteriori ricerche. Tuttavia, le parti della canapa, come il seme, hanno un significativo valore nutritivo e i cannabinoidi come il CBD possono avere il potenziale per una varietà di benefici per la salute.

              Solo i produttori con licenze USDA o piani o progetti approvati possono coltivare legalmente la canapa negli Stati Uniti.

              Lascia un commento