Quante volte si può prendere il piano B? Cosa sapere

È possibile prendere Plan B tante volte quanto necessario per prevenire una gravidanza non pianificata.

In genere, è necessario prendere solo una dose di Plan B ogni volta che una persona fa sesso senza contraccezione. In alcuni casi, tuttavia, un individuo può avere bisogno di prendere più di una dose.

Plan B, o la pillola del giorno dopo, è una forma di contraccezione d’emergenza. Secondo Planned Parenthood, la pillola contraccettiva di emergenza può ridurre il rischio di gravidanza di 75-89%, a condizione che una persona la prenda entro 3 giorni dopo aver fatto sesso.

In questo articolo, spieghiamo come e quando prendere Plan B, delineiamo i potenziali rischi ed effetti collaterali, ed elenchiamo altre forme di contraccezione.

Quanto spesso si può prendere il piano B?

Non c’è limite al numero di volte che un individuo può prendere Plan B, o la pillola contraccettiva di emergenza. Le persone possono prenderlo tutte le volte che è necessario per prevenire una gravidanza non pianificata.

Non ci sono rischi significativi per la salute associati all’uso di Plan B. Tuttavia, i medici ed altri professionisti della salute non lo raccomandano come forma regolare di controllo di nascita perché è meno efficace di altri metodi.

A differenza delle normali pillole anticoncezionali che contengono progestinici ed estrogeni, Plan B contiene solo progestinici. Secondo Medico di famiglia americano, la pillola anticoncezionale a base di solo progestinico può avere meno effetti collaterali e può essere un’opzione più sicura per alcune persone.

Un’altra ragione per cui i medici non raccomandano l’uso frequente di Plan B è che può causare periodi mestruali irregolari o causare spotting tra i periodi.

Quando una persona prende Plan B correttamente, ed entro 3 giorni dall’aver fatto sesso senza usare contraccettivi, può ridurre le possibilità di gravidanza fino all’89%.

È possibile prendere Plan B fino a 5 giorni dopo aver fatto sesso, ma diventa meno efficace quanto più una persona aspetta.

Una revisione del 2019 suggerisce che coloro che usano la pillola del giorno dopo come forma regolare di contraccezione hanno la possibilità di rimanere incinta entro 12 mesi.

Un’altra forma di controllo delle nascite, come lo IUD (dispositivo intrauterino) di rame (IUD), è una forma efficace di contraccezione d’emergenza.

Quando un operatore sanitario lo inserisce entro 5 giorni dopo che una persona ha avuto rapporti sessuali senza usare contraccettivi, è più del 99.9% efficace. Questo lo rende la forma più efficace di contraccezione d’emergenza.

Scopri di più sui diversi tipi di IUD, compresi i pro e i contro in questo articolo.

Dosaggio

In genere, una persona deve prendere solo una dose di Plan B dopo ogni episodio di sesso senza contraccezione. L’assunzione di dosi aggiuntive non rende la pillola contraccettiva d’emergenza più efficace.

L’eccezione è se la persona vomita poco dopo aver preso la pillola. Questo significa che la pillola non ha il tempo di entrare nel sistema della persona e gli ormoni non possono avere effetto per prevenire la gravidanza.

In questo caso, è necessario prendere un’altra dose di Plan B.

Se una persona fa sesso senza contraccezione un paio di giorni dopo aver preso Plan B, dovrebbe anche prendere un’altra dose per ridurre il rischio di gravidanza dopo questo caso di rapporto sessuale.

Possibili rischi ed effetti collaterali

Plan B e altre forme di contraccezione d’emergenza sono relativamente a basso rischio. Sono stati in uso per oltre i 30 anni.

Le pillole contraccettive d’emergenza non comportano gli stessi rischi dell’assunzione di altre forme di controllo ormonale delle nascite su base continua.

Questo perché gli ormoni rimangono nel sistema di una persona per un periodo molto più breve rispetto a quando si prende un controllo delle nascite continuo.

Il rischio principale associato all’uso di Plan B è una gravidanza non pianificata poiché è meno efficace di altre forme di controllo delle nascite. Un altro rischio è il rischio di periodi irregolari, specialmente se una persona prende regolarmente il piano B.

È anche una forma costosa di controllo delle nascite. Altri metodi sono probabilmente più convenienti.

Gli effetti collaterali a breve termine che possono derivare dall’uso della pillola contraccettiva d’emergenza includono:

    Questi effetti collaterali dovrebbero durare solo pochi giorni, anche se le mestruazioni possono avere fino a 7 giorni di ritardo. Se le mestruazioni non arrivano dopo una settimana, è meglio fare un test di gravidanza.

    Non ci sono rischi a lungo termine dell’uso della pillola del giorno dopo. Anche le pillole non influenzano la fertilità futura di una persona.

    Altre opzioni di controllo delle nascite

    Altre forme di contraccezione sono più affidabili di Plan B nel prevenire la gravidanza. Le persone dovrebbero parlare con il loro medico della forma migliore per i loro bisogni.

    Le opzioni includono:

    Impianto anticoncezionale

    L’impianto anticoncezionale (Nexplanon, Implanon) è una piccola barra sottile che un operatore sanitario inserisce nel braccio.

    Protegge dalla gravidanza fino a 5 anni. Non protegge contro infezioni trasmesse sessualmente (MST).

    IUD

    Un IUD è un piccolo dispositivo che un operatore sanitario inserisce nell’utero. Ci sono 2 tipi di IUD: ormonale (Mirena, Kyleena, Liletta, Skyla) e di rame (Paragard).

    Gli IUD sono molto efficaci nel prevenire la gravidanza, ma non proteggono dalle IST.

    Cicchetto anticoncezionale

    L’iniezione di Depo-Provera è un’iniezione che una persona riceve ogni 3 mesi per prevenire la gravidanza. Rilascia l’ormone progestinico per prevenire ovulazione. È importante fare l’iniezione in tempo per evitare una gravidanza.

    Il Depo-Provera non protegge dalle MST.

    Anello anticoncezionale

    Il NuvaRing l’anello anticoncezionale è un piccolo anello flessibile che si trova all’interno della vagina. Rilascia ormoni per prevenire la gravidanza.

    Come per altre forme di controllo ormonale delle nascite, il NuvaRing non protegge dalle MST.

    Cerotto anticoncezionale

    Le persone possono indossare un cerotto anticoncezionale su alcune parti del corpo, come lo stomaco, il braccio o la schiena. Il cerotto rilascia gli ormoni estrogeni e progestinico attraverso la pelle per prevenire la gravidanza.

    Il cerotto non protegge dalle MST.

    Pillola anticoncezionale

    Pillole anticoncezionali prevengono la gravidanza rilasciando ormoni – di solito forme sintetiche di estrogeni e progesterone – nel corpo.

    È necessario prendere 1 pillola ogni giorno. Alcuni tipi di pillole includono una pausa di 7 giorni dopo 21 giorni per consentire un periodo mestruale. È importante prendere la pillola in tempo per prevenire la gravidanza.

    La pillola anticoncezionale non protegge dalle MST.

    Preservativi

    Il preservativo è un metodo contraccettivo di barriera. È un sacchetto sottile ed elastico che una persona indossa sul suo pene durante il sesso. I preservativi sono ampiamente disponibili ed efficaci se usati correttamente.

    I preservativi in lattice e plastica proteggono dalla gravidanza e dalle MST. I preservativi di pelle d’agnello proteggono dalla gravidanza, ma non dalle MST.

    Altri

    Altre forme di controllo delle nascite includono:

      Riassunto

      Una persona può prendere il contraccettivo d’emergenza Plan B tutte le volte che è necessario per prevenire una gravidanza. Non comporta alcun rischio a lungo termine, e non influenzerà la fertilità futura di una persona.

      Gli effetti collaterali a breve termine sono comuni e includono nausea, vomito e spotting tra le mestruazioni.

      Il rischio più significativo associato all’uso della pillola del giorno dopo è la possibilità di una gravidanza indesiderata. Questo perché è meno affidabile di altre forme di contraccezione.

      Le persone che desiderano prevenire la gravidanza dovrebbero discutere altre opzioni contraccettive con un medico.
      Sanguinamento dopo il sesso con uno IUD: Cosa sapere

      Un dispositivo intrauterino è un modo reversibile per prevenire la gravidanza a lungo termine. Una persona con un dispositivo intrauterino può sperimentare sanguinamento irregolare e altri effetti collaterali.

      Diversi tipi di dispositivi intrauterini (IUD) possono causare diversi effetti collaterali. Una persona di solito sperimenta un sanguinamento irregolare quando il suo corpo si sta adattando al dispositivo. Se continuano a sperimentare sanguinamenti insoliti, in particolare dopo il sesso, lo IUD potrebbe non essere responsabile.

      In questo articolo, esploriamo alcune cause comuni di sanguinamento dopo il sesso. Descriviamo anche gli effetti collaterali di uno IUD e quando consultare un medico.

      Uno IUD può causare sanguinamento dopo il sesso?

      Il corpo può impiegare diversi mesi per abituarsi a uno IUD. Durante questo periodo, una persona ha maggiori probabilità di sperimentare il breakthrough bleeding, o sanguinamento tra i periodi. Questo è anche chiamato spotting.

      Quando una persona sperimenta questo spotting subito dopo il sesso, può sembrare che il sesso abbia causato il sanguinamento.

      Un medico posiziona uno IUD attraverso la vagina, poi attraverso la cervice e nell’utero. Lo IUD ha delle stringhe di plastica rigide su un’estremità in modo che un medico possa rimuoverlo in un secondo momento.

      Una persona può a volte sentire i fili di uno IUD nella vagina, ma non dovrebbero causare disagio o sanguinamento dopo il sesso. Se un partner sessuale può sentire le stringhe durante il sesso, e se questo è fastidioso, un medico può essere in grado di accorciare le stringhe.

      Uno IUD può talvolta spostarsi. Se questo accade, e lo IUD si muove parzialmente fuori dalla cervice o nella vagina, una persona potrebbe sperimentare qualche sanguinamento dopo il sesso. Anche lo spostamento di solito causa crampi e disagio.

      Dolore e sanguinamento dopo il sesso non sono effetti collaterali tipici di uno IUD. Se una persona sperimenta una delle due cose, dovrebbe vedere un medico per assicurarsi che il dispositivo sia in posizione e che nessun’altra condizione, come un’infezione cervicale, sia responsabile.

      I seguenti gruppi hanno maggiori probabilità di avere IUD spostati:

        Chiunque sospetti che il proprio IUD si sia staccato dovrebbe contattare subito un medico. Gli IUD dislocati non possono proteggere dalla gravidanza.

        Altre cause di sanguinamento dopo il sesso

        In una revisione scientifica pubblicata nel 2014, i ricercatori hanno stimato che 0.7-9.0 per cento Alcune donne che hanno le mestruazioni hanno delle perdite di sangue dopo il sesso, chiamate anche emorragie postcoitali.

        Il sanguinamento post-coitale può essere doloroso e preoccupante. Alcune cause comuni includono:

          Raramente, cancro cervicale possono anche causare emorragie postcoitali.

          Sanguinare dopo il sesso una volta non è di solito un motivo di preoccupazione, ma consultare un medico se accade spesso.

          Il medico può eseguire un esame fisico e controllare se lo IUD è in posizione. Possono anche fare uno screening per le infezioni ed eseguire un Pap test, per verificare la presenza di cellule anormali sulla cervice.

          Inoltre, un medico può usare un esame pelvico ecografia immagini per controllare se il rivestimento uterino sembra sano e per confermare il corretto posizionamento dello IUD.

          Effetti collaterali dello IUD

          Alcune persone provano dolore quando il medico inserisce lo IUD. Entro i primi mesi di utilizzo del dispositivo, una persona può anche sperimentare effetti collaterali, come:

            Quando consultare un medico

            Se una persona con uno IUD sperimenta uno dei seguenti sintomi, dovrebbe consultare un medico:

              Uno IUD è di solito un metodo sicuro ed efficace per prevenire la gravidanza. Tuttavia, se una persona con uno IUD sospetta di essere rimasta incinta, o se sta sperimentando effetti collaterali, dovrebbe cercare assistenza medica.
              Il controllo delle nascite fa crescere le tette?

              Le pillole anticoncezionali contengono ormoni e possono aumentare le dimensioni del seno di una persona. Tuttavia, l’effetto è solitamente temporaneo.

              I due ormoni principali presenti nella maggior parte dei tipi di controllo delle nascite pillola sono:

                Il corpo produce estrogeni e progesterone. Durante il ciclo mestruale, i livelli fluttuano e questo può causare un cambiamento nel tessuto del seno.

                L’estrogeno è anche l’ormone principalmente responsabile per lo sviluppo dei seni durante pubertà.

                Quando una persona inizia a prendere la pillola anticoncezionale, i suoi livelli di questi ormoni aumentano e questo può provocare un aumento delle dimensioni del seno.

                Tuttavia, le dimensioni del seno possono tornare alla normalità dopo alcuni cicli mensili o dopo che una persona smette di prendere la pillola.

                Il controllo delle nascite può influire sulle dimensioni del seno e quanto?

                Pillole anticoncezionali può aumentare le dimensioni del seno di una persona.

                I livelli di estrogeni e progesterone cambiano durante il ciclo mestruale, e questo può causare cambiamenti nel tessuto del seno. Una persona può sentire che i suoi seni sono teneri o dolenti, come risultato.

                Molte pillole anticoncezionali contengono gli stessi ormoni, estrogeni e progestinici, che sono una forma sintetica di progesterone. Iniziare a prendere la pillola può stimolare la crescita del seno. Tuttavia, qualsiasi aumento delle dimensioni è tipicamente leggero.

                Entro pochi mesi dall’assunzione della pillola, i seni tornano generalmente alle loro dimensioni regolari. Questo di solito accade anche se una persona smette di prendere la pillola.

                C’è un altro legame tra la pillola anticoncezionale e l’ingrandimento del seno. Quando una persona inizia a prendere il controllo delle nascite, i cambiamenti ai livelli ormonali possono causare il corpo a trattenere i liquidi. Questo può far sentire i seni gonfi.

                Quando ritenzione idrica, o edema, è responsabile dei seni che si sentono più grandi, una persona può notare che le dimensioni del suo seno tornano alla normalità durante la settimana in cui non sta prendendo una pillola attiva. Durante questa settimana, avranno un periodo.

                Il controllo delle nascite può far aumentare di peso?

                L’aumento di peso è un effetto collaterale di molte pillole anticoncezionali. Come il possibile aumento delle dimensioni del seno, qualsiasi aumento di peso associato è tipicamente leggero.

                Nel 2014, i ricercatori hanno pubblicato un consultare di 49 prove. Avevano cercato di trovare un nesso causale tra l’aumento di peso e i tipi di controllo delle nascite che contengono sia estrogeni che progestinici. I ricercatori hanno trovato che queste pillole tendevano a non avere un impatto significativo sul peso.

                Se una persona che inizia a prendere la pillola anticoncezionale sperimenta un lieve aumento di peso, è perché i cambiamenti ormonali hanno fatto sì che il corpo trattenga i liquidi.

                Altri effetti collaterali del controllo delle nascite

                In generale, i medici considerano la pillola sicuro. Tuttavia, una persona dovrebbe essere consapevole di alcuni possibili effetti collaterali, che includono

                  L’aumento degli ormoni, in particolare degli estrogeni, può anche causare effetti collaterali più gravi. Le pillole anticoncezionali che contengono solo progestinici hanno meno probabilità di causare questi effetti.

                  Gli effetti collaterali gravi, anche se rari, del controllo delle nascite includono:

                    Prima di iniziare o cambiare un metodo di controllo delle nascite, discutere i rischi con un medico.

                    Quando consultare un medico

                    Una persona deve vedere un medico prima di iniziare a prendere la pillola anticoncezionale e prima di cambiare pillola.

                    È essenziale che ogni persona discuta i potenziali effetti collaterali e i fattori di rischio con un medico professionista.

                    Alcuni fattori di rischio da considerare sono:

                      Se una persona ha uno di questi fattori di rischio, un medico può raccomandare un diverso tipo di controllo delle nascite. Il medico dovrebbe essere in grado di fornire ulteriori opzioni.

                      Takeaway

                      Quando si prende una pillola anticoncezionale, una persona dovrebbe essere consapevole dei potenziali rischi ed effetti collaterali.

                      Uno degli effetti collaterali più lievi è un leggero e temporaneo aumento delle dimensioni del seno. Anche se rari, alcuni altri effetti collaterali sono più gravi e possono anche essere pericolosi per la vita.

                      Prima che una persona inizi a usare un controllo delle nascite a base di ormoni, è essenziale discutere i vantaggi e gli svantaggi con un medico.
                      Iniziare il controllo delle nascite a metà ciclo: Benefici ed effetti collaterali

                      Molte persone si chiedono se sia sicuro iniziare a prendere la pillola anticoncezionale a metà del loro ciclo mestruale. La risposta di solito dipende dal tipo di pillola e dai bisogni della persona.

                      Controllo delle nascite La pillola è un metodo sicuro ed efficace per prevenire una gravidanza indesiderata. Per alcune persone, la pillola può anche aiutare a ridurre i sintomi causati dalle mestruazioni, come sanguinamento pesante e cicli irregolari.

                      In questo articolo, esaminiamo se una persona può iniziare la sua pillola anticoncezionale a metà ciclo, e i benefici, i rischi e gli effetti collaterali di farlo.

                      Si può iniziare la pillola a metà ciclo?

                      Per capire come funziona la pillola, è importante sapere cosa succede durante un tipico ciclo mestruale.

                      Il ciclo medio si svolge nel corso di 28 giorni:

                        La maggior parte delle persone può iniziare a prendere la pillola anticoncezionale in qualsiasi momento del loro ciclo mestruale. Tuttavia, possono essere necessari diversi giorni perché la pillola stabilisca un ciclo ormonale coerente che impedisca la gravidanza.

                        Iniziando la pillola a metà del ciclo, intorno al punto di ovulazione, una persona è a rischio di gravidanza e dovrebbe usare un metodo contraccettivo di riserva fino a quando non ha preso la pillola per almeno 7 giorni consecutivi. Per essere ancora più prudente, usa un’altra forma di controllo delle nascite, come preservativi e schiuma, durante il primo mese.

                        Come e quando iniziare la pillola?

                        Non esiste una regola fissa su quando iniziare la pillola. Le raccomandazioni su quando iniziare dipendono anche dal tipo di pillola che una donna sta prendendo. Ci sono due tipi principali di pillola anticoncezionale:

                          Pillola combinata

                          I medici spesso raccomandano di iniziare la pillola combinata il primo giorno delle mestruazioni o la prima domenica dopo l’inizio delle mestruazioni.

                          Iniziare la prima domenica serve a due scopi: fornisce un giorno coerente per iniziare le pillole e può influenzare la tempistica mestruale in modo che la persona non sarà probabilmente il loro periodo durante un fine settimana. Questo può essere o meno un beneficio per alcune persone.

                          Tuttavia, non tutte hanno un ciclo mestruale regolare. Una persona può iniziare il suo periodo e poi averlo di nuovo 2 settimane dopo. In questo caso, alcune persone possono trovare difficile cronometrare le loro pillole in base all'”inizio del ciclo.”

                          Per una persona con periodi irregolari, il momento migliore per iniziare a prendere la pillola può essere quando si è pronti a cominciare a regolare i propri periodi.

                          Minipillola

                          Una persona può solitamente iniziare la minipillola in qualsiasi momento del ciclo. La minipillola in genere protegge dalla gravidanza entro 48 ore dal suo inizio.

                          Tuttavia, le persone che non iniziano a prendere la minipillola durante il loro periodo dovrebbero usare un’altra forma di contraccezione per almeno i primi 2 giorni. Potrebbe essere saggio usare altre misure contraccettive per un ciclo completo.

                          Per la massima efficacia, è fondamentale prendere la minipillola durante la stessa finestra di 3 ore ogni giorno. Una persona dovrebbe scegliere un momento della giornata che è conveniente e facile da ricordare.

                          Molte persone impostano un promemoria quotidiano per assicurarsi di prendere la pillola alla stessa ora ogni giorno.

                          Benefici e rischi di iniziare a metà ciclo

                          Mentre non ci sono chiari benefici per la salute di iniziare a metà ciclo, alcune persone possono trovare conveniente iniziare a prendere le loro pillole anticoncezionali non appena le ricevono.

                          Tuttavia, iniziare la pillola a metà ciclo significa che una persona non sarà immediatamente protetta dalla gravidanza.

                          Chiunque scelga di iniziare la pillola al di fuori dei primi 5 giorni del ciclo mestruale dovrebbe usare un metodo contraccettivo di riserva, come il preservativo, per almeno un anno:

                            Un altro potenziale rischio di iniziare la pillola a metà ciclo è che una donna possa essere già incinta. Tuttavia, un grande Studio danese suggerisce che l’assunzione della pillola anticoncezionale durante l’inizio della gravidanza non danneggia il feto.

                            Quando si inizia a metà ciclo, il corpo di una persona può richiedere più tempo per adattarsi al nuovo ciclo ormonale. In alcune persone, questo può causare spotting o sanguinamento irregolare. Possono essere necessari alcuni mesi dopo l’inizio della pillola a metà ciclo per il ritorno di periodi più regolari.

                            Effetti collaterali dell’inizio della pillola a metà ciclo

                            I possibili effetti collaterali della pillola anticoncezionale sono gli stessi indipendentemente da quando la persona inizia a prenderla e comprendono:

                              In genere, questi sintomi si attenuano entro 3 mesi dall’assunzione della pillola. Tuttavia, se una persona continua a sperimentare fastidiosi effetti collaterali dopo questo tempo, potrebbe voler parlare con il proprio medico per passare ad un altro tipo di pillola anticoncezionale.

                              Prospettive

                              Decidere quando iniziare a prendere la pillola anticoncezionale dipende in gran parte dalle preferenze personali e dal tipo di pillola. Una persona che inizia la pillola durante i primi 5 giorni dall’inizio delle mestruazioni dovrebbe avere una protezione immediata contro la gravidanza.

                              Chiunque scelga di iniziare la pillola a metà ciclo dovrebbe usare una contraccezione di riserva per almeno 7 giorni se usa la pillola combinata e almeno 2 giorni se usa la minipillola.

                              Per essere ancora più attenta, una persona può considerare di usare un’altra forma di controllo delle nascite durante il primo mese di assunzione di uno dei due tipi di pillola anticoncezionale.
                              Controllo delle nascite con diaframma: Uso, vantaggi e rischi

                              Il diaframma è una forma di barriera del controllo delle nascite. Combinato con lo spermicida, previene la gravidanza bloccando l’apertura uterina e impedendo agli spermatozoi di muoversi e fecondare un ovulo

                              Il dispositivo è una coppa poco profonda, a forma di cupola, bordata che viene posta nella vagina per coprire la cervice.

                              Usato correttamente, può essere 94 per cento efficace nel prevenire una gravidanza indesiderata.

                              Fatti veloci sul controllo delle nascite con diaframma

                                Cos’è un diaframma?

                                Il diaframma, o cappuccio, è una coppa riutilizzabile a forma di cupola che si adatta alla cervice. È fatto di lattice o silicone. Viene utilizzato con lo spermicida, una crema o un gel che impedisce allo sperma di fecondare con successo un uovo.

                                Ci sono diversi tipi.

                                Il diaframma a molla ad arco è il tipo più comune. Ha un bordo fermo che è più facile da inserire. È adatto alle donne con scarso tono muscolare vaginale.

                                Il diaframma con molla a spirale ha un bordo morbido e flessibile. È adatto a una donna che ha un tono muscolare vaginale medio.

                                Il diaframma a molla piatta ha un bordo sottile e flessibile. Funziona meglio per le donne che hanno un forte tono muscolare vaginale.

                                I diaframmi a molla piatta e a spirale possono entrambi essere inseriti con uno strumento introduttivo.

                                Il diaframma con ampio bordo di tenuta è un anello di silicone che è utile per le donne che sono allergiche o sensibili al lattice. È disponibile in forme a molla ad arco o a spirale.

                                Sono disponibili diverse misure, ma la misura standard è di 75 millimetri (mm) di diametro. Per ottenere una buona misura, il tuo fornitore di assistenza sanitaria effettuerà un esame fisico.

                                Come si usa

                                Un operatore sanitario normalmente spiegherà come usare correttamente un diaframma. Possono insegnare all’utente se c’è difficoltà a inserire o rimuovere il diaframma. Un dispositivo inseritore può aiutare.

                                Per usare il diaframma:

                                Se non è posizionato correttamente, potresti doverlo rimuovere e ricominciare da capo, ricordandoti di riapplicare lo spermicida.

                                Il diaframma può essere messo in posizione circa 1 ora prima di fare sesso, e dovrebbe rimanere in posizione per almeno 6 ore dopo il rapporto. Non deve essere lasciato nella vagina per più di 24 ore.

                                Se l’utente ha intenzione di avere di nuovo rapporti sessuali entro 6 ore, più spermicida deve essere inserita nella vagina, senza rimuovere il diaframma.

                                È importante notare che i diaframmi non forniscono protezione dal contrarre infezioni trasmesse sessualmente (MST).

                                L’uso di un preservativo oltre al diaframma ridurrà questo rischio e fornirà una protezione extra contro la gravidanza indesiderata.

                                Sono sicuri ed efficaci?

                                Usato correttamente e coerentemente, il diaframma può essere 94% efficace nel prevenire la gravidanza.

                                Tuttavia, per essere efficace, deve:

                                  Per aumentare l’efficacia, l’uomo può usare un preservativo o tirarlo fuori prima dell’eiaculazione per diminuire ulteriormente il rischio di gravidanza. L’uso di un preservativo riduce anche il rischio di un’infezione sessualmente trasmissibile (STI), perché un diaframma non protegge da questo.

                                  I diaframmi sono sicuri da usare per la maggior parte delle donne, ma per alcune donne potrebbero non essere adatti.

                                  Questi includono:

                                    Un medico può consigliare opzioni alternative.

                                    Pro e contro

                                    Tutte le forme di controllo delle nascite hanno sia vantaggi che svantaggi.

                                    Un diaframma può essere una buona opzione perché:

                                      Può essere più sicuro dei contraccettivi orali per le donne di età superiore ai 35 anni e per quelle che fumano, perché non c’è rischio di problemi cardiovascolari.

                                      Svantaggi

                                      Gli svantaggi dell’uso del diaframma includono:

                                        Una donna deve essere rifatto per il suo diaframma dopo ogni gravidanza a termine, chirurgia addominale o pelvica, aborto spontaneo, aborto dopo 14 settimane o un cambiamento di peso del 20 per cento, o circa 15 libbre.

                                        Un diaframma dovrebbe essere sostituito ogni 1 o 2 anni.

                                        Alcune sostanze, come la vaselina, non dovrebbero essere usate con il diaframma, perché possono causare l’erosione del materiale.

                                        Rischi ed effetti collaterali

                                        È improbabile che il diaframma rappresenti un rischio per la salute e i problemi gravi sono rari.

                                        Tuttavia, alcuni problemi possono verificarsi.

                                        Infezioni del tratto urinario (UTI) e irritazioni vaginali sono state collegate all’uso del diaframma.

                                        Urinare prima di applicare il diaframma e dopo il rapporto può aiutare a prevenire una UTI.

                                        L’irritazione vaginale può verificarsi a causa della sensibilità al silicone o come reazione allo spermicida. Se si verifica un’irritazione vaginale, può essere una buona idea usare uno spermicida diverso.

                                        La maggior parte degli spermicidi contengono nonoxynol-9. Questo può diventare irritante se usato più volte in un giorno, o se l’utente ha HIV. Può aumentare il rischio di contrarre l’HIV e altre IST.

                                        Chiunque sia preoccupato per una UTI o un’irritazione vaginale dovrebbe parlare con il proprio fornitore di assistenza sanitaria.

                                        Sindrome da shock tossico (TSS) influenza circa 2.4 utenti su 100.000, ma questo avviene di solito dopo aver lasciato il dispositivo dentro per più di 24 ore.

                                        È importante consultare un medico se si verificano i seguenti sintomi:

                                          Funziona sempre?

                                          Secondo Planned Parenthood, il diaframma usato perfettamente è efficace al 94%. Nel complesso, è 88 per cento efficace, in quanto le persone commettono errori.

                                          Altre stime mettono la percentuale di successo tra 70 e 99 per cento.

                                          È importante ricordare anche che qualsiasi metodo anticoncezionale che non è usato secondo le istruzioni può non avere successo nel prevenire la gravidanza.

                                          Un diaframma è disponibile da un fornitore di assistenza sanitaria o una clinica di pianificazione familiare e deve essere montato da un fornitore di assistenza sanitaria.
                                          Dispositivo intrauterino: Cosa c’è da sapere

                                          Un dispositivo intrauterino è un piccolo dispositivo anticoncezionale altamente efficace, a forma di T, fatto di plastica flessibile e rame. Viene inserito nell’utero per prevenire la gravidanza.

                                          Meno di 1 su 100 di donne che rimangono incinte con un dispositivo intrauterino (IUD) inserito, secondo Planned Parenthood.

                                          Il dispositivo ha un filo di polietilene attaccato ad esso. Il filo permette di controllare se lo IUD è ancora al suo posto, dato che occasionalmente può scivolare fuori. Permette al medico di rimuovere facilmente il dispositivo quando deve essere cambiato o non è più desiderato.

                                          Tipi

                                          Uno IUD può essere rame o a base di ormoni. Negli Stati Uniti (U.S.) le marche normalmente disponibili sono ParaGard, Mirena, Liletta, Kyleena e Skyla.

                                          ParaGard è uno IUD di rame che funziona fornendo un ambiente sfavorevole per lo sperma, la fecondazione e l’impianto.

                                          Gli altri sono tutti IUD ormonali, e prevengono la gravidanza rilasciando ormoni.

                                          Uno IUD è normalmente usato a lungo termine controllo delle nascite ma una spirale di rame può anche ridurre il rischio di gravidanze indesiderate fino a 99.9 per cento se viene inserito entro 120 ore dopo un rapporto sessuale non protetto.

                                          Con uno IUD di rame, la protezione inizia non appena il dispositivo viene inserito. Uno IUD ormonale fornisce una protezione immediata, a patto che venga inserito entro 7 giorni dal primo giorno delle mestruazioni.

                                          Se non viene inserito durante questo lasso di tempo, la protezione non inizierà fino a 7 giorni dopo l’inserimento. È necessario utilizzare un metodo di riserva di controllo delle nascite, come preservativi o spermicida, sarà necessario.

                                          Mirena può rimanere nell’utero e prevenire la gravidanza per 5 anni. Skyla, un altro IUD ormonale, rimane efficace fino a 3 anni.

                                          I diversi tipi di rilascio diverse quantità di ormoni ogni giorno, e la quantità diminuisce nel tempo.

                                          ParaGard può rimanere all’interno dell’utero e fornire protezione per 10 anni dopo l’inserimento. È approvato per 10 anni, ma gli studi hanno dimostrato che può essere efficace per fino a 20 anni, in alcuni casi.

                                          Come funziona?

                                          Uno IUD ormonale rilascia un tipo di progestinico che è responsabile dell’ispessimento del muco cervicale. Impedisce il concepimento impedendo agli spermatozoi di raggiungere l’ovulo. Sopprime anche parzialmente ovulazione.

                                          Lo IUD non ormonale non rilascia un ormone. Invece, la bobina di rame all’interno dello IUD produce una risposta infiammatoria o immunitaria nell’utero. Questo ambiente sfavorevole per gli spermatozoi ridurrà le possibilità di fecondazione e impedirà l’impianto.

                                          Benefici e possibili rischi

                                          Come forma di controllo delle nascite, lo IUD:

                                            Uno IUD di rame, essendo non ormonale, non influenza i livelli ormonali nel corpo.

                                            Le opzioni ormonali può significare crampi mestruali più leggeri e meno dolorosi, ma possono portare a cisti ovariche, i cambiamenti di umore, e acne.

                                            Possibili problemi

                                            I possibili svantaggi o effetti collaterali dell’avere uno IUD includono:

                                              Raramente, può verificarsi un’infezione, o lo IUD può spingere attraverso la parete uterina. Lo IUD non può perdersi o viaggiare all’interno del corpo.

                                              Se si verifica una gravidanza mentre uno IUD è in posizione, c’è un rischio maggiore che sia ectopica, o che si verifichi un’infezione pelvica, un aborto o un travaglio e un parto prematuri. Tuttavia, una gravidanza e un bambino sani possono anche risultare.

                                              Se si verifica una gravidanza con uno IUD in posizione, il medico monitorerà la gravidanza più da vicino.

                                              Per la maggior parte delle donne, uno IUD è un metodo sicuro ed efficace di controllo delle nascite, ma non è adatto a tutte.

                                              Le donne che potrebbero non essere in grado di utilizzare uno IUD includono quelle che:

                                                L’Associazione dei professionisti della salute riproduttiva (ARHP) argomenta che uno IUD può essere usato in modo sicuro nelle donne che hanno appena avuto un aborto e in quelle con una storia di IST o di malattia infiammatoria pelvica (PID), ma questa decisione dipenderà dal medico e dalla storia medica dell’individuo.

                                                Dicono anche che è sicuro per l’uso da parte di:

                                                  Uno IUD di rame non è adatto a una donna che ha un’allergia al rame o una storia di malattia di Wilson.

                                                  Gli IUD ormonali non dovrebbero essere usati con gravi malattie del fegato o se una donna ha o potrebbe avere il cancro al seno.

                                                  Ogni donna dovrebbe discutere la propria storia medica con un fornitore di assistenza sanitaria per determinare se uno IUD è adatto e, in tal caso, quale tipo.

                                                  Cosa aspettarsi

                                                  Prima di applicare uno IUD, un professionista medico effettuare un esame fisico per verificare la presenza di infezioni o altri problemi.

                                                  Possono offrire un’anestesia locale, poiché l’inserimento può essere doloroso per alcune donne.

                                                  Per inserire il dispositivo, l’operatore sanitario inserirà uno speculum nella vagina e poi, usando uno speciale inseritore, metterà lo IUD attraverso la cervice e nell’utero.

                                                  Questo normalmente richiede circa 5 minuti.

                                                  Ci può essere un po’ di dolore o crampi durante l’inserimento e per alcuni minuti dopo. Possono verificarsi alcune vertigini.

                                                  Il recupero può essere quasi immediato, ma alcune donne sperimentano fastidiosi crampi per il resto della giornata. I cuscinetti riscaldanti e gli antidolorifici da banco (OTC) possono aiutare.

                                                  Crampi e spotting possono continuare a intermittenza per 3-6 mesi. Questo è normale. Se peggiora, bisogna cercare l’aiuto di un medico.

                                                  Quando cercare un consiglio medico

                                                  Una donna che ha uno IUD montato dovrebbe informare immediatamente il suo medico se:

                                                    Nel 2014, gli esperti hanno raccomandato di consigliare a tutte le donne un rischio leggermente più elevato di sviluppare la PID entro i primi 20 giorni dopo il montaggio.

                                                    Alcune compagnie di assicurazione coprono il costo di uno IUD. Vale la pena chiedere al medico in anticipo se la vostra assicurazione lo coprirà.

                                                    Lascia un commento