Reazione allergica nel bambino: Trattamento e immagini

Un bambino può avere una reazione allergica per una varietà di motivi. Una reazione allergica si verifica quando il corpo ha una risposta avversa a una sostanza solitamente innocua, come un sapone o un alimento specifico.

I bambini hanno una pelle sensibile, il che li rende più propensi degli adulti a sviluppare un’eruzione cutanea. Anche una leggera irritazione della pelle del bambino può essere sufficiente a scatenare un’eruzione cutanea.

Identificare la causa della reazione allergica o della sensibilità può aiutare i genitori e gli assistenti a prevenire e trattare qualsiasi reazione futura.

Tipi

I bambini possono avere diversi tipi di eruzioni cutanee, che hanno una serie di cause. Alcune reazioni allergiche possono anche portare a sintomi aggiuntivi, come nausea e vomito.

I tipi comuni di reazioni allergiche nei neonati sono i seguenti:

Eczema

Eczema è una delle condizioni della pelle più comuni nei bambini. Ci sono diversi tipi di eczema, ma l’eczema atopico è uno dei più probabile colpire i neonati e i bambini piccoli.

Un’eruzione cutanea da eczema può consistere in piccole protuberanze rosse o può apparire come pelle secca e squamosa.

I medici non sanno perché alcune persone sviluppano l’eczema mentre altre no, ma potrebbe essere dovuto a una combinazione di fattori genetici e ambientali.

Le cause comuni dell’insorgenza dell’eczema nei bambini includono tessuti irritanti, saponi e calore.

Un’eruzione cutanea da eczema può avere un aspetto leggermente diverso nei bambini più grandi. Secondo il Associazione Nazionale Eczema, i bambini più giovani di 6 mesi tendono a sviluppare eruzioni cutanee di tipo eczema su cuoio capelluto, viso e fronte.

Nei bambini di età compresa tra 6 mesi e 1 anno, l’eruzione cutanea appare spesso sulle ginocchia e sui gomiti.

Orticaria papulosa

L’orticaria papulare è una reazione allergica localizzata al morso di un insetto. Punture di vari insetti, tra cui zanzare, acari e cimici, possono causare la reazione.

Anche se di solito colpisce i bambini dai 2 ai 6 anni, l’orticaria papulare può verificarsi anche nei neonati.

L’orticaria papulare assomiglia a piccoli ammassi di protuberanze rosse o punture d’insetto. Alcune protuberanze possono essere piene di liquido. L’orticaria papulare può durare diversi giorni o addirittura settimane.

Orticaria

Quando il corpo è allergico a una sostanza, rilascia una sostanza chimica chiamata istamina che può portare allo sviluppo di orticaria e altri sintomi di allergia.

L’orticaria è una chiazza pruriginosa e in rilievo sulla pelle. Possono variare nella dimensione e nella forma, ma di solito sono rosa o rossi con un sottile bordo rosso.

L’orticaria può svilupparsi ovunque sul corpo e spesso appare in gruppi.

Allergie alimentari

Secondo il Accademia americana di allergia, asma e immunologia, circa il 6 per cento dei bambini di 2 anni e meno hanno allergie alimentari.

I segni di un’allergia alimentare possono includere reazioni cutanee e sintomi respiratori o intestinali, come:

    Occasionalmente, è anche possibile che i bambini abbiano reazioni allergiche agli alimenti prima di iniziare a mangiarli. Questo perché possono sviluppare allergie agli alimenti che la persona che li sta allattando al seno mangia.

    Gli alimenti che i bambini sono molto probabilmente essere allergico a sono:

      Una volta che iniziano a mangiare cibi solidi, i bambini possono mostrare segni di ulteriori allergie.

      I medici spesso raccomandano che i genitori e gli assistenti introducano nuovi alimenti al bambino uno alla volta. In questo modo, se si sviluppa un’allergia, è più facile determinare quale cibo è responsabile della reazione.

      Trattamento

      Non tutte le reazioni nei bambini richiedono un trattamento. Per esempio, una lieve eruzione cutanea è probabile che svanisca entro poche ore e potrebbe non disturbare il bambino in quel periodo.

      Tuttavia, se i sintomi di una reazione stanno causando un disagio visibile, il trattamento può essere necessario.

      Il trattamento può variare a seconda del tipo di eruzione o reazione. In generale, i seguenti trattamenti possono aiutare:

        Prevenzione

        Non è possibile prevenire tutte le reazioni allergiche nei bambini, ma ci sono passi che i genitori e gli assistenti possono fare per ridurre il rischio. Questi includono:

          Se un bambino ha una reazione allergica dopo l’allattamento, potrebbe essere utile tenere un diario alimentare per cercare di determinare la causa sottostante. I latticini sono un molto comune colpevole, soprattutto prima che il bambino raggiunga 1 anno di età.

          Dopo aver identificato l’allergene, può essere utile evitare di mangiare questo alimento durante l’allattamento. Tuttavia, è meglio parlare con un medico prima di apportare modifiche alla dieta.

          Quando consultare un medico

          Le persone possono spesso trattare le reazioni allergiche nei bambini a casa. Tuttavia, in alcuni casi, è meglio consultare un medico.

          Se l’eruzione cutanea si diffonde o peggiora nel tempo, una persona dovrebbe consultare un medico. È anche essenziale consultare un medico se la pelle mostra segni di infezione, come vesciche, emorragie o infiltrazioni di liquido.

          In alcuni casi, un’eruzione cutanea può indicare un’altra malattia. Se un’eruzione cutanea appare insieme ai sintomi qui sotto, le persone dovrebbero consultare un medico:

            I bambini che sviluppano reazioni allergiche che includono respiro sibilante, gonfiore delle labbra o della lingua, o problemi di respirazione, richiedono un’attenzione medica immediata. Possono avere una reazione anafilattica, che può essere grave.

            Takeaway

            Le reazioni allergiche e le sensibilità sono comuni nei bambini, in parte perché hanno una pelle così sensibile.

            Nella maggior parte dei casi, queste reazioni sono lievi e i genitori o gli assistenti possono trattarle a casa.

            Identificare l’allergene può aiutare a prevenire reazioni future. Molti bambini cresceranno dalle loro allergie, ma altri svilupperanno nuove allergie man mano che crescono.

            Lascia un commento