Psicosi: Cause, sintomi e trattamenti

La psicosi comporta una perdita di contatto con la realtà e può presentare allucinazioni e deliri. È un sintomo della schizofrenia e del disturbo bipolare, ma ci sono molte altre cause.

In questo articolo, saperne di più sulla psicosi, compreso ciò che la causa e le opzioni di trattamento disponibili.

Tabella dei contenuti

Cos’è la psicosi?

La psicosi colpisce come una persona pensa e le loro percezioni. I loro sensi possono sembrare rilevare cose che non esistono, e possono trovare difficile determinare ciò che è reale e vero.

Le persone con psicosi possono:

    Possono anche credere di essere nei guai, che qualcuno li stia inseguendo, o che siano molto importanti quando queste situazioni non sono vere.

    Una persona possono non essere consapevoli che hanno una psicosi perché i deliri sembrano reali per loro. La psicosi può essere travolgente e confondendo. A volte, i sintomi possono indurre la persona a farsi del male. In rari casi, possono fare del male a un’altra persona.

    La psicosi è uno dei sintomi chiave di schizofrenia.

    Sintomi della psicosi

    I segni e sintomi della psicosi includono:

      La persona può anche esperienza:

        A seconda della causa, la psicosi può comparire rapidamente o lentamente. Può anche essere lieve o grave. In alcuni casi, può essere lieve quando appare per la prima volta, ma diventare più intenso nel tempo.

        Segni precoci

        I sintomi lievi e precoci della psicosi potrebbero includono:

          Le allucinazioni possono colpire qualsiasi senso – vista, suono, odore, gusto e tatto – nella persona con psicosi.

          Voci uditive

          Le allucinazioni uditive sembrano essere il più comune tipi di allucinazioni per le persone con schizofrenia. La persona sente delle cose e le crede reali quando non esistono.

          Spesso, la persona sente voci. Ci possono essere una o molte voci, e suoneranno esattamente come voci reali.

          Le voci possono:

            Sentire le voci può confondere molto, e può influenzare le azioni di una persona. Può portare l’individuo a fare del male a se stesso o, meno spesso, agli altri.

            Il trattamento può gestire o prevenire la psicosi, ma questa può tornare se la persona smette di prendere i suoi farmaci.

            Ci può anche essere un rischio di suicidio.

            Prevenzione del suicidio

            Se conosci qualcuno a rischio immediato di autolesionismo, suicidio o di fare del male a un’altra persona:

              Se voi o qualcuno che conoscete sta avendo pensieri di suicidio, una hotline di prevenzione può aiutare. La National Suicide Prevention Lifeline è disponibile 24 ore al giorno al numero 800-273-8255. Durante una crisi, le persone con problemi di udito possono usare il loro servizio di ripetizione preferito o chiamare il 711 e poi 800-273-8255.

              Clicca qui per ulteriori link e risorse locali.

              Deliri durante la psicosi

              Durante un episodio psicotico, una persona può sperimentare deliri.

              I deliri paranoici possono far sì che una persona sia sospettosa di individui o organizzazioni, credendo che stiano tramando per causare danni alla persona.

              I deliri di grandezza comportano una forte convinzione che la persona abbia un potere o un’autorità speciale. Per esempio, possono credere di essere un leader politico.

              Diagnosi di psicosi

              Chiunque stia vivendo una psicosi dovrebbe ricevere un’attenzione medica urgente. Il trattamento può fornire un aiuto sia a breve che a lungo termine.

              Diagnosi precoce

              Schizofrenia e disturbo bipolare di solito appaiono nell’adolescenza o durante la prima età adulta di una persona. Il trattamento precoce può migliorare gli esiti a lungo termine, ma può richiedere tempo per i professionisti sanitari per fornire una diagnosi accurata.

              Psichiatri raccomandano di considerare la possibilità di un disturbo psicotico in un giovane se mostra segni di:

                Non esiste un test biologico per la psicosi, ma i test di laboratorio possono escludere altri problemi medici che potrebbero spiegare i sintomi.

                I test diagnostici

                Per diagnosticare la psicosi, un medico effettuerà un esame clinico e pongono varie domande.

                Chiederanno informazioni su:

                  Possono anche fare dei test per escludere altri fattori, compreso:

                    I possibili test includono

                      Se i segni indicano una causa psichiatrica, il medico farà riferimento ai criteri della American Psychiatric Association’s Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali quinta edizione (DSM-5) per fare una diagnosi.

                      Cause di psicosi

                      Le cause esatte della psicosi non sono ben comprese, ma potrebbero comprendere:

                        A mancanza di sonno possono anche scatenare la psicosi.

                        Trattamenti per la psicosi

                        La psicosi può essere dirompente, ma il trattamento è disponibile per aiutare le persone a gestirla.

                        Farmaci antipsicotici

                        Farmaci antipsicotici sono la principale forma di trattamento per le persone con una malattia psicotica.

                        Gli antipsicotici possono ridurre i sintomi della psicosi nelle persone con disturbi psichiatrici, come la schizofrenia. Tuttavia, non trattano o curano la condizione sottostante.

                        Esempi di questi farmaci includono:

                          Una persona può usare questi farmaci solo sotto la supervisione di un medico, poiché possono avere effetti negativi.

                          Il medico tratterà anche qualsiasi condizione sottostante responsabile della psicosi. Dove possibile, sostegno alla famiglia possono anche aiutare.

                          Fasi acute e di mantenimento della schizofrenia

                          Nella schizofrenia, ci sono due fasi di trattamento antipsicotico:

                          Fase acuta

                          La persona può avere bisogno di rimanere in ospedale.

                          A volte, un medico prescriverà una rapida tranquillizzazione. Danno alla persona un farmaco ad azione rapida che la rilassa per assicurarsi che non faccia del male a se stessa o agli altri.

                          Fase di mantenimento

                          La persona non rimane in ospedale ma usa farmaci antipsicotici per aiutare a prevenire ulteriori episodi. L’interruzione del farmaco può portare a ricadute.

                          Anche la psicoterapia può aiutare trattare i problemi cognitivi e altri sintomi della schizofrenia e di altri disturbi psicotici.

                          Tipi di psicosi

                          Oltre alla schizofrenia, vari altri disturbi e fattori può causare psicosi. I diversi tipi includono:

                            La psicosi può anche risultato da altri disturbi, come:

                              Takeaway

                              La psicosi è uno dei sintomi chiave della schizofrenia, ma ha altre cause.

                              Può rendere ansioso l’individuo e chi gli sta intorno, ma il trattamento è disponibile per aiutare a gestire la psicosi in coloro che sono a rischio.

                              È essenziale seguire il piano di trattamento per la schizofrenia e altre condizioni di salute mentale per prevenire una ricaduta dei sintomi, come la psicosi.

                              Se qualcuno teme che una persona possa avere una psicosi, dovrebbe portarla al pronto soccorso, se possibile, o chiamare il 911.
                              Disturbo bipolare vs. schizofrenia: come distinguere la differenza

                              Il disturbo bipolare e la schizofrenia sono condizioni psichiatriche che hanno alcuni tratti comuni, ma anche differenze chiave. Il disturbo bipolare causa cambiamenti di umore, livelli di energia e di pensiero. La schizofrenia fa sì che una persona sembri perdere il contatto con la realtà.

                              Persone con disturbo bipolare possono sperimentare episodi di mania e depressione, spesso separati da periodi di relativa stabilità.

                              Gli individui con schizofrenia sperimentare i sintomi di psicosi, come allucinazioni o deliri. Alcune persone con disturbo bipolare sperimentano anche sintomi psicotici.

                              A causa di alcune sovrapposizioni nei sintomi, ottenere la giusta diagnosi può essere difficile. Inoltre, una persona può avere entrambi schizofrenia e disturbo bipolare, il che può complicare la diagnosi.

                              Alcune persone hanno disturbo schizoaffettivo, che comporta una combinazione di sintomi di schizofrenia e quelli di un disturbo dell’umore.

                              In questo articolo, esaminiamo le somiglianze e le differenze tra il disturbo bipolare e la schizofrenia. Discutiamo anche i metodi di diagnosi e le opzioni di trattamento.

                              Sintomi del disturbo bipolare

                              I sintomi del disturbo bipolare e della schizofrenia variano e possono differire per tipo e gravità.

                              Possono peggiorare, poi migliorare significativamente o scomparire per un periodo, che alcuni medici chiamano remissione.

                              Le persone con disordine bipolare sperimentano estremi di umore. I medici possono classificare gli “alti” come mania o ipomania, mentre i “bassi” comportano una diminuzione dell’umore e spesso la depressione.

                              In alcuni tipi di disturbo bipolare, le persone sperimentano una forma meno grave di mania, nota come ipomania. I sintomi sono gli stessi, ma nell’ipomania sono meno gravi. Tuttavia, influenzano la vita e le relazioni di una persona.

                              Un episodio maniacale è tutto ciò che è necessario per una diagnosi di bipolare I, mentre l’ipomania che precede o segue un episodio depressivo maggiore è necessario per una diagnosi di bipolare II. Una persona spesso sperimenta periodi di relativa stabilità tra.

                              Sintomi della mania

                              La mania può comportare:

                                In una persona con disturbo bipolare, i sintomi depressivi sono gli stessi del disturbo depressivo maggiore.

                                Sintomi della depressione

                                Il sintomo principale è una sensazione di tristezza o disperazione che persiste per 2 settimane o più a lungo.

                                Altri sintomi includono:

                                  Il disturbo bipolare può anche causare ansia ed episodi psicotici, durante i quali una persona perde il contatto con la realtà.

                                  Circa la metà di tutte le persone con una diagnosi di disturbo bipolare sperimentano allucinazioni psicotiche o deliri.

                                  Quando le persone mostrano sintomi psicotici, i medici possono essere incerti se hanno un disturbo bipolare o la schizofrenia.

                                  Sintomi della schizofrenia

                                  I sintomi della schizofrenia influenzano i pensieri, le emozioni e i comportamenti di una persona. Essi includono:

                                  Delusioni

                                  Queste sono false credenze, e la maggior parte delle persone con schizofrenia le sperimenta.

                                  Le persone possono pensare, per esempio, di essere famose o speciali in un certo modo, di essere molestate o perseguitate, o che qualcosa di terribile stia per accadere.

                                  Allucinazioni

                                  Durante un’allucinazione, le persone vedono, sentono o odorano cose che non ci sono. Il tipo più comune consiste nel sentire le voci.

                                  Pensiero e discorso disorganizzati

                                  Le persone possono non avere senso quando comunicano con gli altri. Possono dare risposte non correlate alle domande, o le loro frasi possono sembrare senza senso alle persone intorno a loro.

                                  Comportamento anormale

                                  Le persone con schizofrenia possono dimostrare un comportamento imprevedibile, per esempio, facendo azioni infantili, strane posture o movimenti eccessivi.

                                  Incapacità di funzionare regolarmente

                                  La schizofrenia può influenzare la capacità di una persona di prendersi cura della propria igiene personale, di impegnarsi con gli altri in modi socialmente accettabili o di svolgere le attività quotidiane.

                                  Sintomi sovrapposti

                                  I seguenti sintomi possono verificarsi con il disturbo bipolare o la schizofrenia:

                                  Episodi psicotici

                                  Per alcune persone con disturbo bipolare, queste allucinazioni o deliri sorgono durante gravi episodi di mania o depressione.

                                  Pensiero disorganizzato

                                  Questo è comune tra le persone con schizofrenia, ma le persone con disturbo bipolare possono sembrare avere pensieri disorganizzati durante gli episodi di mania. Possono avere difficoltà a concentrarsi su una singola idea o compito alla volta.

                                  Sintomi di depressione

                                  Durante i periodi di depressione, le persone con entrambe le condizioni possono dimostrare una perdita di interesse per le cose che una volta piacevano. Alcune persone si sentono incapaci di provare piacere o hanno difficoltà a concentrarsi o a prendere decisioni.

                                  Disturbi da uso di sostanze

                                  Alcuni ricercatori riferiscono alti tassi di abuso di droga e alcol tra le persone con schizofrenia, disturbo bipolare o depressione.

                                  Se una persona ha una significativa sovrapposizione di sintomi, può ricevere una diagnosi di disturbo schizoaffettivo, un disturbo correlato ma separato salute mentale condizione.

                                  Prevalenza

                                  Il disturbo bipolare è più comune della schizofrenia.

                                  Secondo il Istituto Nazionale di Salute Mentale, circa 2.L’8% degli adulti negli Stati Uniti soffre di disturbo bipolare in un dato anno, e il 4.Il 4% ne fa esperienza ad un certo punto della propria vita.

                                  Tra questi, 82.9 per cento ha una grave compromissione a causa dei suoi sintomi, e il 17.L’1 percento ha una compromissione moderata.

                                  In media, il disturbo si sviluppa a 25 anni di età, e si verifica ad un tasso uguale nei maschi e nelle femmine.

                                  Secondo uno studio in Medico di famiglia americano, 0.3-0.Il 7% delle persone in tutto il mondo ha la schizofrenia, il che la rende la malattia psicotica più comune.

                                  È marginalmente più comune tra i maschi, e i sintomi tendono a comparire per la prima volta tra la tarda adolescenza e la metà dei 30 anni.

                                  Diagnosi

                                  La diagnosi di entrambe le condizioni comporta le stesse procedure. Un medico o un professionista della salute mentale probabilmente eseguirà

                                  Un esame fisico

                                  Questo aiuta a determinare se i problemi medici stanno causando sintomi psicologici. Un medico può anche richiedere test specifici, come:

                                    Una valutazione psicologica

                                    Un medico, molto probabilmente uno psichiatra, esplorerà i segni e i sintomi di una persona, compresi quelli che riguardano i pensieri, le emozioni e i comportamenti.

                                    Chiederanno anche informazioni sulla storia familiare e personale della salute mentale e potrebbero far completare alla persona un modulo di autovalutazione psicologica.

                                    Durante questa valutazione, il medico osserverà anche l’aspetto e le azioni della persona per cercare segni di schizofrenia e disturbo bipolare.

                                    Inoltre, confronteranno i sintomi della persona con i criteri stabiliti dall’American Psychiatric Association’s Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, comunemente chiamato DSM-5.

                                    Diario dei sintomi e degli stati d’animo

                                    Può essere utile tenere un diario giornaliero dei pensieri, degli stati d’animo e dei modelli di sonno. Il medico può esaminare questo per identificare modelli di comportamento e altri indizi che possono informare la diagnosi e il trattamento.

                                    Trattamento

                                    Entrambe le condizioni richiedono un trattamento per tutta la vita per gestire i sintomi.

                                    Trattamento per il disturbo bipolare

                                    Molte persone con disturbo bipolare richiedono farmaci per stabilizzare il loro umore.

                                    Questi possono includere:

                                      La psicoterapia è una parte importante della gestione del disturbo bipolare. Può avvenire individualmente o con un gruppo o con la famiglia della persona.

                                      La terapia può aiutare le persone a gestire i loro pensieri ed emozioni, stabilire una routine e identificare i fattori scatenanti.

                                      Coloro che non rispondono ai farmaci o alla psicoterapia possono beneficiare della terapia elettroconvulsivante (ECT). L’obiettivo è quello di alterare la chimica del cervello inviando correnti elettriche attraverso il cervello, causando un attacco.

                                      Altre strategie che possono aiutare le persone con disturbo bipolare sono:

                                        Trattamento per la schizofrenia

                                        I farmaci antipsicotici sono una parte vitale del trattamento per la maggior parte delle persone con schizofrenia. I medici credono che alterino la chimica del cervello e riducano i sintomi come allucinazioni e deliri.

                                        Alcuni individui richiedono anche altri farmaci, come antidepressivi o ansiolitici. Per le persone che non rispondono ai farmaci, un medico può raccomandare l’ECT, che può migliorare i sintomi psicotici.

                                        Quando i sintomi della psicosi sono sotto controllo, le persone con schizofrenia in genere beneficiano di interventi psicologici e sociali. Questi possono includere:

                                          Altre strategie di coping includono:

                                            Takeaway

                                            Anche se ci sono somiglianze tra il disturbo bipolare e la schizofrenia, ci sono anche differenze chiave, in particolare per quanto riguarda la gravità dei sintomi e il trattamento.

                                            Le persone con disturbo bipolare generalmente alternano periodi di umore basso e alto, mentre le persone con schizofrenia tipicamente perdono il contatto con la realtà mentre sperimentano allucinazioni e deliri.

                                            Con il trattamento, una persona che ha una delle due condizioni può gestire i suoi sintomi e ridurre l’impatto che ha sulla sua vita.

                                            Il disturbo bipolare è in genere più gestibile dopo che una persona riceve un trattamento adeguato. La schizofrenia è più difficile da trattare, e le persone che ne sono affette tendono a richiedere un maggiore supporto.
                                            Delusioni di grandezza: Tipi e sintomi

                                            Un delirio di grandezza è una convinzione falsa o insolita sulla propria grandezza. Una persona può credere, per esempio, di essere famosa, di poter porre fine alle guerre mondiali o di essere immortale.

                                            I deliri di grandezza, chiamati anche deliri grandiosi, spesso accompagnano altri salute mentale sintomi, compresi altri deliri. Il può essere collegato a condizioni di salute mentale o fisica, tra cui schizofrenia, disturbo bipolare, o alcuni tipi di demenza.

                                            In questo articolo, diamo uno sguardo più approfondito alle manie di grandezza, i diversi tipi, i sintomi, le cause e i possibili trattamenti.

                                            Cosa sono le manie di grandezza?

                                            Le persone che sperimentano deliri di grandezza si vedono come grandi, altamente realizzati, più importanti degli altri, o addirittura magici. L’illusione può essere persistente, o può apparire solo periodicamente.

                                            Alcune persone con deliri di grandezza anche sperimentare altri deliri, come la paura di persecuzioni o insolite credenze religiose.

                                            Tuttavia, un delirio di grandezza è più di una semplice autostima molto alta o un senso gonfiato di presunzione. Segna una significativa disconnessione dal mondo reale. Una persona con deliri di grandezza può continuare a credere nel delirio nonostante le prove contraddittorie.

                                            Tipi

                                            Le manie di grandezza si presentano in molte forme. Molte persone sperimentano deliri di un tema simile nel tempo.

                                            Le manie di grandezza possono manifestarsi in modi virtualmente illimitati. Alcuni dei tipi più comuni includono:

                                              Fattori culturali può influenzare il contenuto dei deliri di una persona. Questo perché la cultura influenza la conoscenza di una persona e ciò che crede sul mondo. Qualcosa che è considerato un delirio in una cultura potrebbe non esserlo in un’altra.

                                              Sintomi

                                              Una persona che crede nella propria grandezza è il segno distintivo di un delirio di grandezza.

                                              Perché la convinzione sia un’illusione, deve essere irragionevole e scorretta. Per esempio, una persona che sostiene di essere presidente degli Stati Uniti, quando chiaramente non lo è, è un esempio di delirio di grandezza.

                                              Ci possono essere altri sintomi insieme a una falsa convinzione gonfiata della propria importanza. Questi includono:

                                                Poiché i deliri di grandezza sono di solito legati a una condizione di salute mentale, la maggior parte delle persone con questo sintomo sperimentano anche altri sintomi di salute mentale.

                                                Cause e condizioni correlate

                                                Una stima 10 per cento La maggior parte della popolazione generale sperimenta un certo livello di manie di grandezza. Diverse condizioni di salute mentale rendono questi deliri molto più probabili.

                                                Le condizioni che possono causare deliri di grandezza includono le seguenti:

                                                Schizofrenia

                                                La schizofrenia è una condizione di salute mentale caratterizzata da deliri, allucinazioni e una difficoltà a distinguere la realtà dalla fantasia.

                                                Circa 50 per cento di persone con schizofrenia può sperimentare deliri di grandezza.

                                                Questa condizione può causare schemi di pensiero insoliti, cambiamenti d’umore o di comportamento, difficoltà di concentrazione, problemi di memoria e difficoltà nello svolgimento delle attività quotidiane. Le persone con schizofrenia possono avere diversi deliri che influenzano la loro vita quotidiana.

                                                A Studio del 2006 ha scoperto che altri fattori di salute mentale possono alterare il contenuto dei deliri di una persona con schizofrenia. Le persone con maggiore autostima e meno depressione erano più propensi ad avere deliri di grandezza, mentre le persone con bassa autostima e depressione avevano più probabilità di avere deliri di persecuzione.

                                                Un disturbo simile, Disturbo schizoaffettivo, può anche causare deliri e allucinazioni. Può essere scambiato per schizofrenia.

                                                Disturbo delirante

                                                Analogamente alla schizofrenia, il disturbo delirante può causare deliri di grandezza. Le persone con disturbo delirante, tuttavia, non sperimentano altri sintomi della schizofrenia, come le allucinazioni.

                                                Bipolare

                                                Il bipolare è una condizione di salute mentale caratterizzata da periodi di depressione seguiti da periodi di mania. Durante i periodi di mania, una persona può avere un senso di sé altamente gonfiato. Questo può manifestarsi come un delirio di grandezza.

                                                Circa due terzi delle persone con disturbo bipolare possono avere deliri di grandezza.

                                                Durante un episodio maniacale, una persona bipolare può anche spendere troppo denaro, avere problemi a dormire, sembrare molto iperattiva o comportarsi in modo aggressivo.

                                                Disturbo narcisistico di personalità

                                                Nella maggior parte delle condizioni di salute mentale, le persone con la stessa condizione possono avere personalità molto diverse. Disturbi della personalità influenzano direttamente la personalità, cambiando fondamentalmente il modo in cui una persona si relaziona con gli altri e con se stessa.

                                                Le persone con disturbo narcisistico di personalità (NPD) hanno un senso molto gonfiato della propria importanza. Cercano convalida e adulazione, si credono speciali e unici, e mancano di empatia.

                                                Una persona con NPD può avere un senso di diritto che la porta ad agire in modi che altre persone possono trovare discutibili al fine di ottenere ammirazione e privilegi speciali.

                                                Demenza

                                                La maggior parte delle persone pensa alla demenza, compreso l’Alzheimer, come a un disturbo della memoria. Eppure la demenza riduce lentamente la capacità di una persona di pensare chiaramente. Può influenzare molto del modo in cui interagiscono con il mondo, pianificano e pensano.

                                                Con il progredire della demenza, alcune persone sviluppano deliri, compreso deliri di grandezza. Le persone con demenza che hanno deliri di grandezza hanno tipicamente molti altri sintomi, inclusi significativi problemi di memoria.

                                                Lesione cerebrale

                                                Danni al cervello può a volte cambiano il modo di pensare delle persone, causando potenzialmente deliri. Le lesioni cerebrali possono anche causare allucinazioni, problemi di memoria, cambiamenti di personalità e difficoltà con le abilità di base, come la lettura.

                                                Molte lesioni cerebrali sono dovute a traumi, come essere colpiti alla testa durante un incidente d’auto. Lesioni cerebrali, accarezza, e i tumori cerebrali possono anche danneggiare il cervello.

                                                Trattamento

                                                Trattare i deliri di grandezza può essere difficile. Questi deliri possono essere piacevoli per la persona che li sperimenta. Inoltre, poiché le persone con deliri credono veramente nei loro deliri, sono spesso resistenti al trattamento.

                                                I farmaci antipsicotici sono spesso utili nel trattamento dei deliri a causa di molte delle cause. Le persone con il bipolarismo possono aver bisogno di prendere farmaci, come il litio, o altri stabilizzatori dell’umore.

                                                La ricerca sui trattamenti per il disturbo delirante è limitata. A Revisione Cochrane del 2014 riferisce che ci sono poche prove di alta qualità per trattamenti efficaci per i disturbi deliranti.

                                                Tuttavia, le persone con deliri possono beneficiare di una terapia che le aiuti ad affrontare i loro deliri.

                                                La terapia di gruppo può aiutare una persona a sviluppare relazioni più sane con altre persone. Le persone con deliri legati a disturbi di personalità possono aver bisogno di una terapia completa e continua per compensare gli effetti che i deliri hanno sulla loro personalità.

                                                Prospettiva

                                                I deliri possono essere difficili da trattare. Il trattamento spesso si concentra sulla gestione e sulla riduzione dei sintomi piuttosto che sulla cura della condizione sottostante. A seconda della causa, una persona con deliri può avere bisogno di prendere farmaci o avere una terapia a lungo termine per gestire i loro sintomi per tutta la vita.

                                                A volte un trattamento smette di funzionare, quindi una persona deve provarne un altro. La volontà di sperimentare e cercare l’aiuto di un medico di fiducia può aiutare a gestire i deliri e i sintomi correlati.

                                                Una persona che sperimenta deliri è spesso inconsapevole che il suo comportamento non è usuale, anche se può essere sconvolgente per le altre persone a testimoniare. Perché le manie di grandezza fanno sentire una persona importante, potrebbero non volerle abbandonare.

                                                Aiutare una persona a vedere come i suoi deliri influenzano negativamente la sua vita o le sue relazioni può aiutare. Con il supporto e il trattamento, le persone con deliri possono avere relazioni e vite felici.
                                                Fuga di idee: Disturbo bipolare, schizofrenia e altro

                                                La fuga di idee si verifica quando qualcuno parla velocemente ed erraticamente, saltando rapidamente tra idee e pensieri.

                                                La fuga di idee non è una condizione medica in sé. È un sintomo che può verificarsi come parte della mania, della psicosi e di alcune condizioni del neurosviluppo.

                                                Continua a leggere per saperne di più sulla fuga di idee, compresi i sintomi, le condizioni associate e altro ancora.

                                                Cos’è il volo di idee?

                                                Secondo il Associazione psicologica americana, La fuga di idee è un tipo di disturbo del pensiero che fa sì che alcune persone parlino rapidamente e passino rapidamente da un’idea all’altra quando parlano.

                                                Di tanto in tanto, la maggior parte delle persone diventano eccitate e parlano troppo velocemente o passano da un’idea all’altra mentre si riversano nella loro mente. Quando questo accade, le persone di solito sono consapevoli e riconoscono il fatto che stanno parlando velocemente.

                                                Tuttavia, la fuga di idee è un tipo di disturbo del pensiero che può presentarsi come un sintomo di una condizione sottostante. Le persone con questo disturbo del pensiero tendono ad essere ignare del fatto che stanno passando da un argomento all’altro, poiché ogni argomento sembra “collegato” a loro.

                                                Può essere difficile capire o seguire ciò che qualcuno con il volo di idee sta dicendo. Il loro discorso può essere senza senso, o possono parlare così velocemente che biascicano o saltano le parole.

                                                Sintomi

                                                Ognuno sperimenta la fuga di idee in modo diverso. Detto questo, alcuni sintomi generali che le persone possono sperimentare sono:

                                                  Cause

                                                  Ci sono diverse condizioni che possono portare le persone a sperimentare la fuga di idee. Le sezioni seguenti analizzeranno alcuni di questi in modo più dettagliato.

                                                  Mania

                                                  Nella maggior parte dei casi, la fuga di idee è dovuta alla mania. La mania è un periodo di umore intensamente elevato, livelli di energia e comportamento irregolare che può verificarsi in persone con disturbo bipolare.

                                                  Alcuni sintomi della mania includono:

                                                    Psicosi

                                                    Anche le persone con psicosi possono sperimentare la fuga di idee. La psicosi si verifica quando qualcuno ha difficoltà a distinguere tra realtà e allucinazioni o deliri.

                                                    La psicosi può verificarsi con il disturbo bipolare, schizofrenia, e diverse condizioni neurologiche, come Malattia di Alzheimer e Malattia di Parkinson.

                                                    Le persone che sperimentano la psicosi possono:

                                                      Disturbi del pensiero simili

                                                      La fuga di idee è abbastanza simile ad alcuni altri disturbi del pensiero. Questi includono:

                                                        Le persone autistiche e quelle che hanno condizioni di sviluppo complesse multiple possono anche sperimentare la fuga di idee. In questi casi, tuttavia, la fuga di idee sembra essere più un problema di comunicazione che un vero e proprio disturbo del pensiero.

                                                        Trattamento e strategie di coping

                                                        Il miglior trattamento e le strategie di coping per le persone che sperimentano la fuga di idee dipendono dalla causa.

                                                        Alcune opzioni di trattamento per la mania e la psicosi includono:

                                                          Alcune abitudini di vita tendono anche a ridurre la possibilità di mania e psicosi nelle persone che sono inclini ad essa. Queste abitudini includono:

                                                            Come aiutare un’altra persona

                                                            Ci sono molti modi per aiutare qualcuno che potrebbe sperimentare la fuga di idee o le condizioni che la causano.

                                                            Uno dei modi migliori per aiutare chiunque abbia un problema di salute mentale è parlare prima con lui. Questo può includere chiedere loro i sintomi e le preoccupazioni che hanno, se si sentono sicure o meno, e se pensano di poter fare del male a se stesse o ad altri.

                                                            Se qualcuno non si sente al sicuro, chiedete come farli sentire al sicuro e aiutateli a raggiungere questo obiettivo o elaborate un piano di sicurezza.

                                                            Se qualcuno sta vivendo un’emergenza, come ad esempio mostrare qualsiasi segno che possa danneggiare se stesso o gli altri, chiamare il 911 e chiedere consiglio su come procedere. Se questo non è possibile, portare la persona alla più vicina struttura medica di emergenza. È particolarmente importante chiamare prima durante la pandemia di COVID-19.

                                                            Se qualcuno minaccia di farsi del male, si può anche chiamare la National Suicide Prevention Lifeline al numero 800-273-8255. In alternativa, si può contattare il Linea di testo di crisi inviando un messaggio “CIAO” al 741741.

                                                            Per i veterani in crisi, si può contattare il Linea di crisi per veterani al numero 800-273-8255.

                                                            Se qualcuno sta discutendo di fare del male a se stesso o ad altri online o di mostrare comportamenti pericolosi, contattare la piattaforma di social media che sta usando o chiamare il 911 e chiedere come procedere.

                                                            Assicurati di rimanere in contatto con chiunque stia vivendo una condizione di salute mentale o una crisi. Alcuni studi suggeriscono che i tassi di suicidio diminuiscono quando le persone controllano gli individui a rischio.

                                                            Prevenzione del suicidio

                                                            Se conosci qualcuno a rischio immediato di autolesionismo, suicidio o di fare del male a un’altra persona:

                                                              Se voi o qualcuno che conoscete sta avendo pensieri di suicidio, una hotline di prevenzione può aiutare. La National Suicide Prevention Lifeline è disponibile 24 ore al giorno al numero 800-273-8255. Durante una crisi, le persone con problemi di udito possono usare il loro servizio di relè preferito o chiamare il 711 800-273-8255.

                                                              Clicca qui per altri link e risorse locali.

                                                              Quando contattare un medico

                                                              Chiunque stia sperimentando la fuga di idee o sintomi lievi di mania o psicosi dovrebbe contattare un medico il prima possibile. Un medico di famiglia o un medico generico le indirizzerà poi a un fisiatra o un neurologo per la diagnosi e il trattamento.

                                                              Chiunque stia sperimentando una grave mania o psicosi probabilmente richiederà cure di emergenza. Chiamare il 911 o una hotline di crisi e chiedere come procedere se si presentano i seguenti sintomi:

                                                                Riassunto

                                                                La fuga di idee è un disturbo del pensiero associato a condizioni che causano mania e psicosi.

                                                                In alcuni casi, può anche essere un sintomo di alcune condizioni neurologiche, come il morbo di Alzheimer.

                                                                Le persone che sperimentano la mania o la psicosi di solito richiedono cure mediche.

                                                                Una persona ha bisogno di un aiuto professionale il prima possibile se si verificano sintomi di mania o psicosi, come la fuga di idee.

                                                                Una persona ha bisogno di cure di emergenza se si verificano sintomi più gravi o pericolosi per la vita, come allucinazioni, deliri o pensieri di autolesionismo.
                                                                Erotomania: Cause, sintomi, diagnosi e trattamento

                                                                Una persona con erotomania ha la convinzione delirante che un’altra persona sia innamorata di lui o di lei nonostante chiare prove contrarie.

                                                                L’oggetto dei deliri della persona è spesso una celebrità o una persona di status sociale superiore. Un individuo può credere che questa persona stia comunicando con lui e affermando il suo amore, usando messaggi segreti.

                                                                In questo articolo, imparate a conoscere questo raro disturbo e le sue condizioni associate.

                                                                Cos’è l’erotomania?

                                                                L’erotomania è una forma non comune di delirio paranoico. La persona colpita crede fortemente che un altro individuo sia innamorato di lui o lei.

                                                                Questo delirio si sviluppa e persiste nonostante la chiara evidenza del contrario. La condizione è rara e l’erotomania colpisce più spesso le donne che gli uomini.

                                                                L’erotomania può iniziare improvvisamente e i sintomi sono spesso di lunga durata. L’oggetto dell’affetto è tipicamente una persona più anziana, inaccessibile e con uno status sociale più elevato, che può aver avuto pochi o nessun contatto precedente con la persona che delira.

                                                                L’erotomania è talvolta chiamata sindrome di De Clerambault, dal nome dello psichiatra francese che per primo la descrisse come un disturbo distinto nel 1921. L’erotomania è spesso collegata ad altri disturbi psichiatrici, ma può anche verificarsi da sola.

                                                                Provoca

                                                                L’erotomania può essere un sintomo di una malattia psichiatrica, tra cui schizofrenia, Disturbo schizoaffettivo, disturbo depressivo maggiore con caratteristiche psicotiche, disturbo bipolare, o Malattia di Alzheimer.

                                                                L’erotomania è un tipo di disturbo delirante. Altri tipi includono deliri di persecuzione, grandiosità o gelosia.

                                                                Alcuni casi hanno suggerito che i social network potrebbero esacerbare o addirittura innescare le convinzioni deliranti legate all’erotomania.

                                                                I social media eliminano alcune delle barriere tra persone non conosciute e possono essere facilmente utilizzati per osservare, contattare, perseguitare e molestare in altro modo persone che prima sarebbero state completamente inaccessibili. Le piattaforme dei social media possono ridurre la privacy, il che può rendere il comportamento di stalking molto più facile.

                                                                Alcuni studi hanno suggerito che i deliri possono svilupparsi come un modo di gestire l’estremo stress o trauma. La genetica può anche contribuire allo sviluppo di disturbi deliranti.

                                                                Sintomi

                                                                Il sintomo chiave dell’erotomania è una convinzione risoluta e delirante da parte di qualcuno che un’altra persona sia innamorata di lui.

                                                                Il comportamento legato all’erotomania include sforzi persistenti per stabilire un contatto attraverso lo stalking, la comunicazione scritta e altri comportamenti molesti.

                                                                Questo può essere accompagnato dalla convinzione che l’oggetto dell’affetto stia inviando messaggi segreti, personali e affermativi. Paradossalmente, questa convinzione può essere innescata dalla persona presa di mira rendendo noto che l’attenzione è sgradita.

                                                                Le persone con erotomania possono rappresentare una minaccia per il loro oggetto d’affetto. Questo è spesso sottovalutato come fattore di rischio quando si valuta la condizione.

                                                                Diagnosi

                                                                La diagnosi di erotomania può essere impegnativa perché è una condizione così rara. Alcuni psichiatri non vedono casi di erotomania nella pratica clinica e possono anche non riconoscere i sintomi quando li incontrano.

                                                                Le seguenti condizioni devono essere soddisfatte prima che una diagnosi autonoma di delirio possa essere fatta:

                                                                  Trattamento

                                                                  Trattare il disturbo delirante può essere difficile perché le persone colpite non sono propense, o addirittura in grado, di vedere che le loro convinzioni sono infondate.

                                                                  Sono relativamente poche le persone colpite che cercano un trattamento di propria iniziativa, e possono trovare difficile impegnarsi con successo nella terapia.

                                                                  Il trattamento dovrebbe essere adattato ai bisogni di ogni persona colpita. Le priorità dovrebbero concentrarsi sul mantenimento della funzione sociale, riducendo al minimo il rischio di comportamenti problematici e migliorando la qualità della vita della persona colpita.

                                                                  Può anche essere utile fornire un addestramento alle abilità sociali e un aiuto pratico per affrontare qualsiasi problema derivante dall’erotomania.

                                                                  Gestione

                                                                  Una gestione efficace dei sintomi si concentrerà sul trattamento del disturbo sottostante e può includere farmaci, terapia e ospedalizzazione. Uno qualsiasi o tutti questi approcci possono essere applicati, a seconda della persona interessata e delle cause sottostanti.

                                                                  La terapia dovrebbe aiutare la persona colpita a rispettare un piano di trattamento concordato e ad educarla sulla sua malattia.

                                                                  L’ospedalizzazione può essere necessaria se la persona colpita diventa un pericolo per se stessa, per l’oggetto del suo affetto o per chiunque altro.

                                                                  I farmaci antipsicotici possono controllare efficacemente i sintomi e possono essere prescritti per il disturbo sottostante. Farmaci e psicoterapia possono essere usati insieme.

                                                                  Il ruolo che i social media giocano in qualsiasi comportamento problematico dovrebbe essere considerato quando si sviluppa un piano di trattamento.

                                                                  Prospettive

                                                                  La diagnosi e il controllo dei sintomi sono essenziali per aiutare una persona con erotomania a superare la propria condizione.

                                                                  È raro che l’erotomania si ripresenti e il trattamento è spesso ha successo, soprattutto per le persone con disturbo bipolare o senza altre condizioni sottostanti.
                                                                  Discorso pressante nel disturbo bipolare: Sintomi e cause

                                                                  Una persona con la parola pressurizzata può parlare improvvisamente o in modo erratico. La parola sotto pressione è un sintomo comune del disturbo bipolare.

                                                                  Una persona con disturbo bipolare possono sperimentare un discorso pressante durante i periodi maniacali. Si tratta di periodi di alti livelli estremi.

                                                                  Durante questi periodi, una persona può sentire il bisogno di parlare rapidamente, improvvisamente o in modo irregolare.

                                                                  In questo articolo, valutiamo i legami tra discorso pressorio e disturbo bipolare.

                                                                  I sintomi della parola pressurizzata

                                                                  Le persone con disturbo bipolare in genere esperienza cicli di mania e depressione. La velocità con cui un individuo attraversa i cicli di umore varia da persona a persona. La parola pressurizzata è un sintomo del disturbo bipolare che si verifica durante la mania.

                                                                  In tutti questi casi, una persona può sperimentare:

                                                                    Altri sintomi durante un periodo di mania può includere:

                                                                      Scopri di più sui principali sintomi della mania qui.

                                                                      L’eloquio compresso non è di per sé una malattia o un disturbo. Piuttosto, è un sintomo di un disturbo sottostante. Oltre al disturbo bipolare, ci sono molte cause potenziali di discorso pressorio, tra cui schizofrenia e alcune forme di ansia.

                                                                      Complicazioni

                                                                      L’eloquio compulsivo non ha complicazioni significative di per sé. Tuttavia, la causa sottostante al discorso pressante può influenzare la salute e il benessere generale di una persona.

                                                                      Una persona con disturbo bipolare è probabile esperienza periodi di bassa autostima durante gli episodi depressivi. Inoltre, le persone con disturbo bipolare sono più probabili di tentare il suicidio.

                                                                      Prevenzione del suicidio

                                                                      Se conosci qualcuno a rischio immediato di autolesionismo, suicidio o di ferire un’altra persona:

                                                                        Se voi o qualcuno che conoscete sta avendo pensieri di suicidio, una hotline di prevenzione può aiutarvi. La linea telefonica nazionale per la prevenzione del suicidio è disponibile 24 ore al giorno al numero 800-273-8255. Durante una crisi, le persone con problemi di udito possono usare il loro servizio di relè preferito o comporre il 711 800-273-8255.

                                                                        Clicca qui per altri link e risorse locali.

                                                                        Cause del parlare sotto pressione

                                                                        Il discorso pressante è spesso il risultato di pensieri rapidi durante un episodio maniacale. Una persona con disturbo bipolare non è probabile che abbia problemi di linguaggio pressato durante un ciclo depressivo.

                                                                        Il cervello di solito può dare priorità ai pensieri in base alla loro importanza per una situazione. Una persona con disturbo bipolare può avere difficoltà a separare questi pensieri, il che significa che i pensieri irrilevanti possono apparire pressanti non appena entrano nella mente.

                                                                        Una revisione del 2017 ha scoperto che il discorso pressorio è più probabile nel disturbo bipolare ad insorgenza adulta che nei bambini e negli adolescenti.

                                                                        Una persona può anche sperimentare la parola pressurizzata come risultato di altre condizioni.

                                                                        Condizioni associate

                                                                        Le persone con disturbo bipolare possono anche avere condizioni co-occorrenti, tra cui:

                                                                          Trattamento

                                                                          I medici non possono curare o trattare il discorso della pressione come una condizione isolata. Invece, si concentreranno sul trattamento della causa sottostante della condizione.

                                                                          Il disturbo bipolare ha un alto tasso di diagnosi errata. Di conseguenza, una persona può avere difficoltà a ottenere il trattamento di cui ha bisogno.

                                                                          Dopo una corretta diagnosi, una persona può imparare a gestire il disturbo bipolare con una combinazione di farmaci e psicoterapia.

                                                                          Ci sono tre tipi principali di farmaci per aiutare a trattare il disturbo bipolare che possono aiutare a ridurre o eliminare il discorso pressorio. Questi farmaci sono:

                                                                            Scopri di più sui farmaci per il disturbo bipolare qui.

                                                                            Accanto ai trattamenti farmacologici, una persona può beneficiare della psicoterapia. Tipi di psicoterapia che possono aiutare una persona a gestire il disturbo bipolare includono:

                                                                              Scopri di più sui tipi di psicoterapia qui.

                                                                              Riassunto

                                                                              Il discorso pressante è un sintomo comune del disturbo bipolare e di altre condizioni di salute mentale. Si verifica tipicamente quando una persona sta vivendo episodi maniacali.

                                                                              Durante questo periodo, una persona può sentirsi costretta a parlare velocemente, in modo erratico e senza fermarsi.

                                                                              Il discorso pressorio non è una condizione in sé, e il trattamento sarà tipicamente incentrato sulla risoluzione delle sue cause sottostanti.
                                                                              Disturbi mentali legati da tratti genetici

                                                                              Disturbo schizoaffettivo: Sintomi, cause e diagnosi

                                                                              3 farmaci comuni possono ridurre i gravi sintomi di salute mentale

                                                                              Un nuovo studio ha rivelato che tre farmaci comuni normalmente utilizzati per trattare problemi cardiovascolari o il diabete potrebbero anche aiutare nel trattamento di alcune gravi condizioni di salute mentale, come la schizofrenia.

                                                                              Gli scienziati dell’University College London (UCL) nel Regno Unito, del Karolinska Institute di Stoccolma, in Svezia, e dell’Università di Hong Kong hanno condotto uno studio per vedere come alcuni farmaci comunemente prescritti per i trattamenti di salute fisica possono avere un impatto sui sintomi di gravi malattie mentali salute mentale condizioni.

                                                                              Lo hanno fatto utilizzando grandi serie di dati di popolazione.

                                                                              “Malattie mentali gravi”, dicono gli autori dello studio, “tra cui disturbo bipolare, schizofrenia, e psicosi non affettive, sono associate ad alti livelli di morbilità e sono difficili da trattare.”

                                                                              “Molti farmaci sono stati identificati come aventi potenziale per il repurposing in questi disturbi”, aggiungono nell’introduzione al loro documento di studio.

                                                                              Il primo autore è Joseph Hayes, dell’UCL, e il documento appare sulla rivista JAMA Psichiatria.

                                                                              Hayes e il team hanno deciso di concentrarsi su tre dei farmaci più comuni per i problemi di salute fisica:

                                                                                Secondo Hayes, “Questo studio è il primo a utilizzare grandi serie di dati della popolazione per confrontare l’esposizione del paziente a questi farmaci comunemente usati e i potenziali effetti sulle persone con gravi malattie mentali.”

                                                                                Meno ricoveri, meno autolesionismo

                                                                                Gli scienziati hanno analizzato i dati relativi alla salute di 142.691 persone dalla Svezia che avevano una grave condizione di salute mentale e stavano prendendo uno o più dei tre farmaci comuni sopra menzionati per un periodo di tempo.

                                                                                Hayes e il suo team hanno esaminato le registrazioni che notano casi di autolesionismo e ricovero in ospedale per motivi legati alla salute mentale. Hanno confrontato i tassi in cui questi eventi si sono verificati mentre i partecipanti stavano assumendo statine, LTCC o biguanidi con i periodi in cui non li hanno presi.

                                                                                I ricercatori hanno scoperto che durante i periodi in cui prendevano statine, LTCC o biguanidi, le persone con una diagnosi di salute mentale grave hanno registrato meno ricoveri per sintomi psichiatrici rispetto ai periodi in cui non prendevano questi farmaci.

                                                                                Inoltre, le persone con disturbo bipolare o schizofrenia hanno tentato l’autolesionismo meno spesso quando hanno preso uno dei tre farmaci comuni. Lo stesso è stato vero per gli individui con un disturbo non affettivo psicosi durante i periodi in cui hanno assunto LTCC, in particolare.

                                                                                Questi effetti sembrano essere indipendenti dal fatto che gli individui abbiano assunto o meno farmaci specializzati – come antipsicotici o stabilizzatori dell’umore – che mirano specificamente ai sintomi di un particolare problema di salute mentale.

                                                                                “La nostra ricerca”, secondo Hayes, “fornisce ulteriori prove che l’esposizione a [statine], antagonisti LTCC e biguanidi potrebbe portare a risultati migliori per gli individui con [gravi malattie mentali].”

                                                                                “Tutti e tre i farmaci studiati sono farmaci con licenza globale, comunemente usati, economici e relativamente sicuri. Sono quindi candidati ideali per il repurposing. Se confermato, questo studio ha notevoli implicazioni per la pratica clinica e lo sviluppo di farmaci.”

                                                                                Giuseppe Hayes

                                                                                Anche se i ricercatori sanno che le statine, LTCC, e biguanidi tutti interagiscono con il sistema nervoso centrale, rimane poco chiaro come hanno un impatto, esattamente, in termini di meccanismi biologici. Questo, sottolineano i ricercatori, dovrebbe essere l’obiettivo di ulteriori studi.

                                                                                Lascia un commento