Radice di valeriana: Cos’è e a cosa serve?

Le persone possono prendere la radice della pianta di valeriana Valeriana officinalis come integratore. La radice di valeriana può avere un effetto sedativo e ridurre l’ansia, rendendola un popolare rimedio naturale per aiutare il sonno e promuovere la calma.

La radice di valeriana può funzionare per alcune persone, ma non è adatta a tutti. E ‘importante guardare per eventuali effetti collaterali durante l’assunzione di radice di valeriana.

Una persona può considerare di parlare con un medico sull’assunzione di radice di valeriana e sulla gestione di qualsiasi condizione che può avere.

Questo articolo esamina l’efficacia della radice di valeriana e discute i suoi usi, il dosaggio, e più.

Come funziona la radice di valeriana? 

La radice di valeriana è un’erba comune nella medicina tradizionale e popolare. I sostenitori dicono che l’erba ha un effetto rilassante che calma l’ansia, permettendo a una persona di riposare.

Uno studio in Frontiere in Neuroscienze ha osservato che le persone in tutto il mondo riconoscono la valeriana come un efficace sedativo a base di erbe. Tuttavia, i ricercatori non comprendono ancora completamente gli effetti dell’erba.

I composti nella radice sembrano interagire con importanti componenti del sistema nervoso, come acido gamma-aminobutirrico (GABA), un messaggero chimico nel cervello.

Uno studio pubblicato in BMC Medicina e Terapie Complementari ha notato che i composti nella radice di valeriana, come l’acido valerenico, possono interagire con il GABA e i suoi recettori per creare il noto effetto ansiolitico.

Questo è simile a come i farmaci ansiolitici da prescrizione, come diazepam (Valium), funziona.

Come la valeriana interagisce con il GABA, tuttavia, rimane una teoria.

Altri esperti ritengono che la valeriana eserciti i suoi effetti sedativi e ansiolitici attraverso l’azione del suo potente antiossidanti nelle aree del cervello coinvolte con lo stress e le emozioni, come l’amigdala e l’ippocampo.

Funziona per l’ansia e il sonno?

La radice di valeriana è un noto sedativo e può aiutare molte persone a ridurre i sintomi di ansia e insonnia. Tuttavia, la ricerca su questi effetti è contrastante.

Una recensione in Medicina complementare e alternativa basata sull’evidenza ha esaminato 17 articoli diversi sugli effetti della valeriana sul sonno.

Gli autori hanno notato che alcune ricerche hanno mostrato che la valeriana ha migliorato i marcatori del sonno, come il tempo complessivo di sonno, e ha ridotto la gravità dell’insonnia.

Tuttavia, dicono che i risultati di altri studi vanno contro questi risultati, mostrando che la valeriana ha causato poca o nessuna differenza in questi sintomi.

È possibile che i risultati varino da persona a persona o che entrino in gioco altri fattori.

Per esempio, uno studio pubblicato su Natura e scienza del sonno guardato una miscela di erbe.

I ricercatori hanno scoperto che le persone che hanno preso un integratore a base di erbe contenente valeriana, luppolo e giuggiole hanno sperimentato marcatori di sonno significativamente migliorati rispetto alle persone che non hanno preso il supplemento.

Anche se questo è promettente, i risultati provengono dall’autovalutazione. I ricercatori devono indagare più a fondo gli effetti della radice di valeriana sul sonno.

Aneddoticamente, alcune persone includono anche la radice di valeriana come trattamento naturale per i sintomi di stress, ansia e depressione.

A studio del 2015 ha notato che in studi su animali, un composto della valeriana ha protetto contro i marcatori di stress sia fisico che mentale.

Questo è importante perché lo stress, la paura e l’ansia sono spesso strettamente correlati e possono influenzare altri problemi, come il sonno. La ricerca futura potrebbe anche aiutare ad esplorare questa affermazione.

In che altro modo può aiutare?

Alcune persone usano la radice di valeriana per trattare altri sintomi, anche se non c’è molta ricerca formale su questi usi.

I sostenitori possono raccomandare la valeriana per problemi come:

    Alcune persone possono trovare la radice di valeriana efficace per alleviare questi sintomi.

    Tuttavia, la maggior parte della ricerca sulla valeriana si concentra sul suo uso come sedativo, antiossidante e composto ansiolitico.

    Qual è il dosaggio raccomandato?

    Poiché la radice di valeriana è un integratore a base di erbe, i dosaggi possono essere difficili da ottenere correttamente. Molti fattori possono influenzare la qualità della radice e degli integratori, come le condizioni di crescita, l’età e la preparazione della pianta.

    A causa di questo, non c’è un modo standardizzato per fornire un dosaggio corretto.

    Molte persone fanno un semplice tè con circa 3 grammi di radice di valeriana essiccata e 1 tazza di acqua bollente. Lasciano che la radice sia completamente in infusione per almeno 10 minuti prima di bere il tè.

    Per gli estratti e gli integratori, diversi produttori avranno i loro dosaggi raccomandati in base ai loro processi di estrazione o agli ingredienti aggiunti.

    In generale, il dosaggio raccomandato di un integratore di valeriana può essere 160-600 milligrammi al giorno. Tuttavia, alcuni prodotti possono includere dosi più forti.

    Prendere l’erba circa 30 minuti a 2 ore prima di andare a letto può essere meglio per il sonno, a seconda di quanto intensamente la persona sente gli effetti dell’erba.

    L’assunzione di dosi più basse nel corso della giornata può avere un effetto più delicato e aiutare alcune persone con sintomi di ansia.

    È sicuro?

    Le persone generalmente considerano gli integratori di radice di valeriana sicuri alle dosi raccomandate.

    Tuttavia, non c’è abbastanza ricerca sugli integratori di radice di valeriana per garantire che siano sicuri, secondo il Ufficio degli integratori alimentari (ODS).

    Se una persona è interessata a prendere la valeriana, dovrebbe parlare con il proprio medico.

    I composti della pianta possono interagire con alcuni farmaci, il che potrebbe mettere una persona a rischio di effetti collaterali o complicazioni.

    Per esempio, la valeriana può interagire con farmaci che hanno funzioni simili. Questa interazione potrebbe potenzialmente aumentare gli effetti di altre classi di farmaci, come:

      Inoltre, la valeriana può interagire con altri integratori alimentari, come melatonina, kava kava, e St. Erba di Giovanni.

      Chiunque prenda questi farmaci o integratori dovrebbe parlare con il proprio medico prima di usare la radice di valeriana.

      Quanto tempo ci vuole per vedere gli effetti?

      Mentre alcune persone sentiranno gli effetti della radice di valeriana molto rapidamente, molti notano che l’erba funziona meglio quando la prendono per una settimana o due.

      Tuttavia, la ricerca non ha esplorato completamente gli effetti a lungo termine della valeriana.

      Chiunque pensi di usare regolarmente la valeriana dovrebbe parlare con il proprio medico.

      Effetti collaterali

      Alcuni effetti collaterali possono verificarsi quando una persona prende la valeriana. L’effetto sedativo della valeriana significa che la sonnolenza può essere effetto collaterale comune.

      Mentre questo è utile di notte per prendere sonno, la sonnolenza diurna può interferire con la capacità di una persona di funzionare. Le persone che prendono la valeriana e sperimentano la sonnolenza diurna potrebbero voler ridurre il loro dosaggio.

      Alcune persone possono anche reagire alla radice di valeriana. In questi casi, possono sperimentare:

        Chi non dovrebbe prenderla?

        Alcune persone dovrebbero evitare la radice di valeriana.

        La radice di valeriana potrebbe non essere sicura da prendere durante la gravidanza o l’allattamento, secondo il ODS.

        Allo stesso modo, i bambini molto piccoli di età inferiore ai 3 anni dovrebbero evitare la valeriana. Anche nei bambini più grandi, è importante lavorare con un medico per trovare il dosaggio minimamente efficace in ogni caso.

        Le persone che usano regolarmente l’alcol dovrebbero essere consapevoli delle interazioni che possono avere con i sedativi come la valeriana. Potrebbero voler evitare del tutto l’alcol o la valeriana.

        Riassunto

        Le persone hanno usato la radice di valeriana come sedativo naturale per molti anni.

        Alcune ricerche suggeriscono che può essere utile per il sonno, così come per ridurre gli effetti dello stress e dell’ansia nel cervello. Tuttavia, i ricercatori devono studiare ulteriormente l’efficacia e la sicurezza dell’erba.

        La Food and Drug Administration (FDA) non regolamenta gli integratori a base di erbe, quindi l’uso standardizzato e il dosaggio sono difficili da determinare.

        La valeriana potrebbe non essere la soluzione per tutti. Le persone che sono incinte o che allattano dovrebbero evitarla, così come i bambini piccoli. Alcune persone possono sperimentare effetti collaterali o interazioni con farmaci.

        Chiunque stia pensando di usare la radice di valeriana dovrebbe prima parlare con il proprio medico.

        Lascia un commento