Sintomi dell’HIV: I primi sintomi dell’HIV, immagini e trattamento

L’HIV è un virus che attacca il sistema immunitario. Può indebolire l’immunità al punto che il corpo fatica a combattere le infezioni e le malattie.

Se una persona riceve un trattamento per HIV dopo una diagnosi precoce, hanno meno probabilità di sviluppare complicazioni più gravi.

Il numero annuale di nuove diagnosi di HIV è rimasto stabile negli ultimi anni negli Stati Uniti. Nel 2017, un totale di 38,739 persone negli Stati Uniti.S. hanno ricevuto una diagnosi di HIV.

Sintomi precoci

La diagnosi e il trattamento precoce dell’HIV possono significare meno complicazioni.

Una persona non dovrebbe mai basarsi solo sui sintomi per capire se ha l’HIV. L’unico modo in cui una persona può saperlo con certezza è sottoporsi a un test.

I test precoci possono aiutare una persona a ricevere un trattamento efficace e prevenire la trasmissione ad altre persone.

I sintomi dell’HIV variano da persona a persona. Tuttavia, i sintomi allo stadio iniziale includono tipicamente quanto segue:

    Non tutti sperimenteranno questi sintomi

    Come l’HIV colpisce il corpo

    L’HIV attacca il sistema immunitario. In particolare attacca le cellule CD4, che sono un sottotipo di un gruppo di cellule chiamate cellule T. Le cellule T aiutano il corpo a combattere le infezioni.

    Senza trattamento, l’HIV riduce il numero di cellule CD4 nel corpo, aumentando il rischio di contrarre infezioni. Se l’HIV si sviluppa fino allo stadio 3, la persona avrà anche una maggiore possibilità di sviluppare cancro.

    I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) fornire informazioni su dove le persone possono trovare il centro di test HIV più vicino.

    I segni differiscono per maschi e femmine?

    L’infezione da HIV è diverso tra i sessi.

    Secondo l’Ufficio per la salute delle donne, alcuni problemi di salute, tra cui infezioni trasmesse sessualmente Le malattie sessualmente trasmissibili (IST) e le infezioni vaginali da lievito sono più comuni e più gravi nelle donne che hanno l’HIV.

    Immagini

    Stadi

    Dopo la fase iniziale dell’infezione da HIV, il virus si sposta in una fase chiamata di latenza clinica, che alcune persone chiamano HIV cronico. Il virus è ancora attivo durante questa fase, ma si riproduce a tassi molto più bassi nel corpo.

    Durante la fase di latenza clinica dell’HIV, una persona può non avere alcun sintomo. Alcune persone che non stanno prendendo alcun farmaco per trattare l’HIV possono rimanere in questa fase per 10 o più anni. Tuttavia, altre persone possono progredire oltre lo stadio di latenza più rapidamente.

    Una persona che riceve un trattamento antiretrovirale per l’HIV può rimanere nella fase di latenza clinica per diversi decenni. Durante questa fase, hanno meno probabilità di sperimentare gravi complicazioni. Quando i livelli di virus nel sangue sono molto bassi, non si trasmette ad un’altra persona.

    Per informazioni e risorse più approfondite su HIV e AIDS, visita il nostro sito centro dedicato.

    Trasmissione

    L’HIV è contagioso e può essere trasmesso da una persona all’altra in diversi modi.

    Secondo il CDC, il modo più comune di trasmettere l’HIV è attraverso contatto sessuale senza preservativo. Il virus può anche diffondersi attraverso l’uso di aghi o siringhe nell’uso di droghe per via endovenosa.

    Le persone possono prendere l’HIV attraverso il contatto con fluidi corporei che contengono il virus. Gli unici fluidi corporei che possono trasmettere l’HIV sono:

      L’HIV può trasmettersi ad un’altra persona quando questi fluidi entrano nel suo flusso sanguigno, sia attraverso un’iniezione che entrando in contatto con una membrana mucosa o un tessuto danneggiato. Le membrane mucose sono presenti all’interno del retto, della vagina, del pene e della bocca.

      Una donna può anche trasmettere la condizione ad un bambino durante la gravidanza, anche se questo non è sempre il caso. Molte donne che vivono con l’HIV possono dare alla luce un bambino senza HIV se ricevono le cure prenatali appropriate e seguono il loro piano di trattamento.

      L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) afferma che senza alcun coinvolgimento medico, i tassi di trasmissione da donna a bambino vanno da dal 15% al 45%. Se una donna riceve il trattamento durante e dopo la gravidanza, questi tassi possono scendere al di sotto del 5%.

      Quando l’HIV è contagioso?

      Nella fase iniziale della trasmissione dell’HIV, i livelli del virus nel sangue e nello sperma sono alti. Una persona può facilmente trasmettere il virus durante questo periodo, e la trasmissione è più probabile durante questa fase acuta primaria che durante la fase successiva.

      Durante la fase di latenza clinica, una persona che vive con l’HIV sperimenta meno sintomi. Tuttavia, sono ancora in grado di trasmettere il virus ad un’altra persona.

      Secondo il CDC, una persona con una carica virale non rilevabile non può trasmettere l’HIV a qualcun altro. Non è possibile perché il trattamento dell’HIV sopprime il virus, lasciando una bassa presenza di HIV nel sangue.

      Quando l’HIV non è rilevabile in un test, non è trasmissibile.

      Test

      Se una persona crede di essere stata esposta all’HIV, dovrebbe fare subito un test. Le persone che hanno un rischio maggiore di avere l’HIV a causa del luogo di lavoro o di altri tipi di esposizione possono anche prendere in considerazione il test di routine.

      La diagnosi precoce dell’HIV è fondamentale per prevenire altre condizioni di salute potenzialmente pericolose per la vita. Una volta che una persona riceve una diagnosi, un efficace sono disponibili trattamenti.

      La diagnosi precoce è anche vitale per aiutare a prevenire la trasmissione dell’HIV. Se una persona sa di avere il virus, può prendere provvedimenti per evitarne la trasmissione ad altri. Un modo per farlo è il trattamento antiretrovirale.

      Cos’è un test HIV di quarta generazione? Scoprilo qui.

      Progredire allo stadio 3 dell’HIV

      Se una persona con l’HIV non riceve un trattamento, la condizione può alla fine progredire allo stadio 3 dell’HIV, noto anche come AIDS. Grazie ai moderni progressi della medicina, l’infezione da HIV raggiunge raramente lo stadio 3 negli Stati Uniti.S. oggi.

      Lo stadio 3 dell’HIV non è una malattia specifica ma una sindrome con una vasta gamma di sintomi identificabili. I sintomi possono anche derivare da altre malattie che si verificano perché le infezioni opportunistiche approfittano della ridotta attività immunitaria.

      I sintomi includono:

        Se una persona riconosce i primi segni dell’HIV e cerca una diagnosi e un trattamento tempestivi, c’è una buona possibilità di prevenire lo sviluppo dello stadio 3.

        Con una gestione appropriata del virus, una persona con HIV può vivere una vita lunga, felice e sana.

        Cosa sono l’HIV e l’AIDS? Per saperne di più.

        Trattamento

        Il trattamento dipenderà dall’individuo e da eventuali complicazioni. Il team sanitario della persona li aiuterà a fare un piano adeguato.

        Farmaci antiretrovirali

        Per la maggior parte delle persone con HIV, terapia antiretrovirale può aiutare a gestire il virus. Ci sono diversi tipi di farmaci antiretrovirali e la persona potrebbe aver bisogno di una combinazione di farmaci.

        Questi farmaci possono ridurre il livello del virus nel sangue fino a quando non è rilevabile in un test. Quando questo accade, non c’è più il rischio di trasmettere il virus ad un’altra persona.

        È essenziale seguire il piano di trattamento prescritto per mantenere il virus a questo livello basso.

        Per saperne di più qui farmaci antiretrovirali.

        Altre terapie

        Le persone con l’HIV sono più suscettibile rispetto alle persone senza HIV ad altre condizioni di salute, e possono avere bisogno di un trattamento specifico per queste.

        L’HIV colpisce il sistema immunitario, quindi l’individuo può avere maggiori probabilità di sviluppare un’infezione, come quella virale epatite o tubercolosi. Un medico può prescrivere farmaci per prevenire o trattare queste e altre infezioni.

        Altre possibili complicazioni includono malattie cardiovascolari, cancro e alcuni disturbi neurologici. Se queste si presentano, il team sanitario aiuterà l’individuo a fare un piano di trattamento adeguato.

        Prospettiva

        Le persone con HIV che ricevono una diagnosi precoce hanno buone possibilità di ricevere un trattamento efficace. Questo trattamento può aiutarli a rimanere in salute e a mantenere una buona qualità di vita.

        Chiunque noti dei sintomi o creda che ci sia la possibilità di avere l’HIV dovrebbe chiedere di fare dei test. Con test e trattamenti precoci, le prospettive per molte persone con HIV sono eccellenti.

        .

        Lascia un commento