Rutti di zolfo: Rimedi, trattamento e cause

I rutti di zolfo sono rutti che sono seguiti da un cattivo odore di uova marce causato dal gas di idrogeno solforato.

Un rutto è un modo per il sistema digestivo di rilasciare il gas in eccesso. Questo gas è solitamente aria che entra attraverso la bocca o è un sottoprodotto dei batteri che scompongono il cibo.

Mangiare o bere troppo velocemente può causare l’ingresso di gas attraverso la bocca. Altre cause possono essere abitudini, come masticare gomme o fumare. Bere bevande gassate è un altro modo in cui il gas entra nello stomaco e poi viene espulso.

Informazioni veloci sui rutti di zolfo:

    Provoca

    Un rutto di zolfo sarà accompagnato da un cattivo odore di uova marce.

    La maggior parte dei rutti ha l’odore del cibo che li ha causati o del contenuto attuale dello stomaco.

    Un rutto di zolfo è semplicemente un rutto accompagnato da un cattivo odore di uova marce. Questo odore è quello del gas idrogeno solforato (H2S).

    I rutti di zolfo sono tipicamente causati da uno dei seguenti fattori

    Alcuni batteri diversi che possono portare a rutti di zolfo possono anche influenzare il sistema digestivo.

    Infezione del tratto gastrointestinale superiore causata dal H. pylori batterio può causare problemi, compreso il gonfiore, bruciore di stomaco, e rutti di zolfo.

    Altri problemi possono causare o essere associati a rutti di zolfo. Questi includono:

      Trattamento

      Oltre ad avere qualsiasi problema digestivo sottostante diagnosticato, ci sono molti cambiamenti dietetici che una persona può fare per aiutare a ridurre o eliminare il gas indesiderato che causa rutti di zolfo.

      Tè verde e tisane

      Tè verde può essere bevuto come aiuto alla digestione. Può anche aiutare il corpo a rimuovere le tossine, il che porta a una migliore salute generale.

      Il tè alla menta piperita è spesso raccomandato per migliorare la digestione ed eliminare alito cattivo, e berla durante il giorno può ridurre al minimo i rutti.

      La camomilla è un’altra tisana che può giovare al sistema digestivo. Può aiutare alcune persone a ridurre i rutti di zolfo e beneficiare il sistema immunitario nel tempo. Se vuoi comprare la camomilla, allora c’è un eccellente selezione online, con migliaia di recensioni dei clienti.

      Acqua

      Bere abbastanza acqua può fare una vera differenza per la salute generale e può andare un lungo cammino verso il controllo dei rutti di zolfo. Bere più acqua aiuta a eliminare l’alito cattivo e a proteggere lo stomaco dai batteri invasori.

      Bere un bicchiere d’acqua pieno pochi minuti prima di un pasto pesante può aiutare il sistema digestivo a gestire proteine pesanti e cibi ricchi di zolfo.

      Miele di Manuka

      Il miele di Manuka è un medicalmente attivo miele raccolto dalla famiglia dell’albero del tè. Il miele può uccidere i batteri potenzialmente infettivi come Escherichia coli (E. coli), Enterobacter aerogenes, Salmonella typhimurium, e S. aureus nell’intestino e alleviare i sintomi digestivi.

      Il miele di Manuka può anche aiutare a proteggere il rivestimento digestivo e alleviare i sintomi di disturbi come l’IBS.

      Bicarbonato di sodio

      Il bicarbonato di sodio per uso alimentare è un rimedio naturale per molti sintomi di problemi digestivi tra cui bruciore di stomaco, dolore all’ulcera e alito cattivo. Bere un piccolo cucchiaio di bicarbonato di sodio in acqua può aiutare a bilanciare i succhi gastrici e ridurre l’odore dei rutti.

      Aceto di sidro di mele

      L’aceto di sidro di mele è un altro ingrediente che alcune persone usano per equilibrare il loro sistema digestivo e ridurre i sintomi dei disturbi digestivi. Si ritiene che l’acido acetico contenuto nell’aceto aiuti a non far crescere troppo i batteri nell’intestino.

      Alcune persone trovano sollievo da problemi di digestione indesiderati bevendo un cucchiaio di aceto di sidro di mele mescolato in un bicchiere d’acqua ogni giorno.

      Ridurre gli alimenti scatenanti

      Ridurre il consumo di cibi scatenanti può andare molto lontano per alleviare i sintomi dei rutti di zolfo.

      I cibi scatenanti variano da persona a persona. Per esempio, l’aglio e i broccoli sono ricchi di composti di zolfo, ma potrebbero non causare una reazione in tutti. I prodotti lattiero-caseari e alcuni tipi di zuccheri possono influenzare altri ma non tutte le persone.

      Ridurre l’assunzione di alcol

      L’uso eccessivo di alcol può essere un altro colpevole per i rutti di zolfo.

      Come minimo, il consumo di alcol può interrompere la digestione efficace nel corpo e portare al reflusso di acido gastrico, che può influenzare i rutti di zolfo.

      Alcune persone possono trovare i loro sintomi digestivi eliminati semplicemente riducendo l’assunzione di alcol.

      Limitare le bevande gassate

      Se i rutti puzzano di zolfo, l’aggiunta di più gas al mix di solito causa rutti più maleodoranti. Ridurre le bevande gassate, tra cui soda e acqua frizzante, può ridurre i rutti.

      Evitare gli alimenti zuccherati

      Lo zucchero è un altro fattore che contribuisce ai rutti di zolfo. Lo zucchero può alimentare i batteri nell’intestino che causano l’accumulo di gas di idrogeno solforato. Evitare gli alimenti zuccherati può essere sufficiente per ridurre i sintomi in alcune persone.

      Evitare pasti abbondanti

      Il rilascio di gas sulfurei può anche derivare dalla rottura da parte del sistema digestivo di un pasto molto grande o ricco di proteine. Ridurre le dimensioni delle porzioni o mangiare più lentamente può aiutare a ridurre questi problemi digestivi.

      Evitare cibi ad alto contenuto di conservanti

      Gli alimenti trasformati sono di solito ricchi di conservanti. Può includere cibi confezionati, prodotti in scatola o cibi veloci. L’alto livello di conservanti può peggiorare i sintomi digestivi e i rutti di zolfo. Tagliare gli alimenti trasformati dalla dieta può aiutare a migliorare il sistema digestivo.

      Quando consultare un medico

      Può essere necessario parlare con un medico quando si verificano rutti di zolfo. Il medico può offrire una guida sulle scelte dietetiche o eseguire test diagnostici.

      I medici possono anche suggerire una mediazione da banco, come gli antiacidi, per aiutare a ridurre il gas in eccesso.

      Se i rutti di zolfo persistono anche dopo i cambiamenti della dieta, o se i rutti accompagnano altri sintomi, si dovrebbe consultare un medico. I medici possono aiutare a identificare quali problemi digestivi potrebbero essere dietro i sintomi persistenti.

      .
      Aumentare l’acido dello stomaco naturalmente con 6 metodi

      Avere bassi livelli di acido gastrico può portare a una serie di effetti collaterali spiacevoli e lasciare il corpo vulnerabile alle infezioni. Tuttavia, ci sono diverse cose che una persona può provare per aiutare ad aumentare l’acido dello stomaco.

      L’acido dello stomaco, o gastrico, è un fluido digestivo contenente acido cloridrico (HCL) ed enzimi digestivi. L’acido dello stomaco scompone il cibo e uccide i batteri nocivi.

      Ci sono una serie di ragioni per cui lo stomaco può non produrre abbastanza acido. Alcuni di questi includono infezione, prendere alcuni farmaci, e la invecchiamento processo.

      Il termine medico per i bassi livelli di acido gastrico è ipocloridria. Quando questo accade, gli altri organi digestivi non possono assorbire i nutrienti essenziali dal cibo che una persona mangia.

      Questo articolo discuterà sei modi naturali per aumentare l’acido dello stomaco. Verranno anche esaminate le cause di bassa acidità di stomaco e alcuni fattori di rischio associati.

      6 modi naturali per aumentare l’acido gastrico

      Trattamenti per acido gastrico basso dipendono dalla causa sottostante. Tuttavia, ci sono alcuni metodi che una persona può provare a casa per migliorare i livelli di acido dello stomaco.

      Di seguito ci sono sei cose che una persona può provare per aumentare l’acidità di stomaco naturalmente.

      1. Prova gli integratori HCL

      Secondo un 2015 revisione, gli adulti più anziani hanno un rischio maggiore di sviluppare condizioni digestive che riducono i loro livelli di acidità di stomaco.

      Le condizioni digestive che possono diminuire i livelli di acido gastrico includono Helicobacter pylori infezione (un’infezione batterica dello stomaco) e la gastrite atrofica (che è caratterizzata da una cronica infiammazione del rivestimento dello stomaco).

      Quando una persona invecchia, il suo stomaco produce anche meno pepsina. La pepsina è un enzima che scompone le proteine e aiuta la digestione.

      Le persone con bassi livelli di acidità di stomaco possono beneficiare dell’assunzione di integratori HCL. Integratori di enzimi digestivi che contengono anche pepsina può essere particolarmente utile per gli adulti più anziani.

      Tuttavia, una persona dovrebbe parlare con un medico prima di prendere qualsiasi integratore. Anche se gli integratori possono alleviare i sintomi, l’ipocloridria può essere dovuta a una condizione di salute sottostante che richiede attenzione medica.

      2. Aumentare l’assunzione di zinco

      Lo zinco è un minerale essenziale presente nelle cellule umane. Lo stomaco usa lo zinco per produrre HCL.

      Il National Institutes of Health (NIH) raccomanda che gli adulti consumino 8-11 milligrammi di zinco ogni giorno.

      Le persone che non assumono abbastanza zinco nella loro dieta e quelle con scarso assorbimento dello zinco possono avere bassi livelli di acido gastrico. Affrontare una carenza di zinco potrebbe aiutare ad aumentare l’acidità di stomaco.

      Le persone possono aumentare il loro apporto di zinco apportando modifiche alla dieta o prendendo integratori di zinco. Tuttavia, dovrebbero parlare con il loro fornitore di assistenza sanitaria prima di iniziare qualsiasi nuovo integratore.

      Alcuni alimenti ricchi di zinco che una persona può aggiungere alla loro dieta includono:

        3. Prendere probiotici

        I probiotici sono microrganismi che supportano un sano equilibrio di batteri benefici nell’intestino.

        A Articolo di revisione del 2017 trovato prove di un’associazione tra bassa acidità di stomaco e la crescita eccessiva di batteri nell’intestino.

        L’assunzione di probiotici può inibire la crescita di batteri nocivi e aiutare ad aumentare i livelli di acido gastrico.

        Gli alimenti che contengono naturalmente probiotici includono:

          4. Mangiare zenzero

          Lo zenzero possiede proprietà antinfiammatorie che possono aiutare ad alleviare l’infiammazione dello stomaco dovuta all’acido gastrico basso.

          Le persone usano comunemente zenzero come un rimedio naturale per nausea, dolore allo stomaco e indigestione.

          Alcuni sostenitori suggeriscono che lo zenzero può stimolare la produzione e la secrezione di enzimi digestivi essenziali e aumentare il movimento attraverso l’intestino.

          Tuttavia, non ci sono abbastanza prove scientifiche per sostenere pienamente queste affermazioni. Sono necessari altri studi di alta qualità.

          5. Limitare l’assunzione di carboidrati raffinati

          Fare alcuni cambiamenti nella dieta può aiutare ad aumentare l’acidità di stomaco. Per esempio, le diete ad alto contenuto di cibi raffinati carboidrati (zuccheri e cibi amidacei a basso contenuto di fibre) può portare all’infiammazione dello stomaco e di altri organi digestivi.

          Anche se alcune ricerche suggeriscono che l’infiammazione è direttamente dovuta ai carboidrati raffinati e all’eccesso di zucchero, alcuni esperti suggeriscono che può essere dovuta a una crescita eccessiva di funghi del lievito nello stomaco che causa diarrea, gonfiore e costipazione.

          I sostenitori possono suggerire di provare il dieta della candida, che comporta l’eliminazione di glutine, zucchero e alcuni prodotti lattiero-caseari. Tuttavia, ci sono poche prove scientifiche che dimostrano che questo può prevenire una crescita eccessiva di funghi del lievito nell’intestino.

          6. Masticare accuratamente

          La masticazione è il termine tecnico per masticare il cibo, ed è il primo passo nel processo digestivo. La masticazione rompe il cibo in pezzi più piccoli. Questi pezzi poi si mescolano con la saliva, che porta alla fase successiva del processo digestivo.

          Le persone che sperimentano i sintomi di bassa acidità di stomaco possono prendere in considerazione l’idea di prendere bocconi più piccoli e di masticare accuratamente il loro cibo. Questo può consentire un’adeguata digestione.

          Sintomi di bassa acidità di stomaco

          L’ipocloridria è una condizione che si verifica quando una persona ha bassi livelli di HCL nello stomaco. Può portare a sintomi come:

            Cause

            Diversi fattori possono contribuire a una bassa acidità di stomaco. Questi possono includere:

              Fattori di rischio

              Anche se chiunque può avere pochi acidi gastrici, l’ipocloridria è più comune negli adulti dai 60 anni in su.

              Alcuni altri fattori che possono aumentare il rischio di bassi livelli di acido gastrico sono

                Quando consultare un medico

                Anche se occasionalmente il gonfiore e il dolore allo stomaco possono portare a disagio, questi sintomi tendono a risolversi da soli con il tempo.

                Tuttavia, il Istituto Nazionale del Diabete e delle Malattie Digestive e Renali (NIDDK) raccomandano che le persone contattino il loro medico se sperimentano indigestione per più di 2 settimane.

                Il NIDDK suggerisce inoltre che le persone cerchino immediatamente assistenza medica per i seguenti sintomi:

                  Prospettiva

                  L’ipocloridria è una condizione relativamente comune che può portare a gonfiore, indigestione e cambiamenti nelle abitudini intestinali.

                  L’acidità di stomaco bassa non è una condizione pericolosa per la vita. Tuttavia, può provocare un’infiammazione cronica dello stomaco e ridurre gravemente la qualità della vita di una persona.

                  Le persone possono gestire i sintomi dell’ipocloridria e aumentare i loro livelli di acido gastrico apportando alcune modifiche alla dieta e allo stile di vita.

                  Gli adulti più anziani possono beneficiare dell’assunzione di integratori HCL che contengono pepsina, che è un enzima digestivo essenziale.

                  Le persone che sperimentano un’indigestione che dura più di 2 settimane possono prendere in considerazione di parlare con un professionista della salute.

                  Riassunto

                  Ci sono alcune cose che le persone possono provare per aumentare naturalmente i loro livelli di acido gastrico. Tuttavia, non ci sono molte prove a sostegno di questi metodi.

                  Le persone dovrebbero parlare con un medico prima di prendere qualsiasi nuovo integratore o fare qualsiasi cambiamento significativo nella dieta.

                  Dovrebbero anche contattare un professionista della salute se hanno un’indigestione che dura più di 2 settimane e consultare un medico se sperimentano sangue nelle feci, vomito frequente o perdita di peso involontaria.
                  Gastrite cronica: Cause, sintomi e trattamenti

                  La gastrite è quando il rivestimento dello stomaco si infiamma o si gonfia. Questo di solito accade dopo che il rivestimento dello stomaco è stato danneggiato. La gastrite che è di lunga durata o ricorrente è conosciuta come gastrite cronica.

                  La gastrite cronica è una delle più comune condizioni croniche e può durare per anni o addirittura per tutta la vita se non trattata. Una vasta gamma di condizioni e fattori diversi sono noti per causare o contribuire allo sviluppo della gastrite cronica.

                  Risolvere i casi lievi di gastrite può spesso essere attraverso l’uso di farmaci e cambiamenti nello stile di vita. Tuttavia, per alcune persone con grave gastrite cronica, una cura potrebbe non essere possibile, e il focus del trattamento sarà sulla gestione dei sintomi.

                  In questo articolo, esaminiamo i sintomi, le cause, i fattori di rischio e le possibili complicazioni della gastrite cronica. Copriamo anche quando vedere un medico, la diagnosi, il trattamento e lo stile di vita e i cambiamenti nella dieta.

                  Sintomi

                  Persone con casi minori di gastrite che sono causati dal batterio Helicobacter pylori può non sempre notare alcun sintomo.

                  Tuttavia, la maggior parte delle persone con gastrite cronica sperimenta una varietà di sintomi, tra cui:

                    Cause

                    La gastrite cronica si riferisce a un gruppo di condizioni che causano infiammazione della mucosa dello stomaco.

                    Ci sono molte cause diverse di gastrite cronica, ma la maggior parte dei casi sono legati a una delle seguenti:

                    H. pylori infezione batterica

                    H. pylori l’infezione batterica è il più comune causa della gastrite in tutto il mondo. Molte persone si infettano per la prima volta durante l’infanzia, ma non tutti manifestano i sintomi.

                    Mentre H. pylori l’infezione può causare sia la gastrite acuta che quella cronica, non è spesso associata alla gastrite erosiva.

                    I ricercatori pensano che H. pylori si diffonde attraverso cibo infetto, acqua, salvia e altri fluidi corporei.

                    Danni alla mucosa dello stomaco

                    Il danno al rivestimento dello stomaco può portare a un’infiammazione cronica. Le cause di questo includono:

                      Condizioni autoimmuni

                      Nelle persone con gastrite autoimmune, il loro sistema immunitario attacca il rivestimento dello stomaco senza una ragione apparente. La gastrite autoimmune è di solito cronica ma non erosiva.

                      In alcune persone, la gastrite autoimmune può essere legata alla cronica o grave H. pylori infezione.

                      Altre cause

                      Cause meno comuni di gastrite cronica includono:

                        Fattori di rischio

                        I possibili fattori di rischio per la gastrite cronica includono:

                          Possibili complicazioni

                          Se adeguatamente trattati, i casi acuti di gastrite sono raramente associati a complicazioni. Tuttavia, le persone possono avere serie complicazioni di salute se hanno una gastrite cronica grave o non trattata.

                          La gastrite erosiva può causare ulcere peptiche. Una volta che un’ulcera si è formata, può progressivamente degradare i tessuti circostanti, allargandosi e ingrandendosi. Le ulcere gravi possono alla fine causare emorragie interne, che possono essere pericolose per la vita se non trattate.

                          Altre possibili complicazioni della gastrite cronica includono:

                            Quando consultare un medico

                            Le persone con sintomi di gastrite dovrebbero vedere un medico se i sintomi:

                              Un’emorragia interna richiede un’attenzione medica immediata. I segni di sanguinamento interno possono includere

                                Diagnosi

                                I medici usano una vasta gamma di test e strumenti per diagnosticare la gastrite cronica, tra cui:

                                  Trattamento

                                  Il trattamento dipende dal tipo, dalla causa e dalla gravità della gastrite.

                                  Gastrite causata da H. pylori Le infezioni sono di solito trattate con una combinazione di antiacidi e antibiotici, anche se l’infezione non sta causando alcun sintomo.

                                  Le persone avranno spesso bisogno di prendere integratori o fare aggiustamenti dietetici per prevenire complicazioni se la loro gastrite cronica sta causando carenze nutrizionali.

                                  La maggior parte dei farmaci per la gastrite si concentrano sulla riduzione della quantità di acido nello stomaco.

                                  Farmaci comuni per la riduzione dell’acido:

                                    Cambiamenti nello stile di vita e nella dieta

                                    Indipendentemente dalla causa o dalla gravità dei sintomi, apportare modifiche alla dieta e allo stile di vita può aiutare a trattare la gastrite o a prevenirla.

                                    I suggerimenti dietetici comuni per le persone con gastrite cronica includono:

                                      Mangiare una dieta sana ed equilibrata ricca di antiossidanti, fibre e probiotici possono anche aiutare. Si trovano queste sostanze in alimenti come:

                                        Alcune persone con gastrite cronica possono anche trovare beneficio dal consumo di alimenti con proprietà antibatteriche, come:

                                          I cambiamenti comuni dello stile di vita raccomandati per le persone con gastrite cronica includono:

                                            Outlook

                                            La gastrite cronica può causare dolore e disagio e portare a gravi complicazioni se non trattata. Le persone dovrebbero vedere il loro medico se hanno sintomi di gastrite cronica.

                                            La gestione della gastrite cronica comporta il trattamento di qualsiasi condizione sottostante, l’assunzione di farmaci per contrastare l’acidità di stomaco e l’introduzione di cambiamenti nello stile di vita e nella dieta.

                                            Lascia un commento