Reflusso acido durante la gravidanza: Cause, diete e rimedi casalinghi

Il reflusso acido è una sensazione che accade quando l’acido dello stomaco sale verso la gola. Può causare rigurgito e una sensazione dolorosa e bruciante nel petto.

Il nome tecnico del reflusso acido è reflusso gastroesofageo, o GER. Il principale sintomi sono:

    Altri possibili sintomi possono includere:

      Diversi fattori possono causare il reflusso acido. Tuttavia, si verifica comunemente come un sintomo della gravidanza, che colpisce 17-45% delle persone incinte.

      La maggior parte delle volte, la condizione termina poco dopo la nascita del bambino.

      Questo articolo considera le cause del reflusso acido, cosa fare per esso, e la sua relazione con la gravidanza.

      Relazione con la gravidanza

      Ci sono diverse ragioni per cui la gravidanza può indurre il reflusso acido.

      I cambiamenti ormonali influenzano la pressione all’interno del sfintere esofageo, che collega l’esofago allo stomaco. Questo provoca una serie di processi che alla fine fanno salire l’acido dello stomaco nell’esofago (tubo del cibo).

      L’utero stesso potrebbe causare il reflusso acido facendo pressione sullo stomaco, facendo salire il contenuto nell’esofago.

      Altri aspetti della gravidanza, come i cambiamenti nei movimenti intestinali o i farmaci che le persone prendono durante la gravidanza, possono anche giocare un ruolo nel causare il reflusso acido.

      Cause

      Il sito causare dei sintomi del reflusso acido è l’acido dello stomaco che risale l’esofago. Questo può accadere quando lo sfintere esofageo inferiore, che è un gruppo di muscoli alla base dell’esofago, diventa debole o si rilassa.

      Le ragioni dietro i cambiamenti che causano il reflusso acido possono includere:

        Considerazioni sulla sicurezza

        Chiunque sperimenti il reflusso acido dovrebbe contattare un professionista della salute se sta sperimentando complicazioni del reflusso acido, come ad esempio sangue nel vomito o nelle feci.

        Con la gravidanza, ci sono altri fattori da considerare quando si verifica il reflusso acido. Alcuni consigli per il trattamento del reflusso acido si sovrappongono ai consigli per la gravidanza, come evitare alcol e nicotina.

        Tuttavia, durante la gravidanza, una persona dovrebbe controllare con un professionista sanitario prima di prendere farmaci per trattare i sintomi. Per esempio, può essere pericoloso prendere l’aspirina durante la gravidanza, e molti farmaci da banco (OTC) per il trattamento del reflusso acido contengono aspirina.

        Inoltre, un farmaco antiacido che contiene bicarbonato di sodio o trisilicato di magnesio può causare complicazioni durante la gravidanza. Questo perché il bicarbonato di sodio può causare l’accumulo di liquidi, causando gonfiore, e il trisilicato di magnesio può essere dannoso per un feto.

        Cambiamenti dello stile di vita e farmaci

        Trattare il reflusso acido in gravidanza è quasi lo stesso che trattare il reflusso acido in qualsiasi altra situazione.

        La prima cosa da provare dovrebbe sempre essere il cambiamento dello stile di vita. Ci sono una serie di cose che una persona può fare a casa per alleviare i sintomi della condizione.

        I metodi per ridurre il reflusso acido durante la gravidanza possono includere le seguenti:

          Indipendentemente dal reflusso acido, durante la gravidanza, una persona dovrebbe evitare tabacco e alcool. Questo perché queste sostanze riducono significativamente le possibilità di una gravidanza sana.

          Le abitudini alimentari possono avere una grande influenza sul reflusso acido. I seguenti cambiamenti possono aiutare:

            Un altro cambiamento dello stile di vita da prendere in considerazione sono le abitudini del sonno. Se il reflusso acido si verifica durante la notte, può essere utile alzare la parte superiore del materasso di 6-8 pollici. In questo modo, la posizione del corpo incoraggia ancora il cibo a viaggiare verso il basso, ma permette comunque alla persona di sdraiarsi per dormire.

            Se i cambiamenti nello stile di vita non sono efficaci, la prossima cosa da considerare sono i farmaci. Ci sono farmaci per alleviare i sintomi del reflusso acido. Tuttavia, la medicina che di solito sarebbe appropriata può essere insicura se la persona è incinta. Una persona dovrebbe parlare con la propria ostetrica o medico prima di provare qualsiasi farmaco OTC durante la gravidanza.

            Quando contattare un medico

            Un professionista sanitario può suggerire strategie di trattamento e farmaci. Possono anche valutare per assicurarsi che i sintomi non siano dovuti a una causa più seria.

            Una persona dovrebbe contattare il proprio medico o l’ostetrica se i farmaci OTC e i cambiamenti nello stile di vita non aiutano.

            Inoltre, il reflusso acido può causare complicazioni che richiedono attenzione medica. Una persona dovrebbe contattare il proprio medico se sta sperimentando uno dei seguenti sintomi seguendo sintomi:

              Riassunto

              La maggior parte delle persone sperimenta il reflusso acido ad un certo punto. Alcuni lo hanno come una condizione cronica, mentre altri hanno situazioni una tantum. Il reflusso acido è comune durante la gravidanza a causa dei cambiamenti ormonali e della pressione fisica del feto in crescita.

              I sintomi del reflusso acido si verificano quando l’acido dello stomaco risale l’esofago. Può accadere se i muscoli alla base dell’esofago sono allentati, se il fondo dell’esofago è nella posizione sbagliata o se c’è un aumento della pressione sullo stomaco.

              È possibile trattare il reflusso acido utilizzando cambiamenti a casa e prendendo farmaci OTC. Tuttavia, alcune forme di farmaci per il reflusso acido sono inappropriate durante la gravidanza. Controllare sempre che il farmaco sia sicuro da prendere durante la gravidanza prima dell’uso.

              Lascia un commento