Prednisone per l’asma: Uso, effetti collaterali e alternative

Il prednisone è un farmaco da prescrizione che appartiene a una classe di farmaci noti come steroidi o corticosteroidi. I medici a volte prescrivono gli steroidi per trattare l’asma grave e per aiutare i polmoni a guarire dopo un improvviso attacco d’asma.

Il prednisone è raramente l’unico asma trattamento qualcuno avrà. Invece, è spesso usato insieme ad altri farmaci, come gli inalatori.

In questo articolo, esaminiamo come il prednisone aiuta con il trattamento dell’asma, insieme agli effetti collaterali che può causare. Vediamo anche le opzioni di trattamento alternative che sono disponibili.

Come si usa il prednisone per l’asma?

I medici spesso prescrivono il prednisone per le esacerbazioni acute dell’asma. Questo è il tipo di attacco d’asma in cui una persona non può respirare bene o affatto. Le esacerbazioni acute dell’asma spesso richiedono un’attenzione medica di emergenza.

Quando una persona ha un attacco d’asma significativo, spesso sperimenta le vie aeree infiammazione dopo. Le vie respiratorie diventano gonfie e irritate. L’effetto è più simile al respirare attraverso una cannuccia che al respirare attraverso un’ampia via respiratoria.

Un medico prescrive corticosteroidi per ridurre la risposta infiammatoria del corpo dopo l’attacco d’asma.

Il prednisone è un farmaco prodotto in laboratorio, ma funziona come gli ormoni steroidei del corpo. Alcune persone chiamano il prednisone “prednisolone”, che è il nome del composto che il corpo converte il prednisone in modo che possa essere utilizzato dalle cellule.

Quando una persona prende il prednisone, il corpo pensa che sia un ormone steroideo. Questi ormoni entrano nelle cellule del corpo e creano reazioni chimiche che dicono al corpo di smettere di produrre composti infiammatori.

Come risultato, una persona è idealmente in grado di respirare più facilmente perché le sue vie aeree sono meno strette. Creano anche meno muco, rendendo più facile la respirazione.

Il prednisone è uno steroide a breve durata d’azione, con un’emivita di tra le 18 e le 36 ore. I medici possono prescrivere il prednisone invece di altri steroidi perché non dura così a lungo nel corpo. La medicina dura abbastanza a lungo per aiutare una persona a superare i sintomi acuti dell’asma.

Un dosaggio iniziale di prednisone sarà tra 5 e 60 milligrammi al giorno. I medici possono quindi cambiare il dosaggio fino a trovare quello che ha un effetto soddisfacente.

Secondo una vecchia ricerca, se i corticosteroidi sono somministrati in un reparto di emergenza entro 1 ora dall’arrivo di una persona, possono essere meno probabile richiedere l’ospedalizzazione.

Gli effetti collaterali

Se presi a breve termine, una persona ha meno probabilità di sperimentare effetti collaterali. Gli effetti collaterali a breve termine dell’uso del prednisone per l’asma includono:

    L’assunzione di steroidi orali come il prednisone può anche aumentare la glicemia di una persona. Se qualcuno ha diabete, questa reazione dovrebbe essere presa in considerazione.

    Le persone che usano steroidi per brevi periodi di tempo di solito non sperimentano nessuna delle effetti collaterali a lungo termine associati all’assunzione di steroidi orali. Gli effetti collaterali dell’uso a lungo termine di steroidi orali possono includere:

      I medici raramente prescrivono gli steroidi come trattamento a lungo termine dell’asma, tuttavia.

      Se un medico prescrive steroidi a lungo termine, una persona non dovrebbe mai smettere improvvisamente di prenderli. Questo può causare sintomi, tra cui vertigini, sete e vomito. Invece, potrebbe essere necessario ridurre i dosaggi lentamente prima di fermarsi completamente.

      Alternative

      Di solito, i medici non prescrivono il prednisone da solo per il trattamento dell’asma. Invece, spesso prescrivono il prednisone insieme ad altri farmaci.

      Un esempio sono i beta-2 agonisti, come l’albuterolo, che possono ridurre la costrizione delle vie aeree che si verifica in un attacco d’asma.

      Un altro esempio è l’ipratropio, un farmaco che viene somministrato con un nebulizzatore o inalatore. L’ipratropio causa il rilassamento della muscolatura liscia o delle vie aeree per aiutare una persona a respirare più facilmente.

      I medici possono anche somministrare steroidi per via endovenosa se una persona non può assumere steroidi per via orale. Gli esempi includono idrocortisone e metilprednisolone per via endovenosa.

      Oltre ai farmaci, le persone possono aiutare a gestire la loro asma evitando i fattori scatenanti che possono includere:

        Un medico può anche raccomandare trattamenti individuali per l’asma in base alla salute generale di una persona.

        Quando parlare con un medico

        Quando una persona ha l’asma, l’obiettivo è quello di aiutare a controllare i loro attacchi in modo che siano poco frequenti o non si verificano affatto. I segni che indicano che qualcuno dovrebbe vedere un medico per gestire la propria asma includono

          Molti diversi farmaci sono disponibili per trattare l’asma. I medici possono aver bisogno di provare diverse combinazioni di questi farmaci per capire quale sarà più efficace per una persona.

          Outlook

          Il prednisone è un farmaco a breve termine per aiutare i bambini e gli adulti che hanno avuto esacerbazioni acute dell’asma. Questi farmaci possono ridurre l’infiammazione abbassando la risposta immunitaria del corpo ad un attacco d’asma.

          Mentre l’uso a lungo termine degli steroidi può essere preoccupante, l’uso a breve termine non causa in genere effetti collaterali indesiderati.

          Idealmente, una persona può regolare i propri farmaci e il piano di trattamento dell’asma dopo un attacco d’asma significativo per ridurre la probabilità che si verifichi di nuovo.

          .
          Asma e ibuprofene: effetti, rischi e alternative

          L’ibuprofene è un antidolorifico che può essere acquistato al banco senza prescrizione medica. È noto come un farmaco antinfiammatorio non steroideo o FANS.

          Persone che hanno asma sono consigliato prendere l’ibuprofene con cautela. Se una persona con l’asma prende l’ibuprofene come antidolorifico, può causare sintomi di asma o infiammazione dell’interno del naso.

          Molte persone con asma possono prendere ibuprofene senza avere problemi. Tuttavia, è importante che chiunque abbia l’asma conosca i rischi associati a questo antidolorifico quotidiano.

          Effetti dell’ibuprofene sull’asma

          Se una persona con asma ha una reazione allergica all’ibuprofene o a un’altra medicina, può spesso causano respiro sibilante o mancanza di respiro.

          L’ibuprofene può anche peggiorare i sintomi dell’asma facendo restringere le vie aeree in una condizione nota come broncospasmo.

          L’asma indotta da aspirina è un’altra condizione riconosciuta, che è ritenuto può verificarsi con l’uso di altri FANS così come.

          Intorno a 20 per cento di adulti con asma avranno asma indotta da aspirina. La condizione è più rara nei bambini, con circa il 5 per cento colpito.

          Coloro che sono colpiti dopo l’assunzione di ibuprofene possono avere sintomi di asma che vanno da lievi a gravi. Questi sintomi possono includere:

            Chiunque sospetti lo sviluppo di questi sintomi dovrebbe informare immediatamente il proprio medico. Un medico può quindi decidere se il farmaco deve essere cambiato o meno.

            Le persone con asma che hanno un misuratore di flusso di picco possono anche controllare i cambiamenti nelle letture dopo l’assunzione di ibuprofene, per vedere se l’antidolorifico sta causando loro problemi.

            Rischi

            Se una persona con asma ha una reazione allergica o asmatica dopo l’assunzione di ibuprofene, dovrebbe smettere di prendere il farmaco.

            Quelli con asma che hanno preso ibuprofene senza problemi sono a basso rischio di una reazione, in particolare se sono più di 40 anni di età.

            Tuttavia, alcune persone che hanno l’asma spesso non si accorgono che l’ibuprofene sta causando loro problemi fino a quando sono nei loro 20s o 30s.

            Inoltre, i problemi con l’uso di ibuprofene sono più comune nelle femmine che nei maschi.

            Coloro che hanno una reazione all’ibuprofene può trovare che rende gli attacchi d’asma più gravi e più difficili da controllare.

            Può anche aumentare il rischio di morte per un attacco grave. Tuttavia, i decessi causati da persone con asma che assumono ibuprofene sono stati solo riportato in rare occasioni.

            Tutti i bambini, che abbiano o meno l’asma, dovrebbero evitare di prendere aspirina, come si pensa il farmaco scatena una condizione chiamata sindrome di Reye. La sindrome di Reye è un disturbo raro che colpisce principalmente i bambini e quelli di età inferiore ai 20 anni. Causa gravi danni al fegato e al cervello.

            Poiché i bambini con asma hanno meno probabilità di essere colpiti dall’ibuprofene, è generalmente considerati che può essere dato loro. Un’eccezione è se hanno una storia personale o familiare di asma indotta dall’assunzione di aspirina.

            Ci sono alcune prove che suggeriscono che il benefici terapeutici per alcuni bambini con asma che prendono ibuprofene.

            Mentre l’asma sensibile all’ibuprofene nei bambini è non si ritiene che sia comune, broncospasmo causato dall’ibuprofene dovrebbe essere ancora considerato un rischio.

            Alternative

            Le persone che hanno l’asma possono di solito prendere l’acetaminofene, noto anche come paracetamolo, senza alcun rischio, come alternativa all’aspirina. Questo farmaco è usato principalmente per alleviare il dolore e febbre.

            In rari casi, tuttavia, l’acetaminofene può peggiorare l’asma. Se questo accade, una persona dovrebbe consultare immediatamente il proprio medico.

            Nel caso dei bambini, ci sono prove che suggeriscono che è l’acetaminofene, piuttosto che l’ibuprofene, che è più probabile per causare problemi, come il respiro sibilante.

            Ci sono alcune altre opzioni di sollievo dal dolore non medicate che possono essere usate al posto dell’ibuprofene:

              Gli antistaminici per le allergie sono di solito sicuro da prendere per le persone con asma. Tuttavia, possono avere effetti collaterali, soprattutto se presi insieme a certi altri farmaci.

              Le persone con asma dovrebbero sempre controllare con il loro medico e leggere attentamente le istruzioni prima di prendere antistaminici.

              Ci sono altri farmaci che possono anche peggiorare l’asma. Questi includono beta-bloccanti che sono usati per controllare pressione sanguigna e malattia cardiaca.

              Spesso, una classe di farmaci chiamati ACE-inibitori può essere usata come alternativa per trattare la pressione sanguigna, le malattie cardiache e, a volte diabete. Questi farmaci sembrano essere sicuri per le persone che hanno l’asma.
              LABAs per l’asma: Definizione, uso e rischi

              L’asma è una condizione infiammatoria comune che può colpire i polmoni e le vie aeree sia nei bambini che negli adulti. Farmaci come i LABA possono aiutare con i sintomi.

              Secondo l’American Lung Association, oltre 25 milioni persone negli Stati Uniti hanno difficoltà respiratorie a causa dell’asma. I sintomi possono variare da lievi a gravi.

              I LABA sono beta-agonisti a lunga durata d’azione, una forma di farmaco che i medici usano per alleviare i sintomi dell’asma. Funzionano rilassando e aprendo le vie respiratorie.

              C’è stato qualche dibattito sui legami tra questi farmaci e gravi attacchi d’asma. Questo articolo esamina i LABA e le ultime prove sul fatto che possano causare attacchi d’asma. Esamina anche altri rischi, come le persone possono usare questi farmaci e le alternative.

              Cosa sono i LABA?

              I beta-agonisti a lunga durata d’azione (LABA) sono farmaci per inalazione che i medici usano per trattare asma e malattia polmonare ostruttiva cronica (COPD). Le persone usano un inalatore o un nebulizzatore per somministrare i LABA direttamente nei polmoni.

              I LABA migliorano la respirazione e diminuiscono i sintomi dell’asma agendo come un rilassante per i muscoli delle vie aeree. Con il miglioramento del flusso d’aria viene una diminuzione o la prevenzione dei sintomi come la tosse, il respiro sibilante, la mancanza di respiro e la stretta al petto. Medici principalmente usare i LABA per trattare le esacerbazioni dell’asma.

              I LABA possono aumentare le probabilità che qualcuno abbia un grave attacco d’asma. A causa di questo, gli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA) raccomanda fortemente di combinare questo farmaco con steroidi inalati.

              Esacerbazioni dell’asma

              Le esacerbazioni dell’asma sono aumenti progressivi dei sintomi dell’asma di qualcuno che sono abbastanza significativi da dover cambiare il loro trattamento. Anche con la migliore cura e gestione possibile circa il 10% di persone con l’asma sperimentano un di esacerbazioni gravi, il che significa che hanno bisogno di corticosteroidi orali, di una visita al pronto soccorso o di un ricovero una volta all’anno.

              Poiché le esacerbazioni dell’asma possono portare a un progressivo declino della funzione polmonare, se una persona raggiunge questo punto i medici possono aggiungere un LABA al loro piano di trattamento.

              Il modo migliore per prevenire il peggioramento dell’asma è quello di avere un piano d’azione efficace per l’asma che dettaglia tutti i farmaci di cui qualcuno ha bisogno, quanti ne deve prendere e quando. I farmaci più comuni che i medici usano per trattare le esacerbazioni sono i corticosteroidi inalatori (ICS). La combinazione di ICS e LABA è una forma efficace di trattamento.

              I LABA possono causare attacchi d’asma?

              In 2010 la FDA ha notato che alcune persone che prendono i LABA da soli hanno un aumento del rischio di gravi esacerbazioni dell’asma rispetto a coloro che non li usano. A causa di questo, hanno richiesto ai produttori di LABA di avere programmi di gestione del rischio.

              Tuttavia, in 2017 la FDA ha completato una revisione di quattro grandi studi clinici sulla sicurezza. Dopo aver esaminato le prove, la FDA ha concluso di non aver trovato alcun aumento significativo del rischio di esiti gravi dell’asma nelle persone che utilizzano una combinazione di ICS e LABAs.

              Il rischio di usare i LABA da soli rimane. Le persone dovrebbero sempre usare sia i LABA che gli ICS insieme per evitare un aumento del rischio di attacchi d’asma gravi e potenzialmente pericolosi per la vita.

              Se le persone hanno qualche preoccupazione circa il loro trattamento dell’asma, dovrebbero discutere le loro opzioni con un professionista della salute.

              Altri rischi

              Gli studi suggeriscono che gli afroamericani sono a rischio più elevato per sperimentare attacchi d’asma fatali quando si prendono LABAs.

              Usi dei LABA

              I LABA sono un trattamento che può ridurre esacerbazioni dell’asma. I medici li raccomandano per l’uso a breve termine, poiché l’uso di un LABA da solo è pericoloso. La combinazione dei LABA con un ICS è il modo più sicuro di usare i LABA.

              Lo scopo di un ICS è di diminuire infiammazione nei polmoni. Se i medici non trattano l’infiammazione può portare a problemi respiratori. I LABA promuovono il rilassamento muscolare nei muscoli che circondano le vie aeree nei polmoni e rendono i sintomi come il respiro sibilante, la stretta al petto, la tosse e la mancanza di respiro meno probabile verificarsi.

              La FDA non raccomanda di usare i LABA da soli a causa dell’aumentato rischio di morte legata all’asma. Le persone dovrebbero usare i LABA in combinazione con un ICS per il sollievo dei sintomi, il mantenimento e per ridurre le esacerbazioni.

              Alternative ai LABA

              Ci sono alcune alternative ai LABA. I più popolari sono i corticosteroidi inalatori (ICS). Gli ICS aiutano ridurre esacerbazioni dell’asma e migliorare il controllo dell’asma.

              Alcune altre opzioni includono antagonisti del leucotriene e tiotropio.

              Gli antagonisti dei leucotrieni riducono le esacerbazioni dell’asma sia negli adulti che nei bambini, ma non sono efficaci come gli ICS.

              Tiotropio riduce al minimo la frequenza delle esacerbazioni dell’asma nelle persone di 6 anni o più grandi che non possono controllare la loro asma con ICS.

              Altri approcci alternativi non sono medici e coinvolgono il controllo ambientale per rimuovere gli allergeni, come polvere o peli di animali domestici, o altri fattori scatenanti come il fumo di tabacco. Tuttavia, questi metodi sono migliori per coloro che hanno una grave allergia a un singolo allergene. È difficile eliminare del tutto tutte le tracce di più di un allergene.

              Riassunto

              I beta-agonisti a lunga durata d’azione (LABA) sono un tipo di medicina per l’asma. Quando una persona li usa insieme ai corticosteroidi inalatori (ICS) possono ridurre in modo sicuro le esacerbazioni dell’asma. I LABA funzionano rilassando i muscoli delle vie respiratorie, rendendo più facile la respirazione. La FDA non raccomanda l’uso dei LABA da soli perché questo aumenta il rischio di morte per asma.

              Gli individui dovrebbero usare i LABA solo per il trattamento a breve termine per ottenere il controllo della loro asma. Una volta che la persona può gestire i sintomi, può passare a un farmaco di controllo dell’asma come l’ICS. Questi corticosteroidi inalati possono gestire l’asma a lungo termine.

              Anche i cambiamenti ambientali possono aiutare, ma in genere funzionano meglio quando una persona ha problemi con un singolo allergene.

              L’uso di LABAs in combinazione con ICS è un modo efficace per trattare gli attacchi di asma. Tuttavia, le persone devono seguire attentamente le raccomandazioni d’uso.

              Lascia un commento