Prolungamento del QT: Definizione, cause, trattamento e altro

Il prolungamento del QT si verifica quando il muscolo cardiaco impiega un tempo relativamente più lungo per contrarsi e rilassarsi rispetto al solito. Il prolungamento del QT può aumentare il rischio di sviluppare ritmi cardiaci anomali e può portare all’arresto cardiaco improvviso.

Il cuore è un muscolo che si contrae e si rilassa per pompare il sangue nel corpo. I segnali elettrici innescano il processo di contrazione e rilassamento, regolando così la frequenza e il ritmo del cuore.

Questo articolo discute le cause potenziali, i fattori di rischio e i sintomi associati al prolungamento del QT. Fornisce anche informazioni su come diagnosticare il prolungamento del QT e discute le opzioni per il suo trattamento e gestione.

Cosa sono gli intervalli QT?

Un elettrocardiogramma (ECG) è un test che misura l’attività elettrica del cuore e rappresenta le informazioni sotto forma di grafico.

Picchi e urti su una lettura ECG indicano che il cuore si contrae e si rilassa. Gli operatori sanitari etichettano questi picchi e urti da “onda P” a “onda U.”

In termini semplici, un intervallo QT misura la lunghezza del tempo tra l’inizio dell’onda Q e la fine dell’onda T. Questo intervallo rappresenta il tempo necessario alle camere inferiori, o ventricoli, del cuore per contrarsi e rilassarsi.

Le concentrazioni di minerali nel sangue controllano il processo di contrazione e rilassamento. I minerali responsabili sono:

    Cos’è un normale intervallo QT?

    La lunghezza di un intervallo QT normale varia in base all’età e al sesso.

    Per maschi e femmine sotto i 15 anni di età:

      Per i maschi adulti:

        Per le donne adulte:

          Farmaci che causano il prolungamento del QT

          Il prolungamento del QT può verificarsi come risultato di:

            Anche alcuni farmaci possono causare il prolungamento del QT, compresi alcuni appartenenti ai seguenti gruppi:

              Una persona ha maggiori probabilità di sviluppare un prolungamento del QT indotto da farmaci se ha già dei fattori di rischio sottostanti per questa condizione.

              Fattori di rischio

              Il prolungamento del QT aumenta il rischio di sviluppare ritmi cardiaci anomali, compresa l’aritmia pericolosa per la vita torsades de pointes (TDP). Questo tipo di aritmia può portare a una morte cardiaca improvvisa.

              La probabilità che il prolungamento del QT sfoci in TDP aumenta con i seguenti fattori di rischio:

                Le seguenti condizioni possono anche aumentare la probabilità che il prolungamento del QT causi il TDP:

                  Inoltre, alcuni fattori scatenanti esterni, come l’esercizio fisico, il rumore e gli eventi stressanti può innescare aritmie nella sindrome del QT lungo congenito.

                  Sintomi

                  Le persone con il prolungamento del QT di solito non avvertono alcun sintomo. Un medico in genere rileva la condizione durante un controllo medico di routine.

                  Quando i sintomi sono presenti, possono includere:

                    Diagnosi

                    L’uso di un ECG è il modo più comune per diagnosticare il prolungamento del QT. Un medico può somministrare un ECG a riposo, in cui una persona giace su un letto mentre dei sensori misurano la sua attività cardiaca. Il medico può anche somministrare un ECG mentre la persona si sta esercitando.

                    In alcuni casi, il medico può raccomandare che la persona indossi un dispositivo ECG portatile chiamato monitor Holter. La persona può indossare il monitor intorno al collo o su una cintura. Il dispositivo in genere registra l’attività cardiaca per un periodo di 24 ore.

                    I produttori stanno anche sviluppando nuove tecnologie, tra cui un cerotto che può monitorare continuamente l’attività cardiaca per 14 giorni.

                    Se un medico sospetta la sindrome del QT lungo congenito, può richiedere un test genetico per verificare la condizione.

                    Opzioni di trattamento

                    Ci sono diverse opzioni di trattamento disponibili per il prolungamento del QT. Queste includono farmaci, cambiamenti nello stile di vita e interventi chirurgici.

                    Le seguenti sezioni esamineranno ciascuna di queste opzioni in modo più dettagliato.

                    Farmaci

                    Diversi farmaci possono aiutare a trattare il prolungamento del QT. Un medico può prescrivere beta-bloccanti per aiutare a rallentare la frequenza cardiaca o farmaci antiaritmici per aiutano ad accorciare l’intervallo QT.

                    Le persone possono anche considerare un’integrazione alimentare con potassio.

                    I diuretici sono una classe di farmaci che possono causare il prolungamento del QT. Se una persona ha bisogno di diuretici, il medico può prescrivere diuretici risparmiatori di potassio. Alcune ricerche suggerisce che questi farmaci accorciano l’intervallo QT.

                    Cambiamenti nello stile di vita

                    Il sistema cardiovascolare benefici da esercizio moderato. Tuttavia, i medici non raccomandano l’esercizio fisico faticoso o prolungato per le persone che hanno un prolungamento del QT.

                    Mangiare un dieta sana è buono per il cuore, e mangiare una dieta ben bilanciata può aiutare a prevenire gli squilibri elettrolitici.

                    Consumare cibi ricchi di potassio può aiutare a trattare il prolungamento del QT che risulta da bassi livelli di potassio.

                    Inoltre, bere molta acqua ogni giorno può ridurre il rischio di disidratazione.

                    Chirurgia

                    Alcune persone possono richiedere un trattamento chirurgico per il prolungamento del QT. Alcuni esempi di procedure chirurgiche per questa condizione includono.

                    L’intervento di denervazione simpatica cardiaca sinistra

                    Questo tipo di intervento può aiutare ridurre il rischio di morte improvvisa dovuta all’aritmia. Fornisce anche un’opzione efficace per le persone che sperimentano effetti collaterali avversi durante l’assunzione di beta-bloccanti.

                    Intervento chirurgico con defibrillatore cardioverter impiantabile

                    Questo tipo di intervento comporta l’impianto di un dispositivo alimentato a batteria chiamato defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD) sotto la pelle. L’ICD può rilevare ritmi cardiaci anormali e rispondere erogando scosse elettriche per correggere l’aritmia.

                    Questo intervento è un opzione alternativa per le persone con sindrome del QT lungo che svengono mentre assumono beta-bloccanti.

                    Riassunto

                    Il prolungamento del QT è il termine medico per un intervallo prolungato tra la contrazione e il rilassamento del cuore. Questa condizione può aumentare il rischio di una persona di sperimentare ritmi cardiaci anormali e arresto cardiaco improvviso.

                    Il prolungamento del QT può essere presente dalla nascita o può svilupparsi più tardi nella vita. Le persone con prolungamento del QT di solito non avvertono alcun sintomo della condizione. Nella maggior parte dei casi, un medico scopre la condizione durante un esame medico di routine. Un ECG può solitamente confermare la diagnosi.

                    Il trattamento per il prolungamento del QT può includere farmaci, cambiamenti nello stile di vita e chirurgia. Una persona può discutere tutte le potenziali opzioni di trattamento con un medico.

                    Lascia un commento