Sanguinamento nella pelle: Cause, diagnosi e trattamenti

La maggior parte delle persone sperimenterà occasionalmente piccole emorragie nella pelle o lividi, spesso a seguito di una lesione. Questo di solito non è motivo di preoccupazione, e le persone possono trattarlo a casa. Tuttavia, se l’emorragia cutanea è grave, spontanea o cronica, avrà generalmente bisogno di attenzione medica per prevenire gravi complicazioni.

L’emorragia minore nella pelle è un evento comune e spesso non è motivo di preoccupazione. Una persona può avere un’emorragia nella pelle per vari motivi.

Questo articolo spiega cos’è il sanguinamento della pelle e cosa può causarlo. Copre anche la diagnosi, il trattamento e quando contattare un medico.

Cos’è l’emorragia nella pelle?

Se un vaso sanguigno si rompe, il sangue all’interno può fuoriuscire nei tessuti e negli spazi vicini. Questo è noto come emorragia. Quando l’emorragia si verifica direttamente sotto la pelle, il sangue può fuoriuscire nella pelle circostante e causarne lo scolorimento.

In genere, questo scolorimento della pelle è una tonalità mista di rosso, blu, nero e viola. Su pelle scura, può apparire viola scuro, marrone o nero.

Il numero e il tipo di vasi sanguigni che si rompono influenzerà la dimensione e l’aspetto dello scolorimento della pelle e l’estensione del sanguinamento.

La rottura di solo alcuni piccoli vasi sanguigni o capillari tende a causare lesioni petecchiali, oppure petecchie. Si tratta di piccoli punti rossi sotto i 2 millimetri (mm) di larghezza che appaiono sulla superficie della pelle.

Se più di alcuni capillari si rompono nella stessa zona, possono causare porpora. La porpora appare come piccole macchie di colorazione rosso-viola. Queste macchie sono più grandi di 2 mm, generalmente tra 4 mm e 1 centimetro (cm) di larghezza.

Né le petecchie né la porpora scoloriscono se premute. Questo significa che lo scolorimento non scompare dopo aver applicato una breve pressione sulla zona.

Per saperne di più sulle differenze tra porpora e lesioni petecchiali clicca qui.

Quando molti capillari si rompono vicini, il sangue può accumularsi sotto la superficie della pelle per formare un ecchimosi. Si tratta di un livido bluastro-violaceo o nero che può variare in dimensioni. Tuttavia, è generalmente più grande di 1 cm di larghezza. L’ecchimosi non è sempre il risultato di un trauma e può non includere il gonfiore esterno, a differenza della maggior parte dei lividi.

I lividi che derivano da un trauma sono di solito teneri al tatto e possono essere leggermente gonfi.

I lividi variano nel loro tempo di guarigione da pochi giorni a diverse settimane, a seconda di quanto sono gravi. Un livido moderato in genere impiega circa 2 settimane per scomparire del tutto. I lividi nella parte inferiore delle gambe possono a volte richiedere più tempo per guarire.

Ematomi sono pozze di sangue coagulato o parzialmente coagulato. Sono anche causati da vasi sanguigni rotti. Gli ematomi possono verificarsi in vari punti del corpo. Alcuni possono essere minori, ma alcuni – come un ematoma in un organo o in una cavità del corpo – possono essere eventi gravi o pericolosi per la vita.

Provoca

La maggior parte delle persone sperimenta alcune emorragie sotto la pelle e lividi durante la loro vita. Tuttavia, alcune persone sono anche più incline ai lividi rispetto ad altri.

Alcune attività possono anche aumentare il rischio di sanguinamento nella pelle e di lividi. Per esempio, ematomi e contusioni sono comune in molti sport.

Alcune altre cause comuni possono includere

    L’emorragia nella pelle può verificarsi anche come effetto collaterale di chemioterapia, di radioterapia, e molte altre procedure mediche.

    Diverse condizioni di salute e farmaci possono anche interferire con la capacità del corpo di formare coaguli di sangue. Questo può portare a sanguinamenti ed ematomi eccessivi o spontanei.

    Le condizioni che possono aumentare il rischio di emorragie e lividi includono:

      Alcuni farmaci possono anche aumentare il rischio di emorragie e lividi. Questi includono farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) come ad esempio ibuprofene e fluidificanti del sangue come l’aspirina (un farmaco antipiastrinico) e il warfarin (un anticoagulante).

      Tuttavia, una persona Rassegna 2019 messa in discussione la relazione tra FANS e aumento del sanguinamento. Gli autori hanno dichiarato che i FANS presentano pochi rischi di aumentare l’incidenza del sanguinamento in seguito ad alcuni trattamenti chirurgici.

      Una persona dovrebbe sempre considerare i potenziali effetti collaterali prima di assumere farmaci e cercare un aiuto medico professionale se non è sicura.

      Diagnosi

      Se una persona cerca aiuto medico per i lividi, un medico effettuerà un esame fisico per diagnosticare la causa. Questo comporterà spesso la datazione delle lesioni e la valutazione della loro gravità.

      Diagnosticare accuratamente i lividi può essere più difficile per le carnagioni scure. A Studio del 2020 hanno riferito che fonti di luce alternative possono aiutare a individuare i lividi sulla pelle scura.

      Un medico può anche cercare di stabilire la causa del livido chiedendo a una persona gli aspetti della sua storia medica, tra cui:

        Se una persona è incline al sanguinamento eccessivo, è importante saperlo il prima possibile. Altrimenti, una piccola ferita potrebbe inaspettatamente diventare un’emergenza. Scoprire i fattori di rischio ereditari in giovane età può aiutare a prevenire problemi e complicazioni in seguito.

        Un medico può ordinare ulteriori procedure diagnostiche se non è sicuro della causa o pensa che ci possa essere una condizione medica sottostante. Queste procedure possono includere esami del sangue e delle urine, studi di imaging come TAC, e biopsie del midollo osseo.

        Trattamenti e rimedi casalinghi

        Non c’è un modo specifico per trattare le emorragie cutanee minori e i lividi. Tuttavia, alcuni rimedi casalinghi possono aiutare a ridurre il dolore e il gonfiore e promuovere la guarigione.

        Alcuni rimedi casalinghi comuni per l’emorragia minore nella pelle e i lividi includono:

          Per i casi più gravi di sanguinamento nella pelle e lividi, o quelli risultanti da una condizione medica sottostante, un medico metterà insieme un piano di trattamento su misura.

          Quando contattare un medico

          L’emorragia minore nella pelle o i lividi che si verificano di tanto in tanto sono raramente motivo di preoccupazione.

          Tuttavia, chiunque sperimenti un’emorragia nella pelle senza una causa apparente o un’ecchimosi che dura più di 2 settimane dovrebbe parlare con un medico.

          Inoltre, gli individui che assumono anticoagulanti e che sperimentano frequenti o gravi emorragie o lividi dovrebbero anche consultare un medico.

          È anche meglio contattare un medico se uno dei seguenti sintomi accompagna il livido:

            Una persona dovrebbe cercare immediatamente assistenza medica se sperimenta qualsiasi livido inspiegabile che è improvviso o grave.

            Riassunto

            Una persona può avere emorragie nella pelle e lividi per una serie di motivi. Le cause possono includere lesioni minori, traumi da procedure chirurgiche e alcuni farmaci.

            Il sanguinamento nella pelle può anche verificarsi a causa di altre condizioni di salute, come la malattia del fegato, la meningite o la sindrome di Marfan.

            La maggior parte dei piccoli lividi guarirà naturalmente con il riposo. Compressione, elevazione e farmaci come la bromelina possono aiutare il processo di guarigione.

            Se una persona sperimenta un’emorragia persistente, grave o inspiegabile nella pelle, dovrebbe cercare immediatamente assistenza medica.

            Lascia un commento